Creato da fabbri.giancarlo il 08/08/2012
Giancarlo Fabbri giornalista freelance

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Ultime visite al Blog

FELISA81larosaanticasrlIcardiRuoccobeta460toma.mariarosariarossellareyg1b9fabbri.giancarlojojo_1947REBI_Pgreggiomassimoamorino11guazzellielemmiPietro_saxMANonTHEmoonMilano
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Juvenilia Club inizia il suo 29° anno di cultura, feste e gite in allegria

Post n°1133 pubblicato il 17 Settembre 2018 da fabbri.giancarlo
 

A Paola 01 Fortunato

Paola Tabacchi e Fortunato Malaguti, i “motori” di Juvenilia Club

San Lazzaro (Bologna)

Dopo le vacanze estive l’associazione culturale Juvenilia Club inizia il suo 29° anno di cultura, feste e gite in allegria e amicizia. Infatti il prossimo 6 ottobre, alle 20,  sarà ancora il prestigioso Savoia Hotel Regency, in via del Pilastro 2 a Bologna, ad accogliere ospiti, amici e soci di Juvenilia Club per la “Grande festa di apertura”. Una festa speciale piacevole e divertente del club presieduto dalla professoressa Paola Tabacchi Malaguti, che ha sede a San Lazzaro, ma di respiro metropolitano. Festa con cena e danze in abito scuro che avranno come colonna sonora le musiche senza tempo del duo Adriana e Mauro e non mancheranno allegri intermezzi di intrattenimento.

Sempre in ottobre al Savoia, ma il 13, gita di un giorno a Lucca per conoscerne la storia e ammirarne le bellezze. Il 19 appuntamento con la celebre Doctor Dixie Jazz Band nella storica cantina di via Cesare Battisti 7/b a Bologna. Il 27 gita di un giorno nel piacentino al castello di Gropparello e alla romana Velleia definita la Pompei del nord Italia.

Il calendario di novembre prevede per le 20 del 9 l’appuntamento serale con Fausto Carpani e la sua chitarra, ancora al Savoia Hotel Regency, stesso luogo e orario il 17 per una conferenza della scrittrice e poetessa Cinzia Demi sul tema del suo romanzo “Incontriamoci all’inferno”; parodia di fatti e personaggi della Divina Commedia di Dante Alighieri e, ancora stesso luogo e ora, il 23 per una serata speciale con il gruppo musicale Cantatèstèbun formato da ragazzi di una volta generosi dispensatori di canzoni senza tempo e di allegria. Sabato 1 dicembre alle 20 al Savoia, ormai come una seconda casa per il Juvenilia Club, grande “Festa degli auguri” con Adriana e Mauro.

Chi è interessato alle iniziative di Juvenilia Club, molte quelle gratuite per i soci, può rivolgersi al 051.464293 o a paola.tabacchi@libero.it. Il programma dell’anno sociale 2018-2019 è un volumetto di oltre trenta pagine, a conferma del gran numero di occasioni conviviali, festaiole, ludiche e culturali proposte dall’associazione sanlazzarese.

Con la professoressa Tabacchi a dire che «passato il 25° riaffermo che quanto fatto fino a oggi ha portato alla rivalutazione dell’età matura e al riconoscimento sociale e culturale dei soci protagonisti. Il nostro impegno è infatti quello di dare alle persone la consapevolezza della loro stessa individualità, personalità, originalità. Juvenilia è impegnata per raggiungere tali obiettivi, senza fini di lucro, per un alto ideale culturale, sociale e umanitario assieme a tanti amici vecchi e nuovi». Infatti a guardare indietro c’è un ricco bilancio di centinaia di feste, incontri culturali, trasmissioni radiofoniche, premi letterari, laboratori teatrali, viaggi, gite turistiche, visite a musei e corsi di vario tipo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Anche Pianoro alla “Marcia della Pace” Perugia-Assisi

Post n°1132 pubblicato il 14 Settembre 2018 da fabbri.giancarlo
 

274

Pianoro (Bologna)

Domenica 7 ottobre 2018 si svolgerà in Umbria l’ormai tradizionale “Marcia della Pace e della Fraternità” Perugia-Assisi che coinvolge migliaia di persone che arrivano da ogni parte d’Italia e dall’estero. Anche l’associazione “Tavolo per la Pace” di Pianoro parteciperà alla marcia e, come solito, organizza un pullman per chi desideri aderire a questo appuntamento collettivo con quota di partecipazione di 20 euro escluso il pranzo al sacco che sarà a cura del partecipante. La partenza è alle 6 da Pianoro Nuovo, in piazza dei Martiri davanti al municipio, con fermata al Palazzaccio di Rastignano alle 6.15; il rientro è previsto in serata verso le 22. Per prenotazioni o informazioni: Paola Rodolfi: 328-0153670 oppure Anna Zaghi: 339-8860608; indirizzo e-mail: pianoro@pacepianoro.it. L’iniziativa a favore della pace nel mondo e dei diritti civili gode del patrocinio del Comune di Pianoro.

«Come sapete – ci riferisce Paola Rodolfi coordinatrice del Tavolo per la Pace pianorese – domenica 7 ottobre si svolgerà la Marcia della Pace. Un evento che vuole rompere il silenzio su atrocità commesse nell’indifferenza generale; su crimini sistematici che restano impuniti; su violenze indicibili che passano continuamente sotto silenzio; su pericoli che crescono senza che ci sia una reazione adeguata».

Infatti, come rileva il documento preparatorio alla marcia per la pace, «disponiamo di più ricchezze, conoscenze, istituzioni e mezzi di ogni tempo ma al contempo permettiamo che di giorno in giorno aumentino le disuguaglianze, le sofferenze, i conflitti e l’insicurezza di miliardi di persone. Non troviamo soldi per dare un lavoro a tutti ma continuiamo a spenderne a valanga per armi, eserciti e condurre guerre infinite. I progressi ottenuti in tanti campi aprono orizzonti per migliorare le condizioni di vita di tutti e portare la pace dove ancora non c’è. Eppure rischiamo di essere travolti da numerosi problemi che abbiamo causato e che non abbiamo risolto: dalla povertà di miliardi di persone ai cambiamenti climatici, dalle guerre alle migrazioni. Cerchiamo le soluzioni dei problemi che non sono state trovate e intraprendiamo, sin da ora, iniziative per attuarle. Investiamo sui giovani, rispettiamoli, prendiamoci cura del loro presente e futuro, attrezziamoli a fare la loro parte, diamogli adeguate opportunità. Facciamo crescere l’economia della fraternità! Cominciamo dai luoghi in cui viviamo, cercando strade per combattere povertà e disoccupazione, con nuovi rapporti sociali, economici e personali centrati sulla cura reciproca. Scopriamo l’importanza e la bellezza della cura. La cura di noi e non solo dell’io. La cura della vita. La cura dei più indifesi. La cura del bene comune. La cura del mondo che condividiamo con altri. Affermiamo il dovere di proteggere ovunque tutte le persone minacciate da violenze, guerre, persecuzioni e sistematiche violazioni dei diritti umani!» E così sia.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Domenica 30 settembre pranzo di pesce alla Bocciofila

Post n°1131 pubblicato il 14 Settembre 2018 da fabbri.giancarlo
 

ZZ Apertura 03 2016

Pianoro (Bologna)

Il circolo Arci “XXV Aprile” Bocciofila Pianorese ha organizzato nella sua sede di via Fantini 51, al Gualando di Pianoro (Bologna), un pranzo di pesce che si terrà dalle 12.30 di domenica 30 settembre. A cucinare ci sarà un’azienda della riviera romagnola, specializzata nella ristorazione, con la sua collaudata cucina da campo. Per partecipare al pranzo di pesce è indispensabile prenotare, entro il 25 settembre, versando una caparra di 10 euro nella sede di via Fantini aperta tutti i pomeriggi dopo le 18. Per informazioni o prenotazioni: 339-3504011 (Franco Dini); 338-5685751 (Giancarlo Minarini).

Il ricco menù proposto, a 40 euro a persona, comprende: aperitivo, antipasto con insalata di mare, crostini al salmone, cozze e vongole alla marinara e alici marinate, poi risotto alla marinara come primo piatto e sorbetto al limone come intermezzo. Come secondi piatti una grigliata e frittura mista col contorno di insalata. Il menù comprende dessert, vini, bibite, acqua minerale, caffè, limoncello, liquori e dolci. Al termine del pranzo i locali della Bocciofila saranno schiusi, non ci sarà la consueta attività serale, e riapriranno il 2 giugno 2019. La fine del mese coincide infatti con il termine della stagione agonistica e amatoriale della Bocciofila, e di tutte le attività collegate.

Con la fine dell’estate anche quest’anno per la Bocciofila Pianorese Arci “XXV Aprile”, presieduta da Franco Dini, è giunto il momento di chiudere il bocciodromo comunale. Si chiude una stagione agonistica, ricreativa e gastronomica, favorita dal bel tempo, con un cruccio: non si trovano persone, specialmente giovani, disposte a impegnarsi nel volontariato. L’attività sportiva, con campi scoperti, è infatti stagionale e gestita dai soci Arci. Dai primi di giugno alla fine di settembre l’impianto è preso d’assalto tutte le sere, anche da chi non gioca, per le fragranti crescentine. Piatti e posate sono di plastica, tovaglie e tovaglioli di carta, ma le portate hanno indiscutibilmente, e sempre, il sapore e il calore dell’amicizia e della solidarietà.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Presentazione del libro “Acqua passata” a Rastignano e a Marano

Post n°1130 pubblicato il 14 Settembre 2018 da fabbri.giancarlo
 

ZZ Bozza 2 Presentazione Biblioteca

Pianoro (Bologna)

Ricordo agli amici di Facebook, e ai miei tre lettori, che alle 21 di giovedì 20 settembre nella sala eventi della Biblioteca comunale “don Milani” in piazza Piccinini 4 a Rastignano di Pianoro, verrà presentato il libro “Acqua passata. Storie, cronache e personaggi di Pianoro”. Volume che riunisce i miei articoli riguardanti il territorio di Pianoro, ma non soltanto, pubblicati dal 1992 al 2017 sulla rivista semestrale di studi storici “Savena Setta Sambro”. Nel corso della serata il vostro immodesto cronista risponderà alle domande rivoltegli dal direttore responsabile del periodico pianorese “L’Idea”, Gianluigi Pagani, e in conclusione eventuali interventi dei presenti e firma copie; sempre se qualcuno richiede copie del libro. La serata sarà quindi occasione di ricordare fatti e personaggi che hanno segnato la storia di Pianoro.

A richiesta di amici castenasesi il libro sarò presentato domenica 23 settembre a Marano di Castenaso come anticipo della Maranofest in salsa bavarese. La presentazione, con un dialogo tra l’autore e il noto giornalista Rai Giorgio Tonelli, si terrà dalle 18.30 nel salone al primo piano dell’ex scuola elementare centro culturale della frazione castenasese. La sagra Maranofest, festa della birra come a Monaco di Baviera, si terrà poi, dalle 19.30, nei giorni 28 e 29 settembre e 3, 5 e 6 ottobre. Si ricorda ancora agli amici di Facebook che il libro “Acqua passata” è anche reperibile nelle edicole di Rastignano, Pianoro e San Lazzaro e nella cartoleria libreria Valentina di Pianoro Nuovo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pesce a sostegno dell’Istituto Ramazzini nella lotta contro il cancro

Post n°1129 pubblicato il 13 Settembre 2018 da fabbri.giancarlo
 

Sala 77 Ramazzini

San Lazzaro (Bologna)

Le varie forme di tumori e leucemie, purtroppo anche infantili, sono tra le maggiori cause di mortalità tra la popolazione di tutto il  mondo, ed emergono spesso nella loro gravità quando ormai è troppo tardi. Malattie subdole, asintomatiche, molte volte incurabili, sulle quali studia e combatte da decenni l’Istituto Ramazzini, oggi cooperativa sociale onlus, fondato nel 1987 dall’oncologo e scienziato professor Cesare Maltoni e sostenuto da decine di migliaia di soci. Soci e amici che organizzano iniziative a sostegno dell’Istituto. Infatti è possibile aiutare la ricerca, la lotta e la prevenzione contro il cancro dell’Istituto Ramazzini anche stando a tavola buona in amicizia e in allegria.

Già ora è possibile telefonare a Giusi (360-884207), Alfea (339-6735923), Leda (338-1154683) o Anna (339-4948252), per prenotare dei posti a tavola per la cena a base di pesce organizzata dai soci del gruppo di San Lazzaro della coop sociale onlus Istituto Ramazzini in collaborazione col circolo Arci sanlazzarese. Cena, che si terrà alle 20 di venerdì 28 settembre nella grande “Sala ‘77” dell’Arci, in via Bellaria 7 a San Lazzaro, con prenotazioni obbligatorie entro il 24.

La cena di beneficenza, con offerta minima di 27 euro per gli adulti, di 18 per i bambini e di 20 euro per l’asporto, propone un menù composto da cozze alla tarantina, spaghetti allo scoglio, coda di rospo, spiedini rosso e bianco, e fritto misto col contorno di patatine fritte, acqua, vino e sorbetto. Per chi non piace il pesce, ma vuole stare in compagnia c’è la possibilità di un menù alternativo da richiedere obbligatoriamente al momento della prenotazione. Roba da leccarsi i baffi, preparata dai provetti chef volontari dell’Arci, con l’imbarazzo della scelta e con ricavato che sarà destinato alle attività di ricerca e prevenzione dei tumori e delle malattie ambientali del “Ramazzini”.

Per i soci, ma non solo, la sezione sanlazzarese presieduta da Paolo Nicoli ha organizzato interessanti gite con materiale informativo che sarà distribuito in occasione della cena. Per informazioni rivolgersi ai numeri citati o al negozio “Le Ramazzine” gestito dalle volontarie in via Casanova 14. Bottega dove trovare a prezzi d’occasione capi di abbigliamento, oggetti da arredamento, e articoli vari, nuovi o usati; anche i regali di Natale per sé, per i propri familiari e per gli amici.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »