Creato da ra.sha il 05/02/2011

Fili di seta sonora

...al soffio del Tuo buon vento

 

« All'anima di setaIn punta di lingua »

In quella casa dove tutto riposa

Post n°40 pubblicato il 19 Settembre 2011 da ra.sha
 

 

 

 Su tre piedi
sedevi
cercando uno scheletro di radici
inamidati i calzini
come catene
imprigionavano il tuo passo
alla finestra di sempre
Non so ancora capire se
ci fosse stata una maniglia
e quale mano
avrebbe potuto mai girare
trasparenze di silenzi
e promesse disattese
Due occhi
scorrevano vetri
dove confondevi la pioggia
alle tue lacrime
e non so se il riflettere del sole
fosse colore o un raggio sotterraneo
Un dito indice
scivolava il vapore del respiro
prigioniero di uno stesso tempo
prigioniero di uno stesso volto
sillabava in lento tremolio
un identico nome
e non so se da fuori
guardando al vetro
fosse richiamo di un fantasma
o di una carezza di bambino
Il tuo corpo
vegliava il silenzio
in un cuscino nascondevi
cattedrali di nuvole sbiadite
... in quella casa dove tutto riposa
tranne l'attesa ...
un sorriso sembrava dirmi "sei qui"
ma non era il mio nome quello che pronunziavi
quando mi abbracciavi di rinuncia ad un volto
e guardando lontano
ti domandavi, mi domandavi
dove mai abitasse il dono
che pur cercavi incredulo
nella parola abbandono
quando di giorno camminavi
per corridoi smarriti
e di notte sdentato
mordevi la carne di un figlio
ma non ne sentivi più il sapore
mentre attendevi
che aprisse ancora quella porta
e ti opponevi al taglio dei capelli
... verrà a pettinarmi ancora
con il pettine nuovo
che mi ha promesso...

 

rasha

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

BOX BLACK

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TAG

 

BOX BLACK

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BOX BLACK

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BOX BLACK