SexandtheCity

SexandtheCity

 

COSE CHE AMO

AMO: sex and the city, la moda, il bianco, le fragole, i delfini, la pasta, l'intimo lolita, i dolci, i compleanni, l'r&b, il cinema, l'arredamento etnico, la montagna, i girasoli, le candele, londra, gli occhiali da sole scuri, il prosecco, you follow me down, truccarmi, l'inverno, le discoteche, la musica anni 80, le scarpe, viaggiare, dormire in Hotel, le cene tra amici, gli occhi verdi, i nasi importanti, le persone sincere, le pietre colorate, gli orecchini, leggere, scrivere, sognare di notte, gli elfi, le fate, i mondi di mezzo, matrix, i cuscini, quando mi accarezzano i capelli, mordere, la pizza, i maialini, i jeans, la luna, gli astri, i profumi, le tazze, le tisane, i bracciali, camminare.
 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

cosimawagnerrachele840unamamma1psicologiaforenseSuperMark1977seenelatripladeapoetamisticovolpina98KA_again_PUTgiuseppelatella83panpanpi
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« ME....AND THE CITYMessaggio #25 »

(S)VENATA

Post n°24 pubblicato il 15 Maggio 2007 da cinese0079
Foto di cinese0079

Giulia stava davanti ad un foglio di carta con una penna rossa in mano da quasi mezz’ora ormai ma non riusciva a poggiare la punta della penna….”Neanke scrivendo riesco più a trasferire le mie emozioni, metterle su un pezzo di carta per non sentirne il peso. Proprio nell’attimo in cui credi ke stai vivendo scopri ke non è così. E cade così un pezzo di mondo, proprio così, cade e ne senti il peso sulle mani. Fanno così male le mie mani, eppure sono morbide! Non serve più a niente e ormai ciò ke non è stato non è stato. Deciso tacitamente, concordato da tutte le parole non dette, un patto siglato dalla convenienza (di ki?). C’è sempre quel nodo in gola, te lo vorrei dire, è sempre con me non scende, non sale, non lo posso piangere e non lo posso vomitare. Anke ora mentre tento di scrivere è li. Il tragico risiede nelle parole non rivelate. Quello ke non si può dire io non te lo dico; e quello ke non si può pensare? Ho voglia di correre lontano da te ma poi voglio voltarmi e trovarti dietro me. Non voglio ke mi kiami ma poi non mi addormento se non scorgo la tua kiamata persa”. Tutto questo Giulia non lo aveva scritto. Solo pensato. Ma ke senso aveva?

 

E ancora avrebbe voluto gridare : “MA PERKE’ SE ACCENDO LA TELEVISIONE NON C’è UN OMINO COL SORRISO PERFETTO CON UNO SPAZZOLINO IN MANO KE MI DICE COSA DEVO FARE E COME VIVERE LA MIA VITA?”

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: cinese0079
Data di creazione: 28/02/2007