A TUTTO TRAIL

Correre Ovunque

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

FRAMMENTI DI CORSE

 

 

ULTRA TRAIL DU MONT BLANC 2009

Post n°23 pubblicato il 03 Settembre 2009 da baraneik69
 
Foto di baraneik69

ULTRA TRAIL DU MONT BLANC 2009

Di Alessandro TARALLO

 

Una gara attesa da anni , facendo su e giu’ per l’italia e oltrefrontiera per guadagnare i fatidici punti per essere almeno ammesso all’estrazione. Lunghe camminate e scalate sulle montagne di abruzzo ormai una seconda casa. Due anni  di preparazione tra alti e bassi sembrano volati ,ora che ho appena concluso questa stupenda avventura.

Con l’amico d’impresa Gianluca Belardini  giungiamo a Chamonix giovedi’ 27  alle prime ore del pomeriggio , e ci rechiamo subito al ritiro pettorali. Dopo le operazioni di rito ci tuffiamo nel brulicare di gente proveniente da tutto il mondo ,che in questi giorni ha praticamente invaso questa bellissima cittadina .

Il venerdi’ mattina ultime compere nei tantissimi e fornitissimi negozi di abbigliamento e accessori per il Trail Runner.

La partenza e’ ormai prossima  e ci si comincia a preparare senza tralasciare alcun particolare. Controllo minuziosamente il contenuto , la riserva alimentare c’e’, la maglia termica c’e’ ,  giacca goretex c’e’ ,  e  la foto di mio padre  c’e’ .

Ci dirigiamo con tranquillità al punto di partenza che troviamo gia’ gremita in tutti i suoi angoli.

La musica , lo speaker , i ballerini rendono speciale ed emozionante questo momento che precede il via . Per un attimo ho un sussulto di commozione pensando a mio padre che ad Aprile , un mese prima di morire , pensava a come venire a vedermi per questo evento, ma  poi comincio a fare foto per distrarmi dai miei pensieri.

Manca pochissimo , lo speaker scandisce gli ultimi secondi del conto alla rovescia , e…. via , si comincia .

Scorrono i km e comincia il buio , si arriva al 21 km a Saint Gervais  , fa’ un caldo umido insopportabile  e ho la prima crisi .Mi fermo un attimo , bevo , mangio e riparto piano piano Durante il tragitto incontro  un altro spirito trail TITANCIANO con il quale ci scambiamo alcune impressioni.

 Mentre ci si avvicina a la Bonhomme  l’aria si rinfresca , ma arriva anche la nebbia che non fa’ vedere ad un passo su questa che e’ una salita interminabile .

La notte e’ ancora lunga e arriviamo all’attacco del Col de la Seigne  , una di quelle salite che lascia il segno .Giunto in vetta fa’ un freddo bestia , mi infilo un attimo nella tenda per sistemare lo zaino e nel mentre arriva un infreddolito GIO62 con il quale ci scambiamo alcune impressione della gara.

Ci rincontriamo poi al ristoro di Lac Combal dove mi dice che vuole allungare un po’ per fare una sosta piu’ lunga a Courmayeur .

Io continuo al mio passo anche se la mattina rendo molto di meno rispetto al pomeriggio , e dopo aver trascorso gli ultimi km in compagnia di un ragazzo spagnolo arrivo a Courmayeur .Prendo dal sacco quello che mi serve , riempio lo zaino d’acqua , un pezzo di formaggio e un piatto di pasta e sono pronto a ripartire. Ho anche il tempo di telefonare al mio amico Max Guidobaldi il quale mi da’ come imperativo questa regola “continua cosi’ e fermati il meno possibile, non perder tempo “!!

Comincia cosi’ la lunga salita al rifugio Bertone sotto un sole splendido ma cocente. Ivi giunto mi dirigo verso il Bonatti e dopo circa un km decido di fare un micro sonno di 10 minuti .Al mio risveglio sono come nuovo e ricomincio a correre sul saliscendi che porta fino ad Arnuva  dove arrivo con oltre due ore di vantaggio sul cancello orario.

Comincia cosi’ la lunga salita al Col Ferret che mi portera’ in Svizzera e dove vedo gia’ alcuni nuvoloni minacciosi. La prima parte della salita la salgo agevolmente , poi  entro in riserva sugli ultimi 200 metri di dislivello , e arrivato finalmente in vetta  trovo un freddo pungente accompagnato da venti a 55/60 km orari come da previsioni del tempo. In fretta mi copro con piu’ indumenti e comincio subito la discesa verso la Peule , un sentiero molto brutto e spoglio .

Ormai sono le 20.00 e pian piano sta scendendo la notte  , e sono cosi’ arrivato al ristoro di La Fouly.

Un breve sosta e si riparte  in discesa verso Praz de Fort  , il soprannominato Paese dei Nani da Giardino , in quanto gli abitanti hanno nei loro cortili statuette , e statuette di tutti i tipi e dimensioni raffiguranti  i famosi Nani .

 

Si ricomincia a salire e giungo a Champex-lac  da dove poi comincera’ la piu’ impegnativa  ascesa al Col de Bovine.

A questo punto sento che la stanchezza la fa’ da padrone  e opto per un altro micro sonno di dieci minuti al quale ci aggiungo un caffe’ orribile del ristoro .

Sto gia’ meglio e mi accodo ad un bel gruppetto di francesi con i quali condivido la salita del Bovine .La tiro tutta , e devo dire che la particolarita’ dei gradoni fatti da rocce squadrate e radici mi piace molto , poi il passaggio sulla sommita e’ una vera chicca .Mi sento carico e spingo l’accelleratore fino a Trient  dove penso  che ormai il piu’ e fatto.

Purtroppo la stanchezza fa’ brutti scherzi e quando comincia la lunga salita che mi portera’ a Catogne comincio ad avere alcune allucinazioni , infatti penso di vedere due tornati piu’ sopra di dove sono io le prime case del paese, ma… , si sale ancora e le case non ci sono , che cosa ho visto? Cosa volevo vedere?  Salgo per piu’ di un’ora ,giro intorno alla montagna e in fondo alla vallata c’e’ il maledetto paese di Catogne formato da appena  sei abitazioni .La discesa continua su un sentiero molto tecnico e scivoloso per giungere al paese di Vallorcine .Ora mi sento veramente provato psicologicamente e al mio arrivo non ho la forza di rispondere e sorridere a quanti mi gridano “Alessandro Bravo’ Bravo’ “.

A questo punto prendo un piatto caldo, mi siedo un attimo, mi cambio la maglietta , bevo un bicchiere di coca cola e poi  mi incammino verso l’ultima asperita’.

Tre km di sentiero e poi si comincia a salire verso la Tete’ aux Vent  , impegnativa , assolata ,e infinita . Arrivato in cima  ho finito l’acqua e arrivato al punto di controllo scopro che manca il ristoro che si trova 3,5 km piu’ a valle !!!  E adesso?  Ho la bocca impastata , soffro ad ogni passo , ma per fortuna due francesi mi danno un goccio della loro , allora prendo coraggio e arrivo fino alla cascata dove mi immergo completamente a bere e mi rinfresco la testa .

Adesso sto meglio e procedo spedito all’ultimo controllo prima dell’arrivo a La Flegère .Scambio alcune battute con un gruppo di italiani sulla mancanza d’acqua al punto precedente , ma ormai sappiamo che e’ finita , mancano solo 7 km di un interminabile sentiero che sembra non arrivare mai a Chamonix. Per circa 40 minuti scendo senza fretta , non ho voglia di correre ,cammino , ma comincio a diventare insofferente , voglio chiudere questa pratica .Allora prendo le ultime forze e ricomincio a corricchiare , e mi si accoda anche un francese con il quale condivido gli ultimi km.

Ecco il sentiero e’ finito , comincia l’asfalto , ora comincio a spingere di piu’ , sul ponte incrocio salutandola , la grande e rocciosa Roberta  finischer della PTL . Adesso entro sul viale del centro di Chamonix e un lungo cordone di spettatori mi incita con veemenza scandendo il mio nome , e brandendo campanacci e trombette. Sento la musica dell’arrivo , ancora una curva ed ecco l’arco di arrivo , dove do’ tutto me stesso per uno sprint finale .Sono felice , sorrido finalmente e col pensiero vado a mia moglie alla quale dedico questa impresa , perche’ e’ lei che durante questo periodo ha sopportato le mie uscite notturne in montagna , le continue gare all’estero, i fine settimana negati per una gara in piu’ ,  e tutte le volte che mi sentivo stanco per farla uscire per una passeggiata.

All’arrivo c’e’ l’amico Gianluca Belardini , anche lui finischer con una distorsione presa pochi km dopo la partenza , un vero duro , con il quale mi abbraccio dalla contentezza.

Adesso e’ il momento di godersi il ristoro e il giacchetto da finischer  , ma e’ anche il momento di ringraziare i tanti amici che mi hanno seguito e dato consigli come Massimo Guidobaldi , Gianni Baldini , Domenico Peruzzini , il grande Teseo , Manuel e Alessandra che mi seguivano via pc da casa , e la mia nutrizionista e amica Dott.ssa Barbara Maranta .

 

Ancora un saluto e Alla prossima fatica

 
 
 

STRASIMENO 2009

Post n°22 pubblicato il 13 Marzo 2009 da baraneik69

Marzo si sa è un mese pazzerello e tutto può accadere e stravolgersi: la mia partecipazione a questa gara si è concretizzata solo 10 giorni fa quando, giocoforza, ho dovuto rinunciare alla prossima Maratona di Roma a causa di un impegno familiare sopraggiunto e allora, per consolarmi, ho scelto la Strasimeno, alla quale avevo già partecipato nel 2004, quando il percorso era di 60 km con la famosa salita di Tuoro.

Con sole due ore di sonno, giungo a Castiglione del Lago insieme agli amici dell'Amatori Velletri verso le 7.40. Ritiro pettorali, caffè di rito, preparazione e, alle 8.50, tutti in piazza per la partenza. Incontro molti amici tra i quali Gianni Migneco, Emilio Bocchini e Francesco Accarino, con i quali ho condiviso tante gioie e chilometri; in questi ultimi tempi ho lasciato l'asfalto per seguire la traccia, il sentiero, in poche parole: il trail, dove ho trovato nuovi amici come Giovanni (GIO62 su Spirito Trail) e poi ho incontrato la grande Sabrina accompagnata dal suo papà, portacolori del G.P. Gorgonzola . Alle 9.10, partenza incorniciata da una giornata stupenda e temperatura ideale. La cronaca della gara ha avuto per me un solo stop al 26° km quando sono stato vittima di un impellente e fastidioso bisogno corporale. Per il resto tutto è filato liscio, anche se la stanchezza di una notte quasi insonne si è fatta sentire sul finale, e la mia gara è terminata con il tempo di 5 ore e 48 minuti che mi soddisfa appieno. Che altro dire, questa è sicuramente una gran bella gara, ben organizzata, con tanti sacrifici e volontà, e che anche quest'anno ha cercato di soddisfare tutti gli atleti che vi hanno partecipato. Un saluto e alla prossima fatica.

 
 
 

STAGIONE 2009 ...ASPETTANDO L'ULTRA TRAIL DEL MONTE BIANCO

Post n°21 pubblicato il 19 Febbraio 2009 da baraneik69

Cesano Valley

Siamo ormai alle porte di Marzo ,

e durante questi due mesi mi sono cimentato

in alcune gare su strada come 

 La Corri per la Befana , La Corsa di Miguel ,

e la Pavona Run .

 

Ho migliorato alcuni riscontri cronometrici ,

ma ho gia in testa la gara di fine

agosto , la mitica Ultra Trail de Mont Blanc ,

 per la quale sto gia' impostando la

preparazione facendo una o due

uscite settimanali off-road .

 

Belle le escursioni al Monte Gennaro ,

al classico Vivaro e nei canyon di Cesano ,

e nei prossimi mesi ne vedremo delle belle .

 

Alla prossima fatica

 
 
 

LA NATALINA     Monterotondo (RM) 28/12/2008

Post n°20 pubblicato il 29 Dicembre 2008 da baraneik69

L'ultima edizione che avevo corso di questa impegnativa gara sulla distanza dei 10 km  era quella del 2002 .

Temperatura di 4 gradi e una pioggia incessante hanno caratterizzato l'edizione 2008 di questa gara.

Tanti gli amici che ho incontrato e con i quali ci siamo scambiati gli auguri di rito.

La gara molto muscolare con continui sali-scendi mi ha permesso di testare ancora una volta una ritrovata velocita' sulle gare brevi , convincendomi a lavorarci ancora un po'  e migliorare ancora.

Anche il nuovo percorso con partenza e arrivo allo stadio di calcio ha permesso a molti di usufruire di docce calde all'arrivo .

Un plauso ancora una volta all'organizzazione.

Ci vediamo alla Prox

 
 
 

TRAIL  DEI DUE  LAGHI   14 Dicembre 2008

Post n°19 pubblicato il 29 Dicembre 2008 da baraneik69

Nella cornice del lago di anguillara Sabazia  nei pressi di Roma , si e' svolta la prima edizione del Trail dei due laghi .

Percorso molto bello che in alcuni tratti ripropone quello della No-Limits delle prime edizioni .

Il tempo fortunatamente ci ha dato una mattina di tregua con un bel sole che ci ha accompagnato per tutta la gara.

Alla prossima fatica

 
 
 

TRAIL  "LE PORTE DI PIETRA "  2008

Post n°18 pubblicato il 30 Settembre 2008 da baraneik69

E' stata una gara entusiasmante , con un percorso molto tecnico che non ti dava un attimo di tregua , il tempo favorevole ci ha permesso di assaporare le bellezze del paesaggio. Sono rimasto soddisfatto dall'organizzazione e dal clima molto spensierato che si respirava in palestra dove quasi tutti sono rimasti a dormire vegliati dall'indomito COLONNELLO .
Sono contento di aver rivisto tanti amici tra cui Marco GALLETTO e Gianni BALDINI , la nostra rocciosa ROBERTA veramente infaticabile ,e il simpatico Giovanni (GIO62) con il quale ho condiviso parti del tracciato e alcune foto.
La storia della gara e' un'altra cosa , perche' al 50 km ho finito la benzina e un fastidio all'addutore mi hanno complicato non poco il finale di gara.
Per finire a 150 metri dall'arrivo stavo per essere azzannato da tre cani , se non era per una ragazza che aveva la porta di casa aperta e dove mi sono prontamente rifugiato. 
Un grazie a tutti.

 
 
 

LA 6 ORE DELLA CITTA' DI ANGIZIA     (Luco dei Marsi)

Post n°17 pubblicato il 18 Settembre 2008 da baraneik69

In uno dei sabati piu' afosi di questo settembre 2008 mi dirigo a Luco dei Marsi per partecipare a questa gara che per molti miei amici e' stata giudicata da "pazzi alienati".

Effettivamente percorrerre un anello cittadino di circa 1340 mt per sei ore consecutive con partenza alle 14 puo' risultare un po' anomalo.

Certo e che nella vita di un runner anche questo tipo di gare hanno una finalita' e uno scopo .

Al termine di una gara massacrante che ha visto via via il ritiro dei big (Fattore -D'innocenti) , sono riuscito a percorrerre 55km e 895 mt.

Un saluto e alla prox faticaccia.

 
 
 

IL CAMBIAMENTO AD AGOSTO

Post n°16 pubblicato il 04 Settembre 2008 da baraneik69

Durante queste ferie di agosto , nel prendermi un giusto e meritato riposo,  nella prima decade del mese , ho preso una decisione radicale dopo tanti anni a bordo di Autovetture imbottigliate nel traffico .

Ebbene si , dopo aver venduto la mia vettura ho acquistato uno stupendo scooter Silverwing Honda 400 , di cui mi sono gia' innamorato (idealmente) .

E' stata una scelta lunga e sofferta , ma obbligata  dall'insostenibile traffico della capitale e dai mezzi pubblici oramai stipati come carri bestiame.

Ci si sente alla prossima fatica.

 
 
 

GRAN TRAIL VALDIGNE 2008

Post n°15 pubblicato il 19 Luglio 2008 da baraneik69

E' stata un'edizione indimenticabile sotto ogni aspetto. Il primo sicuramente per la partecipazione , il secondo per la pioggia incessante che ci ha accompagnato per quasi tutta la gara.Questo ha sicuramente inciso sul numero di ritirati , ma per chi e' riuscito a finirla e' stata un'emozione incontenibile.

Una gara dura ma anche unica ,con lo spettacolo naturale del Monte Bianco che con la sua maestosita'  e imponenza , sembra controllare le nostre azioni nelle sue valli .

Al termine di questa ennesima fatica , felice come non mai , mi prendo un periodo di meritato riposo in attesa dei prossimi Trail di Settembre.

Alla prossima fatica.  

 
 
 

TRAIL DE GLACIERS DE LA VANOISE

Post n°14 pubblicato il 10 Luglio 2008 da baraneik69
Foto di baraneik69

Dopo un viaggio stile compostela durato circa 12 ore con pulmino da 9 posti modello scuolabus , dove abbiamo raccolto Trailer da Roma-Viterbo-Piacenza, siamo felicemente giunti a Pralognan dove alcune novita' ci avevano smorzato i sorrisi , come la riduzione del percorso da 72 km a 48 km a causa delle condizioni meteo.

Comunque sia abbiamo passato tre giorni molto intensi , dove abbiamo superato il fastidio delle centinaia di mosche che aleggiavano nel nostro Bed & Breakfast , siamo riusciti a mangiare gli spaghetti preparati dalla signora Lauron alle 16.00 e messi a tavola alle 19.30 , e abbiamo shockkato una povera Francese che povera lei aveva condiviso la nostra camerata da letto , e alle 4.00 l'abbiamo svegliata con i nostri preparativi.

La gara e' stata bellissima ,intensa, dura , e durante la pioggia ci sono stati veramente momenti di cedimento  , ma siamo arrivati in fondo comunque tra scenari e panorami naturali mozzafiato .

6 Luglio 2008

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: baraneik69
Data di creazione: 05/03/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

baraneik69renda.mariod95_debhausdodolalajohnny56mlucido1973i.solinitamanendelisaer07greywolf61feliperunalessiodorenrico.passuelloumanisti1
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

MUSICA PREFERITA

 

BLOG UTILI