Creato da: syd_curtis il 11/10/2010
dance dance dance to the radio

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultimi commenti

Che bello se i post me li commentasse Gesù
Inviato da: Gesu
il 28/07/2022 alle 01:24
 
Capolavoro
Inviato da: Gesu
il 28/07/2022 alle 01:22
 
Giusto
Inviato da: Gesu
il 28/07/2022 alle 01:20
 
Giusto
Inviato da: Gesu
il 28/07/2022 alle 01:19
 
Uh
Inviato da: Gesu
il 28/07/2022 alle 01:06
 
 

Ultime visite al Blog

syd_curtissydcurtisalessio.salacassetta2ennio.nieromazzucco.riccardorosadiferroviabonardi.rosangelajacopo.ferrazzutomarziatudiscoLaDonnaCamelraso_terraJako53SoloDaisy
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« Broadcast 2000 - (2010)Nick Cave and the Bad Se... »

Robyn Hitchcock - Propellor Time (2010)

Post n°15 pubblicato il 02 Dicembre 2010 da syd_curtis
 

 



Che scrivere di un musicista che gira qui attorno sin dal 1976, prima con i sottovalutati Soft Boys e poi in proprio, capace di sfornare spesso capolavori e mai (o quasi) dischi sottotono? Di Robyn Hitchcock (inglese, classe 1953) vale la pena di ascoltare quasi tutto e non è mai tempo sprecato. Perché non sia ancora assurto a fama planetaria è triste e trita storia, e non la ripercorrerò. Dalle nostre parti, poi, non ha mai avuto un gran seguito (nemmeno la traduzione della paginetta di Wikipedia, accipicchia). Ho scovato, dopo una ricerchina, un paio di links in italiano: qui una discografia ragionata, che s'arresta però al 2000; qui un file pdf riguardante la neopsichedelia uk degli anni Ottanta, con una bella sezione dedicata ai suoi primi fondamentali lavori.

Ehm, e Propellor time? Beh, a parte la copertina discretamente brutta, qui Hitchcock torna a piedi uniti sui suoi amori dichiarati, Dylan e Barrett. E' chiaro sin dal sito il riferimento ai Basement Tapes: questo album viene registrato nel 2006 e resta a stagionare in cantina per quattro annetti, fedele Hitchcock alla regola aurea: lascia passare un po' di tempo e poi sarà la canzone stessa a dirti se vale la fatica.

Come nei due album precedenti, belli, Olè Tarantula e Goodnight Oslo, si fa accompagnare dai Venus 3, supergruppo composto da Peter Buck (Rem), Scott McCaughey (Young Fresh Fellows) e Bill Rieflin (Ministry, Rem) e tanto per gradire ospita le partecipazioni di Johnny Marr, Nick Lowe e John Paul Jones (ex Led Zeppelin!).
I brani sono i suoi, canzoni scritte con mano da songwriter di prim'ordine: rilucono nel buio, dalla Title track fino a Ordinary millionaire, scritta e suonata da Johnny Marr, gioiellino psichedelico-byrdsiano, alla dylaniana Afterlight (I'm gonna see you in the afterlight), sino a John in the air che sembra un outtake da un album di Barrett o quantomeno potrebbe stare degnamente su Cold brain di Beck (giudicate voi se questo sia un pregio o un marchio d'infamia: a me fa sciogliere in brodo di giuggiole).

Restando poi in tema Barrett, l'apice credo sia raggiunto in Primitive, dove pare davvero di sentir cantare e suonare Syd, con tanto di accordion finale, ritmo ondeggiante e formiche sul pavimento: plagio? Cercate questo brano, è Dominoes di Barrett rifatta da Hitchcock alla sola acustica.  E' così che immaginavo suonasse duns in un altro spazio tempo, seduto all'ingresso del Magnolia qualche anno fa, con la stessa apparente svagatezza (benché decisamente più giovane :-).

Tra le canzoni più belle di Propellor Time vale citare, per chiudere, la luminosa easy listening Born on the wind, che pare avere nei capelli in filigrana treccine colorate floydiane (piper at the gates o saucerful o i primi singoli, è chiaro).

Il jingle jangle famoso, le melodie azzeccate, tutti gli strumenti esatti e al posto giusto e suonati con grande precisione. Un folk rock british pop psych eccetera di notevolissima fattura.


Gradimento: 7,5

Metacritic

 

                     

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog