Creato da: HPIsystem il 29/02/2008
Simulazione dello spaziotempo percettivo

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

c_come_civogliadeltuoprofumosmemorata66harveythepookaprincipessinaannajale_64fRaffaeleCarocciastefanonurse78strong_passiontokurohashimotomooom1930opatija1964biancoelefantebeth_sullivanHPIsystem
 

Ultimi commenti

HPIsystem :-))
Inviato da: smemorata66
il 28/09/2010 alle 15:59
 
ho risposto!!!!!!!!!!!!! ^_^
Inviato da: nunzi06
il 26/09/2010 alle 13:40
 
hotel... ossia voglia di vacanza
Inviato da: dolceelfa75
il 25/09/2010 alle 17:20
 
heliotropo
Inviato da: messaggeria.normale
il 30/07/2010 alle 01:11
 
HOBBY...(^_^)
Inviato da: allegra2000
il 12/07/2010 alle 21:17
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« stanza I livello 1stanza M livello 1 »

stanza L livello 1

Post n°9 pubblicato il 10 Marzo 2008 da HPIsystem
 

Prendo una qualunque stanza come esempio di riferimento. Ogni stanza va bene per tale enunciato teorico. Il contenuto numerico della stanza, sommatoria dei vari commenti numerici, è 123, numero che rappresenta la stanza spazialmente. Il numero primario che il cervello ricorda è il 3 perchè 12 cicli sono di azzeramento. Però però... l’elaboratore per ricordarsi che la stanza contiene 123 deve sapere anche dei 12 cicli. Si ricorda del 2 con la stessa logica: rimane un ciclo decinale. Il numero contenuto nella stanza è 123 ma il cervello lo ricorda come 321 perchè 3 è l’ultima cifra del numero all’indritto (prioritaria, che determina una fine numerica), 2 è la cifra intermedia (che è la più rappresentativa delle ciclicità) e 1 è la cifra conclusiva del numero all’inverso (la meno rappresentativa delle ciclicità) dato che determina un inizio numerico.

L’elaboratore, conoscendo solo 10 numeri, funziona ciclicamente. Ogni volta che arriva a 10 torna a zero, ripartendo. Però deve ricordarsi di avere effettuato il ciclo. Rappresento l’esempio del 123 in ottica brain:

1

2

3

4

5

6

7

8

9

0 à 1 ciclo

1

2

3

4

5

6

7

8

9

0 à 2 cicli

1

2

3

...

...

8

9

0 à 12 cicli

1

2

3 à siamo al 123

Dovrebbe apparirvi che il brain necessita di 3 memorie che chiamerò anche traccie:

à è l’ultimo numero del numero dritto, il primario del numero all’inverso

à è il numero primario dei cicli

à è la fine del numero inverso, il 1° numero del numero all’indritto

In altre parole:

à conta le unità

à conta le decine

à conta le centinaia

Nell’esempio:

memoria uno à 3

memoria due à 2

memoria tre à 1

Il numero intero 123 rappresenta lo spazio della stanza e, come già accennai, ha un equivalente magnetico rappresentato dallo stesso numero col segno invertito: tale numero simmetrico è –123 rappresentativo di ciò che definii "spazio dell’IO immaginario".

Per quanto riguarda il gioco del SI o NO va detto che la scelta numerica che viene effettuata è "memoria uno" che, nell’esempio, è 3; significa che +3 rappresenta una scelta SI 3. Ogni volta che esprimete una preferenza numerica il numero scelto è rappresentativo di "memoria uno" ma, come accennato, va tenuto conto anche dei cicli di azzeramento effettuati che risultano dalla somma delle varie scelte. Nell’esempio 12 cicli di azzeramento decinale tali da ottenere 120.

E’ di tuo gradimento la stanza L livello 1?

Nel commento rispondi SI o NO.

Nel commento scrivi anche un numero tra questi: 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9.

Dal post 1 (punto di partenza) al post 9 (punto a cui siamo giunti) è trascorsa una lunghezza temporale di 244 ore che sono 14640 minuti.

Abbiamo, fin qui, 9 punti:

stanza A livello 1

stanza B livello 1

stanza C livello 1

stanza D livello 1

stanza E livello 1

stanza F livello 1

stanza G livello 1

stanza I livello 1

stanza L livello 1

Ed abbiamo 8 lunghezze temporali:

48 ore uniscono stanza A livello 1 con stanza B livello 1

36 ore uniscono stanza B livello 1 con stanza C livello 1

18 ore uniscono stanza C livello 1 con stanza D livello 1

43 ore uniscono stanza D livello 1 con stanza E livello 1

12 ore uniscono stanza E livello 1 con stanza F livello 1

37 ore uniscono stanza F livello 1 con stanza G livello 1

26 ore uniscono stanza G livello 1 con stanza I livello 1

24 ore uniscono stanza I livello 1 con stanza L livello 1

E’ come se stessimo dando vita ad una simulazione nella simulazione. La prima simulazione è l’intero blog che andrebbe tradotto numericamente, la seconda simulazione, contenuta nella primaria, è il meccanismo di scelta SI o NO che va avanti. Ricordate sempre che quando scegliete un numero, positivo o negativo che sia, opzionate delle lettere cerebrali per ottenere la risultante numerica. Il numero che scegliete è una "sintesi numerica" dell’intero commento che, come detto, andrebbe tradotto in modo completo per una totale simulazione.

La scelta del SI o NO, che è limitata a 18 possibili combinazioni + la combinazione dello zero, è definibile come "memoria uno" perchè è una quantizzazione che non tiene conto dei cicli di azzeramento. Ciascuna votazione è un numero rappresentato da una sola cifra. E’ la simulazione contenuta nella simulazione "big" che è la reale esistenza del blog. Mentre la scelta del SI o NO è una quantizzazione senza cicli di azzeramento, la simulazione totale tiene conto anche dei cicli decinali che permettono di azzerare e ripartire.

La somma di tutti i commenti di una stanza è un insieme numerico che tiene conto dei cicli di azzeramento e, la somma di tutte le scelte votative è un insieme numerico che tiene conto dei cicli di azzeramento dato che sommando le varie scelte effettuate si ottengono numeri che possono essere composti da più cifre.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog