Creato da: HPIsystem il 29/02/2008
Simulazione dello spaziotempo percettivo

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

c_come_civogliadeltuoprofumosmemorata66harveythepookaprincipessinaannajale_64fRaffaeleCarocciastefanonurse78strong_passiontokurohashimotomooom1930opatija1964biancoelefantebeth_sullivanHPIsystem
 

Ultimi commenti

HPIsystem :-))
Inviato da: smemorata66
il 28/09/2010 alle 15:59
 
ho risposto!!!!!!!!!!!!! ^_^
Inviato da: nunzi06
il 26/09/2010 alle 13:40
 
hotel... ossia voglia di vacanza
Inviato da: dolceelfa75
il 25/09/2010 alle 17:20
 
heliotropo
Inviato da: messaggeria.normale
il 30/07/2010 alle 01:11
 
HOBBY...(^_^)
Inviato da: allegra2000
il 12/07/2010 alle 21:17
 
 

Chi pu scrivere sul blog

Solo l'autore pu pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« stanza U livello 1stanza Z livello 1 »

stanza V livello 1

Post n°18 pubblicato il 23 Marzo 2008 da HPIsystem
 

I primi 20 post rappresentano uno spazio XZ a 2 dimensioni, un cerchio, una circuitazione.

I seguenti 20 post rappresentano uno spazio XZ a 2 dimensioni, un cerchio, una circuitazione.

I primi 20 post e i seguenti 20 post sono uniti dallo SCARTO TEMPORALE.

Lo SCARTO TEMPORALE nel MICRO unisce 2 livelli di profondit (40 post).

Lo SCARTO TEMPORALE nel MACRO unisce 2 istanti (livelli, 40 post).

Lo scarto temporale permette di passare dai primi 20 post ai seguenti 20 post.

Lo scarto temporale permette di passare dal primo cerchio XZ al secondo cerchio XZ, entrambe circuitazioni a 2D dato che si sviluppano su una superficie. Lo scarto temporale la saldatura che permette di unire 2 cerchi XZ: lo scarto temporale la colla che lega 2 fogli di carta in modo che PERCEZIONE sia TRIDIMENSIONALE in modo continuato.

Mi riferisco adesso alla corrente elettrica, responsabile dello scorrere del tempo e del realizzarsi degli eventi.

Introduco il concetto di ANDATA e il concetto di RITORNO interpretandole come azioni correnziali: definisco la corrente come una BIFORCAZIONE Y dove la base della Y PSX (punta sinistra correnziale) e i due rami (sinistro e destro) sono PDX ANDATA e PDX RITORNO dove PDX sta per punta destra correnziale.

Seguir tale schema:

Post 1 A ANDATA

Post 2 B ANDATA

Post 3 C ANDATA

Post 4 D ANDATA

Post 5 E ANDATA

Post 6 F ANDATA

Post 7 G ANDATA

Post 8 I ANDATA

Post 9 L ANDATA

Post 10 M ANDATA

Post 11 N ANDATA

Post 12 O ANDATA

Post 13 P ANDATA

Post 14 R ANDATA

Post 15 S ANDATA

Post 16 T ANDATA

Post 17 U ANDATA

Post 18 V ANDATA

Post 19 Z ANDATA

Post 20 tempo RITORNO

Vale che:

1 CIRCUITAZIONE XZ = 20 post

ANDATA PDX ANDATA

RITORNO PDX RITORNO

t1 = SCARTO TEMPORALE PSX

2 CIRCUITAZIONE XZ = altri 20 post

ANDATA PDX ANDATA

RITORNO PDX RITORNO

La regola :

ANDATA e RITORNO coincidono sempre

Esempio.

ANDATA = 19 GIORNI

RITORNO = 2 GIORNI

19 = 2

In questo modo vale che:

t1 = 17

Con:

17 = il tempo che intercorre tra 20 post e 21 post

Ho definito la base della Y che rappresentativa di PSX (punta sinistra correnziale) che lIO definito come 180 (punto dellestremo remoto di passato indicato come estremo verticale dellottica micro).

Riporto i punteggi cui siamo giunti indicando le assialit numeriche.

Stanza A SI 140 XZ = +140 XZ = 0 & Y = 14

Stanza B SI 43 XZ = +43 XZ = +3 & Y = 4

Stanza C SI 71 XZ = +71 XZ = +1 & Y = 7

Stanza D SI 64 XZ = +64 XZ = +4 & Y = 6

Stanza E SI 45 XZ = +45 XZ = +5 & Y = 4

Stanza F SI 51 XZ = +51 XZ = +1 & Y = 5

Stanza G SI 41 XZ = +41 XZ = +1 & Y = 4

Stanza I SI 29 XZ = +29 XZ = +9 & Y = 2

Stanza L SI 29 XZ = +29 XZ = +9 & Y = 2

Stanza M SI 25 XZ = +25 XZ = +5 & Y = 2

Stanza N SI 31 XZ = +31 XZ = +1 & Y = 3

Stanza O SI 41 XZ = +41 XZ = +1 & Y = 4

Stanza P SI 69 XZ = +69 XZ = +9 & Y = 6

Stanza R SI 39 XZ = +39 XZ = +9 & Y = 3

Stanza S SI 58 XZ = +58 XZ = +8 & Y = 5

Stanza T zero

Stanza U SI 14 XZ = +14 XZ = +4 & Y = 1

Lo schema appena riportato pu anche essere scritto nel seguente modo in funzione delle memorie.

Stanza A SI 140 XZ = +140 mem1 = 0 & mem2 = 4 & mem3 = 1

Stanza B SI 43 XZ = +43 mem1 = +3 & mem2 = 4

Stanza C SI 71 XZ = +71 mem1 = +1 & mem2 = 7

Stanza D SI 64 XZ = +64 mem1 = +4 & mem2 = 6

Stanza E SI 45 XZ = +45 mem1 = +5 & mem2 = 4

Stanza F SI 51 XZ = +51 mem1 = +1 & mem2 = 5

Stanza G SI 41 XZ = +41 mem1 = +1 & mem2 = 4

Stanza I SI 29 XZ = +29 mem1 = +9 & mem2 = 2

Stanza L SI 29 XZ = +29 mem1 = +9 & mem2 = 2

Stanza M SI 25 XZ = +25 mem1 = +5 & mem2 = 2

Stanza N SI 31 XZ = +31 mem1 = +1 & mem2 = 3

Stanza O SI 41 XZ = +41 mem1 = +1 & mem2 = 4

Stanza P SI 69 XZ = +69 mem1 = +9 & mem2 = 6

Stanza R SI 39 XZ = +39 mem1 = +9 & mem2 = 3

Stanza S SI 58 XZ = +58 mem1 = +8 & mem2 = 5

Stanza T zero

Stanza U SI 14 XZ = +14 mem1 = +4 & mem2 = 1

La parola che per adesso risulta : ACPDSFEBGORNILMUT con la G e la O ed anche con la I e la L che influiscono allo stesso modo dato che sono numericamente identiche. La frazione distante cui siamo giunti ha tutte le componenti letterarie in positivo tranne la T che zero. Il valore nullo della stanza T una situazione di neutralit, non c disequilibrio n in positivo n in negativo. Siamo in una situazione di indeterminazione (ininfluente) dato che le scelte numeriche danno una risultante numerica nulla (reale) senza cicli: indeterminazione perch vale tanto il SI quanto il NO, ininfluente perch lo zero non altera (vedi post 12, stanza O). La differenza tra la stanza T allattuale tempo e la stanza A allattuale tempo che la stanza A, pur contenendo anchessa il valore zero, ha delle ciclicit (14); la stanza A un caso di determinazione ininfluente perch la risultante numerica delle scelte zero (reale) con cicli: la determinazione dovuta alla positivit (SI), lininfluenza dovuta alla non variazione prodotta dallo zero (vedi post 12, stanza O).

E di tuo gradimento la stanza V livello 1?

Nel commento rispondi SI o NO.

Nel commento scrivi anche un numero tra questi: 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9.

Abbiamo, fin qui, 18 punti:

stanza A livello 1

stanza B livello 1

stanza C livello 1

stanza D livello 1

stanza E livello 1

stanza F livello 1

stanza G livello 1

stanza I livello 1

stanza L livello 1

stanza M livello 1

stanza N livello 1

stanza O livello 1

stanza P livello 1

stanza R livello 1

stanza S livello 1

stanza T livello 1

stanza U livello 1

stanza V livello 1

Ed abbiamo 17 lunghezze temporali:

48 ore uniscono stanza A livello 1 con stanza B livello 1

36 ore uniscono stanza B livello 1 con stanza C livello 1

18 ore uniscono stanza C livello 1 con stanza D livello 1

43 ore uniscono stanza D livello 1 con stanza E livello 1

12 ore uniscono stanza E livello 1 con stanza F livello 1

37 ore uniscono stanza F livello 1 con stanza G livello 1

26 ore uniscono stanza G livello 1 con stanza I livello 1

24 ore uniscono stanza I livello 1 con stanza L livello 1

34 ore uniscono stanza L livello 1 con stanza M livello 1

35 ore uniscono stanza M livello 1 con stanza N livello 1

12 ore uniscono stanza N livello 1 con stanza O livello 1

24 ore uniscono stanza O livello 1 con stanza P livello 1

46 ore uniscono stanza P livello 1 con stanza R livello 1

29 ore uniscono stanza R livello 1 con stanza S livello 1

42 ore uniscono stanza S livello 1 con stanza T livello 1

49 ore uniscono stanza T livello 1 con stanza U livello 1

50 ore uniscono stanza U livello 1 con stanza V livello 1

Dal post 1 (punto di partenza) al post 18 (punto a cui siamo giunti) trascorsa una lunghezza temporale di 565 ore che sono 33900 minuti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog