Creato da: blobbino2005 il 29/12/2005
Il fischiettista è molto utile per la comunità. Mi chiamo Giovanni Maria TAMPONI, sono un collaudato whistleblower e sottolineo l'importanza di creare un ambiente che non impedisca ai fischiettisti di fare il loro dovere (morale) cioè quello di denunciare strani comportamenti sbagliati all'interno della propria Azienda (ci saremmo risparmiati una figuraccia internazionale con i casi di Parmalat, Cirio, Banca d'Italia etc.:) e soprattutto come nel caso del sottoscritto, licenziato illegittimamente per ben due volte dagli amministratori di una Pubblica Amministrazione (CAMERA DI COMMERCIO DI ROMA) solo per aver denunciato una truffa a danno degli utenti dell' Ufficio BREVETTI & MARCHI. Grazie al cielo ne sono uscito recentemente vittorioso (dopo dieci lunghi anni) è sono stato gratificato dai dirigenti camerali corrotti con un congruo risarcimento dei danni morali, retribuzioni arretrate comprese. Loro sono stati semplicemente puniti con una censura verbale seguita da un trasferimento d'Ufficio presso altra Area. Non ho potuto fare altro che denunciarli alla Magistratura contabile. Il BLOG è dedicato al mio amico Gian Paolo POGGI, ex Direttore di un' Azienda della CCIAA di Roma. Questo coraggioso "Whistleblower", recentemente scomparso, aveva denunciato delle gravi irregolarità e quindi licenziato illegittimamente durante un periodo di malattia (tumore al pancreas). L'impunità in Italia è uno STATUS SYMBOL.

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

I miei Blog preferiti

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

Ultime visite al Blog

qwertyyyxPGGawronskisa70dglstefanoxxxx1bonelliletiziaacademypaviabert_90massimo.sbandernopaolopoggi2010gaetanopozzillitamponixtoni.romaloredana.capurrosilvio.franceschina
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« Messaggio #217Messaggio #219 »

Isola di MOLARA

Post n°218 pubblicato il 03 Giugno 2007 da blobbino2005

Sulla sommità di Punta Castello, il rilievo più alto dell’isola di Molara, è ubicato un complesso fortificato dal quale si ha un controllo privilegiato della costa fino a Capo Comino e dell’antistante isola di Tavolara.. L’aridità e l’inospitalità dell’ambiente circostante vengono ripagate dall’esclusività e dal fascino di un panorama spettacolare, oltre che dalla presenza di un monumento il cui studio richiede ancora i dovuti approfondimenti. Il complesso fortificato, dalla forma irregolarmente poligonale, è edificato su più piani sfalsati, integrando la roccia affiorante in alcune parti, ed affacciandosi a strapiombo nei tratti perimetrali sud ed ovest. Si accede alla fortificazione per una porta ubicata nel versante occidentale, fiancheggiata dai resti di una probabile torre di guardia, mentre all’interno del muro perimetrale, di notevole spessore, sono individuabili gli affioramenti di alcuni vani. In ogni parte visibile del rudere la muratura è costruita a doppio filare e a secco, impiegando scapoli di granito il più possibile regolarizzati. Se la funzione di controllo e difesa di tale complesso non è opinabile, di contro discussa è la sua datazione. Piuttosto che ad epoca giudicale o moderna, come già supposto, è probabile che la fortezza debba riferirsi alla fase altomedievale posteriore al VII sec. d.C., allorquando le incursioni arabe costituivano una costante minaccia.


Itinerario per l'accesso al sito:


E’ consigliabile risalire a piedi lungo il versante nord-orientale del colle interessato, dopo avere ormeggiato il gommone nella rada immediatamente sottostante.


Modalità di fruizione :


Essendo Molara un’isola privata, è norma di correttezza procurarsi il permesso da parte del proprietario dell’isola Dott. Gianni Tamponi, residente in Olbia.

ALTRO su L’isola di Molara
E' di origine granitica, si trova sul confine sud-orientale della Gallura e, come l’isola di Tavolara, appartiene al comune di Olbia. Il paesaggio è veramente diverso da quello di Tavolara, in quanto è più accessibile e collinoso. Molara ha una forma circolare e con le sue distese di cespugli di cisto alternate agli ulivi, con qualche ginepro e vari lentischi, che contrasta, se vista dal mare e dalla Sardegna, con la più impervia Tavolara.   
Accanto a Molara troviamo Molarotto dove è presente una lucertola, unica al mondo (Lacerta tiliguerta ranzii). Proseguendo si possono ammirare le spendide valli di ulivi e nella parte più elevata della costa ovest si può ammirare la Villa Tamponi, caratteristico gruppo di case dei proprietari dell’isola, a 158 metri sul mare. Da qui si ammira anche Tavolara.
Esattamente sul punto opposto, a sud-est, si trova il monte Castello sul quale si osservano i resti di una fortificazione, di età giudicale. Sul colle di Monte Casteddu si trovano gli importanti ruderi del Castello di Molara. Il Castello, in posizione strategica, faceva parte del quadrilatero difensivo creato dai Giudici di Gallura a protezione della città di Olbia, delle sue coste e dell’agro. L’edificio sorge a picco sul mare ed è completamente privo di muraglia difensiva, proprio per la naturale protezione offerta dalle pareti scoscese dell’altura. La funzione di controllo, soprattutto in riferimento al quadrilatero difensivo sopra citato, è evidente: dal Castello di Molara si poteva osservare per un vasto tratto l’orizzonte marino e si poteva con facilità segnalare la presenza di eventuali invasori alla torre di Pedres. In realtà anche Molara è tutt’ altro che un’isola “piatta“, essendo anzi caratterizzata da un susseguirsi di colline più o meno scoscese e vallate, all’interno delle quali si trovano persino un paio di sorgenti perenni.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Whistleblowers/trackback.php?msg=2792120

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
sv_daphne
sv_daphne il 06/01/17 alle 19:43 via WEB
Se non ho capito male, blobbino 2005, Giovanni Maria Tamponi e infine il dott. Gianni Tamponi, proprietario dell'isola di Molara, sarebbero la stessa persona. Se così è potrei utilizzare questo blog per eventualmente in futuro chiedere il permesso di visitare l'Isola? Grazie della disponibilità.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.