Creato da acer.250 il 26/11/2007
just to be there
 

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

deadlander acer

 

Per contattare l'autore

Contatta l'autore

Nickname: acer.250
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Etą: 100
Prov: BS
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Area personale

 

un graditissimo regalo di Martina

-by

 

Premio 10 e lode

ringrazio con tanto affetto per il premio

con la seguente motivazione assegnatomi da

 donne e.... 

Al blog "TANTO PER ESSERCI"  di una persona speciale.

http://blog.libero.it/ashla/

 

PREMIO Award Brillante

donatomi dalla cara amica Silvana

del blog : SGATTAIOLANDO

 
Citazioni nei Blog Amici: 31
 

 
 

blog

 

Disclaimer

Questo Blog non è una testata giornalistica perchè aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto non può essere considerato prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. La gran parte delle immagini presenti sono state reperite su internet e pubblicate perchè giudicate di pubblico dominio. Chiunque, in possesso di diritti sulle immagini, intendesse richiederne la rimozione dovrà solo inviare una mail e saranno eliminate.Il materiale riportato è pubblicato senza fini di lucro. Eventuali violazioni di copyright segnalate dagli aventi diritto saranno rimosse .

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

freeadventureoffroad.com

Caricamento...
 

Ultime visite al Blog

Cherryslcassetta2acer.250alf.cosmosm12ps12katya_adavinamici.futuroieriprefazione09iridio84Arianna1921e_d_e_l_w_e_i_s_snatascjao1ormaliberamagdalene57
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

I veri amici vedono i tuoi errori e ti avvertono. I falsi amici invece  pur vedendo allo stesso modo i tuoi errori...  ti lusingheranno sempre

 
 

Messaggi di Ottobre 2023

WhatsApp ora supporta Passkey

Post n°1246 pubblicato il 21 Ottobre 2023 da acer.250

 

Il metodo di verifica tramite SMS è destinato all'oblio, Anche se probabilmente le password non scompariranno da un giorno all'altro, questa volta la soluzione proposta per eliminarle sembra iniziare davvero a prendere piede.

Sostenuta da Google, Apple e Microsoft, Passkey ha guadagnato nel tempo non soltanto lo scontato supporto da parte dei software di queste tre aziende, ma sta conquistando anche gli altri giganti della tecnologia; tra questi, l'ultimo è WhatsApp (che è parte di Meta), nella versione per Android.

Dal 17 ottobre - ma la novità impiegherà del tempo prima di raggiungere tutti gli utenti - WhatsApp supporta l'identificazione tramite Passkey, come WhatsApp stessa ha annunciato su X.

Al momento, per verificare l'identità di un utente che attivi l'app su un nuovo dispositivo, WhatsApp invia un SMS che contiene un codice in chiaro.

Con Passkey, l'utente si può invece far identificare tramite il riconoscimento facciale, l'impronta digitale, o l'utilizzo di un PIN; nessuna di queste informazioni viene trasmessa a WhatsApp, ma esse vengono adoperate per generare alla prima impostazione di Passkey una coppia di chiavi uniche, pubblica e privata, adoperate secondo il ben noto processo di crittografia asimmetrica.

La chiave pubblica viene condivisa con il servizio a cui si intende accedere (WhatsApp, in questo caso), mentre quella privata resta sul dispositivo e non lo lascia mai

Come spiega 1Password, «quando si effettua il login, il sito o l'app genera una "sfida" dietro le quinte. L'utente effettua l'autenticazione biometrica o tramite il PIN sul suo dispositivo, e ciò sblocca la chiave privata. Il dispositivo adopera quindi la chiave privata per "firmare" la sfida, e invia la firma completa al sito o all'app. L'ultimo passo è la verifica. Il sito o l'app usa la chiave pubblica, che conserva sui propri server, per controllare che la firma sia corretta e autentica».

Il tutto accade in maniera trasparente per l'utente, il quale deve per l'appunto solo farsi identificare tramite i dati biometrici o, se questi non sono disponibili, tramite il PIN.

A me personalmente rimangono un po' di perplessità sul fatto che si debba far riconoscere un impronta sul cellulare e poi su un server, preferisco la vecchia pass e sms, ma io sono tradizionalista come ben sapete 

 

 

 
 
 

Titolare Effettivo: obbligo di comunicazione entro l'11 dicembre

Post n°1245 pubblicato il 21 Ottobre 2023 da acer.250

antiriciclaggio

Da tre giorni è ufficialmente aperta la piattaforma di raccolta delle informative imposta dal decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze n.55 dell’11 marzo 2022, con cui si dispone la necessità di comunicare gli estremi relativi alla titolarità effettiva “di imprese dotate di personalità giuridica, di persone giuridiche private, di trust produttivi di effetti giuridici rilevanti ai fini fiscali e di istituti giuridici affini al trust“. Quella voluta dal ministero è una manovra antiriciclaggio pensata per far sì che ogni titolare d’impresa debba affermare la propria posizione rispetto ai propri interessi, tenendo un registro apposito che certifichi in modo inoppugnabile questo tipo di informazioni.

Di fatto quello che si va a presentare al Registro delle Imprese è un’autocertificazione che dona maggior trasparenza all’insieme delle effettive titolarità, coadiuvando gli sforzi del fisco nella lotta alle azioni di occultamento di redditi e capitali.

C’è un aspetto da tenere particolarmente in considerazione in questa novità: la normativa prevede il termine perentorio dell’11 dicembre come data ultima utile per poter presentare la comunicazione certificante il Titolare Effettivo. Oltre questa data si sarà soggetti a possibile segnalazione da parte del Registro delle Imprese, passaggio che apre a possibili sanzioni fino a 1032 Euro. Per evitare ogni problema occorre pertanto mettersi in regola entro le tempistiche indicate, procedendo tramite la semplice procedura online disponibile su piattaforma DIRE o sue omologhe.

Titolare Effettivo: come si individua?

Individuare il Titolare Effettivo e le entità obbligate alla comunicazione è il primo passaggio da effettuarsi, così da perimetrare i termini dell’obbligo e capire se si sia soggetti a questo tipo di prescrizione. A tal fine occorre partire dalle definizioni di Titolare Effettivo secondo le casistiche previste dal testo del decreto interministeriale.

 
 
 

Chi ha "inventato" la dieta vegetariana?

Post n°1244 pubblicato il 21 Ottobre 2023 da acer.250

pitagora

Più di 2.000 anni fa, il filosofo Pitagora affermava i principi della dieta vegetariana e del moderno animalismo: la dieta pitagorica, la Giornata Mondiale Vegetariana - viene celebrata ogni anno il 1° ottobre dal 1977. Eppure, già 2.000 anni fa, Pitagora (isola di Samo, Mar Egeo, 575-495 a.C.) seguiva insieme ai suoi discepoli una dieta vegetariana: la cosiddetta dieta di Pitagora.

Il filosofo greco che fondò a Crotone, Magna Grecia, la celebre scuola pitagorica, sosteneva che la Terra abbonda di piante e frutti sufficienti a nutrirci senza dover uccidere altri esseri viventi. Anche perché era convinto che, dopo la morte, l'anima si reincarnasse nel corpo di qualsiasi altro essere vivente, animali inclusi. Ecco dunque che aveva scelto un'alimentazione a base vegetariana (che ammetteva però i derivati animali, quindi non "vegana") spaziando dal miele alla frutta, dalle verdure alle focacce e dai formaggi ai legumi (tranne le fave).

Si può tranquillamente affermare, dunque, che con le loro abitudini alimentari fondate su un atteggiamento di enorme rispetto per la natura e la vita, i pitagorici anticiparono molte delle moderne battaglie per i diritti degli animali. "Coloro che uccidono gli animali e ne mangiano le carni saranno più inclini dei vegetariani a massacrare i propri simili", si dice che arrivò ad affermare il sapiente di Samo. Lo racconta il poeta romano Ovidio, secondo il quale Pitagora fu il primo a importare in Occidente il vegetarianismo, già praticato in Oriente da buddisti, induisti, taoisti e seguaci di Zoroastro.

 

Infine, una curiosità: i seguaci del vegetarianismo furono detti pitagorici fino a quando, nell'Inghilterra dell'Ottocento, si cominciò a parlare di vegetariani, derivato dall'inglese vegetable (verdura).

 

 
 
 

i segreti di Leonardo

Post n°1243 pubblicato il 21 Ottobre 2023 da acer.250

 quadro mona lisa

La Monna Lisa è uno dei quadri più famosi del mondo, e nasconde molti misteri: dalla sua protagonista, al suo enigmatico sorriso, alle campagne ritratte sulle sfondo. Anche le tecniche pittoriche utilizzate da Leonardo sono state molto studiate negli anni, e continuano a svelare nuovi segreti anche ai giorni nostri. Una ricerca pubblicata sul Journal of the American Chemical Society rivela infatti che nel fondo usato dall’artista fiorentino per la sua Gioconda si nasconde un ingrediente precedentemente sconosciuto: l’ossido di piombo, o litargirio, un pigmento tossico utilizzato fin dall’antichità per far seccare più velocemente la pittura ad olio.

La scoperta, realizzata da un team di ricercatori francesi e inglesi, è stata resa possibile dall’analisi di un campione microscopico di pittura prelevato da un angolo nascosto della tavola. Utilizzando un mix di tecniche di analisi, che vanno dalla spettroscopia all’infrarosso alla cristallografia a raggi X, gli scienziati hanno identificato tutte le sostanze chimiche presenti nel campione.

E a fianco a presenze attese, come l’olio da pittura e il bianco di piombo (o biacca), è emerso anche un intruso: la plumbonacrite, un composto raro, che può formarsi quando l’olio reagisce con l’ossido di piombo.

Nonostante l’utilizzo del litargirio in pittura sia stato relativamente diffuso sin dai tempi dell’antico Egitto, fino ad oggi non si avevano prove del suo uso da parte di Leonardo, che nei suoi diari ne parla solo in termini di un tonico contro i disturbi della pelle e dei capelli. Secondo gli autori dello studio, il materiale è stato usato con ogni probabilità dal maestro fiorentino per ottenere una pittura densa e a rapida essiccazione, con cui avrebbe coperto il pannello di legno su cui è realizzata la Monna Lisa per preparare il fondo del quadro.

by today scienze

 
 
 

Nel cielo di ottobre una eclissi di luna

Post n°1242 pubblicato il 21 Ottobre 2023 da acer.250
 

eclissi

 

Mentre la cometa Nishimura dopo essere sopravvissuta al suo punto di massimo avvicinamento con il Sole si allontana progressivamente verso lo spazio profondo, l'interesse di tutti gli astrofili si punta rapidamente su un altro evento di grande interesse. Un'eclissi parziale di Luna che avverrà il 28 di ottobre e sarà visibile anche dall'Italia. Bellissime saranno anche alcune congiunzioni come Luna-Giove e Luna Saturno e la pioggia di meterore Orionidi, ma andiamo con ordine:

1 ottobre: il sole sorge alle 7.08 ; tramonta alle 18.54

15 ottobre: il sole sorge alle 7.24; tramonta alle 18.31 (ora legale)

31 ottobre: il sole sorge alle 6.43; tramonta alle 17.08 (ora solare)

Nel corso del mese le giornate si accorciano di circa 1 ora e 21 minuti per una località alla latitudine media italiana. Nella notte tra sabato 28 e domenica 29 ottobre torna in vigore l'ora solare.

Il 28 ottobre ci sarà un'eclissi di luna parziale, il nostro satellite sarà interessato da un'ombra che lo oscurerà in parte e lo spettacolo potrà essere visto anche dall'Italia. La fase totale sarà osservabile solo in Asia, Australia, parte dell'Europa Europa occidentale e dell'Africa occidentale. La magnitudine della penombra sarà 0.122 quindi non molto estesa. La Luna entrerà nella penombra alle 20:01, l'inizio della fase parziale sarà alle 21:35, la fine della fase parziale sarà alle 22:15 e l'uscita dalla penombra avverrà alle 00:26. La Luna piena del 28 ottobre è nota anche come Luna Piena del Raccolto

In ottobre, chi osserva beneficia di un numero di ore notturne maggiore che nei mesi precedenti, e si può dedicare all'osservazione delle meteore anche nelle ore serali. Quest'anno la Luna sarà presente in maniera consistente all'inizio e alla fine del mese (plenilunio il 29 settembre e il 28 ottobre), pertanto l'osservazione delle Orionidi, la corrente meteorica più cospicua del mese originata da particelle rilasciate dalla cometa Halley durante i suoi ritorni vicino al Sole, non verrà disturbata.

buon sabato a tutti

 

 

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963