Laboratorio

Idee, opinioni, progetti e lavori...

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: alexzau
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 47
Prov: VI
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Asia, la grave malattia e il papà disoccupato

Post n°28 pubblicato il 17 Luglio 2014 da alexzau
 
Foto di alexzau

(Roma) (Aggiornamento 17.07.2014) Nuovo appello del papà Stefano sulla pagina Facebook dedicata alla figlia Asia (IL Dramma di Asia), alla ricerca urgente di un lavoro, basta un po' d'attenzione e scorrere i vari post e si può leggere la cronostoria da quando si è dovuto licenziare, per seguire assieme alla moglie, la figlia nei vari girovagare da un'istituto, ad una clinica oppure all'ospedale, sino ad ora, dove un triste post del 15 luglio racconta del lavoro iniziato da qualche giorno presso una cooperativa di facchinaggio quando il responsabile e titolare ha deciso di chiudere il rapporto e non solo, a quanto denunciato senza nemmeno essere retribuito dei giorni lavorati, non si tratta solo della disoccupazione ma anche del fatto che un dramma che in molti altri vivono dello sprettro del cosa faccio domani, esiste con tutto il suo peso il dramma di riuscire a dare alla piccola Asia tutte le migliori cure di cui necessita, come ne necessitano molti altri, e tali dovrebbero essere un diritto di tutti i bambini senza dover lottare estenuamente ogni giorno!

Adesso Il desiderio più urgente e necessario è quello di trovare un lavoro, che qualche azienda seria o benefattore contatti direttamente Stefano, in modo da poterlo mettere in condizione di aiutare la famiglia come meglio sa fare, lavorare, e di potersi dedicare alle [costose ed impegnative] cure di Asia;

Si ringrazia sin da ora chiunque possa condividere l'appello o contribuire alla causa.


Per condividere, utilizzate anche gli hashtag #TuttiperAsia #ildrammadiasia

Pagina Facebook: "Il dramma di Asia":
            https://www.facebook.com/IlDrammaDiAsia?fref=ts
Pagina Facebook amica: "Un canto per"
            https://www.facebook.com/uncantoper/timeline

[Alex] - Purple dream Facebook - purpledream00.wordpress.com

 
 
 

Pigiama comodo o camicia uomo?

Post n°27 pubblicato il 16 Luglio 2014 da alexzau
 
Foto di alexzau

Ma alle donne piace di più dormire con un comodo pigiama, o con una camicia da uomo?

Ho deciso di curiosare esclusivamente su internet, googlate a manetta, forum di vario genere ovvviamente femminili, più o meno casti, ma riportando esclusivamente le considerazioni più simpaticamente sexy e dolci, di quella parte di donne che partecipano a forum di buona qualità e non volgari, solitamente riservate ed educate nel porre in pubblico le proprie considerazioni ed esperienze, non volendo assolutamente fare di una donna una santa, ma restituendo la dignità alla donna di essere donna e la possibilità di non essere un'oggetto, un'entità ignota che vaga in un corpo.

"Il vecchio era giusto nel suo contesto, e il nuovo è giusto nel suo"
(Osho?)

Giulyana, ecco come euforicamente preferisce il pigiama bambina, con gli animaletti:
"Pigiama sempre...in più mi piacciono quelli con gli animaletti vari, ne possiedo uno con il porcellino...
Che mi gira la testa, vado in confusione... e questo per dirti ''ti voglio bene'', mi sembra che il messaggio sia simile :)", sicuramente un 'dolce' messaggio!

Orchidea semplicemente ed in poche righe riassume il suo abituale abbigliamento 'notturno', con  estrema semplicità stila un mini manuale del corretto abbigliamento della donna sicura di se e contemporaneamente pronta a stupire ed a svelare i suoi 'segreti' solo a chi vuole e come vuole lei. La dolcezza è presente come gli altri aspetti, la donna che piace:
"Io d'inverno utilizzo solo pigiami: ce ne sono a bizzeffe di insieme comodi, morbidi e femminili! Se non ti piace sentirti "bambina" basta evitare le stampe coi pupazzi e simili: da Intimissimi, ma anche da Benetton c'è l'imbarazzo della scelta!
D'estate, dipende: o pigiami mini (ne ho uno di Betty Boop che è un amore! lol2.gif ) oppure, quando fa troppo caldo, dormo con le sottovesti (quelle semplicissime di raso lucide: carine e leggere!)", sicuramente non prevedibile e pronta a stupire, il sogno di ogni uomo, la donna che sa farsi corteggiare solo se lo vuole lei. rimane il quesito da quanti vuole farsi corteggiare. 

Poi ovviamente ci pensa Simba a portarmi fuori dal seminato, non solo pigiama donna o camicia uomo, aggiungiamo un'altra possibilità, lo riporto come è pubblicato, semplice e probabilmente ha anche ragione:
"Secondo me è molto sexy indossare un pigiama da uomo rolleyes.gif ".
Che dire, e una via di mezzo tra la camicia che può essere visivamente più sexy, ed il pigiama uomo, la comodità dell'abbigliamento coccoloso e leggero alla provocazione del portare il pigiama del proprio uomo, una dimostrazione di affetto coccolosa.

Il mercato dell'intimo o dell'abbigliamento comodo offre una quantità notevole di proposte, e nemmeno mi cingo nell'operazione di farne una cernita, una ricerca troppo impegnativa e lunga, per tutte coloro che desiderano approfondire con tanto di foto posso consigliare un sistema rapido e sicuro: da google ricerca digitare semplicemente -moda notte donna- e vi usciranno i migliori risultati dei più noti marchi di abbigliamento donna e delle catene di distribuzione con prezzi e descrizioni.

E concludo con una massima della nonna, che semplicemente consiglia di essere adatte al momento, anche di quello che consiglia lo spirito e l'umore in quel momento, l'importante non è quello che si vede ma quello che questo fa trasparire, quindi quello che più si adatta all'anima più è adatto per andare a letto o nel comodo divano alla sera, sia sole che in compagnia, in un caso per risallarsi ed essere comode, nell'altro per abbraciarsi con la persona che si ama:
"Le nonne ci insegnavano a non andare a dormire con la biancheria rovinata, che se andavi all'ospedale sennò facevi una figuraccia.
Rimaneggiando un po' le vecchie buone usanze: se finisce il mondo o se in ogni caso c'è bisogno di scappare, farlo in un armatura di flanella è molto più pratico che farlo in guepierre".
[Laura Cappelli]

Forse nemmeno ci pensate, la prima cosa che viene alla mano, oppure il cencio di casa è perfetto, ho solo voglia di andare a letto. Tu, da che parte stai?

[Alex] Facebook: https://www.facebook.com/purpledream0000000?ref=hl

Fonti:

http://www.pianetadonna.it

http://www.bellezza.it

http://it.wikipedia.org/wiki/Osho_Rajneesh

 
 
 

Bloccata Carovana Umanitaria Per La Striscia Di Gaza

Post n°26 pubblicato il 14 Luglio 2014 da alexzau
 
Foto di alexzau

Genova (Liguria) - 14 Luglio 2014

Dalla pagina facebook in ricordo di VITTORIO ARRIGONI - Organizzazione umanitaria Music for Peace.

COMUNICATO STAMPA - CON PREGHIERA DI MASSIMA DIFFUSIONE - CHI HA CONTATTI CON I MEDIA E' PREGATO DI INOLTRARLO GRAZIE.

Centinaia di tonnellate di aiuti umanitari destinate alla popolazione civile della Striscia di Gaza sono bloccate a Genova da 21 giorni. 2 ambulanze, 6 container di medicinali, apparecchiature mediche, attrezzature per disabili, alimenti per l’infanzia: questo e molto altro il carico bloccato.
La carovana, pronta a partire alla volta della Striscia di Gaza già in data 23 Giugno u.s., ad oggi, non ha ancora ricevuto i permessi di transito, necessari ad arrivare in Striscia di Gaza, né dal lato Egiziano né dal lato Israeliano.
Dopo 20 giorni si riceve silenzio da lato egiziano e lentissimi passi in avanti dal lato Israeliano. Nel frattempo il materiale giace sotto il sole da oltre 20 giorni e ciò lo sottopone al rischio di deterioramento.
Nel frattempo la situazione umanitaria presso la Striscia di Gaza si aggrava di minuto in minuto (in 6 giorni centinaia i morti e migliaia i feriti). Presso la segreteria di Music for Peace si susseguono senza sosta le richieste urgenti da parte degli ospedali che rischiano di rimanere sforniti.
Music for Peace è una stimata organizzazione umanitaria che è già intervenuta in Striscia di Gaza portando a destinazione 5 carovane umanitarie delle quali ha curato anche la minuziosa distribuzione lungo tutto il territorio.
Mentre il Consiglio di Sicurezza dell’Onu, la Comunità Internazionale, i mezzi d’informazione, il Segretario Generale dell’Onu Ban Ki Moon, il Ministro agli Affari Esteri Federica Mogherini fanno appello alla fine delle violenze in Medio Oriente ed esprimono la loro contrarietà agli attacchi su obiettivi civili, l’Ngo Music for Peace chiede che sia rispettata la Quarta Convenzione di Ginevra e il Primo Protocollo Addizionale che sancisce “la popolazione civile ha diritto all’assistenza, vi è l’obbligo di facilitare il rapido e non limitato passaggio di tutti i convogli umanitari e che il personale di soccorso deve essere rispettato e protetto”.
Vista la gravità della situazione MUSIC FOR PEACE LANCIA UN'ULTERIORE CAMPAGNA DI RACCOLTA DI MEDICINALI CON SCADENZA A PARTIRE DA OTTOBRE 2015. E' POSSIBILE RECAPITARE IL TUTTO PRESSO LA SEDE DI MUSIC FOR PEACE: VIA BALLEYDIER 1, GENOVA. Precisiamo per correttezza che, qualora dovesse essere concesso il transito e quindi la partenza, il materiale che non dovesse giungere in tempo sarà portato a destinazione nella carovana successiva.
Facciamo appello a tutti i mezzi d’informazione affinché oltre a divulgare quanto accade in Medio Oriente diano spazio all’esistenza di questa concreta possibilità – purtroppo per ora ancora bloccata – di portare medicinali per le cure della popolazione civile.

Info: Music for Peace – Creativi della Notte
tel. 010.8572540
mail: segreteria@creatividellanottemusicforpeace.org

Grazie ancora per l'attenzione e il tempo che ci avete dedicato.

 

[alex] https://www.facebook.com/purpledream0000000?ref=hl

 
 
 

Ogni ritmo è quello adatto

Post n°25 pubblicato il 22 Giugno 2014 da alexzau
 

Ogni ritmo è quello adatto, non sempre lo è il momento.

 

 
 
 
 
 

Chiavetta di memoria virtuale

Post n°22 pubblicato il 21 Giugno 2014 da alexzau
 

- Sempre più spesso si rende necessario o comodo l'utilizzo di una sorta di hard disk virtuale, raggiungibile da ogni pc on line.

- Di questi ne esistono principalmente due tipologie, una funzionante con software dedicato per la gestione dei file, utile per archiviare on line del materiale elettronico, ma utilizzabile solo da pc con tale programma installato, e l'altra, utilizzabile completamente tramite qualsiasi browser pc collegato ad internet, siano questi più computer personali od anche dall'ufficio.

- Personalmente preferisco la versione con l'utilizzo totalmente tramite internet, possibilmente con alcune funzioni di pubblicazione o ridimensionamento immagini, funzione tipo copia incolla o selezione diretta del file da web a pc e viceversa, se poi ci fosse la possibilità di creare e modificare cartelle specifiche per argomento potrebbe essere, con la giusta disponibilità di memoria virtuale, molto comodo!

- Ora inizia la parte di ricerca e prova delle varie soluzioni disponibili on line, open source o, seppur con limitazioni che devono risultare decenti e non invasive sul materiale caricato, gratuite.
Le migliori solitamente forniscono buoni servizi in cambio della visualizzazione di alcune pubblicità ai bordi dell'applicazione utilizzata.

- In un'altro post descriverò una breve sintesi delle varie prove, e con tutti i problemi incontrati a causa di programmi poco seri e l'eventuale link interessante ad una pagina che offra un valido servizio gratuito di "on line storage".

 

 
 
 

Un post a caso

Post n°21 pubblicato il 21 Giugno 2014 da alexzau
 

Bozza, e come tale preparo la bozza della rianimazione del mio vecchissimo blog, anche se la maggior parte di quello inserito erano spesso prove, scritti o fotografie con brevi descrizioni se bene andava.

Infatti pubblicati per periodi di tempo definiti a seconda del contenuto o del motivo, e poi cancellati.
Tanti post non li ricordo nemmeno più e probabilmente non ho più nessun file nemmeno salvato sul pc, sicuramente molto era materiale poco interessante, ma sinceramente avrei preferito che anche i vecchi fossero rimasti, ed invece son rimasti si e no tre post, del 2011 e uno, una semplice frase, del 2013, mi sembra di ricordare, gli ho dato solo una veloce guardata.

Questo quindi non è un vero è proprio post, ma più una lettera di saluto a chi è gia passato e forse ritornerà a farmi visita nuovamente, a chi arriverà, spero al di sotto di molti altri post che mi auguro siano interessanti.

L'aspetto lo voglio tenere il più standard possibile con un blog vecchio stile, a scorrimento verticale di tutti i post in ordine decrescente, senza ricerche veloci o calendari di pubblicazione particolarmente elaborati, una sorta di diario verticale!

Libera la pubblicazione dei commenti.

alexzau (@libero.it)

 
 
 

Contro la censura!

Post n°19 pubblicato il 06 Giugno 2013 da alexzau
 

Contro la censura!

 

 
 
 

Referendum 2011 - Approfondimento

Post n°18 pubblicato il 16 Aprile 2011 da alexzau
 
Foto di alexzau


Il 12 e 13 giugno 2011 è stato indetto un referendum abrogativo che invita i cittadini a votare su quattro quesiti per mantenere o abrogare delle leggi attualmente in vigore, i cittadini invitati alle urne sono coloro che hanno diritto di voto per eleggere la Camera dei deputati.



      Iniziamo con la descrizione sintetica dei quattro quesiti e delle leggi sulle quali gli elettori possono fornire il proprio parere sull'eventuale abrogazione di leggi o parti di esse:

  • Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica. (decreto legge 25 giugno 2008 n.112)

  • Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito. (decreto Legislativo n. 152 del 3 aprile 2006)

  • legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale. (legge 7 aprile 2010 numero 51)

  • Nuove centrali per la produzione di energia nucleare. Abrogazione parziale di norme. (decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112)



      A questo punto, per sapere come votare, è d'obbligo la spiegazione di cosa si intende per “referendum abrogativo”:

La parola referendum indica lo strumento attraverso cui gli elettori vengono consultati direttamente su temi specifici, consentendo loro di fornire la propria decisione, su un tema oggetto di discussione.

Abrogativo: per abrogare (annullare) o mantenere in vigore una legge esistente, rimuovendola dall'ordinamento in vigore, come previsto dall'articolo 75 della Costituzione.

Quindi il referendum abrogativo (solitamente) è basato sulla doppia negazione, In sostanza nel referendum abrogativo votando SI si dice di volere eliminare (abrogare) la legge, al momento in vigore, votando “NO”, al contrario si dice di volere mantenere la legge.



Ora approfondiamo i quesiti del referendum:


      # Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica. (decreto legge 25 giugno 2008 n.112)

-Volete voi che sia abrogato l'art. 23 bis (Servizi pubblici locali di rilevanza economica) del decreto legge 25 giugno 2008 n.112 "Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria" convertito, con modificazioni, in legge 6 agosto 2008, n.133, come modificato dall'art.30, comma 26 della legge 23 luglio 2009, n.99 recante "Disposizioni per lo sviluppo e l'internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia" e dall'art.15 del decreto legge 25 settembre 2009, n.135, recante "Disposizioni urgenti per l'attuazione di obblighi comunitari e per l'esecuzione di sentenze della corte di giustizia della Comunità europea" convertito, con modificazioni, in legge 20 novembre 2009, n.166, nel testo risultante a seguito della sentenza n.325 del 2010 della Corte costituzionale?”-


      Per meglio far capire di cosa si tratta, il comma 5 del decreto legge sul quale ci si deve esprimere, cita la questione più importante relativa alla privatizzazione o meno della gestione delle reti idriche:

"comma 5: Ferma restando la proprietà pubblica delle reti, la loro gestione può essere affidata a soggetti privati."

 

 


      # Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito. (decreto Legislativo n. 152 del 3 aprile 2006).


-Volete voi che sia abrogato il comma 1, dell’art. 154 (Tariffa del servizio idrico integrato) del Decreto Legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 “Norme in materia ambientale”, limitatamente alla seguente parte: “dell’adeguatezza della remunerazione del capitale investito”?-


Questo è il comma che il referendum porta ad abrogare o mantenere in vigore:

comma 1: La tariffa costituisce il corrispettivo del servizio idrico integrato ed è determinata tenendo conto della qualità della risorsa idrica e del servizio fornito, delle opere e degli adeguamenti necessari, dell'entità dei costi di gestione delle opere, dell'adeguatezza della remunerazione del capitale investito e dei costi di gestione delle aree di salvaguardia, nonché di una quota parte dei costi di funzionamento dell'Autorità d'ambito, in modo che sia assicurata la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio secondo il principio del recupero dei costi e secondo il principio "chi inquina paga". Tutte le quote della tariffa del servizio idrico integrato hanno natura di corrispettivo.”




      # legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale. (legge 7 aprile 2010 numero 51)


-Volete voi che siano abrogati l’articolo 1, commi 1, 2, 3, 5, 6 nonché l’articolo 2 della legge 7 aprile 2010 numero 51 recante “disposizioni in materia di impedimento a comparire in udienza?-


In questo caso e inutile riportare i commi e gli articoli citati nel testo referendario, tenuto conto che la legge in questione e formata da soli 2 articoli, il prima da 6 commi ed il secondo da 2, quindi con tale referendum si abroga o meno l'intera legge 51: “Disposizioni in materia di impedimento a comparire in udienza”




      # Nuove centrali per la produzione di energia nucleare. Abrogazione parziale di norme. (decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112)

-Volete voi che sia abrogato il decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, nel testo risultante per effetto di modificazioni ed integrazioni successive, recante Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione,
la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria, limitatamente alle seguenti parti: art. 7, comma 1, lettera d: realizzazione nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia nucleare- 



Anche in questo caso il testo referendario riporta per intero la frase che si vuole porre all'attenzione dell'abrogazione o meno:d) realizzazione nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia nucleare;


Zaupa A. 2011

 

 
 
 

Pensieri in movimento...

Post n°17 pubblicato il 05 Aprile 2011 da alexzau
 
Foto di alexzau

...

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: alexzau
Data di creazione: 05/03/2007