Creato da anelusa il 12/11/2007

Romania

vista da me...

 

 

« Statua di DecebaloGIOCO DEI CALUSARI »

Castello Bran

Post n°85 pubblicato il 04 Ottobre 2012 da anelusa
 

 

Meglio conosciuto come Castello di Dracula, Castello Bran è un monumento nazionale di architettura medioevale da Romania. Il sopranome di Dracula glielo hanno dato i turisti che sono arrivati in Romania nella ricerca del famoso vampiro visto nei film horror realizzati dopo il romano omonimo di Bram Stoker. Solo che qui, il voivoda Vlad Tepes è stao solo per due mesi, in autunno del anno 1462, ma come prigioniero di Mattia Corvino per essere poi trasferito a fortezza Visegrad.


L'aspetto di castello assomiglia molto a quello descritto di Stoker, ma il fantasma di Dracula non gira tra i suoi muri.

Castello Bran si trova sul passo Bran, il passo che faceva legatura tra Valacchia e Transilvania. Era una zona strategica anche dai tempi di cavalieri teutonici ( 1212 ?) che hanno costruito sulla vetta di un cole di rocca, alta di circa 60 metri, un fortino in legno per sorvegliare la valle dove si faceva transito dei mercanti tra i due paesi. Ma il fortino verrà distrutto dai mongoli nel anno 1242. L'atto di nascita sarà firmato piu tardi di Luigi I di Anjou che fece costruire negli anni 1377-1382, dagli abitanti di Brasov che “non forzati e non costretti da nessuno, che benevolenti hanno promesso generosamente e unanimemente di costruire una nuova fortezza sulla rocca di Dietrich”, cosi come riesce dal documento firmato il 19 novembre 1377, per essere poi passato nella proprietà personale del re alla fine de la sua costruzione.

Il nome di Bran, che viene dal slavo, brana- porta , e attestato per la prima volta nei documenti di voivoda Basarab Laiota ( 1473-1476). Con andar del tempo il castello è stato ristrutturato, nel 1622 si fa costruire la torre del sud e la torre rettangolare dal est, e poi negli anni 1883-1886 si rifa il tetto con tegole.

La fortezza verrà trasformata in castello in anno 1920 di regina Maria, che fece delle modifiche e lo decoro con manufatti, mobili, arazzi fatti degli artigiani romeni.

In perioda comunista il castello viene utilizzato come museo, come anche adesso, che è stato restituito alla famiglia regale.

 

 
Rispondi al commento:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Blog il 12/08/13 alle 10:21 via WEB
Grazzie!
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

AREA PERSONALE

 
 

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

giumadgl0mark_landers7anelusagiovannire2009rebelkittysaturno.leomau1203dino_amiciperkypaulsluuuurpnictilopelanzardaalf.cosmosferdy68doncampana.sanbiagio
 
website stats
 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

ULTIMI COMMENTI