Caffè Della Piazza

Il primo blog-bar dove non esiste censura e l'unica regola è dire quello che si pensa in un mondo dove nessuno è vero. MEI CIUK KE LUK!!!

 

ALBO D'ORO TORNEO DEI BAR

2005: BAR GELATERIA RAIOLA

2006: CHALET

2007: MAXIMILLIAN

2008 : LE GIARE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: mea85cdp1
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 35
Prov: PC
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 21
 

 

« Messaggio #150Messaggio #152 »

Per non dimenticare....mai...

Post n°151 pubblicato il 01 Agosto 2008 da mea85cdp1

La strage di Bologna è uno degli atti terroristici più gravi avvenuti in Italia nel secondo dopoguerra, verificatosi sabato 2 agosto 1980.

Alle 10.25, nella sala d'aspetto di 2° Classe della Stazione di Bologna Centrale,[1] un ordigno a tempo, contenuto in una valigia abbandonata, esplode uccidendo ottantacinque persone e ferendone oltre duecento.

Per Bologna e per l'Italia è stata una drammatica presa di coscienza della recrudescenza del terrorismo.

La bomba era composta da 23 kg di esplosivo: una miscela di 5 kg di tritolo e T4 detta Compound B, potenziata da 18 kg di gelatinato (nitroglicerina ad uso civile). L'esplosivo, di fabbricazione militare, era posto in una valigetta sistemata a circa 50 cm d'altezza su di un tavolino portabagagli sotto il muro portante dell'ala ovest della stazione, allo scopo di aumentarne l'effetto.[2]

La detonazione si udì nel raggio di molti chilometri e causò il crollo di un'ala intera della stazione investendo in pieno il treno Ancona-Chiasso in sosta al primo binario e il parcheggio dei taxi antistante.

Subito dopo l'attentato, il governo presieduto da Francesco Cossiga, e le forze di polizia attribuirono lo scoppio a cause fortuite, ovvero all'esplosione di una caldaia nel sotterraneo della stazione.

Non appena apparvero più chiare le dinamiche e fu palese una matrice terrorista, attribuirono la responsabilità della strage al terrorismo nero.

Già il 26 agosto dello stesso anno la Procura della Repubblica di Bologna emise ventotto ordini di cattura nei confronti di militanti di estrema destra dei Nuclei Armati Rivoluzionari: Roberto Fiore e Massimo Morsello (futuri fondatori di Forza Nuova), Gabriele Adinolfi, Francesca Mambro, Elio Giallombardo, Amedeo De Francisci, Massimiliano Fachini, Roberto Rinani, Giuseppe Valerio Fioravanti, Claudio Mutti, Mario Corsi, Paolo Pizzonia, Ulderico Sica, Francesco Bianco, Alessanro Pucci, Marcello Iannilli, Paolo Signorelli, PierLuigi Scarano, Francesco Furlotti, Aldo Semerari, Guido Zappavigna, GianLuigi Napoli, Fabio De Felice, Maurizio Neri. Vengono subito interrogati a Ferrara, Roma, Padova e Parma. Tutti saranno scarcerati nel 1981.

Tornando a Cossiga, è significativo come, il 15 marzo 1991, al tempo della sua presidenza della Repubblica, affermò di essersi sbagliato a definire "fascista" la strage alla stazione di Bologna e di essere stato mal indicato dai servizi segreti. Attorno a questa strage, come era già avvenuto per la Strage di piazza Fontana nel 1969, si sviluppò tutto un cumulo di affermazioni, controaffermazioni, piste vere e false, tipiche di altri tragici avvenimenti della cosiddetta strategia della tensione.

Lentamente e con fatica, attraverso una complicata e discussa vicenda politica e giudiziaria, e grazie alla spinta civile dell'Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980 si giunse ad una sentenza definitiva di Cassazione il 23 novembre 1995: vennero condannati all'ergastolo, quali esecutori dell'attentato, i neofascisti dei NAR Giuseppe Valerio Fioravanti e Francesca Mambro, che si sono sempre dichiarati innocenti, mentre l'ex capo della P2 Licio Gelli, l'ex agente del SISMI Francesco Pazienza e gli ufficiali del servizio segreto militare Pietro Musumeci e Giuseppe Belmonte vennero condannati per il depistaggio delle indagini.

Il 9 giugno 2000 la Corte d'Assise di Bologna emise nuove condanne per depistaggio: nove anni di reclusione per Massimo Carminati, estremista di destra, e quattro anni e mezzo per Federigo Mannucci Benincasa, ex direttore del SISMI di Firenze, e Ivano Bongiovanni, delinquente comune legato alla destra extraparlamentare. Ultimo imputato per la strage è Luigi Ciavardini, con condanna a 30 anni confermata nel 2007. Anche lui continua a dichiararsi innocente.

Eventuali mandanti della strage non sono mai stati scoperti.

Le vittime :

  • Tonino LaBelva, anni 50
  • Danielino Sugaddozzu, anni 29
  • Mariotto Minghilledda, anni 55
  • Paolo Berosi, anni 32
  • Antonella Ceci, anni 19
  • Angela Marino, anni 23
  • Leo Luca Marino, anni 24
  • Domenica Marino, anni 26
  • Errica Frigerio In Diomede Fresa, anni 57
  • Vito Diomede Fresa, anni 62
  • Cesare Francesco Diomede Fresa, anni 14
  • Anna Maria Bosio In Mauri, anni 28
  • Carlo Mauri, anni 32
  • Luca Mauri, anni 6
  • Eckhardt Mader, anni 14
  • Margret Rohrs In Mader, anni 39
  • Kai Mader, anni 8
  • Sonia Burri, anni 7
  • Patrizia Messineo, anni 18
  • Silvana Serravalli In Barbera, anni 34
  • Manuela Gallon, anni 11
  • Natalia Agostini In Gallon, anni 40
  • Marina Antonella Trolese, anni 16
  • Anna Maria Salvagnini In Trolese, anni 51
  • Roberto De Marchi, anni 21
  • Elisabetta Manea Ved. De Marchi, anni 60
  • Eleonora Geraci In Vaccaro, anni 46
  • Vittorio Vaccaro, anni 24
  • Velia Carli In Lauro, anni 50
  • Salvatore Lauro, anni 57
  • Paolo Zecchi, anni 23
  • Viviana Bugamelli In Zecchi, anni 23
  • Catherine Helen Mitchell, anni 22
  • John Andrew Kolpinski, anni 22
  • Angela Fresu, anni 3
  • Maria Fresu, anni 24
  • Loredana Molina In Sacrati, anni 44
  • Angelica Tarsi, anni 72
  • Katia Bertasi, anni 34
  • Mirella Fornasari, anni 36
  • Euridia Bergianti, anni 49
  • Nilla Natali, anni 25
  • Franca Dall'olio, anni 20
  • Rita Verde, anni 23
  • Flavia Casadei, anni 18
  • Giuseppe Patruno, anni 18
  • Rossella Marceddu, anni 19
  • Davide Caprioli, anni 20
  • Vito Ales, anni 20
  • Iwao Sekiguchi, anni 20
  • Brigitte Drouhard, anni 21
  • Roberto Procelli, anni 21
  • Mauro Alganon, anni 22
  • Maria Angela Marangon, anni 22
  • Verdiana Bivona, anni 22
  • Francesco Gomez Martinez, anni 23
  • Mauro Di Vittorio, anni 24
  • Sergio Secci, anni 24
  • Roberto Gaiola, anni 25
  • Angelo Priore, anni 26
  • Onofrio Zappala', anni 27
  • Pio Carmine Remollino, anni 31
  • Gaetano Roda, anni 31
  • Antonino Di Paola, anni 32
  • Mirco Castellaro, anni 33
  • Nazzareno Basso, anni 33
  • Vincenzo Petteni, anni 34
  • Salvatore Seminara, anni 34
  • Carla Gozzi, anni 36
  • Umberto Lugli, anni 38
  • Fausto Venturi, anni 38
  • Argeo Bonora, anni 42
  • Francesco Betti, anni 44
  • Mario Sica, anni 44
  • Pier Francesco Laurenti, anni 44
  • Paolino Bianchi, anni 50
  • Vincenzina Sala In Zanetti, anni 50
  • Berta Ebner, anni 50
  • Vincenzo Lanconelli, anni 51
  • Lina Ferretti In Mannocci, anni 53
  • Romeo Ruozi, anni 54
  • Amorveno Marzagalli, anni 54
  • Antonio Francesco Lascala, anni 56
  • Rosina Barbaro In Montani, anni 58
  • Irene Breton In Boudouban, anni 61
  • Pietro Galassi, anni 66
  • Lidia Olla In Cardillo, anni 67
  • Maria Idria Avati, anni 80
  • Antonio Montanari, anni 86

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: mea85cdp1
Data di creazione: 21/03/2007
 

DON CHISCIOTTE

 

NON HO PIU' TEMPO - ET3

 

V PER VENDETTA!!!

 

AREA PERSONALE

 

TEMPO A MONTICELLI D'ONGINA

The WeatherPixie

 

ULTIME VISITE AL BLOG

pantaleoefrancadavide.drusianighibly650nimoe.mioffredo_mariasusanna.mariosabeppe.62gtENTROTERRAivanlenardonflavianocolombo1959prezzojj.manuBeauregard66STELLAgialla2mr_spring
 

ULTIMI COMMENTI

L'infamia è una cosa ingrata!
Inviato da: Rebuffa17
il 28/06/2012 alle 14:56
 
J-AX è un fenomeno!
Inviato da: Rebuffa17
il 28/06/2012 alle 14:56
 
Osteria del cimitero!
Inviato da: Rebuffa17
il 28/06/2012 alle 14:55
 
Le osterie sono fighissime!
Inviato da: Rebuffa17
il 28/06/2012 alle 14:54
 
Grande Guccini!
Inviato da: Rebuffa17
il 28/06/2012 alle 14:48
 
 

Io Non So Cosa Pensavi Quelle Notti Con Papa'
Ma Grazie Mamma Ne Hai Fatti Due Su Due
In Famiglia Eri Il Primo Nato
Il Bambino Aspettato Coccolato
E A Tratti Persino Viziato
Coccolato E Pacchi Su Pacchi
Di Ricchi Natali
Parenti Sorridenti Intenti A Lasciare Regali
E Poi Arriva Il Piccolo Scassando Ogni Giocattolo
Diventa Lui La Star Mettendo Te In Un Angolo
E La Cagnara Incombe Fanfara E Tromba
Lui Mangia Caga E Piange
A Te Le Colpe Per Tutto ciò Che Rompe
Con Quel Sorriso A Quattro Denti Farabutto
Già Dicevo Tutto
Dormo Da Angioletto
E Poi Di Notte Non Sto Zitto
Botte Dal Soffitto
Mami E Papi Svegli Fino A Prima Mattina Negli Occhi Lo Stesso Svarione Di Sette Anni Prima Ogni Vicina Sentiva E Diceva Che Sfiga
Mamma Coglieva La Sfida Con Noi Rideva E Capiva
Che La Congrega Prendeva Una Nuova Piega
Non Ci Si Credeva
Al Bordello Che Già Si Faceva
La Casa A Ferro E Fuoco Nel Gioco Di Litigare
Cane E Gatto Ma Lo Stesso Modo Di Camminare
Non So Cosa Pensavi Quelle Notti Con Papà
Ma Grazie Mamma Ne Hai Fatti Due Su Due E Due Su Due
Che Comunque Vada
Mio Fratello Ci Sarà
Grazie Mamma Grazie Pà
Urlare A Squarciagola
Fantasmi Sotto Le Lenzuola
Bambini Non Fate Casino
Domani C'è Scuola
Ma Mamma Non C'è Verso Di Fermare
I Gosthbusters
La Cameretta è L'universo
E Noi Siamo I Masters
La Fuori Siamo Soli Ma Non Lo Diamo A Vedere
Abbiamo Il Vestito Più Strano Di Tutto Il Quartiere
Gli Zarri Che Ridevano In Cortile
Ma Era Stile
Ricordi Come Si Giravano Le Ragazzine?
Quando Si Girava In Coppia
La Stiloseria Era Doppia
L'andatura Zoppa
E Un'armatura Dava Forza Per Affrontare Ogni Sventura
Con La Stessa Frase In Bocca
Questo è Mio Fratello Bello Sarà Dura Per Chi Me Lo Tocca
Abbiamo Il Codice Dei Cavalieri
Non Vedi
Piuttosto Scleri
Ma Ci Trovi Sempre Sinceri Milady
Per La Città Sfidando Il Proprio Futuro
Uno Lo Cantava Sicuro
L'altro Lo Scriveva Su Ogni Muro
E La Mia Rivoluzione Partiva Da Li
Cane E Gatto Ma Lo Stesso Sguardi Di Chi Non Ci Sta
Non So Cosa Pensavi Quelle Notti Con Papà
Ma Grazie Mamma Ne Hai Fatti Due Su Due E Due Su Due
Che Comunque Vada
Mio Fratello Ci Sarà
Grazie Mamma Grazie Pà
Lo Sai Che Ora La Si Vive Così Ancora
E Funziona
Si è Smesso Di Bigiare Solo Perchè Non Si Va Più A Scuola
Un pò più Pigri Di Allora
Ma Le Energie Sono Le Stesse
Non Più Una Famiglia Sola
Adesso In Più c'è L'esseffe
Ci Si Protegge Come Sempre Nelle Lotte
Eternamente Adolescenti Meno Che Nei Boxer
Insieme Per Vedere Il Mondo Capovolto
Questo Mondo Per Rollarsi La Vita E Fumarsela Fino In Fondo
Giro Tondo
Un Altro Tiro E Sono Cionco
Ma Calpesteremo L'uva
Fino A Quando
Il Vino è Pronto
E In Piedi A Picchiare I Bicchieri Con Le Posate
Salute A Mio Frate
Brindate A Due Vite Mai Separate
Lite Dopo Lite E Partite Finite A Mazzate
Quando Non C'era Grano Passavamo A Milano L'estate
Era Uno Spasso Lo Stesso
Se La Memoria Non Mi Inganna
E Successo O Non Successo
Tutta La Gloria Va A Mamma
C'hai Messo Al Mondo Hai Dato Vita Ad Ogni Sogno Che Ho
Una Volta Può Essere Fortuna La Seconda Volta No
Non So Cosa Pensavi Quelle Notti Con Papà
Ma Grazie Mamma Ne Hai Fatti Due Su Due E Due Su Due
Che Comunque Vada
Mio Fratello Ci Sarà
Grazie Mamma Grazie Pà

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom