Creato da blogtecaolivelli il 04/03/2012

blogtecaolivelli

blog informazione e cultura della biblioteca Olivelli

 

 

« PROVATE SCIENTIFICAMENTE...La letteratura svedese »

La letteratura svedese

Post n°893 pubblicato il 02 Aprile 2016 da blogtecaolivelli

Il primo liberalismo

Il periodo che va dal 1835 al 1879 è noto nella storia svedese come il primo liberalismo. La visione dei Romantici ora era considerata da molti come eccessivamente ricco e sovraccarico di formalismi. L'Aftonbladet, il primo giornale apertamenteliberale in Svezia, fu fondato nel 1830 e presto divenne il quotidiano di punta del paese grazie alle sue idee liberali e al criticismo dello stato di affari dell'epoca. Questo giornale contribuì a rendere la letteratura più realistica proprio per l'uso conciso della lingua.

Molte autorità potrebbero considerare Carl Jonas Love Almqvist (1793-1866) il più grande genio del XIX secolo in Svezia.A partire dal 1838 iniziò a pubblicare una serie di storie socialmente e politicamente radicali che attaccavano sia il matrimonio che le istituzioni ecclesiastiche. Molte sue idee risultano ancora interessanti per i moderni lettori, in particolare l'opera "Det går an" (1839) che ha scalato la classifica dei bestseller tedeschi non più tardi del 2004. Nella traduzione diAnne Storm Die Woche mit Sara (2004),

Naturalismo o realismo

Strindberg, painted by Richard Bergh, 1906

Il periodo letterario tra 1880 e 1900 prende nome di naturalista, anche se in Svezia il periodo cha va dal 1880 è già noto come realismo. Questo perché gli anni ottanta erano concentrati sul realismo, mentre gli anni novanta furono un'età dai tratti peculiari, definita come epoca dei "poeti degli anni novanta".

Tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX la letteratura scandinava fece la sua prima, e finora unica, comparsa nella letteratura mondiale. Il nome più famoso era August Strindberg, ma anche Ola HanssonSelma Lagerlöf e Victoria Benedictssonottennero un vasto riconoscimento.

L'irrompere del realismo in Svezia si ebbe nel 1878, anno in cui August Strindberg(1845-1912) pubblicò il suo Röda Rummet, un romanzo satirico che attaccava duramente il mondo della politica, delle università, della filosofia e della religione.

August Strindberg divenne famoso in tutto il mondo per il dramma e la prosa, celebre per il suo eccezionale talento e la complessità dell'intelletto. Continuò a scrivere romanzi e drammi fino alla sua morte, a Stoccolma.

I poeti degli anni novanta

Gli anni novanta dell'Ottocento in Svezia sono famosi per la poesia neoromantica, una reazione alla letteratura sociorealistica di un decennio prima. La prima figura chiave fu Verner von Heidenstam (1859-1940); il suo debutto letterario avvenne nel 1887 con la collezione di poesia Vallfart och vandringsår (Pellegrinaggio e giorni di svago).[27][28]

Selma Lagerlöf (1858-1940) fu senza dubbio la più grande artista degli anni novanta e la sua influenza è durata fino ai giorni nostri. Due dei suoi lavori maggiori, tradotti in numerose lingue, sono Le fantastiche avventure di Nils (1906-1907) eLa saga di Gösta Berling (1891), ma scrisse anche diversi altre opere di valore. La Lagerlöf ottenne il Nobel per la Letteratura nel 1909, Grazie soprattutto alla sua abilità di cantastorie.

XX secoloModernismo

Nella prima decade del Novecento iniziò un nuovo periodo letterario con un August Strindberg ormai in là negli anni, che pubblicò diversi articoli critici nei confronti dei valori conservativi. Con l'avvento della democrazia sociale e di scioperi di grandi dimensioni si respirò aria di riforme sociali.

Negli anni dieci del Novecento la forma dominante dell'espressione letteraria divenne il romanzo. Uno dei primi romanzieri fuHjalmar Söderberg (1869-1941). Söderberg scriveva in modo quasi cinico, talvolta con riferimenti nietzscheani, quali disillusione e pessimismo. Nel 1901 pubblicò La giovinezza di Martin Birck, apprezzato da molti per le sue qualità letterarie, anche un aspetto ancora più interessante fu la descrizione di Stoccolma, considerata da molti come il più bel ritratto di Stoccolma reso per iscritto  secondo quanto dice Gustafson. La sua opera maggiore però non era ancora uscita: Doctor Glas (1905), un racconto di vendetta e passione, considerata da alcuni come l'opera migliore e più completa della letteratura svedese.Margaret Atwood, ad esempio, ha detto di Doctor Glas: "Vede la luce a cavallo tra i secoli XIX e XX ma apre delle porte che da allora il romanzo ha continuato a spalancare".

Letteratura proletariaL'agricoltura svedese era fondata su un sistema in cui i lavoratori chiamati statare, venivano pagati in natura, con vitto e alloggio, simile all'anglosassone truck system (pagamento in natura). Tra i pochi appartenenti a questo mondo che fecero poi una carriera intellettuale troviamo gli scrittori Ivar Lo-JohanssonMoa Martinson e Jan Fridegård. Le loro opere furono importanti per l'abolizione del sistema .

Un celebre scrittore proletario che divenne famoso dopo la seconda guerra mondiale fu Vilhelm Moberg (1898-1973), che solitamente scriveva della vita di persone comuni e in particolare dei contadini. L'opera monumentale di Moberg fu pubblicata subito dopo la guerra: la raccolta in quattro volumi de Gli emigranti (1949-1959), sull'emigrazione svedese nel Nord America. In questo lavoro Moberg descrisse con sentimento una coppia del XIX secolo durante il loro viaggio verso il Nuovo Mondo, le loro lotte e le difficoltà che dovettero sopportare.

Letteratura per l'infanzia

Negli anni trenta del Novecento emerse una nuova consapevolezza nei confronti dei bisogni dei bambini che si manifestò subito dopo la Seconda guerra mondiale, quando Astrid Lindgren pubblicò Pippi Calzelunghe nel 1945. Il comportamento ribelle di Pippi scatenò dapprima una resistenza tra i difensori dei valori culturali, ma alla fine fu accettata e così la letteratura per l'infanzia fu liberata dall'obbligo di promuovere il moralismo.

Astrid Lindgren continuò a pubblicare diversi libri di successo per bambini che alla fine la resero l'autrice svedese più letta, a prescindere dal genere, con oltre 100 milioni di copie stampate in tutto il mondo e traduzioni in più di 80 lingue. In molti altri romanzi Lindgren mostrò la sua comprensione del pensiero e dei valori dei bambini; i Fratelli Cuordileone parlano di morte ma anche di coraggio, mentre Mio piccolo mio è una fiaba sull'amicizia. Ma non tutte le sue storie avevano un messaggio profondo. Tre libri su Karlsson sul tetto (1955, '62, '68) parlano di un uomo basso, cicciottello e malvagio, con un'elica sulla schiena, amico di un ragazzo. Lindgren scrisse dodici storie su Emil di Maple Hills, un ragazzo che vive nella campagna dello Småland all'inizio del NOvecento, che non fa altro che mettersi nei guai a causa delle sue burle.

Uno dei pochi scrittori in lingua svedese di fantasy fu la finlandese Tove Jansson (1914-2001), che scrisse sui Moomins, troll che vivono in uno stato economicamente e politicamente indipendente, senza preoccupazioni di natura materialistica. I Moomins hanno attratto i lettori di molti stati diversi e i libri di Jansson sono stati tradotti in più di 30 lingue.

Racconti gialli

 i modelli americani per poi in un secondo tempo seguire una direzione indipendente. Negli anni sessanta Maj Sjöwall (1935-) e Per Wahlöö (1926-1975) collaborarono per produrre una serie di polizieschi acclamati a livello internazionale sul detective Martin Beck. Seguirono altri scrittori.

Il più famoso scrittore di gialli è Henning Mankell (1948-), con la sua serie su Kurt Wallander, tradotta in 37 lingue e divenuta bestseller, soprattutto in Svezia e Germania.[40] Mankell però ha scritto anche diversi altri romanzi di successo, come Comédia infantil (1995), storia di un ragazzo di strada abbandonato nella città di Maputo.[41]

Molti altri scrittori di detective story svedesi sono diventati famosi all'estero, in particolare in Germania; ad esempio Liza Marklund (1962-), Håkan Nesser (1950-), Åsa Larsson, Arne Dahl, Leif GW Persson, and Åke Edwardsson.

Nel genere della spy fiction lo scrittore di maggior successo è Jan Guillou (1944-) e i suoi libri più noti raccontano della spiaCarl Hamilton, e molti sono diventati film. Degli altri lavori di Guillou i più famosi sono le serie sui Templari, su Arn Magnusson e il romanzo semiautobiografico dal titolo metaforico Ondskan (Il diavolo).--

Ballate

La tradizione svedese della ballata ha avuto inizio con Bellman nel XVIII secolo. Nel XIX secolo la composizione di canzoni in forma poetica cadde in declino man mano che acquisivano importanza i cori degli studenti universitari, per poi tornare in auge negli anni novanta dell'Ottocento. I poeti proseguirono sempre più con la tradizione di musicare i testi poetici per renderli più popolari. Nei primi anni del Novecento molte opere dei poeti degli anni novanta Gustaf Fröding e Erik Axel Karlfeldt erano state messe in musica e la popolarità di questi artisti era strettamente connessa alla bravura dei cantautori.

Sicuramente il cantastorie svedese più noto del XX secolo fu Evert Taube (1890-1976) che si affermò come artista nel 1920 e rimase in tournée per tre decenni; è famoso soprattutto per le sue canzoni sui marinai, sulla campagna svedese e per le ballate sull'Argentina.

Dal 1962 fino alla sua morte il cantautore più stimato nella tradizione della ballata svedese fu Cornelis Vreeswijk (1937-1987). Le sue inizialmente erano canzoni di protesta di sinistra, in cui si assunse la responsabilità di parlare a favore degli emarginati della società. Dopo la sua morte Vreeswijk cominciò a essere apprezzato anche per le sue qualità poetiche.

Poesia

Negli anni trenta e quaranta del Novecento la poesia subì l'influenza del modernismo, caratterizzato soprattutto dal desiderio di sperimentazione e dall'uso di diversi stili, solitamente il verso libero, privo di rime o metrica.

Hjalmar Gullberg (1898-1961) si rivelò presto come figura modernista di punta. Scrisse diverse collezioni mistiche e influenzate dal cristianesimo, come ad esempio Andliga övningar (Esercizi spirituali 1932). Interrotta la sua carriera di poeta dal 1942 al 1952, tornò negli anni cinquanta con un nuovo stile, ateo all'apparenza, che influenzò la generazione più giovane.

Gunnar Ekelöf (1907-1968) è stato definito come il primo poeta surrealista in Svezia grazie alla sua prima raccolta, la nichilistica Sent på jorden (1932), un'opera che i suoi contemporanei faticarono a comprendere.Ekelöf tuttavia si mosse verso il romanticismo e con la sua seconda raccolta Dedikationen nel 1934 fu apprezzato in una più larga cerchia.Scrisse fino in tarda età e raggiunse una posizione dominante nella poesia svedese. Il suo stile è stato descritto come ricco di simbolismi ed enigmatico, e contemporaneamente tormentato e ironico.

Un altro poeta modernista importante fu Harry Martinson (1904-1978), che aveva un'ineguagliabile sensisbilità per la natura, nello spirito di Linnaeus. Come era usuale per la sua generazione egli scrisse in versi liberi, senza curarsi della rima o del conteggio delle sillabe. Compose anche romanzi, tra questi un classico fu l'autobiografico Flowering Nettles, nel 1935. La sua opera di maggiore pregio tuttavia fu Aniara, 1956, il racconto di una navicella spaziale e del suo viaggio nello spazio.

Senza dubbio il poeta svedese più famoso del XX secolo fu Tomas Tranströmer (1931-). La sua poesia si distingue per ilmisticismo cristiano, che si muove tra realtà e sogno, il fisico e il metafisico.Poeten dold i Bilden, Lilja & Schiöler, in Lönnroth, Delblanc & Göransson (ed.), vol 3, pp. 342-370

Dramma

Molti drammaturghi emersero dopo la Seconda guerra mondiale. Negli anni cinquanta le riviste erano molto popolari; alcuni nomi dell'epoca erano gli attori comici Povel Ramel e Kar de Mumma. Il duo Hasseåtage continuò la tradizione comica nel 1962 e divenne una sorta di istituzione nel mondo della rivista svedese per venti anni che si estendeva alla radio, la televisione e la produzione cinematografica.

Con la fine degli anni sessanta vi fu la svolta verso un dramma alternativo, più libero e il teatro divenne più un concentrato dei gusti popolari. Negli anni settanta e ottanta i maggiori commediografi furono Lars Norén (1944-) e Per Olov Enquist(1934-).[48]

Letteratura nei testi delle canzoni

Questo periodo letterario iniziò in Svezia negli anni sessanta, influenzato da artisti inglesi e americani. Inizialmente la qualità letteraria nella musica pop svedese non fu molto più che un'imitazione dei modelli stranieri e bisognò aspettare fino agli anni settanta perché si trasformasse in un movimento indipendente. In questi anni la musica giovanile popolare divenne molto più comune e artisti non famosi ebbero la possibilità di vedere pubblicati i propri pezzi. Dato il comune messaggio politico queste bene sono state classificate come Progg (diminutivo di "progressive"). Anche se pochi artisti progg crearono qualcosa di effettivamente valido, emersero comunque alcune rappresentazioni. I Nationalteatern erano importanti non solo perché erano un gruppo musicale ma anche una compagnia teatrale, mentre con il talentuoso artista di sinistra Mikael Wiehe(1946-) della Hoola Bandoola Band, si assistette a un ritorno della ballata svedese con una propensione per le liriche proletarie di ottima qualità.

Uno dei ribelli degli anni Settant fu Ulf Lundell (1949-) che abbandonò il popolare movimento del rock 'n roll. Nel 1976 debuttò in campo letterario con il suo romanzo Jack, un romanzo beatnik che arrivò a rappresentare un'intera generazione. Anche se i critici non ne rimasero impressionati il romanzo vendette molte copie ed è ancora apprezzato da molti.

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/blogtecaolivelli/trackback.php?msg=13381534

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
dimariamonicaa
dimariamonicaa il 08/04/16 alle 20:39 via WEB
Buongiorno Sig. e Sig.ra, Avete un progetto ? Una necessità di finanziamento o altri ? Potete ottenere di prestito al tasso d'interesse di 2% all'anno a più di € 500.000. N/B: “Un credito vi impegna e deve essere rimborsato. Verificate le vostre capacità prima di impegnarsi„. Conttato: companybillcredit@gmail.com Conttato: companybillcredit@gmail.com
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIME VISITE AL BLOG

sens.azionilacey_munroblogtecaolivellivivicannataexelerp_a_b_lorosciorossozmaruzIMPREVEDIBILE.ANCORAdavide.russiellosimonabradcicobyenniorendinapitpot
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom