Creato da blogtecaolivelli il 04/03/2012

blogtecaolivelli

blog informazione e cultura della biblioteca Olivelli

 

Messaggi del 19/06/2020

Dall'antica Roma..

Post n°3121 pubblicato il 19 Giugno 2020 da blogtecaolivelli

Fonte: articolo riportato dall'Internet

10 dicembre 2019

Dalla Gallia all'antica Roma, la via del legno

Ventiquattro tavole di quercia utilizzate come fondamenta

di un portico romano di epoca imperiale rinvenute a Roma

durante i lavori per la Metro C, in via Sannio, dietro San

Giovanni in Laterano.

I reperti lignei provengono dalla Francia nord-orientale e

risalgono al 40 d.C. Le indagini scientifiche effettuate

dall'Istituto per la BioEconomia del Consiglio nazionale delle

ricerche di San Michele all'Adige, vicino a Trento, su committenza

della Soprintendenza speciale di Roma, hanno determinato

la datazione grazie alla dendrocronologia, la scienza che studia

gli anelli di accrescimento degli alberi.

Lo studio di Mauro Bernabei e colleghi è stato pubblicato su

"PLOS One".

Ma perché rivolgersi così lontano? Sono i quattro metri di

lunghezza a dare la risposta: i legni erano destinati a fungere

da casseforme di fondazione di un ricco portico di una proprietà

appena fuori le Mura Aureliane.

E nell'Appennino centrale non era probabilmente semplice trovare

fusti con tali proprietà.

Il trasporto su una percorrenza così lunga sottolinea ancora

l'efficienza della macchina logistica dell'epoca, in grado di far

viaggiare anche merce ingombrante dai confini dell'Impero

fino al cuore della città eterna.

 
 
 

In Lituania...

Post n°3120 pubblicato il 19 Giugno 2020 da blogtecaolivelli

Fonte: articolo riportato dall'Internet

Lituania, il meraviglioso

Paese da scoprire con un

viaggio on the road

La bellissima Lituania ha riaperto agli italiani ed è un Paese

che vale assolutamente la pena visitare

15 Giugno 2020 Condividi su Facebook+

Il turismo è ufficialmente ripartito e con esso anche i diversi Paesi

del Mondo.

È il caso anche della meravigliosa e sorprendente Lituania che dopo

aver sperimentato con successo la Baltic Travel Bubble, vale a dire la

libera circolazione di persone tra le tre Repubbliche Baltiche, ha riaperto

i confini anche agli italiani che potranno tornare a godere di questa vera

e propria perla senza dover ricorrere ad alcuna quarantena.

Infatti, nelle maggiori attrazioni all'aperto del Paese, pur nel rispetto del

distanziamento sociale e della massima sanificazione, non è più richiesto

di indossare la mascherina.

Dall'1 luglio, inoltre, ripartiranno anche i voli diretti. In particolare decolleranno

gli aerei di Ryanair da Bergamo e Roma Ciampino per Vilnius e da Milano

Malpensa e Napoli per Kaunas, mentre dalla fine di ottobre saranno disponibili

da Treviso per Vilnius e da Bologna per Kaunas.

In attesa dell'autorizzazione da parte del governo lituano i voli diretti Wizzair

saranno attivi da Malpensa per Vilnius.

Ma perché vale la pena fare un viaggio in Lituania? Perché questo gioiello baltico

è irriverente, accogliente, rivoluzionario e ricco di meraviglie da ammirare.

Un incredibile e potente carattere che è percepibile già dalla capitale Vilnius,

il cui centro storico racchiude numerosi monumenti di diversi generi architettonici,

musei e attrazioni, diurne e notturne, per ogni gusto.

Da non perdere per nessuna ragione al mondo il quartiere stato di Uzupis ed il

tramonto con le mongolfiere!

Un'altra perla da visitare assolutamente, e magari con un adrenalinico viaggio

 on the road, è Trakai.

I motivi sono tantissimi, tra cui il suo meraviglioso castello, ma anche le

sue casette di legno costruite secondo criteri antichissimi.

Altro luogo da inserire nel vostro itinerario è Kernave, l'unico borgo della

Lituania costruito sui colli e che sembra una sorta di Roma del Baltico.

Inoltre, questo Paese europeo è anche un posto in cui mare, montagna e

laghi regalano delle meraviglie davvero mozzafiato.

Ogni spazio di questa Nazione è, infatti, adatto per una vacanza all'insegna

della natura,anche grazie alla presenza di ben 35 parchi naturali che

coprono una buona percentuale del territorio nazionale.

Insomma, seppur piccola la Lituania è una continua e piacevole scoperta

anche per quanto concerne le sue intriganti tradizioni.

Non a caso la musica, da quella popolare alla classica e al jazz, occupa

uno spazio d'onore nel calendario eventi, come lo occupa il teatro con

opere lituane e internazionali.

 
 
 

In Lituania...

Post n°3119 pubblicato il 19 Giugno 2020 da blogtecaolivelli

Fonte: articolo riportato dall'Internet

Vilnius, weekend nella terra delle streghe

Dal centro storico suggestivo al Bosco delle streghe

5 Maggio 2016 Condividi su Facebook+

Per visitare Vilnius, capitale della Lituania, ora si può usare l'euro

L'inizio dell'anno ha coinciso in Lituania con l'ingresso nell'eurozona.

E' il 19esimo Paese dove si paga con la moneta europea.

Con l'ingresso di Vilnius, capitale della Lituania, si completa 

l'adesione delle repubbliche baltiche all'euro.

 Vilnius vanta un centro storico barocco tra i più estesi e meglio

conservati d'Europa, dichiarato patrimonio dell'umanità.

Numerosi sono i monumenti e le chiese della città di rilevante

interesse artistico: si parte dalla cattedrale di Santa Maria Madre

di Dio in stile barocco e neoclassico.

A seguire la Chiesa di Sant'Anna: lo stile tardo gotico di questa

chiesa ne fa una delle più belle chiese di Vilnius.

Fu eretta nel 1394 e ristrutturata nel  1582 dopo che un incendio

la danneggiò seriamente.

Come Tallinn e Riga, anche Vilnius offre una vivace vita notturna

 tra fiumi di birra Svyturys, locali e disco pub. E' difficile annoiarsi.

Il centro di Vilnius si estende ad ovest della città vecchia.

Il viale Gedeminas che lo attraversa in senso longitudinale è

la sua arteria principale.

Si tratta di zona pedonale che muove dalla piazza della Cattedrale

 per terminare in prossimità del moderno edificio del parlamento

terminato nel 1980.

Di giorno si può passeggiare nel centro storico e fare shopping

nei negozi e nelle bancarelle che vendono l'ambra.

Edificio imponente è il Palazzo dei Granduchi di Lituania, anche detto

castello inferiore. Completamente distrutto nell'Ottocento sorge oggi

a nuova vita dopo imponenti lavori di ricostruzione.

Quella di Vilnius è un'università importante, che richiama molti giovani,

realizzata nella seconda metà del Cinquecento, è una delle principali

nei secoli tra il 17esimo e il 19esimo.

Sono due monumenti curiosi che si possono scovare a Vilnius.

 La scultura Margutis, un uovo di gesso di 300 kg appoggiato su una

colonna di granito che simboleggia la rinascita del centro storico.

E la statua di Frank Zappa, un busto di bronzo che si trova a Sud

del fiume, più precisamente in via Kalinausko, non molto lontano

dal centro.

Nei dintorni di Vilnius sorge Trakai, antica capitale.

Nel Medioevo, oltre che città principale, era anche uno dei più

importanti centri difensivi e politici.

La maggiore attrattiva per i turisti è il Castello di Trakai.

In stile gotico il palazzo è situato al centro del lago, con un

effetto scenico davvero particolare.

A qualche centinaio di chilometri da Vilnius, nella penisola di

Neringa, si trova il Bosco delle Streghe, un luogo stranissimo,

a cui sono legate storie e leggende di streghe, gnomi e fate.

 
 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIME VISITE AL BLOG

sncomvalerio.palma7maiadenalexander976derosagiuseppeugoangels.jferrullifustiicavallidirosssgm2007gblogtecaolivellivigi74ellistar2012agiroma.rigcalonico
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova