Creato da sasso32 il 19/03/2007

scritture

Parlo di quello che mi pare.....

 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

I MIEI BLOG AMICI

 

« .................. »

........

Post n°440 pubblicato il 16 Luglio 2013 da sasso32

Controrivoluzione!!!

Ne ho le palle piene di gente che vuole cambiare tutto senza cambiare niente, di pseudo rivoluzionari assoldati dal mercato pronti a vendersi per un dollaro. Basta! Rivoglio le mie vecchie sicurezze, le mie vecchie certezze, voglio quell'Italia così schifosa e penosa che però ci ha regalato gli anni più belli della nostra vita. Voglio le ferie, la lira, la porchetta, le feste, i matrimoni, i preti e il Catechismo. Voglio prendere a pedate questi perbenisti della minchia che di sera predicano tolleranza e la mattina sono degli infami. Quegli stessi che tempo fa chiamavano da un palco "puttana" un ministro in carica e adesso  sgranano gli occhi nel sentire le cazzate di un vicepresidente del Senato. Voglio Craxi, la Ritmo, le cabine telefoniche e i sospiri d'amore. Ridatemi la mia vita brutti miserabili. Mi avete preso ogni speranza e non volete neanche che mi sorprenda quando vedo un vu cumpra! Io ho il diritto di reagire come meglio credo!! Sono diverso da lui e lui è diverso da me, per origini, cultura, tradizioni e aspettative,  come io sono diverso da un cinese o da uno svedese o anche solo da un lombardo, ognuno ha la sua particolarità e non per questo si è razzisti. Create le condizioni affinchè tutti si sentano integrati ma non con quelle cazzate che dite in tv, ma facendo una politica in grado di dare a tutti la dignità del lavoro  e non introducendo in Italia centinaia di miagliaia di ombre. Il lavoro è l'unica cosa che può permettere l'integrazione, non le minchiate di chi pensa che tutto si risolva creando spaventose guerre tra poveri. Poi magari si beve una birretta tutti insieme, direbbe un mio caro  amico...ma non mi devo sentire obbligato a fare niente. Voi siete razzisti nel mortificare un popolo e una cultura, quella italiana, immolandola sull'altare di un'ospitalità che non siete in grado di dare, creando così solo degli inauditi mostri a migliaia di teste che si disperdono in una nazione spaventata e incapace di reagire. Io non voglio che nessuno si senta obbligato a fare ciò che faccio io ma  io non mi devo adeguare a nessuno a casa mia...voglio la mia cultura e le mie tradizioni...lo volete capire?????  Avete rotto il cazzo!!!! Datemi gli inciuci, quelli veri, fatti con arte, fatti per il bene comune e magari di pochi singoli, non ne posso più di questa rivoluzione ideologica fatta da persone che sono vecchie dentro che vanno in giro a mostrare il vessillo del riformismo e sono invece solo petulanti donnine in cerca di visibilità che poi si lamentano quando i criminali distruggono le nostre città. Ma lo volete capire?? La Rivoluzione non fa per noi, noi siamo solo pecore mandate al macello per una politica sbagliata e inefficiente che si dibatte stupita di essere guardata dal popolo con sorpresa e indifferenza. Una politica che non riesce a trovare il bandolo della matassa e allora continua imperterrita a rubare il sangue del suo stesso corpo, il popolo. Che schifo vedere i grillini sfllarsi lentamente ad uno ad uno per l'incapacità di rinunciare a tanti soldi. Che tristezza vedere i riformisti di un governo lercio e infido sfidare le vecchie concentrazioni di massoni e di papponi, salvo accorgersi poi che dopo le risse in tv eccoli tutti insieme a magnare  la carbonara da Gigetto il fognaro. Che pena vedere i miliardari e le miliardarie di governi che si succedono e che non riescono davvero a sapere cos'è un mutuo da pagare. Affanculo tutti questi ipocriti e viva il piacere di sentirsi vivi e compiuti in uno Stato che se non ti riconosceva come persona, lo faceva almeno come  numero. Questi invece ti umiliano e ti sacrificano sull'ipocrisia, sull'inettitudine, sulla brace di un servizio sporco , intimamente e spiritualmente sporco, così che tu abbia da sentire fino a quanto può essere falso un essere umano e l'esercizio delle sue doti politiche. Un Governo e una Società falsi, vestiti di giacca e cravatta ma senza mutande, senza onore, senza dignità che ci massacra spazzandoci via dai gradini di una chiesa nei quali ci eravamo accomodati in attesa delle nostre briciole, briciole che non arriveranno mai. Non so davvero da dove uscirne, avrei voglia di fuggire, di scappare e di trovare un posto dove la Dignità rialza gli occhi, guarda in faccia l'Ipocrisia e la Falsità e gli dice...voi avete fatto la Rivoluzione, io ho fatto la Controrivoluzione......SPARITE !!!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog