Blog
Un blog creato da gates_of_dawn il 30/10/2003

Check Point

travelling through inner and outer space..

 
 

ALI DI CARTA

 

Copertina del libro Il cimitero di praga

 Umberto Eco
Il cimitero di Praga


 

Copertina del libro Libertà di Jonathan Franzen

Jonathan Franzen
Freedom

 


 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

venere_privata.xcassetta2IlGrandeSonnodaunfiorewalter.bortolossirenato.gabaldoDifettoDiReciprocitaventodamareclementeambroil_fiume_di_susicarezzadellanimaannarita.martellaliberantegates_of_dawnaltrodanoi
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 
 

AREA PERSONALE

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

 

« Messaggio #263Messaggio #265 »

Post n°264 pubblicato il 07 Luglio 2006 da gates_of_dawn
Foto di gates_of_dawn






Sono andata a letto, non erano ancora le undici, con i libri della Kristof. Ho letto L'analfabeta, e poi non avevo ancora sonno, per niente, e ho letto anche Ieri.

Girata l'ultima pagina anche del secondo, e sono sveglia come prima. Niente alla televisione, non ho voglia di giocare.

Torno in camera e riaccendo il pc. E intanto penso che non ce n'è, quando mi entra in mente l'idea di fare qualcosa di altro, si trasferisce subito nella pancia, e i tipi lassù nel cranio (li immagino come uno sciame allarmato di omini in giacca e cravatta) possono sgolarsi fino all'afonia: io ho già deciso, senza neppure saperlo, dal primo momento. Infatti l'sms è partito.

Negli ultimi anni, anche io parto così.  Più che pensare al posto dove ho voglia di andare, cerco di sentirlo. Non me ne sono mai pentita, sono state sempre esperienze intense.
La mia privata agenzia di viaggi si è installata molto tempo fa nel seminterrato e ha assunto lì il suo personale, che naturalmente lavora in modo del tutto irregolare ma creativo.  Mi assomigliano molto di più degli ometti su nell'attico. Sono disordinati, confusionari, appassionati di mille cose, specialisti di niente.
E a volte non fanno nulla, stanno a guardare, lasciano che sia.  E va bene che accada quello che accade.

Mi è dispiaciuto che il Portogallo abbia perso :-) c'era qualcosa che assomigliava alla tenerezza nel desiderio che vincesse.
Anche questo arrivava da un angoletto del seminterrato. Nell'attico erano tutti lì ad allargare le braccia e scuotere la testa.

Un sorriso di buona notte
alle porte dell'alba.. 
:-)










 

   

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog