Creato da inmusicaweb il 26/02/2012

Disco-Grafica

il blog dedicato alle copertine musicali

 

« Beck "Sea Change" (2002)Mimmo Locasciulli "Into... »

Per Grazia Ricevuta "P.G.R." (2002)

Post n°16 pubblicato il 30 Marzo 2012 da inmusicaweb
 

PGR In questi tempi di frenesia tecnologica, non deve stupire che vi sia la possibilità di intervenire direttamente sulla custodia in plastica di un cd lavorando attraverso incisioni, rilievi o stampe. E’ il caso del disco di "esordio" dei Per Grazia Ricevuta (ex C.S.I.) che hanno affidato l’artwork del loro primo album a Michel Collet il quale ha stampato la grafica di copertina direttamente sulla custodia in plastica, eliminando il booklet cartaceo e inserendolo in maniera multimediale nel cd (rendendolo consultabile al computer). Il libretto virtuale segue una linea molto futuristica con immagini create in computergrafica e non sempre ispirate ai contenuti dei testi. L’inserimento della traccia-rom in un CD è divenuta una pratica molto in voga negli ultimi anni, solitamente sfruttata per proporre interviste e video-clip o note tecniche sull’album ... questa è un’ulteriore dimostrazione di come l’avvento del computer abbia rivoluzionato il prodotto musicale, non solo facilitandone la realizzazione grafica ma anche arricchendone i contenuti.

La grande diffusione poi dell’informatica ha reso il computer uno dei mezzi più sfruttati per la diffusione e la promozione di un disco o di una band! In internet infatti ogni gruppo ha un suo sito web e vista la facile accessibilità a questi servizi, anche un gruppo emergente o un semplice amatore può (aprendo un suo sito) promuoversi attraverso internet e ottenere una discreta visibilità: prova ne sono le tantissime web-zine disseminate nella rete, giornali di musica non acquistabili nelle edicole ma consultabili nel web che hanno la possibilità (a differenza dei loro colleghi cartacei) di proporre ogni mese le novità discografiche e permettere a un utente di leggere ogni qual volta vuole un vecchio numero o un vecchio articolo (da sottolineare inoltre, come queste web-zine siano consultabili gratuitamente). Molto recente è anche la nascita delle web-radio, vere stazioni radiofoniche che non comportano costi per una eventuale attivazione e che sfruttano le linee dell’etere per trasmettere i propri programmi. Anche questo servizio è di facile attivazione e sottolinea la possibilità (con internet) di poter fare/promuovere/trasmettere musica in maniera indipendente ... insomma la web-radio rappresenta una sorta di radio libera del nuovo millennio.

Il rapporto di internet con la musica è poi divenuto più saldo con la nascita di programmi peer to peer (p2p) come Napster, WinMX o E-mule. Questi programmi di scambio dati tra utenti di tutto il mondo, hanno prodotto due esiti molto diversi. Se infatti da un lato lo scambio e la diffusione di musica a livello mondiale ha prodotto una maggiore promozione e conoscenza delle diverse realtà musicali, dall’altro lato ha aumentato la diffusione della pirateria informatica, in quanto questi programmi permettono agli utenti di poter offrire e ricevere un intero disco evitandone quindi l’acquisto. I programmi p2p sono indicati come i maggiori responsabili della crisi discografica riscontrata negli ultimi tempi, crisi che ha prodotto un aumento considerevole del costo dei CD.

© Articolo di Andrea Buongiorno - è vietata la riproduzione senza consenso -

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

L'AUTORE DEL BLOG

L'autore del blog

 

FOTO IN COMPAGNIA

Fotografie in compagnia!

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

TAG

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

filorunrobertoangelinoanna_renda.arkendooorinterlele_lillaladypinkinmusicawebsteverednite79etelredarrdgl5ivio0lylagracemarco.kivdari87
 

ULTIMI COMMENTI

RSS (Really simple syndication) Feed Atom