Un blog creato da Dr.Sadix il 30/03/2006

Dr.Sadix Lab

Il piacere della scienza estrema

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Il ritorno di Mr.Masok

Blocco delllo scienziato

Post n°18 pubblicato il 27 Febbraio 2007 da Dr.Sadix
Foto di Dr.Sadix

Cari appassionati di scienza estrema, rieccomi qui sul mio blog dopo alcuni mesi di assenza. Praticamente è da ottobre che manco, ma si sa che il lavoro di uno scienziato è impegnativo e i risultati sono discontinui, l’ispirazione per qualche nuova scoperta può avvenire subito come può metterci diverso tempo.

Attualmente mi trovo in una condizione di blocco, chiamato anche “blocco dello scienziato”, periodo in cui si studiano e si sperimentano diverse cose, ma senza arrivare a delle conclusioni concrete. E’ una cosa molto frustrante per uno scienziato, ma per fortuna sono supportato da un ottimo assistente come Mr.Masok, con il quale ho potuto sfogarmi, aiutandomi a volte con bottiglie rotte, bastoni avvolti da filo spinato ed altri strumenti scientifici.

Ma andiamo per ordine. Come ho detto prima, manco su questo blog da fine ottobre, quando Mr.Masok era appena uscito dall’ospedale, in seguito a numerose fratture dovute ad un esperimento riuscito male (ma la colpa è stata sua perché quando l’avevo spinto giù da una scarpata, il suo compito era quello di volare e non l’ha fatto). E’ stato in convalescenza per tutto il mese di novembre, durante il quale facevo esperimenti sulla sua carta di credito e sul suo conto in banca, facendo 2 grosse scoperte:
- “ogni volta che si preleva, l’ammontare dei soldi depositati diminuisce”.
- “quando l’ammontare arriva a 0, non è più possibile fare prelievi”.

A dicembre Mr.Masok non aveva più la maggior parte delle ingessature, ma doveva camminare facendo uso delle stampelle. Vedendolo camminare così, mi venne una brillante ispirazione: corsi subito da lui e diedi dei calci alle stampelle, in modo che gli sfuggissero di mano. Una volta che si trovava senza stampelle, vidi il mio assistente strisciare a terra, quindi cercai di fargli uno sgambetto, ma senza riuscirci. Avevo appena trovato un corollario al famoso teorema dello sgambetto: “una persona che striscia non può essere sgambettata”.

A Natale, Mr.Masok è guarito completamente ed io ho voluto fargli un bel regalo. Siccome il mio assistente va matto per i fuochi d’artificio, ho messo su uno spettacolo pirotecnico solo per lui, ma non all’aperto, altrimenti ne avrebbero goduto anche altre persone che non c’entravano nulla. Questi fuochi d’artificio li ho piazzati in un ripostiglio di 2 metri per 2, in cui ci sono conservate bottiglie di alcol, acido solforico ed altre sostanze che avevamo usato per vecchi esperimenti e di cui dovevamo disfarcene. Ho chiuso Mr.Masok da solo nel ripostiglio e ha potuto godere questo spettacolo pirotecnico dedicato solo a lui (come potete ben notare in figura, in cui è rappresentato un triceratopo). E’ uscito dal ripostiglio con bruciature, tagli, corrosioni e sangue che gli colava dalle orecchie, ma non ha fatto alcun commento, probabilmente perché era troppo emozionato per l’esperienza indimenticabile che ha avuto.

Passa Natale e arriva capodanno. Volevo fargli lo stesso regalo per iniziare l’anno nuovo, ma invece dei fuochi d’artificio avrei usato i botti. Tuttavia ho optato per fargli fare una bella passeggiata a mezzanotte in punto, in un quartiere in cui abitano persone che lavorano per tutto l’anno e con i risparmi accumulati comprano i botti di capodanno. Dal mio balcone ho visto che il mio assistente ballava e saltellava felicemente tra i botti e ogni tanto anche io gliene tiravo qualcuno, specialmente dei razzi (comprati ad una bancarella sulla cui insegna c’era scritto “qui si vendono solo botti illegali”) che gli puntavo verso il volto.

Finiti i giorni di festa, si ritorna al lavoro e da qui comincia a farsi sentire il blocco dello scienziato. Ho fatto diversi esperimenti con il mio assistente, come quello di fargli sostituire una lampadina con le mani bagnate, farlo salire su una scala per poi segarne una parte e vedere se cade o no, scagliarlo contro una finestra di vetro per vedere se la rompe e se cade giù, ecc… i risultati sono interessanti e richiedono molto spazio per la loro trattazione, ma alla fine non è stata scoperta nessuna cosa nuova.

Ma io non demordo, continuerò a studiare e a fare esperimenti, sapendo che il mio assistente Mr.Masok sarà sempre al mio fianco. Non mi resta che salutare tutti gli appassionati di scienza estrema e dare appuntamento al prossimo esperimento.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

giovannifio_1977maxi1947BIRRINO982tommy39BariItaliaschicio1gnoseologoPirlaDiSaggezzasabimat80cp19bllizzz1ZAFIRA86toorresalottergspsicologiaforenseultimoni
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom