Un blog creato da Dr.Sadix il 30/03/2006

Dr.Sadix Lab

Il piacere della scienza estrema

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 
 
 
 
 
 
 

 

 

Vacanze pasquali

Post n°8 pubblicato il 10 Aprile 2006 da Dr.Sadix
 
Foto di Dr.Sadix

Io e il mio assistente Mr.Masok, volevamo comunicarvi che il nostro laboratorio chiuderà durante le feste di Pasqua.
A partire da domani, andrò in vacanza legando Mr.Masok per i piedi alla mia auto, in modo che possa fare degli studi riguardanti l'attrito dinamico (notate il tostapane in foto).

Auguro buone vacanze a tutti i lettori di questo blog altamente scientifico ed io e il mio assistente torneremo la prossima settimana per nuovi ed entusiasmanti esperimenti!

 
 
 

Esperimento No.0006

Post n°7 pubblicato il 07 Aprile 2006 da Dr.Sadix
 
Foto di Dr.Sadix

L'altro giorno, volendo fare delle verifiche sul teorema dello sgambetto, ne ho fatto uno al mio assistente Mr.Masok mentre scendeva le scale, con il risultato che l'ho visto rotolare giù battendo la testa a terra.

Questa verifica mi ha dato l'idea di fare esperimenti sulla forza di gravità. Come ben sapete, la forza di gravità è quella forza che attrae 2 corpi nello spazio e dipende dalla massa dei corpi stessi e dalla loro distanza. Detto così può confondere, ma ci chiariremo le idee attraverso questo esperimento.

Per svolgerlo, io e il mio assistente Mr.Masok, ci siamo recati sulla terrazza di un palazzo di 5 piani e abbiamo avuto bisogno di 2 vasi da fiori, un pallone di gomma, un computer portatile, 2 palle da bowling, un'incudine, una corda, una bottiglia di acido solforico, un coltello da lancio, un pollo arrosto preso in rosticceria.

Come prima prova, ho lanciato un vaso da fiori giù dalla terrazza e appena ha toccato il suolo si è frantumato in tanti pezzi. Ho fatto scendere Mr.Masok per andare a controllare e mentre era giù gli ho tirato l'altro vaso sulla testa per vedere se faceva la stessa cosa. Per cui:"facendo cadere un vaso da fiori da una certa altezza, si frantuma".

Dopo aver fatto salire 5 piani a Mr.Masok (avendo precedentemente sabotato l'ascensore), abbiamo iniziato la seconda prova. Ho preso il suo computer portatile appena comprato e l'ho lanciato giù dal terrazzo e ho notato un comportamento simile a quello del vaso, ma più attenuato, mentre il mio assistente ha cominciato ad urlare mettendosi le mani nei capelli. Risultato:"un computer portatile, lanciato da una certa altezza, si rompe, mentre il suo proprietario si dispera".

Come terza prova ho lanciato giù un pallone di gomma e subito dopo ho fatto scendere il mio assistente a riprenderlo per poi salire e portarmelo indietro, ripetendo la prova per ben 7 volte. Moltiplicando il numero dei gradini percorsi da Mr.Masok per il numero di lanci e dividendo per la tangente dell'angolo di rimbalzo del pallone ho ricavato che "un pallone di gomma, lanciato a terra dall'alto, rimbalza".

Come quarta prova ho voluto lanciare dal terrazzo una palla da bowling, per vedere se aveva lo stesso comportamento della palla di gomma, e ho potuto constatare che non rimbalza (nella foto potete notare una nave da crociera). Ho fatto scendere Mr.Masok a riprenderla, mentre dall'alto gli ho lanciato l'altra palla da bowling, colpendolo in piena testa e chiedendogli subito dopo quanto fa 2+2, ma mi sono reso conto che questo esperimento l'avevo già fatto. Risultato:"una palla da bowling, lanciata da una certa altezza, non rimbalza".

Una volta ripresosi il mio assistente, l'ho fatto risalire e abbiamo iniziato la quinta prova. Essa è consistita nel legare una corda alla caviglia di Mr.Masok e all'altra estremità ho legato un'incudine. Per questa prova è stato fondamentale per me mangiarmi il pollo arrosto preso in rosticceria. Subito dopo, ho lanciato l'incudine del terrazzo e ho notato che precipitando si è portata dietro il mio assistente, facendolo schiantare al suolo. Per cui:"un'incudine, legata ad una persona e fatta cadere da una certa altezza, fa cadere anche la persona alla quale è legata".

Nella sesta ed ultima prova, ho permesso al mio assistente di rimanere giù, dopo di che ho fatto precipitare un coltello affilato da lancio ed è caduto conficcandosi perfettamente nella spalla di Mr.Masok. Risultato:"un oggetto appuntito ed affilato, fatto cadere da una certa altezza, si infilza in un corpo più morbido".

Tirando le somme, ho potuto constatare che:"un oggetto, lasciato in sospeso da una certa altezza, cade".

Ero così contento di questa scoperta, che mi sono messo ad esultare con una bottiglia di acido solforico in mano. Appena me ne sono accorto, l'ho lanciata via e si è frantumata sul mio assistente, corrodendogli un po' di pelle.

Anche oggi avete imparato qualcosa di nuovo, l'appuntamento è al prossimo esperimento!

 
 
 

Esperimento No.0005

Post n°6 pubblicato il 04 Aprile 2006 da Dr.Sadix
 
Foto di Dr.Sadix

Qualche giorno fa, pensavo a come abbiamo trascorso il capodanno io e il mio assistente Mr.Masok: lui era per strada e io gli tiravo i botti vicino. Questo ricordo mi ha messo voglia di sperimentare qualcosa con dei piccoli esplosivi.

Per questo esperimento, io e Mr.Masok ci siamo serviti di una scatola di cerini, dei petardi, una bottiglia, della colla, un taccuino con una penna, un'auto, una villetta, un pitbull, un elastico, un panino, un coltello, della bresaola e delle scaglie di parmigiano.

Come prima prova, ho cosparso le mani di Mr.Masok, con della colla, dopo di che gli ho dato un petardo e gli ho detto di accenderlo e buttarlo via subito. Ho annotato sul taccuino ciò che è successo, ma non capisco perchè il mio assistente si sia fatto esplodere il petardo in mano.

Come seconda prova, ho messo un petardo in una bottiglia, che ho fatto reggere al mio assistente, e successivamente sono scappato via. Dopo l'esplosione, ho notato delle schegge di vetro conficcate nella fronte di Mr.Masok e ho annotato il tutto sul taccuino.

Successivamente, ho chiesto a Mr.Masok di riposarsi, mentre io andavo a fare la terza prova. Ho trovato un'auto parcheggiata lì davanti, ho aperto il serbatoio ed ho infilato lì dentro il petardo, per poi fuggire via. Subito dopo l'auto è esplosa e c'è voluto l'intervento dei pompieri, mentre Mr.Masok ha cominciato ad urlare in preda alla disperazione. Ho poi capito che si trattava della sua macchina nuova che doveva ancora finire di pagarla.

Ho annotato il tutto sul taccuino e ci siamo recati nella villetta del mio assistente. Lì abbiamo mangiato e ci siamo riposati, ma poi ho fatto iniziare la quarta prova all'insaputa di lui. Di nascosto, mi sono messo a giocare con i fornelli della sua cucina, aprendoli tutti. Dopo un po' che eravamo usciti, ho chiesto a Mr.Masok di tornare a controllare il gas (come potrete certamente notare nella foto che raffigura un ippopotamo). Appena è entrato, ho lanciato un petardo all'interno dalla finestra, dopo di che ho visto la villetta crollare. Alla fine ho annotato tutto sul taccuino.

Una volta trovato Mr.Masok in mezzo alle macerie, ho impiegato circa una mezz'ora a convincerlo di fare un'ultima prova, fondamentale per la teoria che poi avrei elaborato. Siamo andati in una villetta vicino e ho chiesto al mio assistente di scavalcare il recinto e di mettersi vicino al pitbull che in quel momento dormiva. Fatto questo, ho lanciato il petardo, che una volta esploso, ha svegliato il pitbull, il quale ha subito sbranato il mio assistente. Ho preso appunti di tutto questo ed ero quasi vicino ad elaborare qualcosa.

Mentre Mr.Masok giocava con il pitbull, ho estratto un coltello, ho tagliato il panino ed ho infilato la bresaola e le scaglie di parmigiano. Dopo aver ingurgitato il panino, mi si è accesa la lampadina e sono riuscito a formulare questa incredibile teoria:

"Un petardo, una volta acceso, esplode"

Per festeggiare la grande scoperta, ho preso l'elastico e ho datto delle schioppettate nell'occhio di Mr.Masok, che era appena riuscito a liberarsi dalle grinfie del pitbull.

Arrivederci al prossimo esperimento!


modifica dell'ultima ora
Grazie ad una ricercatrice che ha commentato questa teoria, ho deciso di rielaborarla in questo modo:
"un petardo, una volta acceso e non immerso in acqua, esplode"

 
 
 

Esperimento No.0004

Post n°5 pubblicato il 01 Aprile 2006 da Dr.Sadix
 
Foto di Dr.Sadix

Oggi riflettevo su una famosa legge della fisica:"Se un corpo viene immerso in un liquido, ne esce bagnato". Allora ho deciso di fare delle prove di laboratorio, con il mio assistente Mr.Masok, per provare a vedere se ci sono delle varianti.

Per questo esperimento, abbiamo avuto bisogno di una grossa vasca riempita d'acqua, una fetta di torta, un libro, un cellulare, un'incudine, un asciugacapelli, un'ampolla con dei pesciolini, un gameboy e una saponetta.

Siccome i fondi del laboratorio sono un po' limitati, non ci siamo potuti permettere una vasca trasparente, per cui ho avuto bisogno di una persona che controllasse le cose dall'interno. Ovviamente la persona è il mio assistente Mr.Masok, che ho fatto immergere nell'acqua gelata, subito dopo aver fatto un abbondante pranzo. Una volta passatagli la congestione, abbiamo iniziato a sperimentare.

Come prima prova ho immerso in acqua una fetta di torta e il mio assistente ha riportato che essa si è dispersa in tante parti, per cui:"un pezzo di torta immerso in un liquido, si disperde e diventa immangiabile".

Nella seconda prova, ho immerso un libro in acqua e il mio assistente Mr.Masok ha detto che si è tutto inzuppato e non si può più leggere, per cui:"un libro immerso in un liquido, si inzuppa e diventa illeggibile".

Per la terza prova mi sono servito del nuovo cellulare di Mr.Masok, costatogli più di 600 euro. L'ho immerso in acqua e il mio assistente mi ha detto:"li mortacci tua, devo ancora finirlo di pagare quel cellulare!". Da questo:"un cellulare nuovo immerso in un liquido, smette di funzionare e fa imprecare il proprietario".

Nella quarta prova, ho lanciato un'incudine nella vasca, ma Mr.Masok inizialmente non ha riportato nulla. Per cui ho fatto una partita al GameBoy, riuscendo a catturare tutti i pokemon. A fine partita è riemerso Mr.Masok, che giaceva sul fondo schiacciato dall'incudine (e infatti nella foto di lato potete notare Ridge di Beautiful). Da questo ricaviamo che "un'incudine, immersa in un liquido, rimane sul fondo".

Come quinta prova, ho rovesciato il contenuto di un'ampolla di pesciolini nella vasca. solo dopo mi sono accorto che quei pesciolini erano dei piranha. Mr.Masok non mi ha riportato nulla, ma si agitava parecchio, per cui "dei piranha immersi in un liquido si procurano del cibo".

Come sesta prova, ho attaccato un asciugacapelli alla presa elettrica e l'ho buttato nella vasca. Mr.Masok non ha riportato nulla ma aveva degli spasmi, mentre i piranha hanno smesso di muoversi e sono rimasti fermi sulla superficie dell'acqua. Da questo:"un asciugacapelli attaccato alla presa, immerso in un liquido, conduce elettricità".

Terminate le prove, ho posizionato una saponetta sul pavimento e ho fatto uscire Mr.Masok dalla vasca. Subito dopo, il mio assistente, ha messo il piede sulla saponetta ed è scivolato all'indietro battendo la testa a terra.

In futuro ripeteremo questi esperimenti usando altri liquidi, come benzina e acido solforico.

L'appuntamento è al prossimo esperimento!

 
 
 

Esperimento No.0003

Post n°4 pubblicato il 31 Marzo 2006 da Dr.Sadix
 
Foto di Dr.Sadix

Una delle tante domande che si è posto l'uomo nel corso degli anni è:"E' possibile dimenticare temporaneamente qualcosa che ho imparato senza far uso di droghe o di alcol?"

Io e il mio assistente, Mr.Masok, abbiamo provato a dare una risposta a questa domanda, con un esperimento.

Per questo esperimento ci siamo serviti di qualche grammo di maijuana, una bottiglia di whisky, un martello, un ferro da stiro, 2 piatti di spaghetti alla carbonara.

Prima dell'esperimento, ho insegnato a Mr.Masok che 2+2 fa 4. Poi, ad intervalli irregolari di tempo gli chiedevo:"quanto fa 2+2?" e lui rispondeva 4, per cui eravamo pronti per iniziare.

Per prima cosa, ho fatto bere a Mr.Masok, tutto il contenuto della bottiglia di whisky, ma prima di fare ciò gli ho chiesto "2+2" e mi ha saputo rispondere. Dopo aver bevuto tutta la bottiglia, ho preso il martello e ho dato un colpo ben assestato sul fegato di Mr.Masok, per evitare che si gonfiasse (so bene i danni che fa l'alcol al fegato). Subito dopo gli ho chiesto di nuovo quanto fa 2+2 e il mio assistente ha cominciato a dire cose senza un senso logico, come il suo codice del bancomat, che io ho memorizzato a fini scientifici. Subito dopo ha vomitato.

Nella seconda parte dell'esperimento, io e Mr.Masok ci siamo recati in un parco frequentato da simpatici tossici e spacciatori. Ho mandato Mr.Masok a comprare della marijuana (come potete vedere nella foto, una mongolfiera), ma sbadatamente non gli ho dato i soldi e quindi gli ho detto di prendere la roba e scappare. Mentre correva, gli ho messo lo sgambetto e subito dopo gli spacciatori lo hanno riempito di botte, ma tutto si è risolto perchè ho pagato io. Tornati in laboratorio, ho prima chiesto 2+2 al mio assistente che mi ha saputo rispondere. Subito dopo, gli ho fatto fumare una serie di canne e gli ho rifatto la domanda. Non mi ha saputo rispondere, fissava il vuoto e dopo aver capito la domanda ha cominciato a ridere a crepapelle.

Con le prime 2 prove, ho verificato che alcol e droga fanno dimenticare temporaneamente delle informazioni.

Il giorno successivo, io e il mio assistente, abbiamo fatto una terza prova. Ho fatto scendere Mr.Masok davanti al portone del laboratorio, mentre io mi trovavo al quarto piano. Mi ha citofonato e io gli ho chiesto quanto fa 2+2, e mi ha saputo rispondere. Subito dopo, ho fatto cadere un ferro da stiro dal quarto piano, colpendo il mio assistente in pieno sulla testa. Sono sceso al pian terreno e ho chiesto a Mr.Masok, che giaceva a terra privo di sensi, quanto fa 2+2, ma non ho ricevuto risposta. Quindi l'esperimento è riuscito!

Per festeggiare l'esito positivo di questo esperimento, ho invitato il mio assistente su da me a mangiare un piatto di spaghetti alla carbonara, ma lui ha preferito rimanere lì a terra senza dire parola, per cui ho dovuto mangiare anche la sua porzione.


Anche oggi avete imparato qualcosa di nuovo, per cui vi dò appuntamento al prossimo esperimento!

 
 
 

Esperimento No.0002

Post n°3 pubblicato il 30 Marzo 2006 da Dr.Sadix
 
Foto di Dr.Sadix

L'altra settimana, io e il mio assistente, Mr.Masok, eravamo in giro a fare esperimenti e siamo riusciti ad elaborare il seguente teorema:

Teorema dello sgambetto
"Se fai lo sgambetto ad una persona in corsa, probabilmente cadrà, se lo fai ad un'auto in corsa, probabilmente ti romperai una gamba"

La dimostrazione non la riporto qui perchè ci vorrebbero pagine e pagine di calcoli complessi e richiami su leggi della fisica, formule chimiche e a teoremi su algebra e geometria.

Però posso raccontare l'esperimento,in cui ho avuto bisogno del mio assistente Mr.Masok,una cordicella, un' auto rubata, un cellulare e una moneta da 1 euro.

Ho legato le mani di Mr.Masok dietro la schiena con la cordicella e gli ho chiesto di correre più veloce che potesse. Appena è arrivato nelle mie vicinanze, gli ho fatto lo sgambetto e non potendo mettere le mani avanti perchè legate dietro, ha fatto un volo battendo la testa a terra.

Una volta ripresosi, ho chiesto a Mr.Masok di fare lui lo sgambettatore, nel frattempo sono andato a rubare una macchina (come si può vedere nella foto di fianco, la torre di Pisa). Ho messo in moto l'auto e mentre il mio assistente mi aspettava pronto per lo sgambetto, gli ho schiacciato la gamba a circa 110 km/h, sentendo un certo "crack!"

L'esperimento era riuscito ed ero sceso dalla macchina per congratularmi con Mr.Masok, ma lui era a terra che urlava, per cui ho preso il cellulare e mi sono scaricato una suoneria per coprire le sue grida e subito dopo ho usato la moneta da un euro per comprarmi un cono gelato ai gusti di nocciola e stracciatella.

Al prossimo esperimento!

 
 
 

Esperimento No.0001

Post n°2 pubblicato il 30 Marzo 2006 da Dr.Sadix
 
Foto di Dr.Sadix

In questo primo esperimento, avremo bisogno di un televisore, un telecomando, una presa di corrente, 2 fette di pan carrè, una sottiletta, alcune fette di salame, un bicchiere d'acqua, una trombetta di carnevale.

Per prima cosa, ho voluto accertarmi che la presa di corrente funzioni. Per fare ciò, ho avuto bisogno dell'assistente Masok, al quale ho chiesto di smontare la presa e mettere le mani dentro per vedere se prendeva la scossa. Ho quindi constatato che la presa funziona.

Successivamente, ho collegato il televisore alla presa di corrente. Fatto questo, ho constatato che non succede nulla.

L'operazione successiva è stata quella di premere il pulsante power e ho potuto così verificare che si accende il led rosso dello standby.
Premendo di nuovo il pulsante, il led si spegne.
Ripetendo l'operazione per 21 volte, ho avuto conferma di questa tesi.
Togliendo la spina del televisore dalla presa, il led rimane spento anche premendo il tasto power del televisore

Andando avanti con l'esperimento, ho avuto bisogno del telecomando. Pigiando su un qualsiasi tasto di esso, il led del televisore si spegne e si riaccende in un breve lasso di tempo. Se invece spengo il televisore dal pulsante power (notare la foto dello scoiattolo di lato), non succede nulla qualsiasi sia il tasto del telecomando pigiato.

Adesso entrano in gioco il pan carrè, la sottiletta e le fette di salame. Accenedendo il televisore dal tasto power, compare il led. Ora bisogna inserire tra le 2 fette di pan carrè, la sottiletta e il salame. Noterete con stupore che, mangiando il pan carrè con sottiletta e salame, il led rimane fisso!!!!1!

Come ultima cosa, ho chiesto all'assistente Masok di versare il bicchiere d'acqua sul televisore acceso, compariranno fumo e scintille e il led misteriosamente si spegnerà per non riaccendersi più.
Infine ho verificato che il suono della trombetta di carnevale, non interferisce con il funzionamento del televisore.

Ci rivedremo al prossimo esperimento!

 
 
 

Dr.Sadix Lab

Post n°1 pubblicato il 30 Marzo 2006 da Dr.Sadix
 
Foto di Dr.Sadix

Ho appena creato questo blog, che conterrà le mie grandi scoperte e i miei fantastici esperimenti.

Appena posso, comincerò a scrivere qualcosa.

Per ora accontentatevi dell'immagine di una sedia, anche se non c'entra nulla con ciò che ho detto.

 
 
 
« Precedenti
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

giovannifio_1977maxi1947BIRRINO982tommy39BariItaliaschicio1gnoseologoPirlaDiSaggezzasabimat80cp19bllizzz1ZAFIRA86toorresalottergspsicologiaforenseultimoni
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom