Creato da ArtAsia il 25/10/2008

DTUP

Laboratorio grafico

 

BUON NATALE A TUTTI GLI SCOMPARSI DI QUESTO BLOG

Post n°285 pubblicato il 09 Dicembre 2012 da Irisblu55

 
 
 

Rose per tè

Post n°284 pubblicato il 15 Ottobre 2012 da Irisblu55

Flower Image 
Prima di venire portami tre rose rosse
 (Alda Merini)
 
Prima di venire
Portami tre rose rosse
Prima di venire
Portami un grosso ditale
Perché devo ricucirmi il cuore
E portami una lunga pazienza
Grande come un telo d’amore
Prima di venire
Dai un calcio al muro di fronte
Perché li dentro c’è la spia
Che ha guardato in faccia il mio amore
Prima di venire
Socchiudi piano la porta
E se io sto piangendo
Chiama i violini migliori
Prima di venire
Dimmi che sei già andato via
Perché io mi spaventerei
E prima di andare via
Smetti di salutarmi
Perché a lungo io non vivrei

 
 
 

SERENA SERATA

Post n°283 pubblicato il 30 Novembre 2011 da Irisblu55

 

 
 
la nostra vita è un viaggio ininterrotto
dalla nascita fino alla morte.
Il paesaggio muta, le persone cambiano,
i bisogni si trasformano, ma il treno prosegue.
La vita è il treno – non la stazione ferroviaria.
L’ALEPH * PAULO COELHO – IST
 
 
 

LA VACANZA

Post n°282 pubblicato il 27 Luglio 2011 da Irisblu55

 

 
Mi attende il mare mi scioglierò in esso
sono onda ,acqua è la mia natura
Rinfrancherò la stanca mente
lambirò dolcemente la battigia
senza violare il castello dorato dei sogni
costruiti da un cuore bambino
Cavalcherò un delfino per ritrovare
lo spirito dell'allegria
offrirò cibo al gabbiano stanco.
Se all'orizzonte la nave pirata del dolore è
della tristezza, farà rotta, invaderò il mio
 quieto mare,ordinerò ai venti
la tempesta per farala
miseramente naufragare.
E alla fine della vacanza
raccoglierò una bianca conchiglia
mi servirò quando nostralgia m'assale
a ricordarmi che sono onda
figlia del mare.
 
(Citarei Loretta)
 

 
 
 

LA NOSTRA META

Post n°281 pubblicato il 04 Giugno 2011 da Irisblu55

 
 
La nostra meta non è di trasformarci l'un l'altro...
ma di conoscerci l'un l'altro e d'imparar a vedere e a rispettare nell'altro
ciò che egli è: il nostro opposto e il nostro completamento.
Hermann Hesse
**********************************************
Buon fine settimana a tutti

 
 
 

NON ABBATTERTI MAI.........

Post n°280 pubblicato il 21 Maggio 2011 da Irisblu55

 

Un giorno, un uomo non vedente stava seduto

sui gradini di un edificio con un cappello ai
 suoi piedi ed un cartello recante la scritta:

“Sono cieco, aiutatemi per favore”.

Un pubblicitario che passeggiava lì vicino

 si fermò e notò che

 aveva solo pochi centesimi nel suo cappello.

Si chinò e versò altre monete.

Poi, senza chiedere il permesso dell’uomo,

 prese il cartello, lo girò e

scrisse un’altra frase.

Quello stesso pomeriggio il pubblicitario

 tornò dal non vedente e notò

che il suo cappello era pieno di monete e

 banconote.

Il non vedente riconobbe il passo dell’uomo e

chiese se non fosse

stato lui ad aver riscritto il suo cartello e cosa

avesse scritto.Il pubblicitario rispose:

“Niente che non fosse vero. Ho solo riscritto il

tuo in maniera diversa”.

Sorrise e andò via.

Il non vedente non seppe mai che ora sul suo

 cartello c’era scritto:

“Oggi è primavera…ed io non la posso vedere.”

MORALE:

Cambia la tua strategia quando le cose non

vanno bene e vedrai che sarà per il meglio.

Abbi fede: ogni cambiamento è il meglio

per la nostra vita

 
 
 

La felicità

Post n°279 pubblicato il 11 Maggio 2011 da Irisblu55

 

BIMBICART-1.jpg
 
Qual è l’opinione comune sulla felicità? Possiamo
 sintetizzarla così:
 «La felicità è un mito, una leggenda: tutti ne parlano ma
 pochi l’hanno  davvero conosciuta, e pochissimi sono
 così fortunati da assaporarla a lungo…».
 In pratica si pensa che la felicità sia un fattore
 esterno a noi, che debba essere ricercata ma che
 raramente questa caccia vada a buon fine.
 E se fosse tutto sbagliato? Proviamo a pensare
che la felicità non sia un premio o un trofeo da
 conquistare o meritare. Gli studi scientifici dimostrano
 che il  nostro cervello è programmato per produrla
continuamente. In ogni istante, infatti, mentre noi
 rincorriamo pensieri, progetti, obiettivi, il cervello sta
“felicitando”, ossia si sta predisponendo a  creare una
condizione di pienezza e di soddisfazione, che non dipende
  dalle circostanze esterne e non ha “scadenza” temporale.
 Il cervello tende all’equilibrio mantenendo
 sempre attive le centraline del piacere e
 della gratificazione,
 secernendo endorfine e neuro-trasmettitori,
in particolare la serotonina,
responsabile di uno  stato di benessere e felicità.
(continua)

 
 
 

BUONA PASQUA CON UNA BREVE RIFLESSIONE

Post n°278 pubblicato il 23 Aprile 2011 da Irisblu55

 
Troppo spesso togliamo tempo ai nostri amici
 per dedicarlo ai nostri nemici. 
Con una piccola riflessione potremmo invertire
 questo gioco
cioè non pensare più ai nemici ed occuparci finalmente
degli amici, è delle persone che ci amano 
potrebbe sembrare troppo facile in realtà,
non solo è molto più gratificante ma intelligente,
 perchè anche nel regno animale chi si adegua
 porta avanti la sue specie chi invece
 resta fermo sulle sue idee si estingue
Ciao felice Pasqua è tanta serenità
nel cuore a tutti 

 
 
 

La regina delle rose

Post n°277 pubblicato il 19 Aprile 2011 da Irisblu55

 

La Regina delle rose

La Regina delle rose viveva un tempo in un giardino segreto.

 Elegante e profumata, la sovrana aveva tutte le caratteristiche

 piu' belle dei fiori dai quali prendeva il nome. Viveva su una

 collina circondata da un roseto ricco e in perenne fioritura.

 Tutti gli abitanti del luogo le volevano bene e le riconoscevano

 molta saggezza. Le chiedevano consigli e la invitavano alle feste,

 dai matrimoni ai party di compleanno. La sua vita scorreva

tranquilla, si godeva le belle giornate e stava al sole quando

 non scottava troppo, per non sciupare la pelle perfetta.

 Non aveva mai sentito il bisogno di uscire dal suo giardino

 incantato, perche' li' c'era tutto quello che la faceva felice.

 Oggi, ormai anziana, e' sempre stupenda e ricorda con orrore

 l'anno nel quale si innamoro'. Il suo cuore puro di fiore

 fu catturato dalla bellezza di un giovane suddito.

 Lui andava a trovarla tutti i giorni, insime parlavano e

 sognavno il futuro. Un giorno il ragazzo le disse che

avrebbe voluto sposarla, ma non poteva presentarla agli amici.

 Lei era troppo bella,troppo perfetta, diversa da tutti.

 "Dovrai cambiare" disse il giovane, "e adattarti a noi".

 "Se cercherai di essere meno buona e gentile, meno solare e

 vivace, gli altri non mi faranno notare quanto siamo diversi".

 La Regina delle rose fu molto colpita e non riusciva a spiegarsi

 come poteva essere una buona cosa, diventare meno gentile e

 bella. Un giorno chiamo il suo innamorato e gli disse

 "Se tu mi ami, devi avere il coraggio di accettare tutto

 quello che sono. E se sono diversa dai tuoi amici,forse

loro mi apprezzeranno per questo. Altrimenti non vale la

 pena di conoscerli. Non cambiero' per te, non rinneghero

' quello che sono". Da allora i due non si sono mai piu'

 visti e la sovrana e' contenta di non aver accettato di

 diventare qualcun altro pur di essere accettata.

 

 

 

 
 
 

HAPPY EASTER

Post n°276 pubblicato il 15 Aprile 2011 da Irisblu55

 

 
Che la colomba pasquale, simbolo della pace, volata da Noè
 con il ramoscello d'Ulivo nel becco voli per sempre
 nei nostri cuori per darci pace e serenità.
Auguri di una buona Pasqua.

 
 
 

Buon inizio di settimana

Post n°275 pubblicato il 21 Febbraio 2011 da Irisblu55

 
 
 

AUTUNNO IN POESIA

Post n°274 pubblicato il 29 Settembre 2010 da Irisblu55

 
 
AUTKEV.jpg picture by iris-blu 

In questa notte d’autunno
sono pieno delle tue parole
parole eterne come il tempo
come la materia
parole pesanti come la mano
scintillanti come le stelle.
Dalla tua testa dalla tua carne
dal tuo cuore
mi sono giunte le tue parole
le tue parole cariche di te
le tue parole, madre
le tue parole, amore
le tue parole, amica
Erano tristi, amare
erano allegre, piene di speranza
erano coraggiose, eroiche
le tue parole
erano uomini.
Nazim  Hikmet
 

 
 
 

PER UN CUORE PIU' SERENO

Post n°273 pubblicato il 17 Settembre 2010 da Irisblu55
 

 
 
Nella preghiera è meglio avere un cuore
senza parole che parole
 senza cuore.
(Gandhi).
Nessun uomo è così cattivo da non
 poter essere salvato
a Dio però spetta l'ultima parola

In una volta sola, la maldicenza
colpisce 3 persone:
chi la fa, chi la subisce e chi l’ascolta.
(L. Boudaloue).
============
Mi è successo a volte di sentirmi
 in colpa proprio per questo motivo
è difficile scappare quando
 si sentono maldicenze è chiaro
che in queste circostanze c'è un
diavoletto che ci mette lo zampino
altrimenti noi per nostra iniziativa 
non vorremmo mai far parte
può accadere di aver sofferto 
la stessa cosa di cui ha sofferto
 l'interlocutore ed ecco che allora 
si innesca il meccanismo di
sentirsi capiti nello stesso
 avvenimento 
per cui cerchiamo di non sentirci in colpa
ma cercare comunque di evitarlo
ciao buon fine settimana
con tanto affetto
 

 
 
 

BUONA PASQUA

Post n°272 pubblicato il 01 Aprile 2010 da Irisblu55
 
Tag: PASQUA

Enviado: 01/04/2010 16:27
 
Il Signore Risorto dia luce ai nostri passi e
sostegno nel difficile cammino della vita,
 con l'augurio che possiate trascorrere una felice e
 gioiosa Pasqua
vi abbraccio con tanto affetto 
Iris

 
 
 

Gesù"ebbe fame"

Post n°271 pubblicato il 25 Febbraio 2010 da Irisblu55

 
Gesù “ebbe fame”. Anche noi abbiamo fame.
 Dover scegliere continuamente o di qua o di là,
 dover decidere se ascoltare questo o l’altro
 se continuare o
 cambiare strada, mette “fame”,
provoca inquietudine,
 incertezza, insoddisfazione, insicurezza.
E nel momento della fame il tentatore si fa sotto:
“Scegli il pane che puoi mettere sotto i denti
quello che ti
riempie lo stomaco, che puoi toccare
 pesare, misurare,
 comperare, monetizzare”.
 La proposta è seducente
 logica, maggioritaria. L’alternativa:
 “non di solo pane vivrà l’uomo”,
 cioè “tutto quello che è vero, nobile, giusto, puro,
amabile, onorato, quello che è virtù e merita lode”,
non dà sicurezze, non aumenta il conto in banca,
 non assicura la carriera, è difficile e controcorrente.
  Gesù sceglie il “controcorrente”. E noi?
Siamo in Quaresima, qualche piccola riflessione
non potrà che aiutarci ad affrontare la Pasqua
con un cuore nuovo, puro.
ciao buon pomeriggio da Iris
 

 

 

 
 
 

Gli uomini che misero sottosopra il mondo

Post n°270 pubblicato il 30 Gennaio 2010 da Irisblu55
 

Come 

Paolo di Tarso vuol far comprendere in

 modo pratico  come Dio agisce nei confronti

dell’uomo che pensa di poter raggiungerlo

 attraverso la sapienza  umana o la forza

umana Quindi lui dice : “ Dal momento che

nella vostra chiesa  non ci sono molti sapienti o

nobili e potenti, che  avrebbero potuto

accampare qualche pretesa, questo testimonia

 che è stato Dio a scegliervi, sulla base del

Suo proponimento.  Lui ha scelto coloro che

sono “pazzi” per il “mondo”, per svergognare

coloro che si reputano “sapienti”.  

Una dimostrazione, a sostegno della scelta

che Dio compie  per dimostrare la sua

superiorità  sulla sapienza e potenza umana, è

sicuramente la scelta dei dodici discepoli.

 Chi dall’esterno guardava i dodici discepoli

 forse pensava dentro sè 

 “Questo gruppo sgangherato di pescatori e

 “popolani senza istruzione”

 si scioglierà presto, non arriveranno

da nessuna parte.  Ne sono sorti altri di gruppi

 così e che avrebbero voluto lasciare un

impronta, ma sono finiti presto.” In effetti,

  valutando il gruppo dei dodici sotto

 l’aspetto umano, ci sarebbe stato poco da sperare.

  Abbiamo diversi esempi nei vangeli,

della loro  immaturità, quando per esempio,

 litigano per stabilire chi  fosse il maggiore

 di loro, quando non capiscono  certe affermazioni

 del Signore, quando parlano a sproposito come 

nel caso di Pietro durante la trasfigurazione

  oppure quando chiedono a Gesù di

radere al suolo un villaggio di Samaritani

 perché non volevano ospitare Gesù.

 Erano spesso condotti dai loro sentimenti

  che a volte era su alte vette, altre ancora

giù fino a terra.  Tuttavia chi formulava

 dei pensieri negativi sui discepoli

 basandosi su ciò che si poteva vedere

 esteriormente, sbagliava e  

gli eventi successivi alla morte e

 resurrezione del  Signore dimostrarono

        in modo sorprendente il contrario. 

Gli aspetti negativi dellinstabilità è

dell'immaturità dei discepoli sono ben

rappresentati in Pietro

              uomo senza istruzione, impetuoso come un 

  fiume in piena, in alcune occasioni deludente,

 ma dopo

  l’intervento dello Spirito Santo a Pentecoste, è

 trasformato in uomo coraggioso

umile, pieno di ardore di conoscenza e di potenza

Abbiamo un’immagine di Pietro in presenza degli

 anziani e  rettori del popolo, che  

prende la Parola e difendeva la causa di Cristo,

 meravigliando il suo uditorio, che certo conosceva

la sua predicazione un po’ rozza e

quindi definiva gli apostoli dei

"popolani senza istruzione"

ma riconosce anche che questo gruppo di uomini

“erano stati con Gesù"

Questo piccolo gruppo di uomini mise

 sottosopra il mondo

Ciao buona domenica 

 
 
 

BUONA SERATA A TUTTI ANCHE AGLI SCONOSCIUTI

Post n°269 pubblicato il 25 Gennaio 2010 da Irisblu55
 

 
 
 

CI SONO DONNE......

Post n°268 pubblicato il 16 Ottobre 2009 da Irisblu55
 

  Ci sono donne
Che non devono
Essere dimenticate
Chi sa in quante poesie
le abbiamo sognate
chi sa quante volte
abbiamo desiderato amarle
curarle come orchidee
per poi ammirare
il loro splendore
scoprire qualche loro virtù
che rare volte apprezziamo
e non dimentichiamo più
senza mai aver  chiesto scusa
per tutte le volte
che ci hanno dormito accanto è
per tutte le volte
che non ce ne siamo neppur 

 resi conto

(Edo Canale)

Ciao amici  felice fine settimana

 con tanto affetto

by Iris

 

 
 
 

TRA UN UOMO ED UNA DONNA

Post n°267 pubblicato il 03 Ottobre 2009 da Irisblu55
 

 

Una donna può stringere legami di amicizia con un uomo

 ma per mantenerla, è forse necessario il

 concorso d’una leggera avversione fisica.
(Friedrich Nietzsche)

BUONA E' SERENA DOMENICA

 

 
 
 

La percezione d'un sorriso

Post n°266 pubblicato il 11 Settembre 2009 da Irisblu55

 

La nostra capacità di riconoscere qualsiasi oggetto

fallisce dopo se si dispone di meno di mezzo secondo.

 Per gli oggetti geometrici, se si ha a disposizione

 meno d’un cinquantesimo di secondo.

Ma la percezione d’un sorriso rimarrà in noi

dopo che è balenato per

non più d’un millesimo di secondo, tanto è

sensibile la nostra mente alla vista del volto umano.

(Richard Bach)

Forse ci rimane impresso anche per

 la gratificazione che se ne riceve

ciao

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: ArtAsia
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 12
Prov: RM
 

FACEBOOK

 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 

ISCRIVITI AL LABORATORIO

benner graphiclab

 

ULTIMI COMMENTI

grazzie
Inviato da: doudou
il 28/01/2014 alle 09:24
 
grazie
Inviato da: alberto
il 28/01/2014 alle 09:23
 
grazie
Inviato da: tina
il 28/01/2014 alle 09:23
 
grazie
Inviato da: mickael
il 28/01/2014 alle 09:22
 
grazie
Inviato da: giga
il 28/01/2014 alle 09:22
 
 

 

1° RADUNO DTUP

Grafica di Anyol

 

CLICCABILI

Citazioni nei Blog Amici: 10
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom