Creato da piccolababy3 il 30/12/2008

Gesù Guarisce Ancora

Antonella

 

 

« Le tavole dei 10 comandamentiA TUTTI VOGLIO DIRE CHE ... »

...GUARDATE...L'AMORE DI GESU'...

Post n°12 pubblicato il 28 Aprile 2009 da piccolababy3

                              

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/evangelizzazione/trackback.php?msg=6971834

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
simone_dg
simone_dg il 22/05/09 alle 17:33 via WEB
CIAO ANTONELLA QUESTI VIDEO CHE HAI MESSO, IL REGISTA E MEL GIBSON, LUI è UN PROTESTANTE, QUINDI ANCHE LUI CHE NON SEGUE LA CHIESA CATTOLICA E DI SATANA, DEDUCO
 
 
piccolababy3
piccolababy3 il 07/06/09 alle 14:54 via WEB
IN OGNI UOMO C'E' ISCRITTA LA LEGGEDELL'AMORE...IL PAPA HA DETTO OGGI CHE L'AMOR E' ISCRITTO NEL NOSTRO GENOMA E IN TUTTO IL CREATO. SATANA ENTRA NELL'UOMO QUINDI OGNI VOLTA CHE L'UOMO SI DISCOSTA DALL'AMORE. ED IO AGGIUNGO: "IL VERO AMORE LO POSSIAMO DARE E RICEVERE SOLO SE CI NUTRIAMO DI CRISTO"...TUTTE LE ALTRE STRADE POSSONO ANCHE PORTARE A DIO...NON LO ESCLUDO, MA SONO PIù LUNGHE ED IMPERVIE..L'AUTOSTRADA E' LA CHIESA!" CON AFFETTO, ANTONELLA
 
   
piccolababy3
piccolababy3 il 07/06/09 alle 15:25 via WEB
P.S. E AGGIUNGO: L'AUTOSTRADA è LA CHIESA CATTOLICA CON A CAPO BENEDETTO XVI, SUCCESSORE DI PIETRO, PERCHE' DIO LA CHIESA L'HA VOLUTA COSI'. E' STATO GESU' CHE PER PRIMO HA OBBEDITO ALLA CHIESA DEL SUO TEMPO E DOPO LA SUA MORTE L'HA RICONFERMATA CON A CAPO UN PASTORE UMANO, PIETRO! E GESU' POI HA AGGIUNTO CHE, SOLO AI SACERDOTI E' DATO IL POTERE DI RIMETTERE I PECCATI("..A CHI RIMETTERETE I PECCATI SARANNO RIMESSI, A CHI NON LI RIMETTERETE RESTERANNO NON RIMESSI"). RIGUARDO LA SANTA COMUNIONE POI, GESù DICE CHE CHI MANGIA LA SUA CARNE E BEVE IL SUO SANGUE INDEGNAMENTE MANGIA E BEVE LA SUA CONDANNA ETERNAMENTE...CHI NON HA CONOSCIUTO IL SIGNORE SARà PERDONATO DI NON AVER POTUTO MANGIARE E BERE IL SUO SANGUE..MA CHI LO HA CONOSCIUTO E CONVERTITO AD UN'ALTRA RELIGIONE DOVRà DAR CONTO...TUTTO DIO PERDONA MA C'è SOLO UN PECCATO CHE NON SARà PERDONATO...QUELLO CONTRO LO SPIRITO SANTO! SE LO SPIITO SANTO PARLA ED UNO SI OSTINA A RIFIUTARLO è LUI STESSO CHE SI ALLONTANA VOLONTARIAMENTE DALL'AMORE DI DIO.. CON IMMINSO AFFETTO, ANTONELLA
 
     
simone_dg
simone_dg il 10/06/09 alle 17:32 via WEB
CIAO ANTONELLA TI RISPONDO DICENDOTI CHE LA NATURA CARNALE CHE CI ALLONTANA DA DIO, SATANA AL MASSIMO PUO CONTRIBUIRE. LA NATURA CARNALE L'ABBIAMO EREDITATA DA ADAMO!! QUANDO ACCETTIAMO IL SIGNORE GESU' NELLA NOSTRA VITA, E RICONOSCIAMO CHE SENZA DI LUI NON POSSIAMO ANDARE AVANTI, E APRIAMO IL NOSTRO CUORE ECCO CHE LUI VIENE E CENA CON NOI, E CAMBIA IL NOSTRO CUORE DI PIETRA IN UN CUORE DI CARNE. LA NOSTRA NATURA CARNALE ECCO CHE VIENE MESSA IN CROCE E UNA NUOVA NATURA CI VIENE DATA QUELLA SPIRITUALE. IL NOSTRO IO VIENE CROCIFISSO IL QUEL MOMENTO SCOPRI CHE FINO A QUEL MOMENTO PENSAVI DI ESSERE LIBERO, MA NON è COSI! SOLO CHE DECIDI DI SBARAZARTI DEL TUO IO CHE SCOPRI LA VERA LIBERTA E PUOI VOLARE IN ALTO CON GESU, PUOI TOCCARLO. POI RIGUARDO LA CHIESA, POSSO DIRTI CHE LA TRADUZIONE DI CHIESA è CHIAMATI FUORI, SI PROPRIO COSI, GESU' è VENUTO A CHIAMARE PERSONE E FARLE USCIRE FUORI DAL MONDO E LE SUE PASSIONI, FUORI DALLE RELIGIONI, IL SIGNORE A PORTATO UNO STILE DI VITA CHE è QUELLO CHE CI RICONCILIA CON IL PADRE, LA SANTIFICAZIONE, SOLO COSI POSSIAMO ESSERE VERI FIGLI DEL DIO VIVENTE.GESU NON è VENUTO PER COSTRUIRE MONUMENTI, CAMPANILI O CUPOLE, LA CHIESA SONO LE PERSONE CHE VENGONO CHIAMATE FUORI, TUTTE INSIEME SONO CHIESA, PAOLO DESCRIVE LA CHIESA COME UN CORPO CHE TUTTI SERVONO NON C'è CHI COMANDA, PORTATE I PESI GLI UNI GLI ALTRI.GESU DICE: Entrate per la porta stretta, poiché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa. Stretta invece è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano. QUINDI MI SA CHE L'AUTOSTRADA COME STRADA è UN PO LARGA è TUTTI CI POSSONO ENTRARE.
 
     
piccolababy3
piccolababy3 il 11/06/09 alle 12:28 via WEB
fratello, nulla in contrario con quello che scrivi...io...credo solo di avere qualcosa in più e non in meno di te se mi nutro della Santa Eucarestia e mi confesso da un sacerdote..la mia vita è cambiata ed io sono guarita a prezzo del sangue di gesù versato allora una volta per tutte ed ora ogni giorno sull'altare durante la celebrazione della santa messa. Da quando mi nuto dell'eucarestia non faccio più peccati mortali ma solo veniali, la mia spiritualità si è irrobustita e sono guarita profondamente dentro Non posso non testimoniare, solo per rispetto umano, che Dio è davvero presente nell'Ostia Consacrata Con affetto Antonella
 
     
piccolababy3
piccolababy3 il 11/06/09 alle 12:31 via WEB
fratello, nulla in contrario con quello che scrivi...io...credo solo di avere qualcosa in più e non in meno di te se mi nutro della Santa Eucarestia e mi confesso da un sacerdote..la mia vita è cambiata ed io sono guarita a prezzo del sangue di gesù versato allora una volta per tutte, ed ora, ogni giorno sull'altare durante la celebrazione della santa messa. Da quando mi nutro dell'eucarestia non faccio più peccati mortali ma solo veniali, la mia spiritualità si è irrobustita e sono guarita profondamente dentro. Non posso non testimoniare, solo per rispetto umano, che Dio è davvero presente nell'Ostia Consacrata. Con affetto Antonella
 
     
simone_dg
simone_dg il 11/06/09 alle 13:13 via WEB
ANTONELLA MA NELLA PAROLA NON SA SCRITTO TUTTO QUESTO!!! BISOGNA VIVERE LA SPIRITUALITA MA DEVE ESSERE COMFORME ALLA BIBBIA. PAOLO E TUTTI GLI ALTRI APOSTOLI CI HANNO LASCIATO LA PAROLA PROPRIO PERCHE NOI CI CONFROTASSIMO LI, PERCHE SE NOI VIVIAMO UN QUALCOSA CHE NON è COMFORME ALLA PAROLA DOVREMMO DISCERNERE, LA PRIMA COSA CHE DICE PAOLO NELLE SUE LETTERE è PROPRIO DISCERNETE GLI SPIRITI, CHE NON SONO COMFORMI. DIO è SPIRITO NON SI MATERIALIZZA IN UNA COSA MATERIALE. POI SULLA CONFESSIONE TIHO SPIEGATO CHE LA PAROLA CI VUOLE SANTI, L' HO SCRITTO ANCHE NEL MIO POST SUL RISVEGLIO CHE SPIEGA LA NUOVA NATURA IN CRISTO SE NON CAPISCI QUESTO E PERCHE NON HAI ANCORA RICEVUTO LA NUOVA NASCITA. è TUTTO SCRITTO NELLA BIBBIA SE NON SI VIVE è PERCHE LO SPIRITO SANTO NON VI HA ANCORA APERTO GLI OCCHI. GESU DICE ANCORA IO BUSSO ALLA PORTA DEL CUORE QUANDO UNO MI APRE ALLORA IO ENTRERO E CENERO CON LUI, SAI ANTONELLA TE L'HO SPIEGATO L'ALTRA VOLTA CHE LA SANTA CENA BISOGNA FARLA IN MEMORIA DI LUI, NON VUOL DIRE CHE GESU SI MATERIALIZZA DENTRO L'EUCARESTIA. POI LA BIBBIA DICE CHE BISOGNA ESSERE SANTI E NON PECCARE E NON CI SONO PECCATI MORTALI O VENALI PER DIO I PECCATI SONO TUTTI UGUALI SIAMO NOI UOMINI CHE FACCIAMO DIFFERENZE, TI INVITO A LEGGERE LA BIBBIA E SCOPRIRAI CHE QUELLO CHE DICO è EFFETIVAMENTE COSI. TI RIPETO IL SIGNORE A MANDATO LO SPIRITO SANTO AFFINCHE POSSA CONSOLARCI E INDIRIZZARCI IN TUTTA LA VERITA' , E POI CI HA LASCIATO LA PAROLA PER CONFERMA. QUINDI ABBIAMO GIA TUTTO QUELLO CHE CI PUO SERVIRE IL RESTO DOBBIAMO FARLO NOI APRENDO IL NOSTRO CUORE. SPERO CHE LEGGERAI QUESTE COSE CHE HO SCRITTO CON UN CUORE APERTO, ENON PENSANDO DI AVERE LA VERITA IN TASCA, PERCHE VORREBBE DIRE CHE SEI GIA ARRIVATA! CIAO ANTONELLA
 
     
piccolababy3
piccolababy3 il 11/06/09 alle 15:15 via WEB
CARO SIMONE, QUESTA E' LA MIA FEDE CHE NON RINNEGHERO' MAI PERCHE' E' CRESCIUTA DI GIORNO IN GIORNO SULLA STRADA E GLI INSEGNAMENI DELLA CHIESA CATTOLICA. L'ALBERO LO SI VEDE DAL FRUTTO E IL MIO ALBERO HA DATO TANTI FRUTTI BUONI GRAZIE A DIO... GRAZIE DI TUTTO FRATELLO...SONO FELICE DEL MIO RAPPORTO CON DIO E DI ESSERMI CONFRONTATA CON TE MA NON CAMBIO LE MIE IDEE E NON PRETENDO DI CAMBIARE QUELLE DI NESSUNO...RISPETTO TUTTI E L'INFINITO CHE E' IN OGNI UOMO, ANCHE SE NON POSSO TACERE QUELLO CHE SO E CHE IL SIGNORE MI HA RIVELATO SOLO PER UN PURO RISPETTO UMANO.. TI ABBRACCIO CARO, FELICE DI ESSERE UNA CRISTIANA CATTOLICA CHE AMA LA SUA CHIESA PARTENDO DAL PAPA, SACERDOTI E TUTTI I FRATELLI CRISTIANI E NON CRISTIANI CHE INCONTRA SULLA SUA VIA. AMO TUTTO CIO' CHE HA CREATO IL MIO SIGNORE. BACI, ANTONELLA
 
     
piccolababy3
piccolababy3 il 15/06/09 alle 15:17 via WEB
p.p.s.751 CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA. La parola “Chiesa” [“ekklèsia”, dal greco “ek-kalein”-“chiamare fuori”] significa “convocazione”. Designa assemblee del popolo, [Cf At 19,39] generalmente di carattere religioso. È il termine frequentemente usato nell'Antico Testamento greco per indicare l'assemblea del popolo eletto riunita davanti a Dio, soprattutto l'assemblea del Sinai, dove Israele ricevette la Legge e fu costituito da Dio come suo popolo santo [Cf ⇒ Es 19]. Definendosi “Chiesa”, la prima comunità di coloro che credevano in Cristo si riconosce erede di quell'assemblea. In essa, Dio “convoca” il suo Popolo da tutti i confini della terra. Il termine “Kyriakè”, da cui sono derivati “Church”, “Kirche”, significa “colei che appartiene al Signore”. 752 CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA. Nel linguaggio cristiano, il termine “Chiesa” designa l'assemblea liturgica, [Cf 1Cor 11,18; 1Cor 14,19; 1Cor 14,28; 1Cor 14,34; 1Cor 14,35] ma anche la comunità locale [Cf 1Cor 1,2; 1Cor 16,1] o tutta la comunità universale dei credenti [Cf 1Cor 15,9 Gal 1,13; Fil 3,6]. Di fatto questi tre significati sono inseparabili. La “Chiesa” è il popolo che Dio raduna nel mondo intero. Essa esiste nelle comunità locali e si realizza come assemblea liturgica, soprattutto eucaristica. Essa vive della Parola e del Corpo di Cristo, divenendo così essa stessa Corpo di Cristo.
 
comelaquila
comelaquila il 23/05/09 alle 10:43 via WEB
ma;non capisco questo commento...perche'chi sceglie di seguire il protestantesimo appartiene a satana? Ma il cristianesimo non e'fatto di denominszioni,ma della scelta volontaria di appartenere a CRISTO e seguire ed assomigliare a LUI.
 
 
piccolababy3
piccolababy3 il 07/06/09 alle 15:05 via WEB
IN OGNI UOMO E' ISCRITTA LA LEGGEDELL'AMORE...IL PAPA HA DETTO OGGI CHE L'AMORE E' ISCRITTO NEL NOSTRO GENOMA E IN TUTTO IL CREATO. SATANA ENTRA NELL'UOMO QUINDI OGNI VOLTA CHE L'UOMO SI DISCOSTA DALL'AMORE. ED IO AGGIUNGO: "IL VERO AMORE LO POSSIAMO DARE E RICEVERE SOLO SE CI NUTRIAMO DI CRISTO"...TUTTE LE ALTRE STRADE POSSONO ANCHE PORTARE A DIO...NON LO ESCLUDO, MA SONO PIù LUNGHE ED IMPERVIE..L'AUTOSTRADA E' LA CHIESA!" CON AFFETTO, ANTONELLA
 
 
piccolababy3
piccolababy3 il 07/06/09 alle 15:26 via WEB
P.S. E AGGIUNGO: L'AUTOSTRADA è LA CHIESA CATTOLICA CON A CAPO BENEDETTO XVI, SUCCESSORE DI PIETRO, PERCHE' DIO LA CHIESA L'HA VOLUTA COSI'. E' STATO GESU' CHE PER PRIMO HA OBBEDITO ALLA CHIESA DEL SUO TEMPO E DOPO LA SUA MORTE L'HA RICONFERMATA CON A CAPO UN PASTORE UMANO, PIETRO! E GESU' POI HA AGGIUNTO CHE, SOLO AI SACERDOTI E' DATO IL POTERE DI RIMETTERE I PECCATI("..A CHI RIMETTERETE I PECCATI SARANNO RIMESSI, A CHI NON LI RIMETTERETE RESTERANNO NON RIMESSI"). RIGUARDO LA SANTA COMUNIONE POI, GESù DICE CHE CHI MANGIA LA SUA CARNE E BEVE IL SUO SANGUE INDEGNAMENTE MANGIA E BEVE LA SUA CONDANNA ETERNAMENTE...CHI NON HA CONOSCIUTO IL SIGNORE SARà PERDONATO DI NON AVER POTUTO MANGIARE E BERE IL SUO SANGUE..MA CHI LO HA CONOSCIUTO E CONVERTITO AD UN'ALTRA RELIGIONE DOVRà DAR CONTO...TUTTO DIO PERDONA MA C'è SOLO UN PECCATO CHE NON SARà PERDONATO...QUELLO CONTRO LO SPIRITO SANTO! SE LO SPIITO SANTO PARLA ED UNO SI OSTINA A RIFIUTARLO è LUI STESSO CHE SI ALLONTANA VOLONTARIAMENTE DALL'AMORE DI DIO.. CON IMMINSO AFFETTO, ANTONELLA
 
   
simone_dg
simone_dg il 08/06/09 alle 13:01 via WEB
Ci siamo dimenticati che far parte della Chiesa di Gesù Cristo significa essere perdutamente innamorati di Lui. Seguirlo anche nei sentieri più difficili, nei deserti più impossibili. Troppo facile seguirlo quando tutto è dolce e tutto va bene. Abbiamo amato e adorato la chiesa (istituzione) più di Gesù... siamo caduti nella più subdola forma di IDOLATRIA. Niente deve prendere il posto di Gesù nel nostro cuore. Il primo comandamento è AMERAI IL SIGNORE TUO DIO CON TUTTE LE TUE FORZE, LA TUA MENTE, IL TUO CUORE... il secondo è AMARE IL TUO PROSSIMO, TUO FRATELLO. Amare il fratello è la conseguenza dell'amare Dio. Se non ami tuo fratello allora è il segno che qualcosa non va nel tuo rapporto con Gesù. Ma se ami Lui allora non avrai difficoltà ad amare tuo fratello. La Chiesa non è un’istituzione gerarchica fine a se stessa in cui ogni elemento ha il solo obiettivo di essere "incastrato" per portare avanti dei bei piani organizzati umanamente. L'amore non va all'istituzione, ai bei grandi locali, ai bei concerti, agli affascinanti apostoli o evangelisti di successo e prosperità, ai grandiosi piani arroganti e perversi di uomini ambiziosi che di Dio portano solo il nome ma in realtà quello che hanno nel cuore è solo egocentrismo e avidità. No, l'amore che Dio ha sparso nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo, non va a tutto ciò... va a DIO e ai FRATELLI!!! E' una cosa ben diversa da quello che ci è stato insegnato. Chiesa di Gesù Cristo, risvegliati, rialzati, riprendi in mano il tuo vero destino, quello di essere la Sposa di Cristo, senza macchia, senza ruga, senza difetto, vestita di abiti splendidi, ornata di gioielli meravigliosi, bella come la luna e appoggiata al Suo Sposo: GESU'. Questa è la tua vera natura: diventare sempre più come PIACE A LUI E NON COME PIACEREBBE AGLI UOMINI. Riprenditi la vita che Gesù ti ha dato e rifiuta ogni coercizione, ogni forma di manipolazione, ogni violenza, ogni superficialità, ogni tentativo di ridurti in schiavitù e di derubarti della preziosa libertà dei Figli di Dio che Gesù ti ha dato!!! RISVEGLIATI! RISVEGLIATI! E RIVESTITI DELLA TUA FORZA! Liberati delle ambizioni umane, sia quelle che hai dentro di te e sia quelle che altri hanno usato per manipolarti a loro piacimento. RIALZATI, scrollati di dosso la polvere e riprendi la tua strada con lo Sposo GESU': Tu NON SEI UNA ORGANIZZAZIONE UMANA MA SEI IL TEMPIO DI DIO, LA SUA CASA, IL LUOGO DELLA SUA DIMORA… questa è la tua vera dimensione, il tuo vero destino. E allora sarai la LUCE DELLE NAZIONI!.... (Dedicato alla Sposa di Gesù).
 
     
piccolababy3
piccolababy3 il 15/06/09 alle 14:56 via WEB
751 CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA. La parola “Chiesa” [“ekklèsia”, dal greco “ek-kalein”-“chiamare fuori”] significa “convocazione”. Designa assemblee del popolo, [Cf At 19,39] generalmente di carattere religioso. È il termine frequentemente usato nell'Antico Testamento greco per indicare l'assemblea del popolo eletto riunita davanti a Dio, soprattutto l'assemblea del Sinai, dove Israele ricevette la Legge e fu costituito da Dio come suo popolo santo [Cf ⇒ Es 19]. Definendosi “Chiesa”, la prima comunità di coloro che credevano in Cristo si riconosce erede di quell'assemblea. In essa, Dio “convoca” il suo Popolo da tutti i confini della terra. Il termine “Kyriakè”, da cui sono derivati “Church”, “Kirche”, significa “colei che appartiene al Signore”. 752 CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA. Nel linguaggio cristiano, il termine “Chiesa” designa l'assemblea liturgica, [Cf 1Cor 11,18; 1Cor 14,19; 1Cor 14,28; 1Cor 14,34; 1Cor 14,35] ma anche la comunità locale [Cf 1Cor 1,2; 1Cor 16,1] o tutta la comunità universale dei credenti [Cf 1Cor 15,9 Gal 1,13; Fil 3,6]. Di fatto questi tre significati sono inseparabili. La “Chiesa” è il popolo che Dio raduna nel mondo intero. Essa esiste nelle comunità locali e si realizza come assemblea liturgica, soprattutto eucaristica. Essa vive della Parola e del Corpo di Cristo, divenendo così essa stessa Corpo di Cristo.
 
   
comelaquila
comelaquila il 08/06/09 alle 14:35 via WEB
ciao piccolababy prima di risponderti vorrei sapere se sei aperta al dialogo e alla condivisione?altrimenti vista l'impronta dei tuoi commenti basati su l'assoluta posizione presa,penso che sicuramente non darai spazio a nessuna nuova prospettiva di verita. p.s.IN Gio 9 v 39 Gesù disse: «Io sono venuto in questo mondo per fare un giudizio, affinché quelli che non vedono vedano, e quelli che vedono diventino ciechi». 40 Alcuni farisei, che erano con lui, udirono queste cose e gli dissero: «Siamo ciechi anche noi?» 41 Gesù rispose loro: «Se foste ciechi, non avreste alcun peccato; ma siccome dite: "Noi vediamo", il vostro peccato rimane. Vedi, io ero come te avvolta dalla religiosita',ma oggi Gesu'ha aperto i miei occhi ecco perche'posso dichiarare di vivere nella piena liberta'.Posso pero'dirti che sicuramente tu hai avuto a che fare con problemi di natura spirituale,quindi anche con preghiere di liberazione,non ti meravigliare ma chi c'e' passato prima di te puo'vedere gli strascichi.Se vuoi ne parliamo privatamente anche su messanger.UN abbraccio,ROSA,
 
     
piccolababy3
piccolababy3 il 10/06/09 alle 15:46 via WEB
Sono una persona molto aperta al dialogo,e, con modestia e semplicità ti dico che il mio rapporto col Sgnore è così sublime e intenso che non posso rinnegare i miei tanti anni di rapporto con Lui nella Chiesa Cattolica in cui sono cresciuta...e il mio modo di esprimermi dicendo Noi, Voi, ecc..è inevitabile vista la differenza sostanziale delle nostre pratiche religiose e credo religioso.Io credo che nella Sata Eucarestia C'è il Cristo, tu no! Io mi nutro dell'Eucarestia, Tu no! ecc.. Come potrei dire noi? Sai, Gesù mi parla direttamente e mi dice tutto quello che vuole che io sappia di Lui..mi dice spesso di pregare per il Papa e per i Sacerdoti perchè la sua Chiesa sta andando in rovina perchè non c'è nessuno che prega pr loro...e se nessuno prega per loro, loro diventano poco credibili e la Chiesa Cattolica altrettanto...Mi dice di offrirmi vittima per tutti i sacerdoti perchè Satana vuole distruggere la Chiesa..Molti infatti si allontanano dalla Chiesa perchè vedono la chiesa sterile e i suoi sacerdoti poco credibili e siccome cercano Dio e una spiritualità vera vanno a finire in gruppi scismatici credendo di trovare Dio..ma trovano solo un po' di Dio...non potevo tenere per me questa mia esperienza seppur avrei preferito mantenerla segreta..però sento che dovevo testimoniare Con affetto, Antonella p.s. prova ad andare in qualche gruppo del Rinnovamento nello Spirito, si respira la vera fede. è un movimento carismatico dove agise fortemente la potenza dello spirito santo ma c'è anche la messa e la santa comunione..credo che l'intelligenza porti l'uomo dove trovi di più non dove c'è di meno..
 
     
piccolababy3
piccolababy3 il 15/06/09 alle 15:08 via WEB
Ti rispondo su cosa intendo chiesa cattolica quando parlo di lei come autostrada: 751 CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA. La parola “Chiesa” [“ekklèsia”, dal greco “ek-kalein”-“chiamare fuori”] significa “convocazione”. Designa assemblee del popolo, [Cf At 19,39] generalmente di carattere religioso. È il termine frequentemente usato nell'Antico Testamento greco per indicare l'assemblea del popolo eletto riunita davanti a Dio, soprattutto l'assemblea del Sinai, dove Israele ricevette la Legge e fu costituito da Dio come suo popolo santo [Cf ⇒ Es 19]. Definendosi “Chiesa”, la prima comunità di coloro che credevano in Cristo si riconosce erede di quell'assemblea. In essa, Dio “convoca” il suo Popolo da tutti i confini della terra. Il termine “Kyriakè”, da cui sono derivati “Church”, “Kirche”, significa “colei che appartiene al Signore”. 752 CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA. Nel linguaggio cristiano, il termine “Chiesa” designa l'assemblea liturgica, [Cf 1Cor 11,18; 1Cor 14,19; 1Cor 14,28; 1Cor 14,34; 1Cor 14,35] ma anche la comunità locale [Cf 1Cor 1,2; 1Cor 16,1] o tutta la comunità universale dei credenti [Cf 1Cor 15,9 Gal 1,13; Fil 3,6]. Di fatto questi tre significati sono inseparabili. La “Chiesa” è il popolo che Dio raduna nel mondo intero. Essa esiste nelle comunità locali e si realizza come assemblea liturgica, soprattutto eucaristica. Essa vive della Parola e del Corpo di Cristo, divenendo così essa stessa Corpo di Cristo.
 
 
piccolababy3
piccolababy3 il 07/06/09 alle 15:40 via WEB
ORA SONO IO CHE FACCIO A TE UNA DOMANDA: COME MAI VOI PROTESTANTI PORTATE DI NASCOSTO NELLE NOSTRE CHIESE (CATTOICHE) LE PERSONE CON GRAVI PROBLEMI DI POSSESSIONE E LE METTETE DINNANZI ALL'EUCARESTIA DURANTE L'ADORAZIONE EUCARISTICA? ATTENDO UNA TUA RISPOSTA, GRAZIE! CON AFFETTO FRATERNO TI SALUTO, aNTONELLA
 
   
simone_dg
simone_dg il 08/06/09 alle 12:57 via WEB
Vorrei intervenire citando la parola che si spiega da sola tutto il resto non ha senso: 15 E disse loro: «Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. 16 Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi non avrà creduto sarà condannato. 17 Questi sono i segni che accompagneranno coloro che avranno creduto: nel nome mio scacceranno i demòni; parleranno in lingue nuove; 18 prenderanno in mano dei serpenti; anche se berranno qualche veleno, non ne avranno alcun male; imporranno le mani agli ammalati ed essi guariranno».
 
   
comelaquila
comelaquila il 08/06/09 alle 14:47 via WEB
Preciso di nuovo che io non faccio parte di nessuna denominazione la VERITA'mi ha resa libera. Rispondo alla tua domanda, non mi risulta affatto questa tua affermazione anche perche' conosco ampiamente questa realta' di persona.Scusa se amorevolmente ti riprendo,ma perche' ti esprimi con NOI,VOI,NOSTRE e VOSTRE ma Dio non divide,Egli unisce con Amore.un abbraccio,ROSA.
 
uomodeisognipieve5
uomodeisognipieve5 il 12/06/09 alle 11:28 via WEB
invece di notare cio che divide,perchè non pensiamo a cosa unisce??? si è dimenticato il grande insegnamento del concilio ecumenico Vaticano secondo dove erano presenti tutti quelli che credono in Gesù. andimoa rileggere quei documenti
 
 
piccolababy3
piccolababy3 il 12/06/09 alle 12:22 via WEB
IO NON SONO DIVISA DA NESSUNO...AMO TUTTI E CREDO CHE IN TUTTI CI SIA IL VOLTO DI DIO. FORSE SEI TU CHE GIUDICHI TROPPO FRETTOLOSAMENTE E PUNTI IL DITO. CON AFFETTO FRATERNO, ANTONELLA
 
 
simone_dg
simone_dg il 15/06/09 alle 13:47 via WEB
ciao uomodeisogni, ti rispondo con la parola del SIGNORE:Matteo 10: 32 Chi dunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch'io riconoscerò lui davanti al Padre mio che è nei cieli. 33 Ma chiunque mi rinnegherà davanti agli uomini, anch'io rinnegherò lui davanti al Padre mio che è nei cieli. 34 Non pensate che io sia venuto a mettere pace sulla terra; non sono venuto a metter pace, ma spada. 35 Perché sono venuto a dividere il figlio da suo padre, la figlia da sua madre, la nuora dalla suocera; 36 e i nemici dell'uomo saranno quelli stessi di casa sua. 37 Chi ama padre o madre più di me, non è degno di me; e chi ama figlio o figlia più di me, non è degno di me. 38 Chi non prende la sua croce e non viene dietro a me, non è degno di me. 39 Chi avrà trovato la sua vita la perderà; e chi avrà perduto la sua vita per causa mia, la troverà.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

ULTIMI COMMENTI

Impegnatevi di più con i post non posso essere l'unico...
Inviato da: cassetta2
il 13/10/2020 alle 09:13
 
OGGETTO: LE VERITA NASCOSTE SULLE RIVELAZIONI DI...
Inviato da: champions_3
il 17/09/2011 alle 17:17
 
Felice Domani.. Un sorriso. Dolly
Inviato da: dolly.1
il 21/09/2010 alle 01:01
 
BUONA SERATA*__*Hengel:)))
Inviato da: hengel0
il 20/09/2010 alle 22:23
 
...ma è ovvio che non ci possiamo accontentare solo dei...
Inviato da: piccolababy3
il 05/02/2010 alle 11:12
 
 

UNA SANTA POSSEDUTA PER TUTTA LA VITA ...

BEATA EUSTOCHIO...

ASCOLTA IL VIDEO QUI DI SEGUITO.

 

 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

ALZATI E RISPLENDI

 

 

 

 

 

 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2blaskina88robertafarabbuttcaterinaspallanovella1990lindoro3resposito10magister1973nusientiant512011mynamesabriguper.andreonicrincri2mommygirasolesanpietrodicarida
 
Citazioni nei Blog Amici: 17
 
 

PICCOLI ANGELI

ANGELI BIMBI

 

 

 

 

 

 

LUI VERRA' E TI SALVERA'

                                           

 

 

 

 

 La confessione dei peccati non è un optional valido solo per alcuni

Quesito : Caro Padre Angelo, sono credente e cerco .... di essere anche praticante. Ma ... sono un essere contingente. Ho conseguito il diploma di teologia per laici presso il seminario di Treviso dopo aver superato gli esami d'obbligo. Ho letto il resoconto di una conferenza di p.alberto maggi p.dei pp. servi di maria ove emerge che un cristiano si può avvicinare alla comunione anche senza confessione con un sacerdote: è proprio quando si è in peccato che si ha bisogno di Dio. Dopo che luterani e cattolici hanno ritirato le relative scomuniche e accettato "sola gratia, sola fide" è possibile tutto questo? P. Alberto Maggi sostiene che chi si sente a disagio può seguire la strada della confessione, ma chi ha peccato e si è pentito e vuole avvicinarsi all'eucarestia senza confessione non commette sacrilegio. Personalmente credo che Dio vede tutto e meglio di un altro uomo anche se delegato da Lui. La domanda è: se sono contrito ed ho chiesto perdono a Dio posso comunicarmi? QUESTO è UN MIO CASO DI COSCIENZA E NON INTENDO USCIRE DAI LIMITI DELLA CATTOLICITA'
Grazie
Cordialità
Dr. Alfonso Mauro Del Re

Risposta del sacerdote : Caro Alfonso, 1. la dottrina della Chiesa parte da quanto ha detto il Signore: “a chi rimetterete i peccati saranno rimessi e a chi non li rimetterete, resteranno non rimessi” (Gv 20,23). Da queste parole si comprende facilmente che Gesù ha legato il suo perdono al perdono della Chiesa, anzi al giudizio della Chiesa. Ha detto infatti: “A chi non li rimetterete, resteranno non rimessi”.Il Signore non ha detto: “rivolgetevi direttamente a me, e siate certi che vi perdono”. Ma ha legato, sottolineo legato, il suo perdono a quello della Chiesa.
E quanto la Chiesa non perdona attraverso il ministero del sacerdote nella celebrazione del Sacramento della Penitenza, neanche Cristo lo perdona.

 

2. Fatta questa premessa si capisce meglio quanto dice il Magistero.
Giovanni Paolo II in Reconciliatio et paenintentia ha detto che “la confessione individuale e integra dei peccati con l’assoluzione egualmente individuale costituisce l’unico modo ordinario con cui il fedele consapevole di peccato grave è riconciliato con Dio e con la Chiesa. Da questa riconferma dell’insegnamento della Chiesa risulta chiaramente che ogni peccato grave deve essere sempre dichiarato con le sue circostanze determinanti in una confessione individuale” (RP 33).
Inoltre ha ribadito in sintesi la dottrina del Concilio di Trento dicendo che “la confessione completa dei peccati è richiesta dalla volontà salvifica di Dio (iure divino), affinché la Chiesa, mediante i ministri ordinati, possa esercitare la funzione di giudice, di medico, di guida delle anime, di restauratrice dell’ordine della creazione compromesso dal peccato”.
Ecco il testo del Concilio di Trento: “Se qualcuno dirà che nel sacramento della Penitenza non è necessario per disposizione divina (ex iure divino) confessare tutti e singoli i peccati mortali di cui si ha la consapevolezza dopo debita e diligente riflessione, anche occulti e commessi contro i due ultimi precetti del decalogo, ed anche le circostanze che mutano la specie del peccato; o dirà che la confessione è utile soltanto ad istruire e consolare il penitente, e che un tempo fu osservata solo per imporre la penitenza canonica; o che quelli che si studiano di confessare tutti i peccati non intendono lasciar nulla alla divina misericordia perché lo perdoni; o finalmente che non è lecito confessare i peccati veniali, sia anatema” (DS 1707).
3. Quando si dice che la confessione è l’unico modo ordinario per la remissione dei peccati gravi si vuole ricordare che essi possono essere rimessi anche mediante un atto di contrizione perfetta, e questa si può fare in qualsiasi momento.
Ricordo che per contrizione s’intende il dolore e la detestazione del peccato commesso.
 E la contrizione si dice perfetta quando ci si dispiace non semplicemente perché si è persa la grazia di Dio, ma molto più perché si è offeso il Signore, infinitamente buono e degno di essere amato sopra ogni cosa.

 

BENEDIZONE

Ma la contrizione è perfetta solo se include il proposito di confessarsi al più presto. Infatti la contrizione è perfetta quando la volontà dell’uomo peccatore si conforma alla volontà di Dio. Questa è la vera riconciliazione.
E poiché Dio ha determinato di passare attraverso il sacramento della Penitenza, la contrizione è perfetta solo se include il proposito di confessarsi al più presto.

4. Le parole del P. Alberto Maggi valgono per chi ha solo dei peccati veniali, i quali, di per se stessi, non tolgono la grazia di Dio.
E allora per fare la Santa Comunione è sufficiente un atto di dolore, come quello che la Chiesa fa compiere ai fedeli all’inizio della celebrazione eucaristica.
Pertanto alla tua precisa domanda: “se sono contrito ed ho chiesto perdono a Dio posso comunicarmi?”rispondo così: se si tratta di peccati gravi no, se si tratta di peccati veniali sì.

La questione, caro Mauro, è molto delicata e bisogna essere precisi e attaccati al Magistero della Chiesa, la quale in materia è l’unica Maestra abilitata e garantita da Cristo.

Ti ringrazio per il quesito, ti ricordo nella preghiera e ti benedico.
Padre Angelo

 

RICEVETE LO SPIRITO SANTO

Gli apostoli sono adunati con Maria, nel cenacolo. Tutta la chiesa, in modi e momenti diversi è adunata oggi nei cenacoli sparsi per il mondo, nella fiduciosa attesa che lo Spirito scenda ancora in una rinnovata pentecoste. La chiesa, del nuovo millenio, dopo aver rese grazie a Cristo, redentore del mondo, sente urgente il bisogno di rinnovarsi ancora interiormente, di trovare nuove energie, che solo dall'Alto può sperare, per spingere ancora a largo le sue vele e per calare in modo efficace e convincente il messaggio di Cristo nel cuore degli uomini. E' l'auspicio del Papa, che diventa anelito di noi credenti. Bisogna che ognuno torni a respirare abbondantemente l'alito di Dio, abbiamo bisogno di nutrirci d'amore vero per poi poterlo spargere come balsamo dentro le frenesie e le paure degli uomini. Quelle lingue di fuoco che scendono sugli apostoli e li trasformano da pavidi ed insicuri, in intrepidi annunciatori del Vangelo, tornano a calarsi sulla chiesa e su ciascuno di noi. Per quello Spirito diventiamo creature nuove, diventiamo convinti della verità e assertori e fattori di verità, riscopriamo la forza per praticare e proporre il comandamento dell'amore e di vivere integralmente il vangelo di Cristo. "Vieni, Spirito Santo, vieni a rinnova la faccia della terra, rinnova il volto di ogni uomo, rinnova i nostri cuori, riscaldaci con l'Amore del Padre e del Figlio che per l'eternità vivono uniti dal tuo vincolo per i secoli senza fine". Amen.