Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 65
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 

Oroscopo

 


                 width="200" height="250" scrolling=no marginwidth=0 marginheight=0 frameborder=0 border=0 style="border:0;margin:0;padding:0;">
    

 

 

Vieste / Petizione per : Smantelliamo il Ripetit

Vieste / Petizione per :

Smantelliamo il Ripetitore 5G che Disturba il Nostro Paese .
Il link per firmare e questo :  https://chng.it/xvFYh5RSk2

Grazie .

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvLeccezioneMadamenazario1960QuartoProvvisorioViolentina8380sin69m12ps12milano2009stufissimoassaidaniele.devita1996france20010francotrottakaren_71
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/202

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/2020/07/RADIO-GARDEN-300x176.png

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

 

« La giornata mondiale del...LE RADICI DEL MITO SONO ... »

MONTE S. ANGELO/ LA PREMIO STREGA VIVIAN LAMARQUE OSPITE DELLA GREEN CAVE 8 Febbraio 2024

Post n°31927 pubblicato il 08 Febbraio 2024 da forddisseche

MONTE S. ANGELO/ LA PREMIO STREGA VIVIAN LAMARQUE OSPITE DELLA GREEN CAVE

Doppio appuntamento a Monte Sant’Angelo con la vincitrice del Premio Strega Poesia 2023, con i lettori nella libreria della Green Cave e con gli studenti dei licei di Monte Sant’Angelo e San Marco in Lamis. Attesa anche per la conferenza del prof. Martino Marrazzi su Joseph Tusiani.

Il 9 e il 10 febbraio la Green Cave di FestambienteSud e la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci danno appuntamento a Monte Sant’Angelo per “La grotta dei poeti”. Due giorni di incontri e laboratori sulla poesia che vedranno protagonisti Vivian Lamarque, vincitrice del Premio Strega Poesia con la raccolta “l’amore da vecchia, e tante voci di poeti, docenti, studenti, animatori culturali.

 Sarà doppio l’appuntamento con la vincitrice del Premio Strega Poesia:

Venerdì 9 febbraio, alle ore 18.30, nel teatro ipogeo della Green Cave, l’incontro con Vivian Lamarque sarà preceduto dal reading con le poetesse Fausta Altavilla, Giusi Fontana, Sonia Giovannetti, Rosanna Santoro. Previsti anche gli interventi di Serena Ferraiolo della Fondazione Bellonci e di Daniela Pirro che presenterà il bando del premio di poesia Il Sentiero dell’Anima. Data la capienza limitata della sala all’incontro si accede solo su prenotazione.

Sabato 10 febbraio alle ore 9.30 nell’auditorium Peppino Principe, Vivian Lamarque incontrerà gli studenti dei licei di Monte Sant’Angelo e San Marco in Lamis, che potranno interloquire con la scrittrice. L’incontro sarà coordinato dalla docente e bookblogger Carla Bonfitto e sarà introdotto dagli interventi di Serena Ferraiolo, dell’assessore Rosa Palomba di Monte Sant’Angelo e dal dirigente scolastico Francesco Di Palma.

 Chi è Vivian Lamarque. Pseudonimo della poetessa e scrittrice italiana Vivian Daisy Donata Provera Pellegrinelli Comba (Trento, 1946). Data in adozione a nove mesi in quanto figlia illegittima, i temi dell’abbandono, dell’adozione, della ricerca delle origini, oltre a quelli dell’amore per i bambini e dell’amore adulto, della famiglia, dell’amicizia e del lutto fanno parte della sua produzione poetica. La sua scrittura è connotata da una semplicità di stile molto apprezzata e nella sua carriera ha ricevuto diversi riconoscimenti. Tra le raccolte poetiche si ricordano: Teresino (1981, Vincitore del Premio Viareggio per l’Opera Prima), Il Signore d’oro (1986), Poesie dando del Lei (1989), Il signore degli spaventati (1992), Una quieta polvere (1996), Poesie per un gatto (2007), Madre d’inverno (2016, Premio Bagutta 2017), L’amore da vecchia (2022, Premio Viareggio per la poesia 2023 e Premio Strega Poesia 2023). Ha insegnato italiano agli stranieri e letteratura nei licei, è stata una traduttrice e una prolifica scrittrice di libri per bambini e di fiabe, e collabora con il Corriere della Sera.

 Le attività de La grotta dei poeti proseguono poi anche sabato pomeriggio:

Alle ore 16 nella Green Cave, è la volta di “deposito bagagli”, un piccolo laboratorio di stampa tipografica dedicato alla poesia, con Matteo Totaro de l’Officina del giorno dopo.

Alle ore 18, l’evento di chiusura con la conferenza del prof. Martino Marazzi dell’Università Statale di Milano intitolata “Joseph Tusiani e la nostalgia della terra materna / ascendenze letterarie e conflitti interiori”. L’incontro, inserito nell’ambito di “Tusiani100”, ciclo di iniziative celebrative per il centenario dalla nascita di Joseph Tusiani, sarà moderato da Francesco Giuliani.

 “La grotta dei poeti” è promossa da Green Cave di FestambienteSud e dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci con la collaborazione di Tusiani100, IIS Gian Tommaso Giordani, Il sentiero dell’anima, Officina del giorno dopo e con il patrocinio dell’assessorato alla cultura del Comune di Monte Sant’Angelo.

 Riportiamo di seguito le note biografiche relative a Fausta Altavilla, Giusi Fontana, Sonia Giovannetti, Rosanna Santoro.

 Fausta Altavilla, insegna lettere. Riceve attestato di merito al Premio internazionale di poesia “La Bellezza rimane” 2023, menzione speciale al Premio Pirandello 2020. Pubblica con Andrea Pacilli Editore una silloge poetica dal titolo D’Inverso. Vince il Concorso letterario Nazionale Tra le pagine del mare, indetto dall’Osservatorio Paesaggi costieri italiani con il racconto Nina da cui è nato il romanzo omonimo edito da Primiceri Editore Libri dell’Arco. Per la casa editrice Les Flaneurs ha curato, assieme ad Alessandro Cannavale, una raccolta antologica dal titolo Angelo Vassallo antologia di scritti inediti sul Sindaco Pescatore.

 Giusi Fontana è docente, scrittrice e fotografa. Autrice delle raccolte Impercettibili e Con la prossima luna e una silloge, Tornerà a nevicare e noi muti, in ebook (Premio Nabokov 2017). Come fotografa espone i suoi scatti in mostre personali e collettive. Finalista al XXXI Premio Firenze nella sezione Arti Visive, vincitrice di numerosi concorsi poetici, con L’alba di Diomede è tra gli autori inseriti nell’opera Puglia in luce (Quorum Edizioni, 2022). Nel 2023 riceve il Premio Speciale Città di Foggia al concorso Ciò che Caino non sa per la poesia Shahrazad. Un suo lavoro poetico e fotografico è nell’ultimo numero del semestrale Incroci.

 Sonia Giovannetti è poetessa, scrittrice, saggista e critica letteraria. Fa parte di molte associazioni letterarie, è membro e Presidente di Giuria a premi letterari. Ha ricevuto molti premi letterari nazionali, internazionali e accademici. Le sue opere sono state pubblicate da testate giornalistiche, riviste, antologie letterarie e raccolte poetiche, partecipa a incontri di poesia e a vari Festival, ed è collaboratrice di diversi Blog letterari. Tra gli ultimi libri pubblicati: di narrativa Le ali della notte (Armando Curcio); di poesia: Pharmakon (Genesi, 2021) e di saggistica: La poesia, malgrado tutto (Castelvecchi, 2022).

 Rosanna Santoro, insegnante, scrittrice ed editor, nel 2009 pubblica una silloge di poesie, Il giardiniere, e cura una rubrica di poesia per Romance Magazine. Nel 2014 è editor per Delos Book. Nel 2016 per Delos Digital cura la collana di poesie Odissea Poesia, e pubblica 30 persone e Certi amori. Ideatrice del blog letterario Logokrisia, luogo di incontro virtuale per scrittura al femminile, nel 2017 lavora a #ioscrivodigetto. Vincitrice nel 2022 del premio Adriatico per la poesia, ora vive a Rodi Garganico e si occupa del ruolo dei paesi in rete con le comunità Provvisorie della casa della Paesologia di Franco Arminio.

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963