Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 61
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

Meteo Vieste

 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvpetrastonesabryna.80mirko012fortuna2020alaettoregiandodonetsqumramoetaon.the.road1zooservicesrlresidencemichinosario974
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Messaggi del 02/07/2020

Scuola/ In Puglia verso il ritorno in classe il 24 settembre: le elezioni fanno slittare l'avvio del nuovo anno.

Post n°26556 pubblicato il 02 Luglio 2020 da forddisseche

Scuola/ In Puglia verso il ritorno in classe il 24 settembre: le elezioni fanno slittare l'avvio del nuovo anno. È questo l'orientamento della Regione, confermato dall'assessore all'Istruzione Sebastiano Leo.  

  
 

La scuola, in Puglia, potrebbe ripartire il 24 settembre. È questo l'orientamento della Regione, confermato dall'assessore all'Istruzione Sebastiano Leo al Quotidiano di Puglia: la delibera sta per essere firmata, e gli studenti pugliesi torneranno fra i banchi dieci giorni più tardi, rispetto alle indicazioni fornite dal ministero, per chiudere poi l'anno scolastico l'11 giugno 2021.

La ministra Lucia Azzolina aveva infatti proposto il 14 settembre come prima data utile per l'inizio, una ipotesi da concordare con le Regioni e scelta proprio per non posticipare l'avvio dell'anno scolastico a dopo le elezioni. Già, perché a settembre ci saranno le elezioni regionali, anche in Puglia.

 

E per questo l'orientamento dell'ente guidato da Michele Emiliano va in direzione opposta: prima si torna alle urne, poi a scuola. Il 24 settembre diventa allora "una data che abbiamo scelto sia per andare oltre la data elettorale, evitando altre sanificazioni e costi aggiuntivi - precisa l'assessore Leo - sia per dare più tempo ai dirigenti, oberati di lavoro, di riorganizzarsi".

 

Gli interrogativi però restano tanti: dopo aver chiuso l'anno scolastico con la didattica a distanza, aver effettuato esami di maturità decisamente insoliti, ora l'incognita è su come si tornerà in classe, nel rispetto delle indicazioni per il contrasto al Covid-19 e in totale sicurezza.

 

Al netto del precariato del corpo docente, della possibilità di turni di lezione e di ingressi scaglionati nel corso della giornata, uno dei problemi evidenti è l'edilizia scolastica. Perché il distanziamento sociale fra gli studenti deve essere comunque garantito, e gli edifici si devono adeguare.

È una corsa contro il tempo, e per ora l'assessore Leo ha annunciato l'assegnazione alla Puglia di oltre 18milioni di euro, da destinare al sistema dell'educazione dell'infanzia (da zero a sei anni). In un incontro con Anci Puglia, le parti sociali, il terzo settore e una rappresentanza delle scuole paritarie si sono messi in evidenza i bisogni primari, e quindi principalmente la riqualificazione edilizia degli immobili di proprietà pubblica, oltre al sostegno alla gestione delle strutture educative e delle scuole dell'infanzia, anche per abbassare i costi a carico delle famiglie.

 
 
 

NAVI IN FILA PER SCARICARE GRANO ESTERO PER I PASTIFICI. SOS DI CONFAGRICOLTURA FOGGIA

Post n°26555 pubblicato il 02 Luglio 2020 da forddisseche

NAVI IN FILA PER SCARICARE GRANO ESTERO PER I PASTIFICI. SOS DI CONFAGRICOLTURA FOGGIA  

  
 

Importanti trader da alcuni giorni comprano grano duro estero, quasi certamente di dubbia qualità in base al prezzo d’acquisto, per rivenderlo ai commercianti locali. Fin qui nulla di strano!

 

Al momento della vendita, la relativa fattura, in molti casi, porta la seguente dicitura (fuorviante?) “grano duro naz.”, laddove per “naz.” dovrebbe intendersi nazionalizzato.

 

Correttezza vorrebbe che in fattura si indicasse: “grano duro d’importazione nazionalizzato”. Certo non è obbligatorio, anche se chiederemo al Ministro Bellanova – riferisce il Presidente di Confagricoltura Foggia Filippo Schiavone – di renderlo tale. In modo da non “ingannare” i commercianti o, qualora consapevoli, non invitare quelli poco seri (vivaddio non tutti!) ad acquistare a prezzi convenienti per poi farne miscele con grani locali o, peggio ancora, trasformarli in maghi che tramutano in nazionale il grano estero.

 

Non a caso, in un momento di crescita del prezzo del grano locale, anche per la scarsa disponibilità di prodotto dovuta alle avversità atmosferiche, è bastato il semplice arrivo di tali grani esteri per invertire la tendenza di mercato.

 

“Siamo consci che i pastifici vogliano pagare prezzi d’acquisto del grano più bassi – continua Schiavone – ma non vorremmo che per raggiungere tale obiettivo acquistino grani che d’italiano abbiano solo la scritta in fattura”.

 

“Inviteremo gli organi ufficiali preposti affinché controllino e seguano il percorso dei grani esteri, dal loro arrivo nei porti italiani fino alla loro trasformazione in pasta. Senza nessuna demonizzazione della pasta “estera” ma con l’obiettivo che i consumatori siano consci di quello che acquistano”. Insomma la tutela della salute dei consumatori passa anche per la protezione dei giusti prezzi di vendita del grano dei cerealicoltori.

 
 
 

Bonus Vacanze, Lovecchio (M5S): strutture alberghiere garganiche sapranno prendere al volo lo strumento del Governo

Post n°26554 pubblicato il 02 Luglio 2020 da forddisseche

Bonus Vacanze, Lovecchio (M5S): strutture alberghiere garganiche sapranno prendere al volo lo strumento del Governo  

  
 

Bonus Vacanze, tante strutture alberghiere garganiche sapranno prendere al volo lo strumento del Governo

 

“Il Gargano è pronto per accogliere turisti in piena sicurezza, ma abbiamo il dovere di accelerare la ripresa del turismo. La presenza di bagnanti nei lidi è circoscritta al weekend, con un calo di oltre il 40% dal giugno 2020 allo stesso mese dei 2019. Tante famiglie, a causa della pandemia, hanno di molto ridotto la loro capacità di spesa. È per questo che invito tutti i cittadini ad utilizzare il fondo del bonus vacanze, sono convinto che tante strutture alberghiere garganiche sapranno prendere al volo questa occasione, messa in campo dal Governo. L’auspicio è che il bonus vacanze possa rappresentare uno strumento utile per portare sul Gargano non solo le famiglie in difficoltà per un turismo di prossimità, ma anche quelle che risiedono in territori più distanti dalla Puglia e che senza questa misura potrebbero rinunciare ai loro soggiorni al mare”.

 

È quanto dichiara l’onorevole del M5S Giorgio Lovecchio, segretario della Commissione Bilancio e membro della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati.

 

Continua il parlamentare pentastellato: “Ricordo che il valore del bonus è di 500 euro per le famiglie composte da almeno 3 persone, 300 euro per le coppie e 150 euro per i single. È utilizzabile dal 1 luglio al 31 dicembre 2020 e potrà essere speso in un’unica soluzione, presso un’unica struttura turistica ricettiva in Italia (albergo, campeggio, villaggio turistico, agriturismo e bed & breakfast) e sarà fruibile nella misura dell’80%, sotto forma di sconto immediato, per il pagamento dei servizi prestati dall’albergatore. Il restante 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta”.

 

Il bonus vacanze è pensato per chi ha un Isee sotto i 40mila euro. Sarà semplice farne richiesta con l’app IO, l’app per i servizi pubblici, cui si accede con Spid o carta d’identità digitale: verrà generato infatti un codice qrcode da presentare alle strutture che aderiscono all’iniziativa. C’è tempo fino al 31 dicembre.

 

La struttura ricettiva dovrà verificare la validità del bonus inserendo il codice univoco, il codice fiscale del cliente e l’importo del corrispettivo dovuto in una procedura web dedicata, disponibile nell’area riservata del sito internet dell’agenzia delle Entrate, accessibile con le ordinarie modalità di accesso ai servizi telematici dell’agenzia (Spid, Cie, credenziali Entratel/Fisconline). In caso di esito positivo del riscontro, il fornitore può confermare a sistema l’applicazione dello sconto. Il fornitore recupera lo sconto fatto sotto forma di credito d’imposta che potrà essere utilizzato in compensazione nel modello F24 senza limiti di importo oppure potrà essere ceduto a terzi, anche diversi dai propri fornitori, compresi gli istituti di credito e gli intermediari finanziari. La cessione dovrà essere comunicata alle Entrate attraverso una procedura web dedicata.

 
 
 

DAL 6 AL 10 LUGLIO NUOVAMENTE CHIUSE LE GALLERIE FRA MATTINATA E VIESTE

Post n°26553 pubblicato il 02 Luglio 2020 da forddisseche

DAL 6 AL 10 LUGLIO NUOVAMENTE CHIUSE LE GALLERIE FRA MATTINATA E VIESTE  

  
 

Saranno chiuse al traffico, dal 6 al 10 luglio prossimi, le gallerie che da Manfredonia conduco a Vieste, attraversando il territorio di Mattinata. Chiusura quindi dalle 8,00 di lunedì, 6 luglio 2020, fino alle ore alle 19,00 del 10 luglio 2020, sia di giorno che di notte. In questo periodo ci sarà la deviazione del traffico veicolare sulle SS 89 e SP 53. Ne ha dato comunicazione l’Anas con un’ordinanza del responsabile territoriale, Vincenzo Marzi. Motivo: dopo i lavori di efficientamento energetico delle gallerie San Benedetto, Papone e Sperlonga, site sulla SS 688 “Variante di Mattinata” ora dovranno essere installati i “quadri” per gli impianti di illuminazione a led e le cosiddette “sonde di velo”.

 
 
 

Controllo delle Coste – A San Menaio siglato accordo di collaborazione tra Regione e Guardia Costiera

Post n°26552 pubblicato il 02 Luglio 2020 da forddisseche

Controllo delle Coste – A San Menaio siglato accordo di collaborazione tra Regione e Guardia Costiera  

  
 

“Rinnoviamo per tre anni un‘alleanza con la Guardia costiera per intensificare la vigilanza lungo circa 900 chilometri di coste, che sono il capitale più prezioso per i pugliesi e per i cittadini del mondo che amano la Puglia, la regione peninsulare italiana con il maggior numero di chilometri costieri”.

 

Lo ha detto l’assessore regionale al Bilancio e alla Programmazione unitaria, con delega al Demanio costiero e portuale, Raffaele Piemontese, sottoscrivendo stamattina, sotto la Torre dei Doganieri a San Menaio, località del Comune di Vico del Gargano, in provincia di Foggia, l’Accordo di collaborazione per il potenziamento delle attività di vigilanza lungo le coste pugliesi.

 

L’accordo, che avrà durata triennale, fino al 31 dicembre 2022, e godrà  di un contributo regionale di 100 mila euro all’anno, copre le spese di acquisto di materiale tecnico, di carburante ed altri oneri connessi all’intensificazione dei controlli da parte della Direzione Marittima, durante il periodo di massima frequentazione del mare e delle località balneari.

 

 

Come ha osservato l’Ammiraglio Meli, “non si tratta solo di attività repressiva, la nostra sola presenza trasmette sicurezza e previene attività irregolari, come dimostra il fatto che l’estate 2019 si è chiusa senza alcun decesso, né incidenti lungo le nostre coste: siamo gli occhi della Regione Puglia sul patrimonio costituito dal demanio marittimo e dal litorale”.

 

Il servizio è già partito da due settimane, con 4 motovedette di altura e 200 gommoni.

 

La vigilanza si concentra in prevalenza su Gargano e Salento, aree dove più intensa è la presenza di turisti, e riguarderà, in particolare, il rispetto delle prescrizioni dell'Ordinanza Balneare regionale e delle Ordinanze in materia di sicurezza balneare, di disciplina della navigazione sottocosta, oltre che delle norme inerenti i regolamenti in materia di diporto nautico, emanati dalle varie Autorità Marittime, valorizzando l’attività del personale impegnato nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro”. 

 

Si consolida così la cooperazione tra Regione e Direzione marittima che dura dal 2017 e che, l’estate scorsa, culminò nella distribuzione da parte di tutte le Capitanerie di Porto delle brochure “Mare Sicuro 2019 - Campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza in mare”.

 

La sottoscrizione dell’Accordo è avvenuta oggi all’ombra di una delle torri costiere il cui restauro e manutenzione è stato sostenuto, in questi anni, dalla Regione Puglia. “Valorizzando il mare e il demanio marittimo - ha osservato Piemontese - facciamo crescere una cultura più rispettosa di un patrimonio naturale fragile”.

 

Nel 2018, nel 2019 e nel 2020, le antiche torri di difesa e avvistamento hanno potuto contare su un finanziamento di massimo 25 mila euro per interventi di messa in sicurezza e restauro conservativo, finalizzati al riuso anche creativo.

 

Non a caso, la Torre dei Doganieri di San Menaio, come ha anticipato stamane il sindaco di Vico del Gargano, Michele Sementino, terminati i lavori all’interno, ospiterà il Museo permanente di Andrea Pazienza, fumettista, disegnatore e pittore italiano, morto nel 1988 a soli 32 anni, che proprio a San Menaio ha vissuto estati rese memorabili in molte sue tavole.

 

 

Dal 2018, sono stati 17 gli interventi sulle torri costiere situate sul litorale di 13 Comuni: San Nicandro Garganico, Vico del Gargano e Zapponeta, in provincia di Foggia; Margherita di Savoia nella BAT; Molfetta e Monopoli, in provincia di Bari; Ostuni e Brindisi, nel Brindisino; Tricase, Salve, Racale e Nardò, in provincia di Lecce; Maruggio, in provincia di Taranto.

 

“Piccole azioni che contribuiscono a instaurare una relazione più equilibrata con le nostre coste - dice Piemontese -  che, in questi cinque anni, ci siamo impegnati a rendere tanto sicure quanto accessibili”.

 

Il riferimento dell’assessore regionale al Bilancio è anche alle azioni sviluppate dopo la Legge regionale 3 ottobre 2018, n. 48, “Norme a sostegno dell’accessibilità delle aree demaniali destinate alla libera balneazione per le persone diversamente abili”. Gli uffici della Sezione Demanio e Patrimonio diretta da Costanza Moreo hanno finanziato i progetti dei Comuni per parcheggi riservati, passerelle, servizi igienici con spogliatoi e docce accessibili, pavimentazione o corrimano tattile per il raggiungimento della battigia, segnaletica e mappe tattili, oltre alla disponibilità dei necessari ausili per i disabili sulle spiagge libere di gestione comunale.

 

Come le 199 sedie JOB che, con una spesa di 250 mila euro, sono state acquistate dalla Regione Puglia e distribuite a tutti i 67 Comuni costieri.

 

Per gli interventi per rendere accessibili ai disabili le spiagge libere, sono stati previsti ulteriori 300 mila euro. Finora sono stati finanziati 33 Comuni costieri: Chieuti, Cagnano Varano, Ischitella, Isole Tremiti, Vico del Gargano, Vieste e Zapponeta, in provincia di Foggia; Margherita di Savoia e Bisceglie, nella BAT; Molfetta, Giovinazzo e Monopoli, in provincia di Bari; Brindisi, Carovigno e San Pietro Vernotico, in provincia di Brindisi; Lecce, Vernole, Melendugno, Otranto, Andrano,Tricase, Patù, Morciano di Leuca, Salve, Ugento, Alliste, Racale, Taviano e Nardò, in provincia di Lecce; Maruggio, Torricella, Pulsano e Castellaneta, in provincia di Taranto.

 

Il documento che sintetizza alcune attività caratterizzanti il quinquennio 2015-2020 dell’Assessorato regionale al Demanio costiero e portuale.

 
 
 

Campagna antincendi/ CIA Capitanata al Parco del Gargano: "Coinvolgete gli agricoltori". Lettera al presidente

Post n°26551 pubblicato il 02 Luglio 2020 da forddisseche

Campagna antincendi/ CIA Capitanata al Parco del Gargano: "Coinvolgete gli agricoltori". Lettera al presidente Pasquale Pazienza: “le aziende agricole, dotate tramite bando di serbatoi, potrebbero essere sentinelle del pericolo.  

  
 

Un avviso pubblico per il coinvolgimento delle imprese agro-zootecniche nell’importante attività di prevenzione incendi nel territorio: è la proposta lanciata da CIA Agricoltori Italiani Capitanata. Il presidente provinciale Michele Ferrandino ha scritto al presidente del Parco Nazionale del Gargano Pasquale Pazienza per chiedergli di farsi promotore dell'iniziativa.

 

"Come a Lei noto, purtroppo il nostro territorio è vittima di incendi legati all’orografia e ai cambiamenti climatici in atto, fenomeno in aumento esponenziale durante la stagione estiva - si legge nell'incipit della missiva - L’incendio ferisce profondamente l’immagine di un territorio e delle comunità locali, arrecando danni dal valore inestimabile all’ambiente e al territorio".

 

Da qui l'idea di emanare un bando per coinvolgere gli agricoltori, sentinelle del territorio e di eventuali pericoli, per la stagione corrente. La proposta è argomentata da un'ipotesi operativa: "L’Ente Parco da Lei presieduto potrebbe acquistare e concedere in comodato alle aziende agro-zootecniche serbatoi idrici per l’attività di ricarica dei mezzi antincendio per l’intero periodo estivo - scrive il presidente CIA Capitanata - Le imprese agro-zootecniche, munite di serbatoio, garantirebbero l’accesso h24 in un punto aziendale facilmente accessibile. Inoltre, le stesse munite di aratro a dischi, garantirebbero fasce tagliafuoco e attività di avvistamento di incendi dalle ore 5 alle ore 20".

 
 
 

ASLFG/ Autorizzati i lavori per il PTA di Vieste e l’elisuperficie

Post n°26550 pubblicato il 02 Luglio 2020 da forddisseche

ASLFG/ Autorizzati i lavori per il PTA di Vieste e l’elisuperficie  

  
 

Po­tenziamento e riquali­ficazione del PTA di Vieste e realizzazione Elisuperficie: l’AslFG ha emanato una delibera che annuncia l’approvazione del progetto esecutivo e l’in­dizione gara. Nella delibera si sottolinea che “ESAMINATA e FATTA pro­pria la relazione istruttoria e la proposta del direttore AGT ing. Rita Acquaviva delibera per quanto in pre­messa e qui integralmente richiamato, 1. di approvare il progetto esecutivo dei “ La­vori di potenziamento e ri­qualificazione del PTA di Vieste. Realizzazione di Elisuperficie costituito dagli elaborati depositati presso l’Area Gestione Tecnica, per una spesa complessiva di € 290.000,00, di cui € 221.816,97 per lavori ed oneri per la sicurezza, ed € 68.183,03 per somme a di­sposizione dell’amministrazione come esplicitato nel quadro economico in pre­messa; 2. di autorizzare la gara con procedura aperta ai sensi dell’art. 60, del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i. “ Lavori di potenziamento e ri­qualificazione del PTA di Vieste. Realizzazione di Elisuperficie”