Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 61
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

Meteo Vieste

 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvpiombo57tizventuotiottoocchialaiarobertoattolicorosannacoccolutoP.AntonioCurtogiovanni.rossi20pauradifarmaleandreame0calabriasalelello.strino
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Messaggi del 10/08/2020

Isole Tremiti, ritrovato esemplare di pesce luna

Post n°26830 pubblicato il 10 Agosto 2020 da forddisseche

Isole Tremiti, ritrovato esemplare di pesce luna  

  
 
Un esemplare di pesce luna (Mola mola) è stato ritrovato dai giovani sommozzatori del Porto turistico di Rodi Garganico nelle acque delle Isole Tremiti. Il pesce  era moribondo sulla superficie del mare, stretto mortalmente da una fune. 
 
Il pesce luna è una specie inserita nella lista rossa della IUCN di grandi dimensioni che popola le acque profonde dei nostri mari. Si nutre prevalentemente di meduse, questo giustifica le numerose osservazioni negli ultimi tempi, legate alle più alte temperature del mare che favoriscono il proliferare del plancton gelatinoso. Notizie diffuse dalla ricercatrice del CNR di Lesina, Lucrezia Cilenti

 
 
 

Agenzia delle Entrate/ Superbonus case: i requisiti per la detrazione del 110 per cento, chiarimenti

Post n°26829 pubblicato il 10 Agosto 2020 da forddisseche

Agenzia delle Entrate/ Superbonus case: i requisiti per la detrazione del 110 per cento, chiarimenti  

  
 

Chiarimenti da parte dell’Agenzia delle entrate in merito alle nuove agevolazioni fiscali previste dal Decreto Rilancio varato dal governo Conte. Una circolare illustra le disposizioni relative alle detrazioni per le spese, sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, riguardanti «specifici interventi in ambito di efficienza energetica - si legge nel documento-, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici nonché delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici».

 

Quali sono, nello specifico, i requisiti per avere diritto alla detrazione del 110 per cento?

 

Gli interventi di isolamento termico o di sostituzione degli impianti di riscaldamento esistenti devono determinare il passaggio dell’immobile dalla classe energetica “A3″ alla”A4”.

 

In caso di lavori, «realizzati su edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari funzionalmente indipendenti e che dispongono di uno o più accessi autonomi dall’esterno site all’interno di edifici plurifamiliari» l’agevolazione «spetta per le spese sostenute dalle persone fisiche nonché dai soggetti che producono reddito d’impresa o esercenti arti e professioni in relazione agli interventi su immobili diversi da quelli utilizzati per lo svolgimento di attività di impresa, arti e professioni-si legge nella circolare- per interventi realizzati su un massimo di due unità immobiliari.

 

Tale limitazione non opera per le spese sostenute per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell’edificio».
I limiti di spesa ammessi alla detrazione variano in base alla tipologia degli interventi eseguiti «nonché degli edifici oggetto dei lavori agevolabili.

 

L’importo massimo di detrazione spettante si riferisce ai singoli interventi agevolabili e deve intendersi riferito all’edificio unifamiliare o all’unità immobiliare funzionalmente indipendente oggetto dell’intervento e, pertanto, andrà suddiviso tra i soggetti detentori o possessori dell’immobile che partecipano alla spesa in ragione dell’onere da ciascuno effettivamente sostenuto e documentato».

 
 
 

Manfredonia/ Arcidiocesi, valzer di incarichi tra parroci e capitolo cattedrale. Accettate dal vescovo Moscone.

Post n°26828 pubblicato il 10 Agosto 2020 da forddisseche

Manfredonia/ Arcidiocesi, valzer di incarichi tra parroci e capitolo cattedrale. Accettate dal vescovo Moscone, le dimissione da direttore della rettoria del santuario viestano di S. Maria di Merino di don Giorgio Trotta.  

  
 

È tempo di arrivi e di addii nella diocesi di Manfredonia-Vieste-San Gio­vanni Rotondo e a darne l’annuncio è lo stesso mons. Franco Moscone in una nota. All’interno del capitolo della cattedrale di Manfredonia l’ar­civescovo Moscone ha confermato per il quin­quennio 2020-25 la nomina di don Stefano Mazzone a presidente del capitolo sipontino, così come da elezione avvenuta nella seduta del 26 giugno scorso.

 

Inoltre ha nominato don Matteo Tavano canonico penitenziere del capitolo sipontino ed ha provveduto a nominare canonici effettivi del capitolo della cattedrale di Manfredonia i reverendi sacerdoti Nicola Cardillo e Giovanni D'Arienzo, e canonici onorari i reverendi sacerdoti Franco De Finis e don Biagio Grilli.

 

Per la chiesa, la nomina a canonico esprime un legame ancora più stretto del sacerdote con la Cattedrale, il Vescovo diocesano e l’intero pre­sbiterio. L’immissione nel servizio canonicale dei nuovi canonici avverrà in cattedrale du­rante la celebrazione dei primi Vespri in onore della Beata Vergine Maria di Siponto il pros­simo 29 agosto. Mons. Moscone ha quindi prov­veduto alle nomine di parroci già amministra­tori parrocchiali: sacerdote Fabio Clemente, parroco di San Nicola di Mira e di Santa Maria della Libera in Rodi Garganico; padre Giuseppe Buenza, parroco di Sant'Antonio da Padova in San Menaio (Vico del Gargano); sacerdote Vincent Sasi Rumar, parroco di SS. Salvatore nella frazione Montagna di Manfredonia. Tra le con­ferme e le nuove nomine per quanto riguarda gli assistenti dell'Azione cattolica diocesana: sacer­dote Luca Santoro, assistente unitario; sacer­dote Gabriele Giordano, assistente adulti; sa­cerdote Pasquale Paloscia, assistente giovani e Msac; diacono Angelo Di Tulio, collaboratore dell'assistente giovani e Msac; sacerdote Pa­squale Pio Di Fiore, assistente Acr; diacono Gio­vanni Totaro, collaboratore dell’assistente Acr.

 

L’arcivescovo ha inoltre accettato le dimis­sioni dei sacerdoti Carlo Sansone da direttore della rettoria di Sant'Andrea Apostolo a Man­fredonia, e Giorgio Trotta da direttore della ret­toria del santuario di Santa Maria di Merino a Vieste.

 

A tal proposito il presule ha commentato: «Sono lieto di esprimere il ringraziamento più sincero a don Sansone e a don Trotta per il loro lungo e generoso ministero a favore della nostra chiesa diocesana, con l'augurio che si fa pre­ghiera per un felice stato di buona salute e di serenità ai sacerdoti».

 

Ai nuovi confermati ha poi rivolto nel loro servizio «gli auguri di un proficuo ministero pastorale in comunione con il vescovo e l'intero presbiterio diocesano».

 

Maria Teresa Valente

 
 
 

Il Rodi Summer Music conclude la prima parte della sua rassegna l’11 agosto con un duo tenore-chitarra.

Post n°26827 pubblicato il 10 Agosto 2020 da forddisseche

Il Rodi Summer Music conclude la prima parte della sua rassegna l’11 agosto con un duo tenore-chitarra. Riprenderà a inizio settembre alternando corsi di alto perfezionamento a concerti anche con artisti di fama internazionale.  

  
 

Protagonisti di martedì prossimo, quinto evento del denso calendario, saranno Roberto Di Tullio, virtuoso della chitarra classica, e il tenore Francesco Canestrale, talento lirico, anche lui espressione della ricchezza artistica garganica.

 

La sensibilità del primo e la versatilità del secondo verranno convogliate in un programma che si snoda nel repertorio vocale da camera dell'eclettico Mauro Giuliani, toccando l'opera italiana con l'aria "Se il mio nome saper" tratta da il Barbiere di Siviglia, concludendo con una selezione dalle Canzoni Popolari Spagnole di De Falla e Garcia Lorca.

 

“Un programma di estrema eleganza – annuncia Manuel Padula, direttore artistico della fortunata rassegna, premiata da un abbondante e costante afflusso di pubblico - che mira a far conoscere al grande pubblico alcune perle del vasto, ma poco eseguito, repertorio vocale da camera dell’Ottocento e della musica spagnola del Novecento, caratterizzata da forti richiami alle melodie popolari”.

 

Il Rodi Summer Music, rassegna di concerti e corsi di alto perfezionamento musicale, è un progetto ideato dai maestri Luca Cocomazzi, Antonio Montecalvo e Manuel Padula, organizzato dall’Associazione “Luigi Russo”, presieduta da Domenico Sinigagliese.

 

Si avvale della collaborazione di vari partner e artisti, nonché del contributo di Ferrovie del Gargano, che ha messo a disposizione un coupon spendibile presso alcuni punti vendita di Rodi Garganico, per i viaggiatori che parteciperanno ai concerti. Le informazioni sono reperibili sui siti web rodisummermusic.com e ferroviedelgargano.com.

 

L'appuntamento si svolgerà come di consueto nella chiesa di San Pietro di Rodi Garganico, con inizio alle 21.30. L’ingresso è libero.

 
 
 

Questa sera in prima serata su Italia 1, terza puntata di “RadioNorba Vodafone Battiti Live”, l’unico appuntamento televisivo d

Post n°26826 pubblicato il 10 Agosto 2020 da forddisseche

Questa sera in prima serata su Italia 1, terza puntata di “RadioNorba Vodafone Battiti Live”, l’unico appuntamento televisivo dell’estate musicale italiana presentato da Alan Palmieri con Elisabetta Gregoraci.  

  
 

Per questa 18esima edizione il palco di Radionorba, primo a riportare la musica live in televisione, avrà un’unica scenografia, il Castello Aragonese di Otranto, ma la kermesse manterrà la sua forte identità itinerante. 15 esibizioni, infatti, si svolgeranno “on the road” in altrettante location pugliesi: Alberobello, Altamura, Andria, Bari, Brindisi, Castellana Grotte, Foggia, Gallipoli, Lecce, Mesagne, Molfetta, Ostuni, Taranto, Trani e Vieste. Oltre a queste città, che ospiteranno le esibizioni di altrettanti cantanti, saranno coinvolte anche cinque località marittime: Giovinazzo, Manfredonia, Mola di Bari, Monopoli e Porto Cesareo. In ogni puntata l’attrice e webstar Mariasole Pollio darà la possibilità al pubblico che seguirà lo show in spiaggia, di interagire con gli artisti sul palco.

 

Come sempre, la rassegna accoglierà alcuni dei nomi più importanti della musica italiana e internazionale. Protagonisti della seconda puntata: Baby K, Takagi&Ketra, Giusy Ferreri, Elettra Lamborghini, J-Ax, Boomdabash, Alessandra Amoroso, Rocco Hunt, Ana Mena, Gaia, Elodie, Fred De Palma, Francesco Renga, Ermal Meta, Dotan, Danti, Raf, Pinguini Tattici Nucleari.

 

La regia è affidata a Luigi Antonini.

 

Il cast artistico di questa edizione del Radionorba BATTITI LIVE: Piero Pelù, J-Ax, Irama, Annalisa, Elodie, Fedez, Shade, Takagi&Ketra, Elettra Lamborghini, Raf, Gigi D’Alessio, Alberto Urso, Clementino, Francesco Renga, Nek, The Kolors, Fabrizio Moro, Ermal Meta, Diodato, Baby K, Giusy Ferreri, Gabri Ponte, Anna Tatangelo con Geolier, Francesco Gabbani, Le Vibrazioni, Pinguini Tattici Nucleari, Boomdabash, Alessandra Amoroso, Rocco Hunt, Dotan, Gaia, Ana Mena, Fred De Palma, Aiello, Danti, Il Tre, Bugo, Anna, Mr. Rain, Cara, Chadia Rodriguez, Federica Carta, Emma Muscat, Astol, Ernia e Random, ma non mancheranno altre sorprese che si aggiungeranno nel corso della kermesse.

 
 
 

Vico, piazza e monumento ai “caduti della pace”. Toccante cerimonia d’intitolazione ai Caduti nelle missioni internazionali

Post n°26825 pubblicato il 10 Agosto 2020 da forddisseche

Vico, piazza e monumento ai “caduti della pace”. Toccante cerimonia d’intitolazione ai Caduti nelle missioni internazionali di Pace. In Puglia 26 vittime, in Capitanata la storia e i nomi di chi ha perso la vita

Da ieri, Vico del Gargano ha un monumento e una piazza, quella posta tra la Villa Comunale e il vicino parco giochi. Il luogo e il monumento sono stati intitolati ai Caduti nelle missioni internazionali di pace all’estero. In Puglia, sono 26 le persone che hanno sacrificato la propria vita nelle missioni internazionali di pace e quattro di loro erano figli della nostra Capitanata: Mario Frasca di Orta Nova, Pasquale Dragano di San Giovanni Rotondo, Francesco Saverio Positano di Foggia e Salvatore Domenico Marracino di San Severo.

Toccanti le testimonianze di Antonio, Angela, Francesco e Vincenzo dell’associazione Onlus Mario Frasca, che da 2012 porta avanti l’impegno l'onore di ricordare tutti i caduti nell'adempimento del loro dovere. Mario Frasca morì in Afghanistan il 23 settembre 2011; Pasquale Dragano cadde in Kosovo il 24 giugno del 1999; Francesco Saverio Positano perse la vita in Afghanistan il 23 giugno 2010, mentre Salvatore Domenico Marracino morì in Iraq il 15 marzo 2005.

“L’articolo 11 della nostra Costituzione”, ha ricordato il sindaco Michele Sementino durante la cerimonia, “afferma che l’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà dei popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali, e consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie a un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia tra le nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.

Ecco”, ha aggiunto Sementino, “è con questo mandato costituzionale che oggi le nostre Forze Armate hanno il compito di difendere la Patria, la pace e la nostra libertà. Un impegno che svolgono con dedizione in Italia ma anche nelle numerose missioni all’estero in cui sono impegnate. Il modo migliore per commemorare degnamente i nostri caduti è quello di impegnarsi in prima persona, ogni giorno, nel nome dei diritti ma anche dei doveri di ognuno di noi. Ai bambini, ai ragazzi e giovani qui presenti chiedo di custodire e difendere con orgoglio questo monumento”.  

“Ringrazio tutte le persone che hanno partecipato a questa iniziativa. L'assessore Vincenzo Murgolo che ha seguito l'iter dei lavori, l’intera giunta, i consiglieri comunali d'opposizione e quelli di maggioranza. Le autorità religiose, civili e militari oggi presenti. La Polizia Municipale e le forze dell'ordine. Le associazioni e i cittadini che hanno partecipato. Un ringraziamento speciale va all'associazione Onlus Mario Frasca”, ha concluso il sindaco di Vico, Michele Sementino.