Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 61
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

Meteo Vieste

 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvvita.perezmovidabeachanmicupramarittimawild.waterg.paolo05hemel_0Unacottailtuocollegaprefazione09vecchietto0Paola_avzeronuvolettaSifacredito
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

Messaggi del 06/10/2020

MANFREDONIA META TURISTICA ATTRATTIVA ANCHE D'AUTUNNO. DAL 9 AL 25 OTTOBRE TRE SETTIMANE DI EVENTI PRESTIGIOSI

Post n°27169 pubblicato il 06 Ottobre 2020 da forddisseche

MANFREDONIA META TURISTICA ATTRATTIVA ANCHE D'AUTUNNO. DAL 9 AL 25 OTTOBRE TRE SETTIMANE DI EVENTI PRESTIGIOSI  

  
 

Dal 9 al 25 ottobre si svolgerà a Manfredonia, ed in tutta l'area daunofantina, il calendario di eventi istituzionali “Active&Food Experience”, al fine di promuovere e valorizzare il territorio e le sue risorse. Gli eventi, organizzati dal Gal DaunOfantino – nel ruolo di agenzia di sviluppo locale -  in collaborazione con “Manfredonia in Rete” (il Contratto di rete di imprenditori turistico-commerciali) ed altri soggetti istituzionali ed imprenditoriali, prendono spunto dal passaggio del Giro d'Italia e dalla partenza del Giro-E, in programma, come già noto, a Manfredonia il 10 ottobre, ed avranno come filo conduttore il turismo attivo-sportivo e l'enogastronomia, in un'ottica sostenibile e destagionalizzante.

Contestualmente avranno luogo la cerimonia di inaugurazione dei due Moli del “Marina del Gargano – Porto Turistico di Manfredonia” a due Cristoforo Colombo ed Amerigo Vespucci (con arrivo della nave Palinuro) e la XXIX^ edizione del “Premio Internazionale di Cultura Re Manfredi” (Edizione Speciale dedicata al tema “Mare ed Ambiente”, premiati: Donatella Bianchi – conduttrice di “Linea Blu e Presidente WWF Italia, la Marina Militare Italiana, la famiglia d e Dario Vassallo – Presidente della “Fondazione Angelo Vassallo, Sindaco Pescatore”), famiglia del Tenente Colonnello Francesco Rotundi (foggiano di origine, progettista della nave scuola Amerigo Vespucci e della nave scuola Cristoforo Colombo).

Il programma dettagliato è stato presentato questa mattina in una conferenza stampa online alla presenza di Michele d’Errico - Presidente Gal DaunOfantino, Giuseppe D’Urso - Presidente del Teatro Pubblico Pugliese), Michele De Meo - esperto di marketing territoriale e Consigliere “Marina del Gargano” con moderatore Rocky Malatesta - esperto di internazionalizzazione d’impresa.

Questa venti giorni di eventi tematici (tra cui escursioni, visite guidate, degustazioni, appuntamenti sportivi;  il tutto si svolgerà nel pieno rispetto delle normative anti Covid vigenti) rappresenta la prosecuzione del piano strategico di rilancio dell’appeal turistico della città avviato con successo dal Gal con “Manfredonia Experience” la scorsa estate, allargando il respiro della progettualità con il coinvolgimento di soggetti istituzionali ed imprenditoriali di livello come Touring Club Italiano, Teatro Pubblico Pugliese,  PugliaPromozione, Camera di Commercio di Foggia, Marina del Gargano, Fondazione Re Manfredi.

Uno strumento per rendere attrattiva Manfredonia anche in bassa stagione attraverso la lungimirante ed innovativa contaminazione di turismo, sport, cultura ed ambiente.

 

IL PROGRAMMA

 

ACTIVE&FOOD EXPERIENCE

 

A cura del Gal DaunOfantino in collaborazione con “Manfredonia in Rete”

 

Venerdì 9 ottobre

 

Ore 10.30 Workshop “Enogastronomia e turismo attivo. Per una destinazione accogliente tutto l’anno” - c/o Marina del Gargano

 

Interventi

 

Michele d'Errico (Presidente Gal DaunOfantino)

 

Raffaele Piemontese (Assessore Regione Puglia)

 

Damiano Gelsomino (Presidente Camera di Commercio)

 

Matteo Minchillo (Direttore Generale PugliaPromozione)

 

Michele De Meo (CdA Gespo – Marina del Gargano)

 

Roberta Garibaldi (Presidente Associazione Italiana Turismo Enogastronomico)

 

Giuseppe Calabrese  - Peppone  (Conduttore Linea Verde Rai 1)

 

Angelo Mellone (Capo struttura Rai 1)

 

Angelofabio Attolico (Direzione Generale Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio Regione Puglia – Puglia Promozione)

 

Pascal Barbato (maestro panificatore - Fulgaro Panificatori di San Marco in Lamis)

 

Roberto Salvador (Direttore Giro-E)

 

Ore 12.30 Aspettando il Giro E - cookingshow con Peppone di “Linea Verde” a cura di Matteo Cardillo Chef Executive Regiohotel Manfredi

 

 

 

Sabato 10 ottobre

 

Ore 9 -10.45 Villaggio Giro-E  Giro-E LAB Laboratori aperti alla cittadinanza sulle seguenti tematiche:

 

E energie rinnovabili

 

R raccolta differenziata

 

A ed accoglienza turistica

 

Nel Villaggio Giro E ci saranno degli stand promozionali del territorio.

 

Ore 11.00 Partenza Giro-E

 

Ore 18.00 Anfiteatro Marina del Gargano “Danza e Ginnastica in rosa” a cura della A.S.D. della città di Manfredonia (in collaborazione con Associazione A.N.D.O.S a sostegno della lotta contro il tumore al seno)

 

Domenica 11 ottobre

 

Ore 10.00 Escursioni trekking/bike/cavallo a Manfredonia, Margherita di Savoia, Barletta e Trinitapoli a cura di guide ed associazioni locali a cura di DauniaTur, A.S.D. Posta Ruggiano, Puglia Taste and Culture. 

 

Ore 19.30 Food Experience a cura dei locali aderenti all’iniziativa Active&Food Experience.

 

Lunedì 12 ottobre

 

Ore 19.30 Food Experience a cura dei locali aderenti all’iniziativa Active&Food Experience.

 

Martedì 13 ottobre

 

Ore 19.30 Food Experience a cura dei locali aderenti all’iniziativa Active&Food Experience.

 

Mercoledì 14 ottobre

 

Ore 19.00 Terrazza Info Point Turistico Piazzetta Mercato - Degustazione in collaborazione con aziende del territorio

 

Giovedì 15 ottobre

 

Ore 19.00 Terrazza Info Point Turistico Piazzetta Mercato - Degustazione in collaborazione con aziende del territorio

 

Venerdì 16 ottobre

 

Ore 19.30 Food Experience a cura dei ristoranti aderenti all’iniziativa Active&Food Experience.

 

Domenica 18 ottobre

 

Ore 9.00 Porto Turistico di Manfredonia - Molo Colombo partenza “Camminare è Prevenire” (in collaborazione con Associazione A.N.D.O.S a sostegno della lotta contro il tumore al seno)

 

Ore 10.00 Escursioni trekking/bike/cavallo a Manfredonia, Margherita di S., Barletta e Trinitapoli a cura di guide ed associazioni locali a cura di DauniaTur, A.S.D. Posta Ruggiano, Puglia Taste and Culture.

 

Ore 19.30 Food Experience a cura dei locali aderenti all’iniziativa Active&Food Experience.

 

Domenica 25 ottobre

 

Ore 9.00 Porto Turistico di Manfredonia - Molo Colombo partenza “Manfredonia in bici”

 

Ore 10.00 Escursioni trekking/bike/cavallo a Manfredonia, Margherita di S., Barletta e Trinitapoli a cura di guide ed associazioni locali a cura di DauniaTur, A.S.D. Posta Ruggiano, Puglia Taste and Culture.

 

Ore 19.30 Food Experience a cura dei locali aderenti all’iniziativa Active&Food Experience. 

 

 

 

CERIMONIA D’INTITOLAZIONE MOLI "MARINA DEL GARGANO" A CRISTOFORO COLOMBO E AMERIGO VESPUCCI

 

 

 

Giovedì 15 ottobre

 

Ore 15.00 Arrivo Nave Palinuro

 

Cerimonia d’accoglienza in base al cerimoniale e saluto del Comandante Nave Scuola Palinuro CF Antonio Strina

 

Venerdì 16 ottobre

 

Ore 8     Ingresso Marina del Gargano - Alzabandiera a cura della CP Manfredonia con la presenza di una rappresentanza dell’Istituto Nautico Rotundi di Manfredonia

 

Ore 10.00 La grandezza dell’Ing. Francesco Rotundi nella storia d’Italia a cura della Biblioteca provinciale Magna Capitana in collaborazione con l’Istituto Nautico Rotundi di Manfredonia

 

Ore 15.30 Accoglienza autorità e Hospitality presso l’anfiteatro e messaggio di benvenuto da parte del presidente del Marina del Gargano, del commissario straordinario del Comune di Manfredonia, Presidente Autorità Portuale 

 

-  Cerimonia di Intitolazione dei due Moli con la presenza del Ministro della Difesa e del Capo di Stato Maggiore della Marina, S.E. Mons. Padre Franco Arcivescovo di Manfredonia e di tutte le autorità civili, militari e religiose.

 

- Scopritura delle targhe con lettura teatrale delle biografie dei navigatori Vespucci e Colombo

 

-  XXIX Premio Internazionale di Cultura Re Manfredi Edizione Speciale Mare & Ambiente

 

Premiati Marina Militare, Donatella Bianchi, Francesco Rotundi, Angelo Vassallo

 

Premio Speciale Città di Manfredonia: Capitanerie di Porto di Manfredonia

 

- Omaggio a Ennio Morricone a cura dell’Orchestra Suoni del Sud

 

Sabato 17 ottobre

 

Ore 8     Ingresso Marina del Gargano - Alzabandiera a cura della CP Manfredonia con la presenza di una rappresentanza dell’Istituto Nautico Rotundi di Manfredonia

 

Ore 10.00 I due grandi navigatori Vespucci e Colombo, evento dedicato alle classi (5^) dell’Istituto Nautico Rotundi con premiazione progetto “La Città che vorrei” dedicato alle scuole primarie di Manfredonia.

 

Ore 18.10 Ammaina Bandiera

 

 Domenica 18 ottobre

 

Ore 8     Ingresso Marina del Gargano - Alzabandiera a cura della CP Manfredonia con la presenza di una rappresentanza dell’Istituto Nautico Rotundi di Manfredonia

 

Lunedì 19 ottobre

 

Ore 8     Ingresso Marina del Gargano - Alzabandiera a cura della CP Manfredonia con la presenza di una rappresentanza dell’Istituto Nautico Rotundi di Manfredonia

 

Ore 11.00 Saluto del Comandante Nave Scuola Palinuro CF Antonio Strina

 
 
 

Ma vi pare che il Gargano che ha più di un milione di anni possa essere SCARICATO da internet?

Post n°27168 pubblicato il 06 Ottobre 2020 da forddisseche

Ma vi pare che il Gargano che ha più di un milione di anni possa essere SCARICATO da internet?  

  
 

www.retegargano.it

 

...te l’ho racconta

 

 

 

-3 giorni al nuovo sito web

 
 
 

103° Giro d'Italia/ Tappa del 10.10.2020 Giovinazzo/Vieste.- Ordinanza circolazione -

Post n°27167 pubblicato il 06 Ottobre 2020 da forddisseche

103° Giro d'Italia/ Tappa del 10.10.2020 Giovinazzo/Vieste.- Ordinanza circolazione -

C O M U N E DI V I E S T E

Provincia di Foggia

 

Ordinanza n. 168 del 06/10/2020

 

Oggetto: Ordinanza sulla circolazione stradale ex art. 5 c. 3° e 9 del D.L.vo 285/92.

 

IL SINDACO

Vista la richiesta della RCS Sport s.p.a. acquisita al protocollo generale nr. 21677 del 08/09/2020, avente ad oggetto: 103° Giro d’Italia – corsa ciclistica per professionisti. 8^ tappa del 10 ottobre 2020: Giovinazzo – Vieste;

Considerati gli esiti delle riunioni convocate dall’Ill.mo sig. Prefetto di Foggia;

Dato atto dell’istituzione del C.O.C. del Comune di Vieste con ordinanza n. 51 del 6 marzo 2020;

Assunte le comunicazioni del Comandante della Polizia Locale in esito alla riunione del tavolo tecnico svoltosi in data 06.10.2020 presso la Questura di Foggia;

Ritenuta la necessità di adottare tutti i provvedimenti richiesti di cui all’art. 9 del nuovo Codice della Strada riguardante le competizioni sportive su strada e al Decreto Legge n. 121 del 20 giugno 2002, convertito in legge n. 168 del 01 agosto 2002, riguardante diposizioni urgenti per garantire la sicurezza nella circolazione stradale;

Visto il Regolamento di Polizia Urbana approvato con delibera C.C. n. 48 del 10.10.2019;

Vista l’ordinanza n. 30 del 29.03.2019 “divieto tassativo di vendita anche d’asporto di bevande alcoliche, analcoliche ed alimenti di qualsiasi genere, in contenitori di vetro e in lattine nelle aree pubbliche interessate dallo svolgimento delle manifestazione pubbliche e comunque nelle loro immediate vicinanze, anche per mezzo di distributori automatici;

Visti gli artt. 5, 7, 9 del D.L.vo 30/04/1992, n° 285 e successive modifiche;

 

O R D I N A

Per il giorno 09 ottobre 2020:

  • Dalle ore 10:00 alle ore 24:00:

Il divieto di sosta, con rimozione di tutti i veicoli sulle seguenti strade cittadine: Area Parcheggio Europa, Nuovo molo Turistico.

Dalle ore 20.00 del giorno 09 ottobre 2020 alle ore 23.00 del giorno 10 ottobre 2020:

  • IL DIVIETO DI SOSTA, con rimozione di tutti i veicoli sull’area parcheggio Europa.

 

Per il giorno 10 Ottobre 2020:

  • La chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, compreso il nido comunale sito al Lungomare Europa;
  • La chiusura dei distributori di carburanti insistenti sul percorso di gara;
  • Lo spostamento della fermata dei bus di linea in piazzale Manzoni;
  • La chiusura del mercatino ortofrutticolo di piazzale Paolo VI.
  • Dalle ore 05.00 alle ore 21.00:

 IL DIVIETO DI SOSTA, con rimozione di tutti i veicoli sulle seguenti strade cittadine:

       Lungomare Europa (intera percorrenza), Viale Italia, Terminal Bus Europa, Nuovo molo Turistico Marina di Vieste, Via della Repubblica (da intersezione Lungomare Europa a intersezione P.le A. Moro), P.le A. Moro (intera area), Via dell’Antico Porto Aviane (dal civico 12 palestra Scuola Elementare Delli Santi a intersezione Lungomare Europa), Via Verdi (da intersezione Via Puccini a intersezione Via D. Alighieri).

  • Dalle ore 08:00 alle ore 18:00:

IL DIVIETO DI SOSTA CON RIMOZIONE FORZATA DI TUTTI I VEICOLI sulle seguenti strade cittadine:

Lungomare E. Mattei (intera percorrenza), Via Marconi (intera percorrenza), Via D. Alighieri (da intersezione Via Marconi a intersezione Via Leopardi), Via Verga (intera percorrenza), Via Verdi (da intersezione via Verga a intersezione Via Puccini), Via Puccini (intera percorrenza), Via Saragat (intera percorrenza), Strada Vicinale Costamartino (da intersezione via Saragat a intersezione SS 89), Lungomare Europa (intera percorrenza), Lungomare A. Vespucci (intera percorrenza), Lungomare C. Colombo (intera percorrenza), Viale Marinai d’Italia (intera percorrenza), Corso L. Fazzini (intera percorrenza), Viale XXIV Maggio (intera percorrenza).

 

  • Dalle ore 13:00 alle ore 18:00: - IL DIVIETO ASSOLUTO DI CIRCOLAZIONE relativamente alle indicate strade interessate dal passaggio dei corridori e auto di servizio:

Lungomare E. Mattei (intera percorrenza), Via Marconi (intera percorrenza), Via D. Alighieri (da intersezione Via Marconi a intersezione Via Leopardi), Via Verga (intera percorrenza), Via Verdi (da intersezione via Verga a intersezione Via Puccini), Via Puccini (intera percorrenza), Via Saragat (intera percorrenza), Strada Vicinale Costamartino (da intersezione via Saragat a intersezione SS 89), Lungomare Europa (intera percorrenza), Lungomare A. Vespucci (intera percorrenza), Lungomare C. Colombo (intera percorrenza), Viale Marinai d’Italia (intera percorrenza), Corso L. Fazzini (intera percorrenza), Viale XXIV Maggio (intera percorrenza); Viale Italia (intera percorrenza).

ORDINA ALTRESÌ

  1. il divieto di attraversamento ed impiego della carreggiata da parte delle persone nelle fasi di attraversamento delle strade sopra indicate da parte della carovana del Giro d’Italia;
  2. l’interdizione alla circolazione di ogni tipologia di veicoli, compresi velocipedi ed assimilabili, dagli accessi stradali di tutte le attività turistico-alberghiere e privati;
  3. la rimozione di qualsiasi ingombro sulle carreggiate del percorso di gara;
  4. il divieto tassativo di vendita anche d’asporto di bevande alcoliche, analcoliche ed alimenti di qualsiasi genere, in contenitori di vetro e in lattine nelle aree pubbliche interessate dallo svolgimento delle manifestazione pubbliche e comunque nelle loro immediate vicinanze, anche per mezzo di distributori automatici, nonché di spray urticanti;
  5. il totale rispetto dell’Ordinanza Regionale n. 374 (Misure urgenti per la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19) del 03 ottobre 2020 relativamente all’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale nei luoghi e nei locali aperti al pubblico ed all’obbligo di rispettare il distanziamento fisico.

 

A V V I S A

 

Tutta la cittadinanza che in data 10/10/2020, dalla ore 12:00 alle ore 18:00 circa (al completo passaggio della carovana del 103° Giro d’Italia) le strade di accesso e di uscita sulla S.P. 53 – direzione Mattinata – e sulla S.P. 52 – direzione Peschici – , nonché tutte le intersezioni stradali che affacciano sui tratti di strada interessati al transito del Giro d’Italia, saranno interdette alla circolazione.  

DISPONE

  • Di riservare per la sosta degli autoveicoli dei residenti le seguenti aree: piazzale Paolo VI e l’area portuale del molo Sud e Ponente.
  • Di attribuire, per l’insediamento del “Quartier Tappa”, la disponibilità dei locali del plesso Spalatro dell’I.C. "Rodari – Alighieri - Spalatro" a RCS Sport.
  • L’accesso a dette aree di sosta sarà consentito fino alle ore 13.00 e l’uscita dalle ore 18.00.

 

A V V E R T E

 

La chiusura al transito veicolare delle strade interessate dalla manifestazione sarà effettuata a mezzo installazione di segnaletica mobile (cartellonistica stradale mobile, transenne, etc.) e dal personale della Polizia Locale che coordinerà, per tale compito, il personale delle associazioni di volontariato di Protezione Civile.

Copia della presente sarà inviata: alla RCS Sport s.p.a.; Alla Prefettura di Foggia; Alla Questura di Foggia; Al Comando della Polizia Stradale di Foggia; Al Comando Provinciale Carabinieri di Foggia; Al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Foggia; Al Comando Provinciale Carabinieri Forestali di Foggia; Alla Capitaneria di Porto di Manfredonia; Ai Servizi di Emergenza e Soccorso del 118 centrale operativa di Foggia; Al coordinatore delle Associazioni di Volontariato di Protezione Civile Matteo Perillo. Alle soc. di trasporti pubblici – Ferrovie del Gargano e Sita; Alla soc. AQP; Alla Soc. Tecneco Spa.

La presente Ordinanza sarà resa nota alla cittadinanza a mezzo pubblicazioni sul sito Web del Comune di Vieste, a mezzo comunicazione agli organi di stampa locali e a mezzo pubblicità fonica.

La Polizia Locale e gli Agenti della Forza Pubblica sono incaricati della esecuzione della presente Ordinanza.

                                                                                               IL SINDACO

                                                                                   ( avv. Giuseppe NOBILETTI )

 
 
 

Vieste/ Una notte sul trabucco, l'avventura di Michele e Sara: "Meravigliosa la costa del Gargano che si illumina di rosa

Post n°27166 pubblicato il 06 Ottobre 2020 da forddisseche

Vieste/ Una notte sul trabucco, l'avventura di Michele e Sara: "Meravigliosa la costa del Gargano che si illumina di rosa all'alba"

 

 

 

 

La coppia ha un blog e ha voluto provare l'emozione di una notte a contatto con il mare e la natura selvaggia. L'associazione "La Rinascita dei Trabucchi Storici" di Vieste pensa di trasformare questa avventura in offerta turistica

 

Il rumore " selvaggio e ruvido" delle onde che sbattono sulla scogliera. Il sole che sorge e che lentamente illumina di rosa la roccia bianca del Gargano. In lontananza Vieste e il suo faro. Emozioni che solo Michele e Sara, lui di Monte Sant'Angelo lei, Toscana ma garganica di adozione, possono raccontare. I due, qualche giorno fa, hanno vissuto un'esperienza unica: armati di sacco a pelo e di termos pieno caffè, hanno dormito, per una notte, sul Trabucco Molinella, a Vieste.

"E' un'avventura che consigliamo a chi ama, realmente, il contatto con la natura" - racconta Michele. Lo scenario dei Trabucchi, queste antiche macchine da pesca, ti lascia senza fiato". In realtà Michele e Sara, a bordo di un furgoncino rosso hanno deciso di visitare tutta la Puglia, da nord a sud. Il loro viaggio lungo lo sperone d'Italia, è raccontato, meta dopo meta, fermata dopo fermata, sul loro blog "Firstep". Ed è proprio in una delle prime tappe che i due  sono approdati a baia di Molinella.

 

Lì hanno incontrato Matteo Silvestri, dell'associazione "La Rinascita dei Trabucchi Storici" di Vieste. "Abbiamo goduto del rumore del mare. Ci siamo fatti cullare dal vento" - confessa Michele. Per vivere questa avventura, occorre ben equipaggiarsi: noi suggeriamo di utilizzare un sacco a pelo invernale perché nella notte le temperature scendono decisamente - aggiunge. Il momento più emozionante è stato all'alba, quando il sole iniziava a salire dal mare, davanti ai nostri occhi".

Dopo questo "debutto" a quanto pare ben riuscito, Matteo Silvestri dell'associazione viestana ha in mente, per il prossimo anno, rilanciare il campeggio sui Trabucchi.  "Abbiamo  voluto sperimentare una nuova esperienza di camping nel pieno rispetto della natura e del luogo che ha ospitato i due turisti - afferma Silvestri. Pensiamo  sia ulteriore formula esperenziale. Insomma - ammette - non capita  tutti i giorni di addormentarsi e di risvegliarsi in mezzo al mare". 

 

Tatiana Bellizzi

 

repubblicabari

 
 
 

Emanuele Brunatto è ritornato per sempre dal suo amato Padre Pio. Da sabato 26 settembre il feretro di Emanuele Brunatto riposa

Post n°27165 pubblicato il 06 Ottobre 2020 da forddisseche

Emanuele Brunatto è ritornato per sempre dal suo amato Padre Pio. Da sabato 26 settembre il feretro di Emanuele Brunatto riposa nel cimitero di S. Giovanni Rotondo  

  
 

Esattamente alle ore 9,00 di sabato 26 settembre 2020, il feretro di Emanuele Brunatto, dopo alcuni giorni di fermo nella cappella dell’obitorio della “Casa Sollievo della Sofferenza”, atteso dai familiari, dal comitato e da altri ospiti, ha attraversato il portone Chiesa antica del Convento dei Frati Cappuccini di San Giovanni Rotondo ( XVI sec. ) per ritornare in un luogo che lo vide nel 1920 per incontrare il giovane frate stigmatizzato del gargano, un primo incontro fulminante che aiutò Emanuele a cambiare la rotta del suo cammino terreno.

 

Alle ore 9,50 il feretro è stato trasferito nel Santuario di Santa Maria delle Grazie accolto dal Sindaco di Pietrelcina, Domenico Masone, e dai comandanti dei carabinieri di San Giovanni Rotondo, il Magg. Alessandro Carpentieri, il m.llo Vincenzo Pugliese e dal vice comandante dei Polizia Locale dott. Giuseppe Bramante.

 

La messa è stata celebrata dal guardiano del Convento fr. Carlo Laborde che nell’introduzione ha sottolineato << (…) Accogliamo in questa chiesa di Santa Maria delle Grazie le spoglie mortali di Emanuele Brunatto, grande amico e difensore della santità del nostro amato Padre Pio.(…) E’ un evento storico, che certamente rallegra anche il cuore di P. Pio. Vogliamo in questa messa pregare per la sua anima e invocare l’intercessione del nostro Santo su tutti noi che siamo stati convocati per questa circostanza (…) >>, mentre nell’omelia il celebrante ricorda che Emanuele Brunatto nella primavera del 1920 Emanuele giunse a San Giovanni Rotondo col desiderio di incontrare Padre Pio, fu un incontro tumultuoso che si concluse con una confessione sacramentale e con l’assoluzione di P. Pio. Da quel momento il pubblicano decise di rompere con la sua vita passata e di stabilirsi a San Giovanni Rotondo per essere accanto a colui che divenne di fatto il suo padre spirituale.

 

Nella parte finale dell’omelia, il guardiano puntualizza << Definirei Emanuele Brunatto un’icona dell’opera di salvezza a favore delle anime svolta daPadre Pio a San Giovanni Rotondo. Egli ha sperimentato la conversione e ha intrapreso un cammino spirituale sotto la guida del suo grande maestro (…) Consentitemi di dire che Padre Pio oggi gioisce per il ritorno accanto a lui di questo suo figlio spirituale della prima ora. Noi frati minori cappuccini, suoi confratelli, insieme a tutta la cittadinanza di San Giovanni Rotondo vogliamo oggi esprimere a questo“uomo di carità e angelo di salvezza” il nostro vivo ringraziamento, perché, se Padre Pio è rimasto in questa terra da lui tanto amata, è certamente merito dell’instancabile Emanuele Brunatto insieme all’amico del cuore il Cav. Francesco Morcaldi. Siamo certi che Padre Pio, sulle soglie del Paradiso, lo accoglierà con quel suo sorriso delle grandi occasioni e le braccia spalancate per introdurlo nel regno dei Cieli a godere in eterno della visione del Volto di Dio. Amen. >>

 

Al termine della S.Messa, animata dal soprano Rossana Potenza – già vista al fianco dei tenori Carreras e Domingo -, Stefano De Bonis, portavoce del Comitato Emanuele Brunatto, ha annunciato il messaggio di Gianni Letta – già Sottosegretario della Presidenza dei Consiglio dei Ministri – in quanto il papà di Letta era un noto avvocato che ha collaborato alla causa di Padre Pio su richiesta di Brunatto; nel suo messaggio Letta si scusa per non aver potuto partecipare - causa Covid - in una circostanza cosi importante e per un evento cosi significativo. Infine, De Bonis, ha dato lettura del messaggio dell’arcivescovo p. Franco Moscone, fuori regione per motivi precedentemente assunti, dove precisa << (…) Oggi San Giovanni Rotondo accoglie nel cimitero le spoglie mortali di Emanuele Brunatto traslate da Roma. Si tratta di un atto di pietà cristiana e di riconoscimento civico verso quest’uomo che fece parte della storia di Padre Pio e della nostra città. Come Vescovo dell’Arcidiocesi di Manfredonia partecipo a questa iniziativa e celebrazione facendo giungere la mia benedizioni. >>

 

Alle 11,45 il feretro di Emanuele Brunatto, seguito da una colonna di macchine, ha attraversato il centro cittadino passando per il Palazzo di Città dove è stato accolto festosamente dal popolo sangiovannese con striscioni recanti la scritta “ Emanuele Brunatto, BENTORNATO !”; poi direttamente al cimitero dove, prima del rito di sepoltura, sono stati fatti alcuni interventi di elogio.

 

Il primo ad intervenire è stato il Piero Pieri – nipote di Brunatto, figlio di Felicia - che commosso ha ricordato suo nonno al fianco di Padre Pio insieme a tante altre opere di carità; Luigi Pompilio, che da Sindaco ha voluto fortemente - con precisi atti amministrativi - il trasferimento della salma dal Cimitero del Verano a San Giovanni Rotondo, nel suo discorsco ha evidenziato che Brunatto rappresenta per la nostra città la perseveranza di una vita spesa per difendere una verità assoluta: Padre Pio da Pietrelcina. A seguire François Brunatto che, con il cuore pieno di gioia, ha indicato suo padre “il Pubblicano” come modello di vita, perché andare verso Dio è complicato, non è una strada facile; mentre Stefano De Bonis, ha precisato che l’evento storico ha incontrato alcuni ostacoli ma alla fine … ha vinto la verità. Michele Giuliani – direttore generale della Casa Sollievo della Sofferenza – ha concluso gli interventi specificando che il ritorno di Emanuele Brunatto è un tributo ad una persona che ha scritto della pagine importanti della nostra città e del nostro Santo.

 

Ora Emanuele Brunatto, dopo 55 anni di sepoltura nel cimitero del Verano di Roma, riposa sotto i cielo di San Giovanni Rotondo, nella tomba progettata dall’arch. Pio Gusso, con la partecipazione dell’artista Angela Ciccone , in un quartiere speciale dove riposano i genitori di padre Pio, l’amico cav. Francesco Morcaldi e tanti altri figli spirituali.

 

                                                                         IL COMITATO BRUNATTO
                                                                                   Stefano De Bonis