Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 61
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

Meteo Vieste

 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvyarisdgl5rivoluzionannawintour0andrea.sollaiamistad.siempreroughnesscassetta2fedele.belcastropupiratocicobyvecchietto0Galadrielle1
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Messaggi del 04/11/2020

"Non abbassiamo la guardia" Sementino: “A Vico situazione sotto controllo, non abbassiamo la guardia”

Post n°27259 pubblicato il 04 Novembre 2020 da forddisseche

"Non abbassiamo la guardia"

Sementino: “A Vico situazione sotto controllo, non abbassiamo la guardia”

 

 

“Al momento, per quanto riguarda l’emergenza Covid, a Vico del Gargano la situazione è sotto controllo e senza sostanziali cambiamenti rispetto alla scorsa settimana. Questo non significa che si debba e si possa abbassare la guardia, tutt’altro. Ci aspettano settimane e mesi non facili da affrontare, non abbattiamoci e cerchiamo di aiutare in ogni modo possibile chi sta soffrendo e chi è più esposto al rischio di subire le conseguenze peggiori di un possibile contagio”. Attraverso una nota, è il sindaco Michele Sementino a rivolgersi ai suoi concittadini per rassicurarli e informarli. “Siamo costantemente in contatto con la Prefettura e l’Asl”, ha spiegato Sementino. “Ogni giorno valutiamo con attenzione le informazioni che ci vengono trasferite e quelle che riusciamo a recepire, in modo da monitorare la situazione e ogni suo sviluppo”, ha aggiunto il sindaco. “La Polizia Municipale e le Forze dell’Ordine stanno continuando a coordinarsi efficacemente per controllare il territorio. La stragrande maggioranza dei cittadini, donne e uomini, giovani e persone di ogni età, sta osservando con scrupolo le norme e le restrizioni anti-Covid, così come con sacrificio e grande senso di responsabilità stanno facendo i commercianti, i ristoratori, i gestori di bar e locali, gli imprenditori e i lavoratori di ogni settore. Un plauso va ai nostri studenti, a dirigenti scolastici e docenti, tutti impegnati a superare le difficoltà della didattica a distanza. A questo proposito, vorrei che alle famiglie, in particolar modo alle mamme, ma anche ai papà e ai nonni che sostengono i nostri alunni più piccoli nel dare loro una mano con la Dad, giungessero il mio apprezzamento e il mio incoraggiamento per quanto stanno facendo. Non è una situazione facile, ma dobbiamo continuare a restare tranquilli e a infondere fiducia. Abbiamo tutti alcuni precisi doveri: rispettare il distanziamento, evitare gli assembramenti, continuare ad aver cura di lavare e igienizzare spesso le mani, limitare allo stretto necessario gli spostamenti, osservare con scrupolo le norme e le restrizioni che sono dettate dai provvedimenti emanati dal governo e dal presidente del Consiglio dei Ministri. Forse è inevitabile in una situazione come questa, ma prego tutti i miei concittadini di fare attenzione a non alimentare né a dare credito ad allarmismi e notizie che non abbiano una fonte certa. Cerchiamo di avere e mantenere sempre un atteggiamento rispettoso della dignità e del dolore altrui: non alimentiamo nessuna inqualificabile caccia all’untore. Non esistono untori, tutti abbiamo bisogno della solidarietà e della comprensione degli altri e dobbiamo essere disposti a fare altrettanto, comportandoci come un’unica grande comunità solidale. Vi ringrazio tutti per come avete affrontato finora questi mesi così complicati e drammatici. Occorrerà avere la stessa forza e la medesima pazienza che abbiamo avuto finora per superare anche i momenti più difficili che abbiamo davanti a noi. Forza Vico del Gargano”.




 
 
 

Il Foggia supera la Casertana e si rilancia. Tre punti in scioltezza e seconda vittoria consecutiva per i satanelli

Post n°27258 pubblicato il 04 Novembre 2020 da forddisseche

Il Foggia supera la Casertana e si rilancia. Tre punti in scioltezza e seconda vittoria consecutiva per i satanelli 

 

Marchionni ok al “Pinto” di Caserta. In gol Rocca dal dischetto e Vitale, i rossoneri risalgono la classifica del girone C

   
 

Finisce 0-2 la sfida tra Casertana e Foggia, valida per il recupero della seconda giornata del campionato di Serie C – girone C. Nel primo tempo i satanelli impongono il loro gioco. Al 9’, su rigore, Rocca firma il gol del vantaggio. Nella ripresa la squadra pugliese assedia la metà campo dei falchetti. Vitale, al 54’, chiude la partita con il gol del doppio vantaggio. Il Foggia si porta a nove punti in classifica e conquista la sua prima vittoria in trasferta.

 

Mister Marchionni cambia molti degli undici iniziali rispetto al derby con il Bari. Fumagalli confermato tra i pali; Del Prete, Gavazzi (K) e Anelli in difesa; a centrocampo Di Jenno, Di Masi, Gentile, Vitale e Rocca; in attacco Naessens e D’Andrea. I rossoneri partono subito con determinazione. Al 9’ l’arbitro fischia un calcio di rigore in favore dei satanelli per un fallo, in area, su Naessens. Rocca realizza il gol del vantaggio. All’ 11’ brutto intervento su Naessens che è costretto a lasciare il rettangolo di gioco dolorante, al suo posto Dell’Agnello. Il Foggia domina tutta la prima frazione di gioco. La Casertana non si è resa mai pericolosa. Negli ultimi minuti, i rossoneri assediano la metà campo avversaria. Termina 0-1 il primo tempo al “Pinto” di Caserta.

 
 

Nella ripresa i satanelli confermano la loro superiorità. La Casertana fatica a tenere il passo. Al 54’ Vitale firma il gol del doppio vantaggio rossonero. Al 75’ Balde prova a sorprendere il portiere della Casertana. All’84’ Foggia pericolosissimo: prima Rocca colpisce il palo e subito dopo Balde tenta di mettere la palla in porta. Nei minuti finali i satanelli gestiscono il gioco, mentre i padroni di casa restano a guardare. Finisce 0-2, una vittoria preziosa per la compagine Dauna dopo un inizio campionato faticoso.

 
 
 

La Puglia è in “zona arancione”: spostamenti tra comuni solo per lavoro e salute. Bar e ristoranti chiusi sette giorni su sette

Post n°27257 pubblicato il 04 Novembre 2020 da forddisseche

La Puglia è in “zona arancione”: spostamenti tra comuni solo per lavoro e salute. Bar e ristoranti chiusi sette giorni su sette

 

Il premier Giuseppe Conte ha parlato agli italiani annunciando la divisione della penisola in tre aree

   
 
 

“Dobbiamo necessariamente intervenire”, lo ha detto il premier Giuseppe Conte presentando il Dpcm del 3 novembre. Nuove misure in vigore da venerdì per contrastare il Covid in Italia. Confermato il coprifuoco in tutto il Paese dalle 22 alle 5 del mattino.

Penisola divisa in tre aree: gialla, arancione e rossa. In quella gialla chiudono le scuole superiori. Stop inoltre ai negozi nei centri commerciali nei festivi e durante il weekend. Chiuse piscina. Nell’area arancione, dove c’è la Puglia insieme alla Sicilia, non ci si potrà spostare da un Comune all’altro tranne che per comprovati motivi di lavoro e salute. Chiudono anche bar e ristoranti sette giorni su sette. Ok all’asporto fino alle 22 e consegna a domicilio senza restrizioni. Festivi e prefestivi chiudono i negozi nei centri commerciali, mostre, musei. Lezioni in presenza fino alla terza media. Superiori e università a distanza. Sospese tutte le prove preselettive e scritte per concorsi pubblici e privati.

 
 
 

Covid, Conte firma il nuovo dpcm: chiusure differenziate a seconda della fascia di rischio contagio nelle Regioni. Il Pdf del t

Post n°27255 pubblicato il 04 Novembre 2020 da forddisseche

Covid, Conte firma il nuovo dpcm: chiusure differenziate a seconda della fascia di rischio contagio nelle Regioni. Il Pdf del testo 

   

Il premier Giuseppe Conte resiste all’ultimo pressing delle Regioni e, a tarda notte, firma il Dpcm che istituisce un regime di chiusure differenziate a seconda della fascia di rischio contagio alla quale appartiene una Regione. Una riunione finale tra il capo del governo, i capi delegazione, i ministri Francesco Boccia, Roberto Gualtieri e Stefano Patuanelli e il sottosegretario Riccardo Fraccaro mette un punto a “singolar tenzone” tra l’esecutivo e le Regioni. Poche le concessioni del primo alle seconde, con un appendice: il capitolo ristori che, su pressing dei governatori, Conte sarà costretto ad allargare rispetto alle previsioni di qualche ora fa. In una lettera inviata da Boccia e dal titolare della Salute Roberto Speranza alle Regioni i due ministri rispondono ai rilievi inviati sul Dpcm. Sull’elaborazione dei dati – decisiva per stabilire in quale fascia di rischio collocare una Regione – il decreto “garantisce il coinvolgimento” delle Regioni stesse, spiega il governo. Non solo, infatti, i governatori partecipano alla cabina di regia sull’emergenza sanitaria ma nel Dpcm si precisa che il ministero della Salute emetterà le ordinanze di chiusura “sentiti” i presidenti delle Regioni, si sottolinea nella lettera. La missiva, sulla richiesta di ristori, assicura: il decreto sarà varato in settimana, le erogazioni saranno “tempestive”. Ma ora, a Conte, Gualtieri e Patuanelli spetterà trovare nelle prossime ore i soldi necessari a mitigare la rabbia di commercianti, ristoratori, gestori di bar delle zone rosse: tutti destinati a chiudere per almeno due settimane. “Non vanifichiamo lo sforzo di tutte quelle categorie che in questo momento hanno ridotto la propria attività”, avverte il titolare degli Esteri Luigi Di Maio. La cifra di 1,5 miliardi probabilmente non basterà. E il rebus si complica perché, anche volendo, i tempi per chiedere un nuovo scostamento di bilancio sono strettissimi mentre, solo erogando risorse dopo il 10 dicembre queste potranno essere inserite nelle spese del 2021. E il 10 dicembre, per le Regioni, è troppo tardi. Non solo. Al Mef e al Mise spetterà la complessa modulazione della platea dei destinatari ai ristori in un decreto che mette in campo chiusure “a fisarmonica”. E c’è da riaffrontare anche il tema dei congedi parentali, destinati ad allargarsi con la Dad dalla seconda media in poi prevista per le Regioni nello scenario 4. Pochissime, invece, le limature al testo. I 21 parametri per classificare il livello di rischio di una Regione non cambiano, così come l’impianto delle chiusure. Rispetto alla bozza del pomeriggio c’è però una novità: barbieri e parrucchieri potranno restare aperti anche nelle Regioni “rosse”.