Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 62
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissecheLUPOGATTO222tempestadamore_1967laboratoriotvStratocoversvecchietto0Signorina_Golightlymichele.procewhiskynsodaReCassettaIIcassetta2Vincent2504simona_77rmnurse01
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Messaggi del 18/02/2021

VIESTE – Torna lunedì 22 febbraio il mercato quindicinale

Post n°27794 pubblicato il 18 Febbraio 2021 da forddisseche

VIESTE – Torna lunedì 22 febbraio il mercato quindicinale

166

Anche lunedì, 22 febbraio 2021, avrà luogo il mercato quindicinale a Vieste. Lo ha disposto il sindaco, Giuseppe Nobiletti, con propria ordinanza n. 63, firmata in data di oggi, 18 febbraio 2021.
Di seguito uno stralcio del provvedimento sindacale.

 

IL SINDACO
PREMESSO CHE con propria Ordinanza N° 181 del 06.11.2020, recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19”, si è disposto la chiusura del mercato quindicinale;
VALUTATA l’opportunità di provvedere alla riapertura del mercato quindicinale nel rispetto di ogni misura precauzionale al contenimento del contagio da Covid-19 prevista dal Piano di Safety all’uopo predisposto, nonché dell’area mercatale così come modificata con Documento Strategico del Commercio, approvato con Delibera di Consiglio Comunale N° 35 del 26.07.2019;
VISTO l’art. 50, comma 5 del D.lgs n. 267/2000, che definisce le attribuzioni del Sindaco per l’emanazione di provvedimenti contingibili ed urgenti, in qualità di autorità sanitaria locale;
VISTO lo Statuto comunale;
VISTE le Ordinanze N° 191 dell’11.12.2020 e N° 197 del 24.12.2020;
O R D I N A
la riapertura, per i soli concessionari, del mercato quindicinale al parcheggio del Lungomare Europa per la giornata del 22 febbraio 2021, allestito in ossequio alle prescrizioni relative all’accesso e nel rispetto rigoroso delle norme e delle distanze anticontagio secondo il piano di safety elaborato dal Comune, nonché nel rispetto dell’area mercatale, così come individuata con Documento Strategico del Commercio, approvato con Delibera di Consiglio Comunale N° 35 del 26.07.2019.
Si riserva la possibilità, dopo attenta valutazione dell’andamento dei contagi e del rispetto delle prescrizioni di cui sopra, di valutare, di volta in volta e con provvedimenti successivi, la riapertura delle altre date previste per lo svolgimento del mercato.
DISPONE
La revoca dell’Ordinanza Sindacale N° 181 del 06.11.2020 e di ogni altra Ordinanza, non esplicitamente richiamata, in contrasto con la presente.
IL SINDACO
Giuseppe Nobiletti

 
 
 

MONTE SANT’ANGELO/ ATTIVITÀ DI CONTROLLO DEL TERRITORIO NELL’AREA GARGANICA. 127 CONTROLLATI.

Post n°27793 pubblicato il 18 Febbraio 2021 da forddisseche

MONTE SANT’ANGELO/ ATTIVITÀ DI CONTROLLO DEL TERRITORIO NELL’AREA GARGANICA. 127 CONTROLLATI.

Disposta nella giornata di martedì scorso, 16 febbraio l'intensificazione dei controlli del territorio, nell'area garganica, finalizzata alla prevenzione e alla repressione di attività delittuose e di ogni forma  di illegalità, con particolare attenzione alla cittadina di Monte Sant'Angelo.Il dispositivo interforze, composto dagli Agenti del…
Leggi di più...

 
 
 

Rodi Garganico, «Roccamare» sarà abbattuto

Post n°27792 pubblicato il 18 Febbraio 2021 da forddisseche

Rodi Garganico, «Roccamare» sarà abbattutoDopo 23 anni di battaglie legali l'ecomostro andrà giù

Redazione Foggia

16 Febbraio 2021

Rodi Garganico, «Roccamare» sarà abbattuto

Nel 1997 il Comune di Rodi rilascia alla società Roccamare la concessione edilizia n. 157 per l'edificazione, in zona B del programma di fabbricazione vigente, di una costruzione di quattro piani più l'interrato. Venerdì 5 febbraio 2021 si è aperto il cantiere per l'abbattimento dell'ecomostro Roccamare, ponendo fine ad una battaglia condotta nei vari giudizi amministrativi e penali sia dai privati cittadini confinanti con la costruzione che dal WWF intervenuto col patrocinio degli avvocati Alessio Petretti e Angelo P. Masucci e con la consulenza tecnica dell’ing. Matteo Orsino.
«Ci sono dunque voluti oltre 23 anni - evidenzia il WWF Foggia -, di battaglie per ristabilire la legalità, spesso scontrandosi con le stesse amministrazioni che invece hanno il compito istituzionale di difendere il territorio. Oltre 23 anni di inammissibile attesa per abbattere una costruzione che, come ha ulteriormente confermato la relazione presentata al Consiglio di Stato dal prof. Umberto Fratino, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile del Politecnico di Bari, ricade in massima parte all’interno della zona G di salvaguardia della costa del Programma di Fabbricazione del comune di Rodi e completamente all’interno della zona franosa I del DPR n. 1342 del 1959.»

«La vicenda della Roccamare - prosegue il WWF Foggia -, è dunque rappresentativa di come sia difficile difendere l'ambiente nel nostro territorio. A questo proposito basta pensare che la franosità della zona, era ben nota fin dagli anni 50, trovando un’incontestabile conferma nella classificazione PG3 di massima pericolosità di frana ed R4 rischio frana molto elevato attribuita dall’Autorità di Bacino della Puglia alla zona di Rodi al cui centro viene a trovarsi la costruzione Roccamare. In definitiva la Roccamare è collocata in una zona assolutamente inedificabile». «Con l'inizio dei lavori di abbattimento i suoi costruttori devono però rassegnarsi, non potendo più opporsi alla sua demolizione. Il prossimo obiettivo che il WWF chiede di realizzare al sindaco di Rodi Carmine D'Anelli è il ripristino dello stato dei luoghi. L’abbattimento della Roccamare costituisce nel Gargano un’importante novità. Rappresenta un severo avvertimento contro l’ “urbanistica fai da te”, dettata esclusivamente da interessi privati, che, per ottenere la concessione edilizia, sposta dove non dà fastidio la rappresentazione sui documenti progettuali di zone franose o con altri vincoli. A questo proposito anche il Consiglio di Stato ha sottolineato che nel 2012 la corte di appello di Bari aveva confermato nei confronti del legale rappresentante della Roccamare e del progettista tutti i capi di imputazione della sentenza di primo grado relativi "alla induzione in errore dell'amministrazione comunale nel rilascio della concessione edilizia attraverso una falsa rappresentazione della realtà". È desolante constatare che le notizie di montagne scese giù a cancellare i paesi non hanno insegnato nulla. I vincoli non rappresentano uno strumento di tutela per il cittadino e per il territorio, ma sono visti come un’inutile e pesante palla al piede della quale liberarsi ad ogni costo», conclude il Wwf di Foggia.

 
 
 

Antiche tradizioni sipontine – Febbraio

Post n°27791 pubblicato il 18 Febbraio 2021 da forddisseche

Antiche tradizioni sipontine – Febbraio

A cura di Pasquale Ognissanti

Sia nella cultura  marinara e sia nella cultura contadina, il mese di Febbraio ha sempre rappresentato, non senza  un velo di tristezza, il mese del pieno inverno; non mancano, pertanto nell’area sipontine e nell’area pugliese (con molte varianti), proverbi e modi dire che “esaltano” le sue doti. Vi sono, beninteso, anche degli auspici e degli ammonimenti, specie nell’affettuosità dell’animo umano.
Febbrére:
fèrme a tèrre,
 fèrme u mére
E fèrme u core
d’u marenère
Febbraio:/ ferma la terra,/ fermo il mare/ e fermo il cuore/ del marinaio
Febbrére,
llu sènde pure u mére
Febbraio,/ lo sente pure il mare
Febbrére:
punènde a mmère
Febbraio:/ (vento di) ponente a mare
Febbrére curte:
pisce pe tutte
Febbraio corto:/ pesci per tutti
Frebbrère assutte:
jèrve pe tutte
Febbraio asciutto:/ erba per tutti
S’a Febbrére
fanne i trune
ll’anne uà scì bbune
Se a Febbraio fanno i tuoni/ l’annata sarà buona
Se fjurisce a Febbréje
Mitte mitte nd’u panére
Se fiorisce a Febbraio:/ riempi il panaro (cesto)
Llu jurne de san Bbejése:
tanne llu virne trése (nghése)
Il giorno di san Biagio (3 febbraio)/ allora l’inverno entra (si incasa)
Quanne Febbrére
 ji de vindinove
Povera fèmmene
ca prene (gravede) ce trove
Quando Febbraio/ ha ventinove giorni/ povera quella donna/ che si ritrova gravida

 
 
 

MANFREDONIA/ VACCINAZIONI TUTTA LA SETTIMANA L’ASL RETTIFICA IL PIANO INIZIALE

Post n°27790 pubblicato il 18 Febbraio 2021 da forddisseche

MANFREDONIA/ VACCINAZIONI TUTTA LA SETTIMANA L’ASL RETTIFICA IL PIANO INIZIALE

Si vaccinerà an­che a Manfredonia sette giorni su sette e dalle 8 alle 19 presso l’ospedale «San Camillo». Si conta di vaccinare almeno 80 persone al giorno. Inoltre per la prossima settimana sarà allestito pres­so il parcheggio del centro di riabi­litazione motoria «Cesarano», un pa­diglione «Primula» che permetterà di effettuare un numero…
Leggi di più...