Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 62
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissecheLUPOGATTO222tempestadamore_1967laboratoriotvStratocoversvecchietto0Signorina_Golightlymichele.procewhiskynsodaReCassettaIIcassetta2Vincent2504simona_77rmnurse01
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Messaggi del 24/02/2021

SAN SEVERO – LASCIA UN MAZZO DI ROSE CON IL TRICOLORE ALLA CASERMA DEI CARABINIERI IN RICORDO DEL CAR. IACOVACCI “CONDOGLIANZE

Post n°27839 pubblicato il 24 Febbraio 2021 da forddisseche

SAN SEVERO – LASCIA UN MAZZO DI ROSE CON IL TRICOLORE ALLA CASERMA DEI CARABINIERI IN RICORDO DEL CAR. IACOVACCI “CONDOGLIANZE ALLA GRANDE FAMIGLIA DELL’ARMA DEI CARABINIERI”

Nella serata del 23 febbraio u.s. a San Severo, nel corso della cerimonia dell’ammainabandiera, con le bandiere a mezz’asta per la tragedia occorsa all’ambasciatore Luca ATTANASIO ed al Carabiniere Vittorio IACOVACCI, il militare di servizio alla caserma veniva avvicinato da una donna che, con le lacrime agli occhi, gli porgeva un mazzo di rose cinto da un nastro tricolore. Il Carabiniere, sorpreso dal gesto, poiché pensava che la donna fosse entrata in Caserma per sporgere una denuncia o per chiedere informazioni, cercava di chiederLe chi fosse ma la stessa, commossa, gli rispondeva semplicemente con un “Grazie” e con le lacrime agli occhi guadagnava la via d’uscita della Caserma. A nulla è valsa l’insistenza del Carabiniere di conoscere l’identità della donna che, senza neanche voltarsi, spariva dalla sua vista. Dopo qualche secondo il giovane Carabiniere, ancora disorientato per il nobile gesto della sconosciuta,notava all’interno del mazzo di fiori un biglietto manoscrittoriportante la seguente dedica “Ogni volta che un Carabiniere perde la vita, nell’adempimento del proprio dovere, è una ferita profonda, nel cuore degli italiani. Condoglianze alla famiglia e condoglianze alla grande famiglia dell’Arma dei Carabinieri”. Fiero e orgoglioso per l’attestazione di solidarietà e vicinanza d’animo espressadalla donna e dalla comunità per gli uomini della Benemerita, a fatica il militare riusciva a trattenere le lacrime, riportando immediatamente il suo pensiero al giovane collega e all’ambasciatore uccisi nel vile agguato durante l’adempimento del proprio dovere.

E’ un gesto commovente e ricco di significati, che manifesta la forte vicinanza e riconoscenza dell’intera comunità sanseverese ai Carabinieri,ben comprendendone i rischi e i sacrifici quotidiani di ciascun suo appartenente,ai quali hanno inteso rinnovare tutta la loro dedizione.

Grazie di cuore.

 
 
 

NIENTE ELEZIONI COMUNALI IN PRIMAVERA. MA SPUNTA LA DATA: 19 SETTEMBRE?

Post n°27838 pubblicato il 24 Febbraio 2021 da forddisseche

NIENTE ELEZIONI COMUNALI IN PRIMAVERA. MA SPUNTA LA DATA: 19 SETTEMBRE?

È previsto che vadano al voto milioni di italiani per rinnovare le amministrazioni locali non solo di alcune delle metropoli più grandi e importanti del Paese. È un voto strategico fondamentale ma è anche un passaggio democratico obbligato, che però rischia di slittare di molti mesi, anche fino a settembre/ottobre, per colpa della pandemia. È quanto rivela Marco Antonellis su Italia Oggi, secondo il quale sarebbe già stata individuata una data: 19 settembre

 
 
 

REGIONE – INFRASTRUTTURE TURISTICHE, ALTRI 55 MILIONI PER I PROGETTI DI 49 COMUNI PUGLIESI. IL GARGANO C’E

Post n°27837 pubblicato il 24 Febbraio 2021 da forddisseche

REGIONE – INFRASTRUTTURE TURISTICHE, ALTRI 55 MILIONI PER I PROGETTI DI 49 COMUNI PUGLIESI. IL GARGANO C’E’

Altri 49 Comuni pugliesi potranno vedere finanziati interventi per le attività di promozione e di infrastrutturazione turistica grazie ai 55 milioni di euro approvati questo pomeriggio dalla Giunta regionale.


La variazione di bilancio è stata concertata tra l’assessore regionale alla Cultura e Turismo, Massimo Bray, e il vicepresidente e assessore al Bilancio e alla Programmazione Unitaria, Raffaele Piemontese, e punta a un parziale e robusto scorrimento delle graduatorie approvate nei mesi scorsi per concedere, a 49 altri Comuni concorrenti, contributi agli investimenti per la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria, di miglioramento tecnico-funzionale e di qualificazione delle infrastrutture turistiche urbane, immediatamente cantierabili.


“Il protrarsi dell’emergenza sanitaria generata dalla pandemia mondiale incide in modo sempre più grave sul tessuto socio-economico pugliese. Il Patto per la Puglia rappresenta un efficace strumento per rilanciare il sistema turistico regionale e, nella fattispecie, per permettere di rafforzare e qualificare le infrastrutture a livello urbano, in attesa della ripartenza del turismo nazionale e internazionale.  – hanno commentato Emiliano, Bray e Piemontese – A fronte delle numerose proposte di progetti – in gran parte definitivi ed esecutivi – pervenuti, è stata nostra intenzione sottoporre all’attenzione della Giunta una ulteriore dotazione economica rispetto a quella iniziale. Ci fa piacere sottolineare come i 55 milioni approvati siano superiori ai 40 milioni previsti prima dell’estate e si vadano ad aggiungere agli oltre 20 milioni e mezzo della dotazione iniziale, per un totale di oltre 74 milioni. Lo scorrimento delle graduatorie, pur se parziale, andrà ad ottimizzare altresì la fruizione di aree urbane e suburbane pugliesi. La prospettiva è immettere rapidamente risorse nell’ambito dei lavori pubblici – settore anticiclico per eccellenza, favorire uno sviluppo urbano ecologicamente sostenibile e migliorare l’aspetto delle città e la qualità degli attrattori turistici. Insieme al sistema territoriale pugliese, aggiungono i due assessori, puntiamo – non appena possibile – a nuovi flussi turistici di qualità, destagionalizzati e diversificati su tutto il territorio regionale”.

L’Avviso Pubblico per la “Selezione di interventi strategici per la fruizione di aree ed infrastrutture, finalizzati prioritariamente al miglioramento della qualità dei sistemi e dei servizi di accoglienza nel settore turistico” (approvato con Determina Dirigenziale n. 45 del 22.05.2018) prevedeva tre categorie di intervento:



Categoria A:

A1)  parcheggi attrezzati ed ecosostenibili per decongestionare il traffico veicolare in zone ad alta densità turistica o per migliorare la fruizione degli attrattori turistici;                                                                 
A2) opere di miglioramento della circolazione e riqualificazione delle aree ZTL urbane.


Categoria B:                                                                                                           
B1) riqualificazione waterfront;                                     
B2) riqualificazione nuclei antichi e borghi, nonché aree circostanti e di accesso agli attrattori turistici, finalizzata alla valorizzazione e tutela di viali e piazze;

B3) valorizzazione beni demaniali pubblici.


Categoria C:

C1) potenziamento infrastrutture rete viaria di accesso alle località turistiche e di altre infrastrutture a servizio delle strutture turistico – ricettive;               
C2) strade di accesso al mare dotate di aree di parcheggio e attrezzate a verde.

La dotazione finanziaria complessiva era pari a € 20.695.500,00 a valere sulle risorse FSC 2014-2020 – Patto per la Puglia. Tale capitale era ripartito per ciascuna Categorie in € 6.898.500,00. Alla scadenza dell’Avviso erano pervenute 137 proposte progettuali e precisamente n. 20 a valere sulla categoria A, n. 103  a valere sulla categoria B e n. 14 a valere sulla categoria C. In fase di valutazione sono risultate ammissibili 124 candidature (precisamente n.  17  relative alla categoria A, n. 96  relative alla categoria B e n. 11 relative alla categoria C). Dalla graduatoria definitiva (approvata con Determinazione dirigenziale n. 234 del 22.12.2020) erano risultati finanziabili 18 progetti (precisamente n. 7 relative alla categoria A, n. 4  relative alla categoria B e n. 7 relative alla categoria C).
Il fabbisogno complessivo richiesto dai Comuni proponenti non coperto sommava a € 110.214.225,83. Con la Deliberazione di quest’oggi  la Giunta ha autorizzato un’importante variazione di bilancio per complessivi € 55.000.000,00 che consente di scorrere le graduatorie approvate con D.D. n. 234, 235 e 236 del 22.12.2020 della Sezione Turismo, fino a coprire la metà del fabbisogno aggiuntivo e consentire di attuare immediatamente i progetti cantierabili presentati dai Comuni nell’ambito della infrastrutturazione turistica e immettere stimoli anticiclici all’economia regionale duramente colpita dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.


La distribuzione del nuovo budget fra le tre diverse categorie è avvenuta valorizzando al massimo lo sforzo progettuale dei Comuni in tutte le categorie. La Giunta regionale, compatibilmente con le disponibilità di bilancio, potrà stanziare ulteriori risorse economiche per finanziare tutti i progetti candidati.


Lo scorrimento delle graduatorie, in rapporto al nuovo stanziamento, consentirà, nella categoria A, il finanziamento dei progetti candidati dai Comuni di Manduria (TA), Lesina (FG), Oria (BR), Vico del Gargano (FG), Carpino (FG), Cursi (LE), Rodi Garganico (FG), Mola di Bari (BA), Alezio (LE) e Ascoli Satriano (FG). Nella categoria B, dei progetti dei Comuni di Cisternino (BR), Castellana Grotte (BA), Monte Sant’Angelo (FG), Muro Leccese (LE), Alessano (LE), Fasano (BR), Racale (LE), Accadia (FG), Alliste (LE), Tricase (LE), Latiano (BR), Massafra (TA), Ruvo di Puglia (BA), Ostuni (BR), Gravina in Puglia (BA), Carovigno (BR), Molfetta (BA), Ruffano (LE), Bitonto (BA), Cavallino (LE), Torricella (TA), Castrignano de’ Greci (LE), Bisceglie (BT), Pietramontecorvino (FG), Carosino (TA), Maglie (LE), Matino (LE), Lecce, Casarano (LE), Otranto (LE), Alberona (FG), Melendugno (LE), Sannicandro di Bari (BA) e Sava (TA). Nella categoria C, si apre lo spazio per finanziare i progetti dei Comuni di Ugento (LE), San Nicandro Garganico (FG), Lizzano (TA), Margherita di Savoia (BT) e Castellaneta (TA).

 
 
 

RIPULIRE LE SPIAGGE E LE STRADE DAI RIFIUTI ABBANDONATI: IL BELL’ESEMPIO DI IMPEGNO CIVICO

Post n°27836 pubblicato il 24 Febbraio 2021 da forddisseche

– RIPULIRE LE SPIAGGE E LE STRADE DAI RIFIUTI ABBANDONATI: IL BELL’ESEMPIO DI IMPEGNO CIVICO DEI CONIUGI SCIANNAME’

In questi tempi molto particolari, c'è chi non si lascia sopraffare dall’ansia, dalla paura. Non si chiude in casa in attesa che tutto passi ma si rende attivo nell’interesse della collettività. Così una coppia di viestani, i coniugi Sciannamè (Matteo Sciannamè e Maria Totaro), facenti parte dell'associazione “Spazzamare” hanno pensato di dare un…

Leggi di più...

 
 
 

SALDI INVERNALI PROROGATI FINO AL 28 MARZO EconomiaSocietà

Post n°27835 pubblicato il 24 Febbraio 2021 da forddisseche

SALDI INVERNALI PROROGATI FINO AL 28 MARZO 
 
 
35
 

Anche nei negozi di Vieste si prosegue ancora per un mese con i saldi invernali. La Giunta regionale pugliese, su proposta dell’assessore allo Sviluppo Economico, ha disposto il posticipo della data di chiusura dei saldi al 28 marzo 2021. “Prolungare il periodo dei saldi, in un periodo di grande sofferenza da parte dei commercian­ti a seguito delle misure anticovid, rappresenta un incentivo in più per spingere i cittadini ad acquistare negli esercizi di prossimità e sostenere il tessuto locale” ha spiegato l’assessore Alessandro Dell! Noci.

 
 
 

ISCHITELLA/ CHIESA DEL PURGATORIO IN CONTINUA ROVINA LANCIATO UN APPELLO

Post n°27834 pubblicato il 24 Febbraio 2021 da forddisseche

ISCHITELLA/ CHIESA DEL PURGATORIO IN CONTINUA ROVINA LANCIATO UN APPELLO

Grido d’allarme a Ischitella sulle con­dizioni critiche della chiesa del Purgatorio che inizia a cedere con il tetto che sta perdendo pezzi. I cittadini chiedono un intervento deciso da parte delle autorità competenti. La chiesa del Purgatorio di Ischitella, chiusa al pubblico ormai da un ventennio, viene edificata intorno al 1705, grazie alla Confraternita dell’orazione e morte che la volle come propria sede. La chiesa è ubicata in quella parte storica del paese che dal ‘700 fino al ‘900 va a sostituire quella che era la cintura medioevale di protezione della città antica. Ora il tempio sta iniziando a cedere dall’alto e potrebbe così iniziare il suo lento degrado con un pezzo della storia di Ischitella abbandonata all’in­curia. Spiegati nei dettagli i danni allo storico edificio del centro garganico. «Visibili sono le tegole volate via che hanno causato lo smantellamento e il lento cedimento delle tavole del soffitto causando l’avval­lamento – rimarca Gianlu­ca Giambattista, uno dei primi a lanciare il grido d’allarme – e la staticità dal tetto con il proseguire delle piogge infiltrando acqua causa l’impegnarsi e la caduta della meravigliosa volta della chiesa decorata con stucchi e foglie oro in epoca barocca, notevole le cadute di tegole e il pericolante campanile, che a quanto pare si sia stancato di stare in piedi. Mi auguro vivamente che venga fatto qualcosa di urgente per preservare i cittadini e l’edi­ficio».

Una chiesa che ha da raccontare mille e più vicende per importanza storica e artistica. Il suo interno è a navata unica e si mostra in uno stile tardo barocco, intriso di tenue cromie e foglie d’oro che adornano i maestosi stucchi presenti su tutta la volta a botte e le pareti laterali. Maestoso e suggestivo ne è l’altare maggiore in cui sue figure inerenti alla morte fanno da guardia alla maestosa pala del napoletano Gennaro Abbate. La tela, opera del 1715 donata dall’allora principe della città, Alfonso Pinto, rappresenta la Vergine della Mercede che intercede per le Anime purganti, titolari della chiesa.

Anna Lucia Sticozzi

 
 
 

MONTE S. ANGELO/ BOSCHI COMUNALI A UN’ASSOCIAZIONE SCOPPIA LA POLEMICA

Post n°27833 pubblicato il 24 Febbraio 2021 da forddisseche

MONTE S. ANGELO/ BOSCHI COMUNALI A UN’ASSOCIAZIONE SCOPPIA LA POLEMICA

Adesione del Comune di Monte Sant’Angelo alla costituenda Associazione forestale del Gargano per la gestione dei boschi. Lo ha deciso all’unanimità il consiglio comunale. Si tratta di una Associazione costituita da pro­prietari pubblici e da proprietari privati. La costituenda Associazione parteciperà a un bando pubblico regionale.

«In caso di finanzia­mento – si chiedono For­za Italia e il movimento “Verso il futuro” -, all’associazione saran­no conferiti in gestione e a titolo gratuito i terreni di proprietà comunale.

In poche parole, con questa decisione il con­siglio comunale dà gra­tuitamente in gestione la quasi totalità della sua ingente proprietà a ima Associazione della cui identità non si sa nulla. Insomma, il Co­mune viene privato della gestione di una sua importante risorsa senza alcuna contropartita finanziaria».

«Chi sono i promotori di questa Associazione? Quali sono gli altri Comuni che ne faranno parte? Chi sono i proprietari privati che ne faranno parte? In presenza di quale entità di finan­ziamento saranno conferiti in gestione i terreni comunali? A tale riguardo nella delibera con­siliare non c’è alcuna informazione», si legge nella nota. Forza Italia e il movimento “Verso il futuro” sono costretti a prendere atto «che nel nostro Comune anche il principio della trasparenza è morto come il principio della legalità».

 
 
 

PUGLIA/ C’È INTESA, I MEDICI DI FAMIGLIA POTRANNO VACCINARE A DOMICILIO

Post n°27832 pubblicato il 24 Febbraio 2021 da forddisseche

PUGLIA/ C’È INTESA, I MEDICI DI FAMIGLIA POTRANNO VACCINARE A DOMICILIO

Via libera alle vaccinazioni con AstraZeneca fino ai 65 anni, inseri­mento dell’obbligo vaccinale anti-Covid per tutti gli operatori sanitari e accordo vicino per coinvol­gere i medici di base non soltanto nella vaccinazione degli anziani a domicilio, ma anche in quella del personale scolastico. Sono le tre novità che riguardano la campa­gna in corso. La prima novità arri­va da Roma. Il via libera all’uso di AstraZeneca fino a 65 anni di età consente alla Regione di vaccina­re quasi tutti i 90mila operatori scolastici, la gran parte dei quali hanno più di 55 anni. Ma mentre si amplia la platea di personale da vaccinare, le dosi a disposizione restano poche. Ecco perché l’as­sessore regionale alla Salute, Pier­luigi Lopalco, propone ancora di rinviare la somministrazione dei richiami per effettuare un nume­ro maggiore di prime dosi.

La seconda novità arriva dal consiglio regionale. Al termine di una lungo dibattito in aula, anche a causa di due sospensioni della se­duta, il consiglio ha votato sì (28 i voti favorevoli) alla vaccinazione obbligatoria per gli operatori sani­tari. La proposta di legge del consi­gliere regionale Pd Fabiano Amati aggiorna una norma sull’obbligo risalente a due anni fa. Con la nuo­va legge si inibisce l’accesso ai re­parti a quegli operatori sanitari che non sono vaccinati. Quanto al­la terza novità, viene fuori dal ver­tice fra Regione e medici di base. Dall’incontro è emerso che i 3mila 800 medici di medicina generale saranno coinvolti nella campagna vaccinale anti-Covid già in questa fase attraverso la somministrazio­ne di dosi di vaccino agli ultraot­tantenni a domicilio e a tutti i pazienti in assistenza domiciliare. Inoltre la Regione ha chiesto colla­borazione per la somministrazio­ne delle dosi anche al personale scolastico. Ora per la ratifica dell’accordo bisognerà aspettare la convocazione del Comitato per­manente regionale. I costi saran­no coperti dal servizio sanitario nazionale. Per ogni vaccinazione ai medici dovrebbero essere corri­sposti 6,16 euro lordi più una sorta di premialità da 3 euro. Ma è pro­babile che la tariffa per le vaccina­zioni a domicilio possa prevedere una cifra maggiore, partendo da una base di 18,90 euro a sommini­strazione.

Antonello Cassano

repubblicabari