Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 62
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvQuartoProvvisoriomork.inoacetilcbarchettaalasar69vecchietto0airone693ubbiali_ferruccioabracadabrasasleonardo541donmichelangelotondotupulin_70
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Messaggi del 13/05/2021

VIESTE – Nella chiesetta di San Lorenzo l’ottavario della Madonna di Merino Il Mag 13, 2021

Post n°28222 pubblicato il 13 Maggio 2021 da forddisseche

VIESTE – Nella chiesetta di San Lorenzo l’ottavario della Madonna di Merino 

 
68
 

In occasione dell’ottavario della festa di Santa Maria di Merino, si comunica che il 16 maggio alle ore 17,30 nella chiesa di San Lorenzo Diacono e Martire, com’è tradizione, sarà celebrata la Santa Messa.
Nel rispetto delle norme anticovid, se il numero dei fedeli presenti dovesse essere superiore al numero consentito, la Santa Messa sarà celebrata all’aperto. Ed anche all’aperto saranno rispettate le norme prescritte (distanza di sicurezza, igienizzazione delle mani e uso delle mascherine).
Sempre nel rispetto delle norme anticovid, quest’anno la ricorrenza dell’ottavario sarà solo nell’ordine religioso. Quindi non sarà possibile fare picnic nelle vicinanze della Chiesa.
Grazie!
don Tonino Baldi

 
 
 

Il governo tedesco cancella la quarantena per i turisti che rientrano dall’estero

Post n°28221 pubblicato il 13 Maggio 2021 da forddisseche

Il governo tedesco cancella la quarantena per i turisti che rientrano dall’estero

single-image

La Pentecoste si avvicina (domenica 23 maggio) e i turisti tedeschi, per i quali questa festività segna l’inizio delle vacanze estive, potranno finalmente riprendere a viaggiare e recarsi all’estero liberamente. E l’Italia ovviamente sarà tra le mete preferite. Tutto questo è possibile perché ieri il governo della Germania ha approvato una modifica alle normative esistenti, entrata in vigore da oggi, che prevede un allentamento delle regole riguardanti la quarantena per chi rientra dall’estero.

I turisti tedeschi sono esentati dall’obbligo di quarantena di dieci giorni e dal dover effettuare un test dopo essere rientrati nel loro paese. Questo nel caso siano vaccinati, risultino guariti dal Covid-19 negli ultimi sei mesi, oppure possano esibire l’esito negativo di un test PCR non più vecchio di tre giorni o di un test antigenico che non sia stato effettuato oltre le 48 ore. La nuova normativa è stata approvata per facilitare i viaggi estivi purché non si vada in paesi considerati ad alto rischio e dove le varianti del Covid-19 siano molto diffuse. Per fortuna l’Italia non rientra tra questi!

“Sono convinto che le nostre aziende possano iniziare a pianificare la stagione estiva. Il mercato germanico è fondamentale per il settore alberghiero e della ristorazione in Alto Adige, e grazie alla nostra strategia di test a tappeto, accompagnata dall’introduzione del Corona-Pass, possiamo nuovamente accogliere i turisti in sicurezza”, commenta Arnold Schuler, assessore all’agricoltura, alle foreste, alla protezione civile e al turismo, nonché vicepresidente della provincia di Bolzano. “Ciò, però, non deve farci allentare la presa: occorre continuare a rispettare le regole con rigore e senso di responsabilità per mantenere il più bassi possibile gli indici di contagio”.

Questo allentamento sulle regole per chi viaggia all’estero va di pari passo con una situazione che sta migliorando. Oggi le autorità sanitarie tedesche hanno segnalato all’Istituto Robert Koch (RKI) 17.419 nuove infezioni da Covid-19. Per confronto: una settimana fa il valore era di 18.485. Secondo l’RKI il numero di positivi per 100.000 abitanti segnalato oggi è stato di 103,6 a livello nazionale, ieri era di 107,8 e la settimana precedente 125,7. Inoltre, nelle ultime 24 ore, sono state registrate 278 nuove morti in tutta la Germania. Una settimana fa erano 284.

Per chi non avesse seguito la diretta, vi suggeriamo di vedere il nostro webinar “Turisti tedeschi nei campeggi italiani: strategie e consigli”, nel quale si è parlato di come attrarre quei campeggiatori che da sempre rappresentano per l’Italia la quota maggiore del turismo straniero. Lo trovate qui.

 
 
 

/digitalemanfredonia.blogspot.com/p/le-emittenti-zona-nord-del-gargano.html

Post n°28220 pubblicato il 13 Maggio 2021 da forddisseche

/digitalemanfredonia.blogspot.com/p/le-emittenti-zona-nord-del-gargano.html

 
 
 

Foggia, Arriva il Giro con le strade «nuove» Lavori sul percorso della gara, ecco dove sarà vietato parcheggiare e transitare

Post n°28219 pubblicato il 13 Maggio 2021 da forddisseche

Foggia, Arriva il Giro con le strade «nuove»
Lavori sul percorso della gara, ecco dove sarà vietato parcheggiare e transitare

  
Il Giro d'Italia del centenario anche in Puglia
 
 
 
 

Foggia - Il primo aspetto che balza all’occhio quando arriva il Giro d’Italia sono le strade. Ebbene sì, anche a Foggia si provvede non solo a ripararle ma anche a livellare con cura l’asfalto onde evitare inconvenienti, cadute tra i ciclisti e brutte figure della città ospitante.

 

Questo Foggia, che ha fortissimamente voluto il Giro, non può permetterselo. E dunque la città entra nel clima della grande corsa, sarà l’ottava tappa in partenza da piazza Cavour.

 

Una tappa molto particolare, trattandosi dell’unica prevista al Sud di questa edizione del Giro che torna da queste parti a distanza di qualche mese dalla corsa disputata fuori calendario, nell’ottobre scorso, a causa della pandemia e che mostrò uno spaccato straordinario del Gargano attraverso le immagini televisive.

 

Quest’anno è diverso, il Covid continua a tormentare le nostre giornate, ma il serpentone del Giro può snodarsi gioiosamente nelle nostre strade come chiedono i tanti appassionati della corsa.

 

Per rispettare i parametri di sicurezza l’organizzazione ha previsto un rigido protocollo per gli operatori dell’informazione, che potranno accreditarsi previo tampone eseguito entro 72 ore prima dell’evento. Mentre il sindaco con un'ordinanza chiuse per sabato le scuole.

 

Quanto alle disposizioni impartite sulle strade, soprattutto in termini di viabilità, ebbene il Comune informa che da domani, venerdì 14 maggio, un’ampia porzione del centro città e strade adiacenti sarà interdetta alla circolazione. Ecco nel dettaglio le strade che saranno chiuse: piazza Cavour, ivi compresi i vialetti laterali, Via Torelli, da Piazza Cavour a Via Trieste; Viale XXIV Maggio, da Via Montegrappa a piazza Cavour (il solo transito è consentito fino alle ore 24:00 del 14/05/2021); Via Scillitani, intero tratto (il solo transito è consentito fino alle ore 24:00 del 14/05/2021); Largo Giovanni Paolo II; Via Galliani, intero tratto; Via M. Mazzei, intero tratto; Via IV Novembre da Largo Giovanni Paolo II a Corso Roma; Corso Giannone, da piazza Cavour a Via Domenico Cirillo; Via Giuseppe Rosati, da Largo Giovanni Paolo II a Via Della Rocca; Via Della Rocca da Via Rosati a corso Giannone.

 

Transito e sosta vietati sabato 15 maggio, a partire dalle ore 5 e sino alle ore 15 del giorno 15 maggio 2021 nelle seguenti strade: Via Torelli – Via Conte Appiano da Via Trieste a piazza S. Francesco – piazza S. Francesco da Via Conte Appiano a Via della Repubblica – Via Diomede – Via Lanza – Corso Vittorio Emanuele (tratto compreso tra Via Diomede e Via G. Oberdan) – Piazza Giordano – Corso Cairoli – Piazza Marconi – Piazza XX Settembre – Corso Garibaldi – Via Fuiani – Piazza Moro – Via Manzoni da Via Malvadi a Via Fuiani – Viale Giotto, tratto da Piazza Aldo Moro a Via Altamura – Viale Candelaro da Via Rovelli a Via Lucera – Via Altamura, tratto compreso tra Viale Giotto e via Lucera – Via Lucera, ivi compresi i raccordi con la S.S. 673 e la S.S. 17. Transito consentito solo ai veicoli di soccorso e degli organi di polizia nonché i veicoli dell’organizzazione asserviti alla manifestazione. I veicoli al servizio delle persone diversamente abili titolari di concessione nelle aree interdette potranno sostare nelle vie limitrofe più vicine.

 
 
 

C'è il Giro d'Italia, scuole chiuse a Foggia Il 15 maggio, giorno della partenza Redazione online 12 Maggio 2021

Post n°28218 pubblicato il 13 Maggio 2021 da forddisseche

C'è il Giro d'Italia, scuole chiuse a Foggia Il 15 maggio, giorno della partenza

  
C'è il Giro d'Italia,  scuole chiuse a Foggia
 
 
 
 

Foggia - Il sindaco dimissionario Franco Landella, con una ordinanza firmata oggi, ha disposto la sospensione delle attività didattiche in presenza di tutti gli istituti scolastici, di ogni ordine e grado, per sabato 15 maggio, in occasione della partenza dell’ottava tappa del 104esimo Giro d’Italia.

 

Il percorso del Giro d’Italia, si legge nell’ordinanza, «si snoda su molteplici strade e vie cittadine interessate dal flusso di entrata e di uscita dei genitori e degli alunni frequentanti le scuole di Foggia». Il provvedimento, esteso a tutto il personale scolastico sia docente che Ata, è stato assunto perché l’evento sportivo «determinerà un notevole impatto sulla mobilità veicolare e pedonale, con la conseguente necessità che siano adottate misure urgenti a tutela della pubblica incolumità, limitando gli spostamenti di persone e veicoli sul territorio cittadino».