Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 63
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvanimegemelle20Quivisunusdepopulolegrin2marzianadgl12pasquale.troiaalosi1poljekprefazione09alecilcarla.bossogualberto.fileniandypal.2018
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 22/01/2022

Covid in Italia, si apre qualche spiraglio: calano ricoveri e terapie intensive. Il bollettino del 22 gennaio

Post n°29067 pubblicato il 22 Gennaio 2022 da forddisseche

Covid in Italia, si apre qualche spiraglio: calano ricoveri e terapie intensive. Il bollettino del 22 gennaio

Si aprono spiragli nel bollettino Covid di oggi che fotografa l’andamento dell’epidemia di Coronavirus in Italia. I nuovi casi sono 171.263, in leggero calo rispetto a 24 ore fa, con altri 333 morti registrati nelle ultime 24 ore, un dato ancora elevato anche se inferiore a ieri quando i decessi erano stati 373.

Secondo alcuni esperti siamo su una sorta di picco allargato – un plateau – di contagi, con Omicron che ha fatto schizzare drasticamente il numero dei nuovi casi nell’ultimo mese. Si attende ora con fiducia, tenendo sempre alta la guardia, la discesa della curva. Segnali incoraggianti arrivano dai dati di ricoveri e terapie intensive, la cui crescita sembra aver leggermente frenato rispetto alle scorse settimane e che oggi addirittura mostrano entrambi un segno meno.

 
 
 

Cultura, documentari e fiction: così Monte Sant’Angelo dà un calcio alla mafia. “Fieri di essere scelti”

Post n°29066 pubblicato il 22 Gennaio 2022 da forddisseche

Cultura, documentari e fiction: così Monte Sant’Angelo dà un calcio alla mafia. “Fieri di essere scelti” 

La soddisfazione del sindaco, Pierpaolo D’Arienzo: “Enormemente orgogliosi. Il modo migliore di presentarci”


Monte Sant’Angelo capitale culturale del Gargano, città dei due siti Unesco e location preferita da registi e attori per girare film, documentari e fiction. L’ultima in ordine di tempo è La nuova fiction con la bella e talentuosa Serena Rossi che ha già conquistato gli italiani: secondo i dati Auditel relativi alla prima puntata “La sposa” ha tenuto incollati alla Tv quasi 6 milioni di spettatori. E a Monte Sant’Angelo come anche Vieste sono state girate le immagini salienti della serie televisiva in onda su Rai 1 la domenica in prima serata.
Il modo migliore per promuovere il territorio e valorizzare l’immenso patrimonio storico culturale ed ambientale di Monte Sant’Angelo, come ha dichiarato ai nostri microfoni il sindaco Pierpaolo D’Arienzo.

 
 
 

VIESTE – Compie 100 anni Peppino Della Malva, l’ospite più anziano della casa di riposo “Gesù e Maria” Il Gen 22, 2022

Post n°29065 pubblicato il 22 Gennaio 2022 da forddisseche

VIESTE – Compie 100 anni Peppino Della Malva, l’ospite più anziano della casa di riposo “Gesù e Maria” 

 
264
 
 

E’ l’ospite più anziano della casa di riposo “Gesù e Maria”, ed oggi ha compiuto 100 anni. Stiamo parlando di Peppino Della Malva, già da alcuni anni inserito nella comunità di anziani di Vieste, amorevolmente accuditi e coccolati.

 

Purtroppo, la pandemia non ha consentito di festeggiare con più partecipazione il neo centenario di Vieste. Ma, ugualmente, la direzione della casa di riposo di via sante Naccarati, ha organizzato per lui una festicciola, alla quale hanno preso parte tutti gli altri ospiti della bella struttura. Immancabile la torta con la candelina da spegnere, come si vede nella foto.

Nell’augurare al buon Peppino Della Malva ancora lunga vita, auspichiamo che presto egli possa festeggiare in grande questo suo traguardo, attorniato dai figli e dai parenti tutti che oggi, purtroppo, non hanno potuto prendere parte alla ricorrenza.

 

Auguri, Peppino. Da tutta la redazione di Gargano tv.

 
 
 

VIESTE – Ordinanza per nuovo cavidotto Enel via Madonna della Libera e corso Cesare Battisti Ultimo aggiornamento Gen 22, 2022

Post n°29064 pubblicato il 22 Gennaio 2022 da forddisseche

VIESTE – Ordinanza per nuovo cavidotto Enel via Madonna della Libera e corso Cesare Battisti 

 
127
 
 

IL COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE

 

Viste le comunicazioni, n. prot.lli 10020-10022-10023-10024/PL del 08.11.2021, di inizio lavori di scavo e posa in opera di cavidotto MT per conto di e-distribuzione Spa, come da autorizzazione n. 2248288, inoltrata dalla Società Sirti Energia Spa, relativa al miglioramento del servizio elettrico nel centro abitato del Comune di Vieste;

 

Vista l’Autorizzazione del Settore Tecnico – Servizio Lavori Pubblici- n. 2248288 del 10.03.’21;

 

Ravvisata la necessità di circoscrivere l’area interessata dai lavori, al fine di consentire l’allocazione delle attrezzature per lo svolgimento delle operazioni di scavo e posa in opera dei materiali;

 

Ravvisata la necessità di limitare la circolazione nell’area di cantiere vietando il transito e la sosta dei veicoli su via Valeri, via Madonna della Libera, corso Cesare Battisti, via Cavour;

 

Ravvisata la necessità, inoltre, di regolare il transito veicolare nelle strade comunali interessate, così come indicato nella richiesta e di vietarne la sosta dei veicoli;

Ritenuta la necessità di adottare i provvedimenti più efficaci per limitare i disagi ed i pericoli per la circolazione stradale ed il transito dei pedoni;

 

Visti gli artt. 5, 7 del D.L.vo 30/04/1992, n° 285 e successive modifiche;

 

Visto il decreto Sindacale n. 19 del 14.12.’20.

 

O R D I N A

 

Dal 24 al 27 gennaio 2022, su via Valeri, dal civico numero 11 fino all’incrocio con via Madonna della Libera;
Dal 25 gennaio al 4 febbraio 2022, in via Madonna della Libera, da incrocio con via Valeri a incrocio con corso Cesare Battisti;
Dal 1 al 10 febbraio 2022 in via Madonna della Libera da incrocio con corso Cesare Battisti a incrocio con via Cavour

 

L’interdizione alla circolazione veicolare;
L’istituzione del divieto di sosta 0-24;
L’interdizione alla circolazione pedonale nelle aree di cantiere.

 

Il Comandante – Comm. Capo avv. Caterina CIUFFREDA

 
 
 

BASKET SERIE C GOLD – Domani Bisanum Viaggi Vieste – New Basket Mola Il Gen 22, 2022

Post n°29063 pubblicato il 22 Gennaio 2022 da forddisseche

BASKET SERIE C GOLD – Domani Bisanum Viaggi Vieste – New Basket Mola 

 
45
 

Dopo uno stop di un mese, se ci considera la partita non disputata contro Altamura, domani la C Gold pugliese torna in campo. La Bisanum Viaggi Vieste affronta il New Basket Mola, che in classifica si trova sotto di 2 punti ma con una partita in più.
All’andata fu un match dai due volti, con la Sunshine dominatrice del campo nei primi 2 quarti, ma nella seconda metà della partita i padroni di casa si rifecero sotto, tant’è che la vittoria arrivò all’ultimo secondo con un canestro di Diaz.
Squadra ostica e talentuosa i Mola, che ha diverse frecce al suo arco, il duo argentino Di Lascio e Alloco su tutti; ma da temere ci sono anche la guardia Di Donna, le ali piccole Stimolo e Angelini e l’esperto centro Brunetti.
Come sempre palla a due alle 18,00. Ricordiamo a tutti che per accedere al palazzetto è obbligatorio esibire il super green pass e indossare mascherina FFP2.

 
 
 

Tecnologie Onda del mare Un'ondata di energia Il mare è fonte di vita e di energia, tanta energia, talmente tanta che...

Post n°29062 pubblicato il 22 Gennaio 2022 da forddisseche

Onda del mare
Un'ondata di energia

Il mare è fonte di vita e di energia, tanta energia, talmente tanta che può essere trasformata in una fonte inesauribile di elettricità.

di Pietro Galvagno
07 febbraio 2020
5 min di lettura
 
 
di Pietro Galvagno
07 febbraio 2020
 
5 min di lettura
 
 
Alla ricerca dell’efficienza

Quando diciamo mare, spesso ci riferiamo alla nostra ultima vacanza. Noi ci siamo sforzati di rimanere concentrati, focalizzandoci sul come questa grande fonte di energia possa essere sfruttata per produrre corrente elettrica pulita. L’energia, infatti, la si può trarre dalle onde, dalle correnti, dalle maree e persino dal gradiente di temperatura, ma non è, però, così semplice ricavare e trasformare l’energia di queste fonti. Spesso, infatti, è complesso e dispendioso.
Negli ultimi anni, in diversi paesi del mondo tra cui anche l’Italia, stanno nascendo alcuni impianti di sperimentazione, ma a detenere il primato, sia per numero che per grandezza di impianti, è la Svezia. Ma analizziamo come funzionano i vari impianti e vediamo quali sono i più efficienti. A darci delle risposte è il professor Michele Grassi, ricercatore e fondatore di 40 South Energy. Prima, però, conosciamo i metodi più diffusi per ricavare energia elettrica.

 
Energia maremotrice

L’energia maremotrice sfrutta la forza di attrazione gravitazionale della Luna che causa il fenomeno delle maree. L’energia elettrica si ottiene grazie a delle turbine idrauliche. La produzione richiede la realizzazione di impianti di grandi dimensioni, come dighe o bacini di accumulo. Il funzionamento è semplice nella fase di alta marea, l’apertura delle chiuse permette il riempimento del bacino, mentre, nella fase di bassa marea, il rilascio controllato dell’acqua in esso contenuta assicura l’erogazione di notevoli quantitativi di energia. L’elevato impatto ambientale e il costo elevato rappresentano degli svantaggi al suo utilizzo.

 
Energia dal gradiente termico oceanico

Per ricavare energia si sfrutta la differenza di temperatura tra le acque marine superficiali e le acque marine profonde. La produzione avviene attraverso un ciclo di vapore OTEC (Ocean Thermal Energy Conversion). Con il calore delle acque superficiali viene fatto evaporare il liquido presente nell’impianto (ammoniaca o acqua), mentre le acque di profondità, aspirate dal fondo, fungono da sorgente fredda, che raffredda i vapori e li fa tornare allo stato liquido, chiudendo così il ciclo.

 
Energia delle correnti sottomarine

Tra tutte le forme di energia dal mare, quella dalle correnti sottomarine presenta le maggiori potenzialità nel medio-lungo termine. Il funzionamento è molto simile a quello delle pale eoliche. Possono essere utilizzate turbine ad asse verticale (per le correnti costanti) o ad asse orizzontale (per le correnti di marea).

 
Energia dal moto ondoso

L’energia proveniente dal moto ondoso è senza dubbio quella più sperimentata. Il moto ondoso, provocato dall’effetto del vento sulla superficie del mare, è caratterizzato da un’alta densità energetica. La potenza del moto ondoso viene misurata in kW per metro di fronte ondoso. Rispetto all’energia mareomotrice, quella dal moto ondoso presenta il vantaggio di adottare soluzioni tecnologiche a basso impatto ambientale. Inoltre, ci sono alcune difficoltà non pienamente risolte legate soprattutto all’irregolarità tipica del moto ondoso, che in caso di eventi estremi potrebbe portare al danneggiamento degli impianti.
In Italia, a Marina di Pisa, è operativo un impianto che usa l’energia dalle onde del mare per produrre elettricità. L’impianto è stato ideato dal professor Michele Grassi, ispirato nell’estate del 2005, da un documentario su Discovery Channel che parlava di Pelamis Wave Power (e lo descriveva come il più avanzato per la conversione dell’energia dalle onde): “La mia reazione immediata fu che si poteva fare molto meglio, e mi misi a studiare il problema. Nel 2006 presentai il primo brevetto, nel 2007 fondai 40South Energy SRL a Pisa e nel 2008 la 40South Energy Limited a Londra. Da allora la conversione di energia delle onde è diventato uno dei miei punti centrali di interesse. Le macchine che ho inventato e brevettato sono la R115 e la H24”.

 
Le onde costano meno e sono ovunque
 

Uno dei vantaggi principali, ci spiega ancora il professore, rispetto ai sistemi tradizionali è il fatto di essere completamente immerse, abbattendo, così, il loro impatto visivo ed ambientale e permettendo di installarle anche vicino ai “load centers” che sono spesso aree particolarmente sensibili (ad esempio, la zona di fronte alla diga foranea di una grande città o il bordo esterno di un atollo corallino o la zona di mare di fronte ad un villaggio in Africa o ai Caraibi). L’energia che viene dal mare sarà la nuova frontiera delle rinnovabili: quello che ha impedito, fino ad ora, il decollo di questo settore industriale è la mancanza di macchine capaci di sopravvivere alle tempeste senza eccessiva manutenzione. La particolarità delle due macchine brevettate da Michele Grassi sta, infatti, proprio nella loro capacità di risolvere questi problemi, e considerato che possono essere progettate rispetto a carichi nominali e non eccezionali (ai quali non vengono mai esposte), il loro costo CAPEX è di un ordine di grandezza inferiore rispetto alla concorrenza, per kW di potenza nominale.
Il vantaggio di scegliere le onde come forma di energia alternativa è che sono presenti quasi ovunque. Diversamente è per l’eolico, dove la scelta dei siti è molto complessa, e anche per il solare, dove comunque l’irraggiamento e la trasparenza dell’aria sono fattori molto variabili e che influenzano significativamente la produttività. Inoltre, la distribuzione statistica delle onde durante l’anno è tendenzialmente più uniforme. Il mare, dunque, rappresenta una grande risorsa che potrebbe dare, tra qualche anno, delle importanti soddisfazioni nel mercato delle energie rinnovabili.

 
 
 

Torna il Foggia, Zeman: “Stop lungo, un mese senza pallone non ci ha fatto bene” Di antonio iammarino

Post n°29061 pubblicato il 22 Gennaio 2022 da forddisseche

Torna il Foggia, Zeman: “Stop lungo, un mese senza pallone non ci ha fatto bene”

Il tecnico in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Latina. Capitolo calciomercato, per il mister la rosa non cambierà ulteriormente

Dopo un mese dal pareggio interno contro il Monterosi, il Foggia torna in campo allo Zaccheria. La lunga pausa, causata dalle feste natalizie e dal rinvio di due giornate di campionato per l’alto numero di calciatori positivi al Covid-19 nei vari club, si arresta domani quando i rossoneri ospiteranno il Latina per la ventitreesima giornata di Lega Pro girone C. Questa mattina, Zeman ha presentato la partita in conferenza stampa. “In questa pausa abbiamo lavorato molto più sul piano fisico più che tecnico. Non mi aspettavo uno stop così lungo” ha esordito il boemo, “ciò che è certo e che un mese senza pallone non ci ha fatto bene”.

Agli svantaggi causati dalla lontananza dal campo, in casa Foggia si è aggiunta la grana indisponibili. Sono tanti i calciatori sui quali Zeman non potrà contare per la gara di domani, soprattutto perché il Covid-19 è entrato con prepotenza nello spogliatoio rossonero. Il numero dei positivi è elevato e la sensazione è che tanti di essi facciano abitualmente parte della formazione titolare. “Petermann è squalificato, abbiamo tanti assenti e attendiamo ancora i tamponi di domani. Ho solo un portiere su tre a disposizione” sottolinea drammaticamente l’allenatore del Foggia. L’unica nota positiva sono i rientri di Merola e Di Grazia che hanno smaltito gli infortuni che li avevano tenuti per più settimane fuori dalle rotazioni. Saranno disponibili anche i due nuovi arrivati, Rizzo, terzino proveniente dalla Juve Stabia, e Vitali, giunto a Foggia nello scambio che ha portato Merkaj al Campobasso. “Atleticamente stanno bene perché hanno giocato quasi sempre fin qui. A loro servirà un po’ di tempo, però, per capire ciò che cerco dalle loro caratteristiche” ha evidenziato Zeman. Il tecnico rossonero, infine, ha anche espresso la sua opinione sul calciomercato, facendo presagire che il Foggia non cambierà ulteriormente in modo significativo l’organico: “Sono contento della squadra, la ritengo un gruppo valido. Sarebbe un peccato smontarlo, ma se la società ritiene cambiare qualcosa per migliorare, lascio fare”.

 
 
 

Le meraviglie di Vieste e del Gargano all’Expo di Dubai Il Gen 22, 2022

Post n°29060 pubblicato il 22 Gennaio 2022 da forddisseche

Le meraviglie di Vieste e del Gargano all’Expo di Dubai

81

Una bellissima sorpresa quella nel padiglione Italia che, con lo slogan “La bellezza unisce le persone”, ha deciso di inaugurare il percorso dei numerosi visitatori giunti da tutto il mondo presso il mega stand del nostro Belpaese.
A scoprire il tutto, i viestani Matteo Simone e Maria Gentilia Dinunzio, i quali, muniti di t-shirt “Vieste in Love”, hanno voluto regalare a tutti gli amici sui canali social per testimoniare la scelta così densa di orgoglio e ammirazione per le immagini del nostro territorio.
Il padiglione Italia è uno dei più visitati nell’expo di Dubai, in programma fino a fine marzo, che chiude e celebra il 50° anniversario della fondazione degli Emirati Arabi Uniti.
Questa edizione così speciale e importante riflette i temi fondamentali della sostenibilità ambientale, dello sviluppo e le opportunità che la Terra decide di affrontare per la salvaguardia del pianeta.
All’interno numerose idee e scoperte innovative che offrono una guida luminosa per un futuro sempre migliore.
Le immagini del nostro Gargano senz’altro hanno aiutato ad arricchire il senso di bellezza, tratto distintivo della nostra Italia.
La grande Bellezza.