Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 63
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvsguub.comQuartoProvvisoriomarcellomaggiolidomenicodpsiamoliberidigirareQuivisunusdepopulomangga2pokerpaco20000animegemelle20legrin2marzianadgl12pasquale.troia
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 06/05/2022

VIESTE – Rete acque pluviali, interramento vasce in piazzale Aldo Moro Il Mag 6, 2022

Post n°29559 pubblicato il 06 Maggio 2022 da forddisseche

VIESTE – Rete acque pluviali, interramento vasce in piazzale Aldo Moro

189

Continuano i lavori relativi alla realizzazione di sistemi per la gestione delle acque pluviali – meteoriche, che consentiranno di eliminare o attenuare il pericolo di allagamenti, in seguito a piogge abbondanti, nella zona Madonna della Libera – C1Sud – Scialara – Pantanello.

Dopo gli ultimi interventi che hanno riguardato il lungomare Europa, la parte interessata attualmente dai lavori (realizzazione di nuove condutture e vasche di accumulo e decantazione) è il piazzale Aldo Moro. Qui, infatti, come da progetto, è previsto l’interramento di grossi vasconi (in foto) dove convoglieranno le acque di prima pioggia e che eviteranno il ripetersi di pericolosi allagamenti, come spesso accaduto nel quartiere ex Pantanello.

Al fine di garantire al meglio la realizzazione delle opere e in sicurezza, sia per gli addetti sia per i cittadini, con nuova ordinanza, n. 133 in data 27 aprile 2022, la comandante della Polizia Locale, avv. Caterina Ciuffreda, su richiesta dell’impresa appaltatrice dei lavori (Impresa Costruzioni Melillo Srl), relativa all’ampliamento dell’area dei lavori, ha disposto, fino al 13 maggio 2022, ore 0/24, in piazzale Aldo Moro, lato destro in direzione rotatoria Antico porto Aviane, l’istituzione del senso unico alternato con impianto semaforico, il divieto di sosta e di fermata, l’interdizione alla circolazione pedonale nell’area di cantiere.
Si raccomanda di prestare la massina attenzione.  Si ricorda che, pur di fronte a qualche disagio, tali lavori sono finalizzati ad una migliore vivibilità della nostra cittadina.

 
 
 

VIESTE – Completata la rotatoria, primo step della riqualificazione dell’ingresso al porto turistico Il Mag 6, 2022

Post n°29558 pubblicato il 06 Maggio 2022 da forddisseche

VIESTE – Completata la rotatoria, primo step della riqualificazione dell’ingresso al porto turistico 

 
596
 

Primo step di lavori per la riqualificazione e sistemazione dell’ingresso al porto turistico e al mega parcheggio del molo di levante. Completata la rotatoria posta all’incrocio del lungomare Europa con via della Repubblica, utile a disciplinare il traffico in ingresso e uscita dal porto o diretto verso altre destinazioni. La rotatoria è stata impreziosita da composizione di fiori e piante di qualità (come l’ulivo), che rafforzano l’identità della nostra cittadina turistica. L’arredo verde è stato progettato ed eseguito dall’impresa Santoro dei Vivai S.T. Srl di Vieste, a cui sono stati affidati i lavori della sistemazione del verde del parcheggio sul molo di ponente in fase di ultimazione.

  

Subito dopo la festa patronale di Santa Maria di Merino, riprenderanno i lavori che riguarderanno, innanzitutto, il rifacimento e pavimentazione dell’ultimo breve tratto, lato mare, del marciapiede del lungomare Europa (residuo del vecchio marciapiede), che sarà ridotto per consentire l’ampliamento dell’apertura sul porto. Si procederà, quindi, all’asfaltatura di tutta l’area di ingresso del porto, del lungomare direzione centro, e dell’intero nuovo parcheggio. Previsto, poi, il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale dell’intera area.

 
 
 

PESCHICI/VICO: Sospensione erogazione idrica il 10 maggio per lavori urgenti Il Mag 6, 2022

Post n°29557 pubblicato il 06 Maggio 2022 da forddisseche

PESCHICI/VICO: Sospensione erogazione idrica il 10 maggio per lavori urgenti 

 
145
 

Acquedotto Pugliese sta effettuando interventi per il miglioramento del servizio nell’abitato di Peschici. I lavori riguardano la riparazione della condotta adduttrice al serbatoio di riserva per l’abitato.
Per consentire l’esecuzione dei lavori, sarà necessario sospendere temporaneamente la normale erogazione idrica il 10 maggio 2022 nell’abitato di Peschici.
La sospensione avrà la durata di 24 ore, a partire dalle ore 05:00 con ripristino alle ore 05:00 del giorno successivo.
Disagi saranno avvertiti esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.
Al fine di limitare gli eventuali disservizi, Acquedotto Pugliese provvederà alla fornitura integrativa di acqua mediante autobotti, che saranno dislocate presso la zona 167 dell’abitato.
Acquedotto Pugliese sta effettuando interventi per il miglioramento del servizio anche nell’abitato di Vico del Gargano. I lavori riguardano la riparazione della condotta adduttrice a servizio del serbatoio di riserva per la frazione San Menaio di Vico del Gargano.
Per consentire l’esecuzione dei lavori, sarà necessario sospendere temporaneamente la normale erogazione idrica il 10 maggio 2022 nell’abitato San Menaio e Vico del Gargano.
La sospensione avrà la durata di 24 ore, a partire dalle ore 05:00 con ripristino alle ore 05:00 del giorno successivo.
Disagi saranno avvertiti esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.
Acquedotto Pugliese raccomanda i residenti dell’area interessata di razionalizzare i consumi, evitando gli usi non prioritari dell’acqua nelle ore interessate dall’interruzione idrica. I consumi, infatti, costituiscono una variabile fondamentale per evitare eventuali disagi.

 
 
 

VIESTE – Lo storico Paolo Mieli ospite dell’Archeofilm a fine giugno Il Mag 6, 2022

Post n°29556 pubblicato il 06 Maggio 2022 da forddisseche

VIESTE – Lo storico Paolo Mieli ospite dell’Archeofilm a fine giugno 

 
83
 

Dal 29 giugno al 1 luglio si svolgerà la seconda edizione di “Vieste Archeofilm”, il Festival internazionale del Cinema di Archeologia Arte Ambiente organizzato dalla Città di Vieste – Assessorato alla Cultura, in collaborazione con Archeologia Viva/Firenze Archeofilm. In programma nelle tre serate, tutte a ingresso libero e gratuito (inizio ore 21.15), otto film, di cui cinque in concorso per l’attribuzione del “Premio Venere Sosandra – Vieste 2022” assegnato dal pubblico in qualità di giuria popolare. Ogni sera, tra una proiezione e l’altra, incontri condotti da Piero Pruneti, direttore di Archeologia Viva, (Giunti editore) con i grandi esperti della comunicazione del passato tra cui Giuliano Volpe archeologo dell’Università di Bari, Nicola Martinelli e Beppe Carlone autori del volume sul Faro di Sant’Eufemia a Vieste, il noto storico e divulgatore Paolo Mieli. Tra i temi al centro delle pellicole proposte al “Vieste Archeofilm” le ultimissime scoperte di nuove specie di dinosauri e mostri marini, la storia degli Incas alla luce dei recenti scavi in Perù, il ricco patrimonio sommerso della nostra Penisola, il segreto del volto di Nefertiti intramontabile icona di bellezza, i 2000 anni del capolavoro architettonico del Vaticano…
I film proposti al “Vieste Archeofilm” sono una selezione delle opere presentate in anteprima al “Firenze Archeofilm 2022”, il festival – casa madre organizzato nel capoluogo toscano e che raccoglie ogni anno le più importanti novità mondiali del cinema di archeologia arte e ambiente. “Siamo molto contenti di poter annunciare “Vieste Archeofilm 2022”. Saranno tre serate – afferma Paolo Pruneti, direttore di Archeologia Viva (Giunti Editore) – in cui si potrà viaggiare nel tempo e nello spazio attraverso il meglio della cinematografia mondiale a carattere storico-archeologico con tanti titoli e molti big della comunicazione. Tra questi il noto storico e divulgatore Paolo Mieli che chiuderà la kermesse. “Vieste archeofilm” apre il calendario di eventi di Viestestate ribadendo ancora una volta l’impegno dell’amministrazione di mettere al centro dell’offerta turistica anche la Cultura”. Soddisfazione per il ritorno dell’Archeofilm anche da parte dell’assessora alla Cultura, Graziamaria Starace. “La seconda edizione di Vieste Archeofilm rappresenta la continuazione di un progetto strutturato sulla valorizzazione del patrimonio culturale del territorio. La collaborazione con tourismA (Salone del turismo culturale di Firenze) e con la casa editrice Giunti è motivo di vanto per l’Amministrazione che ha scommesso sulla sfida culturale di un contesto da sempre noto ai più esclusivamente per il patrimonio paesaggistico”. “Riprendendo lo slogan utilizzato dal nostro Polo Culturale, Vieste è una miniera di cultura – aggiunge il sindaco Giuseppe Nobiletti – la nostra città nel mondo dell’archeologia è ricordata per la miniera di selce più antica di Europa. Per questo motivo abbiamo il dovere di percorrere un iter volto al potenziamento dell’offerta culturale del territorio”.

 
 
 

Ucraina, Irccs San Giovanni Rotondo dona due autoambulanze La consegna agli enti sanitari

Post n°29555 pubblicato il 06 Maggio 2022 da forddisseche

Ucraina, Irccs San Giovanni Rotondo dona due autoambulanzeLa consegna agli enti sanitari avverrà con il coinvolgimento della Fondazione Somaschi onlus, l’ente no profit della Congregazione dei Padri Somaschi

Ucraina, Irccs San Giovanni Rotondo dona due autoambulanze

È partito nei giorni scorsi un camion con due ambulanze donate dalla Casa Sollievo della Sofferenza ad enti sanitari dell’Ucraina.
Si tratta di due Fiat Ducato attrezzate per trasporto e soccorso, rifornite di materiale sanitario monouso come guanti, camici, mascherine, materiale per diabetici e, soprattutto, dispositivi chirurgici. La consegna agli enti sanitari dell’Ucraina avverrà con il coinvolgimento della Fondazione Somaschi onlus, l’ente no profit della Congregazione dei Padri Somaschi che ha una sede a Baia Mare, in Romania, a 100 chilometri dal confine con l’Ucraina occidentale, nell’Oblast della Transcarpazia.

«Con l’aiuto dei Padri Somaschi in Romania stiamo cercando di portare sollievo agli ucraini in questa guerra di aggressione» ha sottolineato padre Franco Moscone, già superiore dei padri Somaschi e attualmente presidente della fondazione Opera di San Pio da Pietrelcina. «È una donazione che rappresenta uno strumento di pace e di solidarietà. La pace non è un semplice termine da sventolare – ha spiegato – ma deve essere costruita con l’azione, sporcandosi le mani, rischiando persino di compromettersi o di rischiare la vita, come fanno tutti i giorni i volontari della fondazione Somaschi dall'inizio dell'invasione russa. Sono guidati da un confratello che abita lì, a Baia Mare, e stanno vivendo un momento non facile ma, nonostante tutto, continuano il proprio impegno al confine pur di assistere gli orfani e la gioventù abbandonata, sull’esempio del fondatore san Girolamo Emiliani».

 

 
 
 

I volontari del servizio civile leggono per i bimbi dell'ospedale di Cerignola: via al progetto della Asl Foggia | VIDEO L'obiet

Post n°29554 pubblicato il 06 Maggio 2022 da forddisseche

I volontari del servizio civile leggono per i bimbi dell'ospedale di Cerignola: via al progetto della Asl Foggia | VIDEO L'obiettivo è l'umanizzazione delle cure. “Il piccolo principe” è stato letto ai bambini della Pediatria del “Tatarella”. Le attività si svolgono in una saletta dove è stata allestita una piccola biblioteca 

 

 

 

 

Con la lettura di “Il piccolo principe” è partito il progetto dell'Asl di Foggia nell'ambito della umanizzazione dei luoghi di cura.

Il libro è stato letto ai bambini della Pediatria dell'ospedale “Tatarella” di Cerignola dai volontari del servizio civile della Asl Foggia, gestito da Annarita Stoppiello.

Una attività che è stata fortemente voluta dal direttore generale della Asl Foggia, Vito Piazzolla, e dal direttore sanitario Antonio Nigri.

La lettura dei classici è rivolta alle bambine e ai bambini ricoverati nella struttura complessa di pediatria, diretta da Angelo Acquafredda.

Le attività si svolgono in una saletta dove è stata allestita una piccola biblioteca.

 
 
 

VIESTE – Declino cognitivo: al Mattei riflessioni sulla “Corea Huntington” Il Mag 6, 2022

Post n°29553 pubblicato il 06 Maggio 2022 da forddisseche

VIESTE – Declino cognitivo: al Mattei riflessioni sulla “Corea Huntington” 

 
17
 
 

L’associazione italiana Corea di Huntington Roma Onlus, ha proposto all’Ipeoa “Enrico Mattei” di Vieste, un incontro con esperti che si occupano della malattia “Corea di Huntington” e i rappresentanti provinciali Telethon. In tale occasione è stato rappresentato un monologo dal titolo “il sorteggio” che si è concentrato su una delle tante malattie generiche, ossia sulla “Corea Huntington” i cui sintomi fisici, possono cominciare a qualsiasi età, colpisce la coordinazione muscolare e porta a un declino cognitivo e a problemi psichiatrici. Il monologo ha voluto invitare gli alunni a riflettere sull’importanza della ricerca scientifica e a sostenere la speranza di milioni di malati che credono nella ricerca, la determinazione di migliaia di ricercatori che ogni giorno sfidano le malattie genetiche per individuarne una cura, la vita di bambini che grazie a Telethon sono stati salvati da una immunodeficienza che non lascia scampo.  A tal riguardo l’Istituto ha raccolto fondi per sostenere la ricerca sperimentale.
Tiziana Vescera