Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 63
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvsguub.comQuartoProvvisoriomarcellomaggiolidomenicodpsiamoliberidigirareQuivisunusdepopulomangga2pokerpaco20000animegemelle20legrin2marzianadgl12pasquale.troia
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 17/05/2022

Location “On The Road” a Vieste per Battiti Live 2022 Il Mag 17, 2022 695 Condividi Dopo due anni di pandemia mondiale

Post n°29604 pubblicato il 17 Maggio 2022 da forddisseche

Location “On The Road” a Vieste per Battiti Live 2022 

 
695
 

Dopo due anni di pandemia mondiale e il successo delle precedenti edizioni, la kermesse musicale “Battiti Live 2022” diventa itinerante e torna ad animare la Puglia e tutto il sud Italia.

 

Cinque serate di grande musica con artisti italiani e internazionali in diretta su Radio Norba, Radio NorbaTV e Telenorba dal 17 giugno. A partire da luglio, ogni settimana in prime time, tutte le tappe in replica su Italia1.

 

Alla conduzione Alan Palmieri, direttore artistico di Radionorba, che organizza la manifestazione e affiancato dalla esplosiva Elisabetta Gregoraci e la web star Maria Sole Pollio. Si festeggiano le venti edizioni, dal 2002 uno degli eventi estivi più importanti nel panorama italiano.

 

Tre ore di musica live in diretta radiotelevisiva con i più importanti artisti italiani ed internazionali. Cinque tappe previste con ingresso gratuito, a partire dal 17 giugno sino al 10 luglio, nelle più belle piazze della Puglia:

 

17 e 18 Giugno a Bari

 

2 e 3 Luglio a Gallipoli

 

10 Luglio a Trani

 

Previste anche 10 location “On The Road” con la presenza di un ospite musicale nelle seguenti città:

 

Cisternino

  

Francavilla Fontana

 

Ceglie Messapica

 

Vieste

 

Manfredonia

 

Lucera

 

Massafra

 

Martina Franca

 

Manduria

 

Otranto

 
 
 

VIESTE – Domani notte operazioni di disinfestazione cittadina Il Mag 17, 2022

Post n°29603 pubblicato il 17 Maggio 2022 da forddisseche

VIESTE – Domani notte operazioni di disinfestazione cittadina 

 
215
 
 

L’Ufficio igiene del Comune di Vieste informa che domani notte (18 maggio) saranno effettuate le operazioni di disinfestazione del centro abitato e zone limitrofe. Si tratta del primo dei sette interventi previsti nel corso dell’estate 2022.
A realizzarle sarà la Impregico, la società che cura la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti soli urbani di Vieste. La disinfestazione riguarderà mosche, zanzare e insetti vari.
L’intervento comincerà alle ore 24 di domani e terminerà all’alba del 19 maggio.
Si consiglia di evitare l’esposizione all’esterno di derrate alimentari e panni per tutto il periodo delle operazioni di disinfestazione.

 
 
 

Torna “Autogiro d’Italia”, il 23 maggio tappa Pescara-Vieste Il Mag 16, 2022

Post n°29602 pubblicato il 17 Maggio 2022 da forddisseche

Torna “Autogiro d’Italia”, il 23 maggio tappa Pescara-Vieste 

 
153
 

L’Autogiro d’Italia giunge alla sua quarta edizione e, dopo aver attraversato il centro nord della penisola negli anni precedenti, si appresta a scoprire il meraviglioso Sud.

 

La granfondo su strada riservata ad auto storiche e supercars, erede degli epici raid che hanno accompagnato l’immaginario di milioni di appassionati ad iniziare dai primi anni dello scorso secolo e che oggi rappresenta un appuntamento fisso ed atteso all’interno del panorama degli Historical Challenges, avrà come quinta lo splendido sud della penisola.

 

Terre impregnate di storia dove l’influenza e la magnificenza greca ancora si respirano, 1.610 chilometri suddivisi in sei tappe fatte di fatica ma anche di tanto divertimento.

  

Il 2022 quindi sarà l’anno del Viaggio a Sud, sarà quello che partendo dalla bellissima Pescara il 23 Maggio vi farà ritorno nel pomeriggio del 28 ma non prima di aver attraversato il Gargano ed il Salento con arrivi a Vieste e Polignano a Mare. Ma non soltanto questo perché paesaggi come quelli di Santa Maria di Leuca, la finibus terrae dei romani, dei Sassi di Matera Patrimonio dell’Unesco, della Campobasso medioevale e della splendida natura espressione del Parco della Majella, saranno realmente capaci di togliere il fiato. E cosi l’Autogiro d’Italia liberamente ispirato al coraggio, alla fatica ed alla tecnica di sfide in bianco e nero, con piloti ed auto che hanno raccontato la storia di uno sport meraviglioso come l’automobilismo, con il patrocinio dell’ASI e decine di equipaggi a bordo di auto da sogno, si arricchisce di storia, cultura e bellezza, dando vita ad un evento unico ed affascinante.

 

Un parco macchine arricchito anche dalla presenza della Ferrari 330 GT 2 + 2 del 1966 appartenuta al Commendator Ferrari.

 

Appuntamento quindi per il via della quarta edizione in Piazza Salotto a Pescara da dove gli equipaggi partiranno alla volta di Vieste dove sul promontorio del Gargano si concluderà la prima tappa; seguiranno poi gli arrivi a Polignano a Mare, Santa Maria di Leuca, Matera e Campobasso e poi il gran finale, dopo 1610 chilometri di nuovo a Pescara. “Ancora una volta mi è difficile nascondere l’emozione che provo pensando a questa nuova edizione dell’Autogiro d’Italia, la quarta – ha dichiarato Giampiero Sacchi, Direttore della manifestazione -.  Come sempre abbiamo messo in campo tutta la nostra passione ed il nostro amore per un mondo, quello delle granfondo stradali, che era, ed è, linfa vitale per l’automobilismo sportivo così come per la produzione di serie. Non abbiamo mai pensato dovesse essere una corsa o una competizione ma, allo stesso modo, abbiamo creduto che un evento come questo non potesse prescindere dalla voglia di guidare, dalla fatica stessa di affrontare tappe e strade impegnative e dalla gioia di condividere tutto questo con tanti altri appassionati. Inutile nascondere quanti e quali siano le difficoltà nell’organizzare una manifestazione così lunga ed articolata e quindi l’impegno da parte di tutti, non può che essere totale. Poterlo fare poi sotto l’egida ASI è per noi motivo di grande orgoglio. Come sempre voglio rivolgere un ringraziamento sincero al CSI, Centro Sportivo Italiano, alle tante Amministrazioni coinvolte, all’Arma dei Carabinieri ed a tutti i nostri sponsor senza i quali difficilmente avremmo potuto continuare in questa nostra avventura. Per ultimo ma non ultimo, voglio rivolgere un pensiero alla Lega del Filo d’Oro alla cui causa, e per quanto ci sarà possibile, vorremmo poter contribuire perché per la solidarietà deve sempre esserci dello spazio, in qualsiasi contesto ed in qualsiasi momento”.