Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 63
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissecheArianna1921laboratoriotvQuartoProvvisorionita901capuzzofreeemotionsmichimarinotre.d.condorPerturbabiIepippoberserkcassetta2kalleblomkDesert.69
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 09/08/2022

VIESTE – Anziano disabile non trasportato, il sindaco:”Autista in malattia (Covid) e non in ferie” Ultimo aggiornamento

Post n°29910 pubblicato il 09 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Anziano disabile non trasportato, il sindaco:”Autista in malattia (Covid) e non in ferie” 

 
251
 


“Il trasporto dei non deambulanti è un servizio facoltativo che il Comune offre volontariamente e gratuitamente”, puntualizza il sindaco di Vieste, Giuseppe Nobiletti, a proposito del caso dell’anziano dializzato non trasportato col pulmino comunale. Il primo cittadino chiarisce che i motivi legati all’assenza di personale non sono dovuti alle ferie: “È un servizio che abbiamo sempre garantito (come gli stessi interessati hanno evidenziato), ma da alcuni giorni l’autista, che è un dipendente comunale, ha contratto il Covid e non in ferie, come sostenuto”.
Il sindaco di Vieste ribadisce il massimo impegno profuso nel cercare una soluzione alternativa, anche perchè per guidare il pulmino occorre una patente speciale che non tutti possiedono: “Quando si è presentato il problema della malattia dell’autista, tutte le ditte della provincia che abbiamo contattato non avevano personale a disposizione. Purtroppo, l’anziano, a cui va tutta la mia solidarietà, dovrà attendere che l’autista si negativizzi e torni operativo tra alcuni giorni. Ci sembra inopportuno montare una polemica di questo genere, facendo credere che abbiamo abbandonato l’anziano al suo destino. Non è assolutamente vero. Oltretutto è un servizio che il Comune offre volontariamente, senza alcun obbligo, e completamente gratuito. Alternative non ne abbiamo, anche se abbiamo fatto di tutto per trovarle”.
Nobiletti aggiunge: “Abbiamo solo un autista in organico. Durante la stagione invernale cerchiamo di ovviare al problema esternalizzando il servizio, così è la ditta a farsi carico dell’eventuale sostituzione di autisti in malattia. Ma in questo periodo, caratterizzato da un flusso di persone notevole, le aziende di trasporti lavorano senza sosta, venendo a mancare la disponibilità di autisti, in possesso di patente speciale, da destinare eventualmente al trasporto dei disabili”.

 
 
 

VIESTE – Incendi in atto in località “Macinino” e “Vavola”, in fiamme anche uliveti Il Ago 9, 2022

Post n°29909 pubblicato il 09 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Incendi in atto in località “Macinino” e “Vavola”, in fiamme anche uliveti 

 
537
 
 


Grazie a nuove tecnologie facenti parte del progetto “Occhio sul bosco – Rete provinciale”, con ponte radio di ultima generazione installato su un esistente traliccio in località “Monte Chianconcello, è stato possibile avvistare quasi in tempo reale, questa mattina, due incendi (tra l’altro ancora in atto mentre scriviamo) scoppiati in località “Macinino” e “Vavola”, e che stanno interessando anche alcuni uliveti, oltre a macchia mediterranea e pini d’aleppo. Sterpaglie ed erba secca, avrebbero alimentato non poco le fiamme (a causa anche del vento sostenuto), delle cui origini al momento non è dato sapere. Potrebbe trattarsi di cause accidentali (in considerazione del gran caldo e, come detto, dell’erba secca insistente nella zona), come pure di azione dolosa.

  

Sul posto stanno operando squadre Arif, Vigili del fuoco, gruppi di protezione civile locale Pegaso, Gev. Come detto, le fiamme non sono state ancora domate. E’ stato richiesto l’intervento di mezzi aerei che stanno giungendo sul posto.

 
 
 

VIESTE – Si allontanano dalla riva, madre e due figli soccorsi a Marina piccola Ultimo aggiornamento Ago 9, 2022

Post n°29908 pubblicato il 09 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Si allontanano dalla riva, madre e due figli soccorsi a Marina piccola 

 
285
 


Intervento di salvataggio del personale di bordo della motovedetta SAT (Search and Rescue) CP 880 della Guardia Costiera di Vieste, già impegnata in attività di pattugliamento dei litorali di competenza, nella baia di “Marina Piccola” a Vieste, che ha riguardato tre bagnanti in difficoltà, nello specifico una donna e due minori. In particolare, ad attirare l’attenzione dell’unità navale è stato un bagnante a bordo di un piccolo canotto, il quale, sbracciandosi, invocava l’intervento   dei membri dell’equipaggio della motovedetta che prontamente dirigevano per prestare la dovuta assistenza.

 

Giunti sul posto, i militari della Guardia Costiera procedevano all’immediato recupero dei bagnanti in difficoltà, di cui due, madre e figlio maggiore, erano rimasti aggrappati al gommone del segnalante, mentre il terzo, il figlio minore, era stato preso a bordo del predetto gommone.

  

I tre bagnanti, visibilmente affaticati e in stato d’agitazione, venivano immediatamente trasportati e sbarcati presso il molo San Lorenzo del porto di Vieste, dove ad attenderli era presente un’ambulanza del 118 precedentemente allertato. In questa occasione, fortunatamente, a parte il grande spavento, la vicenda si è conclusa senza ulteriori conseguenze.

 

Dalla Guardia Costiera fanno sapere come molte delle norme contenute nell’Ordinanza di sicurezza balneare non sono altro che norme di buon senso facilmente osservabili, il cui rispetto, eviterebbe molti degli incidenti che puntualmente si presentano nel periodo estivo

 
 
 

“Love’s Kamikaze”, la storia d’amore tra un’israeliana e un palestinese, approda sul Gargano Ultimo aggiornamento Ago 8, 2022

Post n°29907 pubblicato il 09 Agosto 2022 da forddisseche

“Love’s Kamikaze”, la storia d’amore tra un’israeliana e un palestinese, approda sul Gargano 

 
137
 

Dopo una lunga tournée in giro per l’Italia, approda sulla costa garganica che includerà Carpino il 20, Foggia il 23, Vieste il 24, San Marco in Lamis il 25 e Vico del Gargano il 26 agosto, LOVE’S KAMIKAZE, una rilettura curata da Mila Moretti di una delle drammaturgie più politiche di Mario Moretti, che racconta la straziante storia d’amore tra un’israeliana e un palestinese a Tel Aviv, “risucchiati” da un conflitto ancora irrisolto nonostante siano trascorsi più di settant’anni.
Tel Aviv 2005: due giovani rappresentanti di due popoli, Naomi, ebrea, e Abdel, palestinese, si amano cercando di dimenticare la sporca guerra e, nello stesso tempo, confrontano e discutono le due civiltà e le diverse motivazioni che animano le due parti. Qui, tra un amplesso e l’altro, i due giovani mettono a confronto le loro civiltà divise, toccando, ognuno dal proprio punto di vista, i tanti punti che separano i due popoli, fino alla più amara delle consapevolezze.
Una conclusione tanto inaspettata quanto dotata di tragica verosimiglianza e di emblematica forza dimostrativa suggella lo spettacolo.
Interpretato da Giovanna Lombardi e Claudio Contartese, per la regia di Mila Moretti, il testo nasce da un’idea del padre Mario Moretti, drammaturgo, attore e regista teatrale, animatore di alcune fra le più fertili realtà teatrali e culturali italiane come il “Teatro Tor di Nona”, “Il Caffè Teatro” di Piazza Navona, il Teatro in Trastevere e nel 1982 con Lorenzo Salvati l’Accademia del Teatro dell’Orologio, dove ha ricoperto il ruolo di direttore artistico e docente di drammaturgia. Sua figlia Mila porta avanti con la stessa passione del padre la rilettura di questo testo, tristemente attuale, difendendo i Juliet and Romeo di sempre e per sempre. «Non possiamo sposarci, Naomi» sentenzierà amaramente Abdel e al gesto purificatore e idealista con cui lanciano il loro paradossale messaggio di pace: «Perché è sempre con i corpi che si scrivono le rivoluzioni!».

  

NOTE DI REGIA
Love’s kamikaze si innesta naturalmente nel fertile ceppo dell’attualità e dell’impegno civile, a dimostrazione che il teatro non racconta solo favole, ma può anche essere carne, viscere, sangue della nostra impietosa esistenza. E, soprattutto, può portare un mattone, una pietra, un granello di sabbia, per la costruzione dell’edificio della pace. Un’utopia? Perché no? Vengano pure le utopie, se ci aiutano ad uscire per qualche tempo all’aperto, fuori dal nostro bunker quotidiano.
Ufficio stampa
Andrea Cavazzini
Cell. 329.41.31.346
press@quartapareteroma.it
LOVE’S KAMIKAZE di Mila Moretti – Le date:
20 agosto – Carpino
23 agosto – Foggia
24 agosto – Vieste
25 agosto – San Marco in Lamis
26 agosto – Vico del Gargano
Inizio spettacoli ore 21
Info & Prenotazioni
Tel. 328.86.33.156