Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 63
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissecheQuartoProvvisorioexpertferrolaboratoriotvmadmax223Arianna1921nita901capuzzofreeemotionsmichimarinotre.d.condorPerturbabiIepippoberserkcassetta2
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 15/08/2022

La transumanza tra Abruzzo e Puglia tema del concorso “Il Tratturo Magno” di Teresa M. Rauzino 15 Agosto 2022

Post n°29934 pubblicato il 15 Agosto 2022 da forddisseche

La transumanza tra Abruzzo e Puglia tema del concorso “Il Tratturo Magno”
 
 
 

Le greggi che attraversavano il Tratturo Magno, e i pastori che le conducevano, sono stati per secoli un esempio di economia sostenibile, oggi tanto invocata ma poco realizzata, un esempio di come gli uomini sapessero fondere culture diverse, da cui farsi proficuamente e intimamente contaminare. Rendete questo mondo storia, racconto, anelito poetico, tradizione inestimabile, unico capitale da investire per rilanciare la bellezza e la profondità dei valori appartenenti ad un mondo perduto, divenendone i preziosi aedi.

 

È questa la traccia della seconda edizione del concorso letterario nazionale “Il Tratturo Magno”, gemellato con il premio letterario ” Il Rovo” di Cagnano Varano. Un concorso dedicato all’esperienza della transumanza, condivisa tra le due territori, l’Abruzzo e la Puglia, che intendono preservare e custodire questa preziosa esperienza umana, frutto di un indimenticabile periodo della vita agropastorale; un’ esperienza che ha generato un autentico spirito comunitario, frutto dell’incontro di vite e destini che sapevano di boschi e di pianure, di aspra fatica e di profondi scambi. Il concorso “Il Tratturo Magno” è la prova tangibile che la memoria storica è rimasta nei territori dell’Abruzzo e della Puglia e merita di essere conosciuta in tutto il territorio nazionale. Due le sezioni del Concorso: poesia e prosa.

 

I partecipanti dovranno presentare testi inediti: per la sezione prosa, un componimento massimo di cinque cartelle. Per la sezione Poesia, una composizione inedita massima di 30 versi, o nel caso di prosa poetica, di 100 parole, in lingua italiana o in vernacolo con testo italiano a fronte. C’è tempo fino al 15 settembre. Ai primi tre classificati delle sezioni, andranno 300 euro, una targa ricordo, un libro su “Tratturo e Transumanza”, e una confezione di pregiato zafferano di Navelli. I secondi e terzi classificati una targa ricordo, un libro su “Tratturo e Transumanza” e una confezione di pregiato zafferano di Navelli. La cerimonia di premiazione si terrà a L’Aquila il 29 ottobre.

 
 
 

Nei licei di Cerignola parole e murales contro il bullismo di Giovanni Soldano 15 Agosto 2022

Post n°29933 pubblicato il 15 Agosto 2022 da forddisseche

Nei licei di Cerignola parole e murales contro il bullismo
 
 
 

Il progetto “SbulliAMOci”, ideato dal liceo scientifico “A. Einstein” di Cerignola, in collaborazione con il liceo artistico “Sacro Cuore” e l’associazione “Stornara Life”, coinvolge tutte le prime classi del liceo e mira a sensibilizzare i giovani sul tema del bullismo.

 

Come spiega la professoressa Vincenza Rutigliano: «Nell’ottobre 2021, la scuola ha partecipato a un bando ministeriale proponendo dei laboratori in collaborazione con le associazioni “Cor Solis”, “Verderamina” e “Stornara Life”.

 

I ragazzi hanno lavorato argilla e ceramica e hanno realizzato delle mattonelle con su scritte delle parole gentili che saranno incastonate nei murale realizzati per il progetto. Inoltre, attraverso il “caviardage”, una metodologia che permette di creare poesie da pagine già scritte, i ragazzi hanno espresso le proprie emozioni e vissuto momenti di confronto e di crescita personale».

 

I due murales sono opera della street artist Aurora Agrestini: il primo «Rappresenta una bambina che si copre un occhio con una mano, lasciando scoperto l’altro – illustra la docente – a significare la sua volontà di “coprire” ciò che ha vissuto. Il secondo rappresenta degli ingranaggi propri di brutte situazioni in cui spesso i ragazzi si trovano incastrati».

 
 
 

Vieste / Gli auguri del sindaco Giuseppe Nobiletti

Post n°29932 pubblicato il 15 Agosto 2022 da forddisseche


Potrebbe essere un'immagine raffigurante costa e cielo


Buon Ferragosto a tutti... dopo alcuni mesi di silenzio social, voglio augurare a tutti i Viestani ed ai nostri ospiti di trascorrere una bellissima giornata nella nostra città.
Un augurio particolare va a chi oggi lavora per far sì che Vieste sia la più importante destinazione turistica del sud Italia e contribuisce con la sua gentilezza e con il suo sacrificio a portare in alto il nome di Vieste nel mondo.
Viviamo con entusiasmo questa seconda parte di una bella estate.
Buon Ferragosto a tutti.

 
 
 

Buona festa dell’Assunta e martedì diretta Tv dalla Cattedrale per la reposizione della statua della Madonna di Merino Ultimo a

Post n°29931 pubblicato il 15 Agosto 2022 da forddisseche

Buona festa dell’Assunta e martedì diretta Tv dalla Cattedrale per la reposizione della statua della Madonna di Merino 

 
206
 
foto: Loreta Santoro  

Come da antichissima tradizione, nella mattinata di dopodomani, martedì 16 agosto, la statua lignea di Santa Maria di Merino, protettrice della Città di Vieste, sarà solennemente riposta nella sua nicchia, nella “Cappella del Popolo”, al termine del novenario dell’Assunta e della festa di domani.
La tradizionale cerimonia, tanto commovente per il carico di emozioni che genera, avrà luogo alle ore 10:00.
Per il terzo anno consecutivo, Garganotv trasmetterà in diretta l’evento, già a partire dalle 9:50. Si tratta di un omaggio che la nostra redazione intende fare a tutto il popolo (ed anche su richiesta del clero e del comitato festività).
Intanto, da tutta la redazione di Garganotv i migliori auguri per una serena festività dell’Assunta,  nella gioia dell’estate.