Blog
Un blog creato da giulia_770.it il 15/01/2008

A R T E

.... e arte....

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: giulia_770.it
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 39
Prov: MI
 

ULTIME VISITE AL BLOG

valegiuseppe_2014ginny43blale8099p.catapanoctpantcinodeltad1mariaantonietta09lasagnimircoNicoecolinovitoLiliana_Talientegc6472339impercettibilmenteLAMBERTINICOLA
 
 

GIULIA...

 Alcune foto sono reperite sul web, se l'autore le riconosce come sue, basta chiederlo e verranno rimosse al più presto...

Grazie! G/G


 

 

« Il più grande lavoro uma...I Buoni : Milano in Mostra... »

La sinestesia di Kandinsky e Cage: lo spirituale nell’arte

Post n°6518 pubblicato il 02 Gennaio 2018 da giulia_770.it
 

Vassily Kansindsky, Bunter Risonanza Multicolore, 1928, olio su cartone. Parigi, Centre Pompidou

Reggio Emilia. Fino al 25 febbraio 2018 a Palazzo Magnani si fondono, con un incontro singolare ed equilibrato, due straordinari maestri lontani nel tempo e nello spazio ma elegantemente affini nelle rispettive intuizioni creative. In una grande esposizione sinestetica, unica nel suo genere, l’elevazione spirituale guida il visitatore in un viaggio melodico che va dalle celebri Improvvisazioni dell’astrattista russo agli eccentrici spartiti del rivoluzionario padre della musica contemporanea.

Vassily Kandinsky, Schwarzes Staebchen (Bastoncini neri), 1928, olio su legno. Milano, collezione privata

Riesci a vedere della musica quando osservi un dipinto? Russia e Stati Uniti, musica e pittura, le dimensioni culturali di due secoli si interfacciano attraverso i celebri nomi di Wassily Kandinsky (1866-1944) e John Cage (1912-1992), caratterizzati e uniti da un lato da una creatività d’avanguardia e dall’altro dalla fertile attitudine teoretica nei rispettivi campi d’azione. Entrambi rivolti alla continua ricerca di un superamento spirituale del fenomeno esteriore si trovano a condividere il complesso concetto filosofico di risonanza interiore, l’“Einfühlung” (“simpatia simbolica”), dal quale la mostra trae la sua ragion d’essere.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

Chiedo a chiunque passi di qua di mantenere un tono basso, qui non si urla nè si offende nessuno. Ogni vostro pensiero è ben accetto, come ogni critica, ma sempre nel rispetto reciproco.

Grazie!