Blog
Un blog creato da giulia_770.it il 15/01/2008

A R T E

.... e arte....

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: giulia_770.it
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 41
Prov: MI
 

ULTIME VISITE AL BLOG

surfinia60antoniocozzolino1984simona_780cargiulia_770.itzeta0alfa8Dream.2lange_itspeedy.72valentina.marchettaCoralie.frFLORESDEUSTADmagid1bello_guaglioneacetina21catiacamporesi
 
 

GIULIA...

 Alcune foto sono reperite sul web, se l'autore le riconosce come sue, basta chiederlo e verranno rimosse al più presto...

Grazie! G/G


 

 

La pandemia non è stata affatto debellata!

Post n°7728 pubblicato il 11 Agosto 2020 da simona_780car

... Mancano solo 4 giorni a Ferragosto...
Purtroppo i dati relativi ai contagi presentano una curva tendenzialmente in rialzo... Ieri quasi 500...
sono state abolite le festivita' patronali... gli spettacoli vari... e le processioni... Etc...
Sarebbe opportuno adottare Ordinanze con le quali vietare qualsiasi forma di assembramento per Ferragosto proibendo anche... per i paesi sul mare ovviamente... l'occupazione delle spiagge ... evitando i falò e quant'altro... Ragazzi, verranno tempi migliori per far festa e divertirci... Ora abbiamo il dovere di prevenire... facendo tesoro della trascorsa esperienza... Ecco! Non facciamo gli stupidi... La pandemia non è stata affatto debellata!

 
 
 

Le città d’arte sono in crisi...

Post n°7726 pubblicato il 15 Luglio 2020 da simona_780car

L'immagine può contenere: testo

 Era nell'aria. Si sapeva, si temeva. Le aspettative di una seppur minima ripresa dei flussi turistici erano superiori alla realtà che stiamo affrontando. Anche solo a voler considerare la domanda interna, l'unica misurabile per adesso, è palese quanto i numeri che conosciamo dalla quotidianità lavorativa siano molto distanti dai minimi attesi per sperare in una ripresa che almeno possa puntare a sostenere la sopravvivenza.Ma il dato è ancor più grave. La crisi attraversa i confini europei  colpisce vasti settori del turismo. Sono NECESSARI INTERVENTI URGENTI a sostegno del settore. Il TURISMO,  se si blocca un ingranaggio si ferma buona parte della macchina!

 
 
 

Spinto nell'acqua senza motivo

Post n°7725 pubblicato il 13 Luglio 2020 da manu78_it
 

 la mancanza di empatia che ci sta uccidendo...
 L'immagine può contenere: una o più persone e persone in piedi

...Può sembrare mellifluo dirlo, ma è così. E lo capisci quando leggi notizie come quella di stamani: ieri sera un bengalese di 55 anni, venditore di rose, è stato insultato, picchiato e buttato nelle acque del Naviglio di Milano da due ragazzi. Così, senza motivo.Due ragazzi che, come tanti altri, mancano di empatia oltre che di educazione. Perché se vedi un uomo di 55 anni, indipendentemente dalla nazionalità, che per campare e mantenere la famiglia si ritrova la domenica sera a vendere rose per strada, quello che dovrebbe scattarti dentro è una riflessione su come alcune cose non siano giuste; è solidarietà, è “ammirazione” per la forza di quell’individuo che mentre tu te ne stai con un drink da 10 euro in mano lavora vendendo rose a 1 euro senza fare del male a nessuno. Non certo la voglia di picchiarlo e buttarlo in acqua. Oltre la rabbia, c’è allora l’amara constatazione di un tempo sempre più barbaro, gramo di quei sentimenti umani che ben oltre le legittime idee politiche dovrebbero renderci migliori. Un tempo barbaro su cui, purtroppo, in molti lucrano, accelerandone sempre più un'ascesa che ormai sembra ineluttabile.

Ma qual è’ il motivo che spinge questa gente ad manifestare questa violenza ?? No per capire .. proviamo a fare a loro ciò che hanno fatto vediamo cosa succede !!!!!

 
 
 

I suoi quadri mi costringono a pensare, immaginare, mi scavano dentro. È una strana sensazione...

Post n°7724 pubblicato il 11 Luglio 2020 da giulia_770.it

Jackson Pollock MURALE Energia Resa Visibile | Mostra a Venezia

....

L'inconscio è un elemento molto importante dell'arte moderna e penso che le pulsioni dell'inconscio abbiano grande significato per chi guarda un quadro.

Simo' mo' sono guai .. ma che cavoli gli affari miei no? Ciao!

 
 
 

Viaggi nell'antica Roma...

Post n°7723 pubblicato il 11 Luglio 2020 da giulia_770.it

Anche quest’anno la Capitale torna a raccontarsi attraverso i linguaggi delle nuove tecnologie. Succede con viaggi nell'antica Roma, lo spettacolo multimediale ideato e curato da Piero Angela e Paco Lanciano, pronto a incantare turisti e appassionati l’8 novembre 2020.

Fruibile in otto lingue differenti, e con tre repliche di 40 minuti ogni sera, lo spettacolo si concentra sulla storia del Foro di Augusto, attraverso una serie di filmati e proiezioni tra i portici e le rovine del celebre sito imperiale.

LA STORIA DEL FORO DI AUGUSTO

È qui che, accompagnati dalla voce di Piero Angela, gli spettatori avranno la possibilità di rivivere la storia e i fasti dell’antica Urbe, centro nevralgico di un impero che – proprio sotto l’egida di Augusto – iniziò la sua grande ascesa espansionistica. Il racconto – godibile nel pieno rispetto delle norme sanitarie – si conferma un’occasione unica per conoscere dettagli storiografici e figure simboliche del passato, rievocati attraverso gli effetti spettacolari dell’immagine in movimento.

 
 
 

Un’anteprima assoluta

Post n°7722 pubblicato il 09 Luglio 2020 da giulia_770.it

Dal 29 agosto 2020 riparte l’attività espositiva a Palazzo Albergati di Bologna con i 57 capolavori di Monet e dei maggiori esponenti dell’Impressionismo francese...

Dal 29 agosto 2020 riparte l’attività espositiva a Palazzo Albergati di Bologna con i 57 capolavori di Monet e dei maggiori esponenti dell’Impressionismo francese quali Manet, Renoir, Degas e molti altri, provenienti dal Musée Marmottan Monet di Parigi, noto nel mondo per essere la “casa dei grandi Impressionisti”. Un’anteprima assoluta dal momento che, per la prima volta dalla sua fondazione nel 1934, il Museo parigino cede in prestito un corpus di opere uniche, molte delle quali mai esposte altrove nel mondo

 
 
 

E' una delle artiste più amate (e chiacchierate) della storia del Novecento

Post n°7721 pubblicato il 07 Luglio 2020 da giulia_770.it

Frida Kahlo si prepara a essere protagonista di un nuovo progetto espositivo alla Fabbrica del Vapore di Milano. Un percorso multisensoriale ricco di cimeli, proiezioni multimediali e riproduzioni degli ambienti di lavoro dell'artista

Telefono Rosa | Frida Kahlo

Frida Kahlo è una delle artiste più amate (e chiacchierate) della storia del Novecento. Una vera e propria icona di stile, femminismo e lotta politica la cui popolarità prescinde dal solo ambito artistico. A “cavalcare il mito” della pittrice messicana sarà presto la Fabbrica del Vapore di Milano, attualmente al lavoro su una grande esposizione sensoriale dedicata alla produzione e alle vicende biografiche della passionale artista di Coyoacán.In calendario a partire dal prossimo 10 ottobre, la rassegna – dal titolo Frida Khlo. Il caos dentro (aperta fino al 28 marzo 2021) – si preannuncia come un’estesa e coinvolgente esplorazione della dimensione umana, artistica e spirituale dell’autrice, attraverso riproduzioni delle opere principali, cimeli folcloristici, proiezioni multisensoriali e una serie di attività ludiche per esplorare in maniera interattiva la vita e i traguardi della protagonista.

Frida Kahlo, l'artista trasgressiva che vinse il dolore ritraendo ...

Frida Kahlo e Diego Rivera

 
 
 

Zia Ga :)

Post n°7720 pubblicato il 07 Luglio 2020 da ilaria_770


Ve la controllo con le dovute distanze!!! Com'era piccola!!! :))

 
 
 

Addio Maestro!

Post n°7719 pubblicato il 06 Luglio 2020 da manu78_it

È morto nella notte il premio Oscar Ennio Morricone. Il grande musicista e compositore, autore delle colonne sonore più belle del cinema italiano e mondiale, da Per un pugno di dollari a C'era una volta in America, da Nuovo cinema Paradiso a Malena, aveva 91 anni

...

"L'amore come nell'arte. la costanza e' tutto. Non so se esistono i colpi di filmine, o l'intuizione del soprannaturale. So che esistono la tenuta, la coerenza, la serieta', la durata"  

Ennio Morrìcone..

 
 
 

Mi colpisce sempre....

Post n°7718 pubblicato il 05 Luglio 2020 da giulia_770.it

L'immagine può contenere: una o più persone e notte

Sembra davvero di udire le urla di disperazione di queste donne e viene quasi spontaneo portare le mani alle orecchie dal perfetto realismo che suscita in chi le osserva...Questo drammatico splendore e' un particolare del gruppo in terracotta di Niccolo' dell'Arca , realizzato tra il 1463 ed il 1490, ovvero "Il Compianto sul Cristo Morto", o anche conosciuto come il "Lamento sul Cristo morto" anche se personalmente un lamento proprio non mi pare...Oggi , il nostro Compianto o Lamento che dir si voglia,e'' conservato presso la Chiesa di Santa Maria della Vita ,in Bologna."Ed e' emozionante ,assolutamente da vedere...

 
 
 

La piu' grande mostra italiana!!!

Post n°7717 pubblicato il 03 Luglio 2020 da giulia_770.it

Con capolavori come l’“Autoritratto con il cappello di feltro” e “L’Arlesiana”e poi anche opere di Seurat, Pissarro, Signac, Gauguin e Bacon

E' dedicata a Vincent van Gogh (Zundert, 1853 – Auvers-sur-Oise, 1890) la grande mostra che verrà inaugurata il 10 ottobre 2020 al Centro San Gaetano di Padova: Van Gogh. I colori della vita è il titolo dell’esposizione a cura di Marco Goldin che presenterà al pubblico 125 opere, di cui 78 del solo van Gogh e le altre di artisti che hanno intrecciato, per diversi motivi e in diversi momenti, il loro percorso creativo con quello del pittore olandese, tra cui Delacroix, Courbet, Millet, Hiroshige, Kunisada, a volte direttamente come Seurat, Pissarro, Signac, Guillaumin, Bernard e naturalmente Gauguin. A questi si aggiunge Francis Bacon, di cui saranno esposte tre tele, per indicare come la figura di van Gogh sia stata di ispirazione anche per i grandi autori del Novecento. Attraverso 5 sezioni (Il pittore come eroe; Gli anni della formazione. Dalla miniera di Marcasse all’Aia; Da Nuenen a Parigi. Un colore che cambia; Un anno decisivo, 1888; Di lune e nuvole. Van Gogh e la fine del suo viaggio), la mostra si propone come la più grande esposizione mai organizzata in Italia dedicata a van Gogh, di cui verranno ricostruite e raccontate le vicende di vita e d’arte. La mostra – promossa da Linea d’Ombra e dal Comune di Padova e con la collaborazione del Kröller-Müller Museum e del Van Gogh Museum – verrà accompagnata dal libro che Marco Goldin sta finendo di scrivere e che sarà disponibile da ottobre, Vita di van Gogh attraverso le lettere, edito da La nave di Teseo. Alcuni dei capolavori in mostra? L’Autoritratto con il cappello di feltro, Il seminatore, Il postino Roulin, L’Arlesiana…
 
 
 

Dare voce alla natura

Post n°7716 pubblicato il 03 Luglio 2020 da giulia_770.it

La mostra presenta 83 dipinti e 4 sculture di uno degli autori più geniali e originali del Novecento italiano e si completa con la sezione di 15 opere plastiche di Michele Vitaloni che condivide con l’artista di Gualtieri una particolare empatia verso il mondo naturale e animale.

Parma si riappropria di un nuovo spazio espositivo, nel cuore della città ducale, all’interno del cinquecentesco Palazzo Tarasconi, con una grande mostra dedicata ad Antonio Ligabue (1899-1965), uno degli autori più geniali e originali del Novecento italiano. A causa dell’emergenza Coronavirus, la rassegna inizialmente prevista tra aprile e dicembre di quest’anno, è stata riprogrammata dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021

 
 
 

"Estate nei borghi",

Post n°7715 pubblicato il 03 Luglio 2020 da giulia_770.it

L'estate 2020 degli italiani? Si preannuncia all'insegna del turismo di prossimità e domestico. Anche per questo il Touring Club Italiano ha deciso di lanciare la campagna di promozione digitale "Estate nei borghi", della quale sono protagonisti i piccoli comuni certificati con la Bandiera Arancione, raccontati dai loro stessi abitanti.

 

Accanto ad alcuni testimonial d’eccezionale, i volti al centro della campagna saranno quelli delle persone “che vivono e lavorano nei borghi Bandiera Arancione, rendendoli vivi e attrattivi“, ha dichiarato Isabella Andrighetti, Responsabile Certificazioni e Programmi Territoriali TCI. Saranno proprio loro a presentare online le peculiarità di ciascun luogo, attraverso interviste, testimonianze, anteprime virtuali, dirette social, dando così prova di uno dei tratti in comune di queste mete: l’accoglienza. Per Fulvio Gazzola, Presidente dell’Associazione Paesi Bandiera Arancione, che mette in rete i Comuni certificati da Touring e Sindaco di Dolceacqua (IM), è proprio questo “uno degli elementi di pregio dei piccoli comuni italiani, in particolare dei paesi Bandiera Arancione. Accoglienza intesa sia come calore delle comunità ospitanti sia come qualità e varietà dei servizi e, mai come in questo momento storico, è possibile ritrovare quelle esperienze che noi tutti ricerchiamo (natura, sport, storia, prodotti tipici) in sicurezza e nella tranquillità insita in questi borghi“.Analizzando il contesto nazionale, emerge che attualmente le Bandiere Arancioni sono 247, l’8% delle circa 3.000 candidature analizzate. Nei borghi insigniti di tale riconoscimento, secondo i dati forniti da TCI, si registra in media, dall’anno di assegnazione del marchio, un incremento dell’81% del numero di esercizi ricettivi e del 79% delle strutture ristorative. Dati incoraggianti anche sul fronte delle visite, dove si registra un aumento in media del 45% degli arrivi e del 38% delle presenze, dall’anno precedente all’assegnazione del marchio a oggi.

 
 
 

Senti Miss!

Post n°7714 pubblicato il 29 Giugno 2020 da pietro_791.it


Posso lavorare cosi
Ciao fammi sapere come sta andando ok?

 
 
 

Non pensavo potessero contestarlo...

Post n°7713 pubblicato il 28 Giugno 2020 da manu78_it

Chiamano la figlia Blu. I giudici: "Nome da maschio, cambiatelo o ne scegliamo uno noi"

I genitori di una bambina di un anno e mezzo che hanno chiamato la figlia Blu, sono stati convocati dalla Procura della Repubblica di Milano per rettificare l'atto di nascita. Altrimenti, "sarà il giudice a decidere il nome della loro  figlia".

Per voi e' giusto?

 
 
 

Penso...

Post n°7712 pubblicato il 26 Giugno 2020 da federico_artepisa

Ho sempre pensato che le belle persone non siano né facile né scontate .Le belle persone non sono nemmeno per tutti, perché non si fanno attraversare da tutti e nemmeno tutti sono in grado di farlo. Le belle persone hanno passati ingombranti, l'anima graffiata.. e lasciano il segno....Ti rimangono dentro...

 
 
 

Il bacio!

Post n°7711 pubblicato il 24 Giugno 2020 da giulia_770.it

Per Simona!!

Il dipinto rappresenta due figure umane che si baciano all’interno di un locale, vicine ad una finestra da cui si intravede una via con vetrine illuminate e pochi passanti. La coppia non mostra tenerezza e complicità: i volti sono nascosti nell’ombra di un abbraccio sensuale, ma non gioioso. I corpi, indistinguibili l’uno dall’altro, sono avvinghiati in quella che appare più una lotta che un abbraccio amoroso. Le due figure sono decentrate contro ogni canone compositivo tradizionale, spinte verso il margine destro del quadro,  accentuando un senso di furtività, quasi che l’incontro sia casuale o segreto.

... Chi e' l'artista?

 
 
 

5 minuti LE NINFEE DI CLAUDE MONET al Palazzo Ducale Genova...

Post n°7710 pubblicato il 23 Giugno 2020 da simona_780car

Ammirare da vicino uno dei quadri più rappresentativi della produzione di Claude Monet in perfetta solitudine o insieme a pochi familiari? A Palazzo Ducale si può, con un progetto espositivo che trasforma il distanziamento sociale nell'occasione per sperimentare un'esclusiva esperienza di osservazione e contemplazione artistica.

Le presenza di quest’opera di Claude Monet costituisce l’occasione per riaccendere i riflettori sugli anni trascorsi dal pittore francese nella dimora di Giverny; situata in Normandia, è oggi annoverata tra le più celebri case d’artista in Europa. Con la moglie e i figli, Monet la raggiunse nel 1883: colpito dalla luce unica del luogo, lo ritenne perfetto per dipingere alcuni dei suoi più iconici lavori, incluso il ciclo delle Ninfee.La mostra genovese introduce i visitatori nella dimensione privata di Monet a Giverny grazie alla proiezione di un video d’epoca, risalente al 1915 circa, che mostra l’artista all’opera nel famoso giardino della residenza. Tra fiori e salici piangenti, l’artista aveva collocato anche un ponte giapponese e lo stagno delle ninfee. Nell’olio su tela esposto nel capoluogo ligure, quest’ultime appaiono incorniciate da due cascate di salici. Tra gli onirici riflessi delle nuvole.

 
 
 

Gli ultimi 50 anni dedicata a de Pisis a Roma..

Post n°7709 pubblicato il 23 Giugno 2020 da simona_780car

Dal 17 giugno ha riaperto al pubblico il Museo Nazionale Romano - Palazzo Altemps accogliendo Filippo de Pisis: una mostra che restituisce la sensibilità pittorica dell’artista ferrarese e il ruolo di protagonista nell’esperienza della pittura italiana tra le due guerre...

La rassegna – insieme a ventisei dipinti – pone l’accento su una nutrita selezione di carte e acquerelli. Questa tappa romana completa in maniera suggestiva il percorso realizzato al Museo del Novecento di Milano, dove è stata presentata nei mesi scorsi la più ampia retrospettiva milanese degli ultimi 50 anni dedicata a de Pisis ..
 
 
 

Una pittura raffinata e complessa, di una qualità sfolgorante”

Post n°7708 pubblicato il 23 Giugno 2020 da simona_780car

È inusitata e preziosa la mostra allestita a Roma a Palazzo Barberini, riaperta  dopo il lockdown . È la prima mostra monografica dedicata a Orazio Borgianni, protagonista decisivo ed effimero della vita artistica romana del Seicento

“Qual è il tratto peculiare della poetica di Orazio Borgianni rispetto, in particolare, al realismo caravaggesco al quale è stata spesso accostata?” ‒ chiediamo al curatore Gianni Papi via email – “Borgianni non può essere considerato un caravaggesco; è troppo limitante, lui non è un seguace” – la risposta non si lascia attendere. “Si tratta invece di un pittore che innova, che mette a punto un proprio linguaggio, particolarmente fecondo per una linea di pittura che sviluppa un particolare naturalismo. Un linguaggio sofisticato che affonda le radici nel Cinquecento, e si compone di esperienze emiliane (Correggio, Parmigianino, Lelio Orsi, il giovane Ludovico) e venete (Tintoretto soprattutto, ma anche Bassano), per poi mischiarsi con l’esperienza spagnola (El Greco) e finalmente col contatto diretto con Caravaggio. Sono tutti elementi che danno vita a uno stile quanto mai personale, a una pittura raffinata e complessa, di una qualità sfolgorante”.

 
 
 
Successivi »
 
 

Chiedo a chiunque passi di qua di mantenere un tono basso, qui non si urla nè si offende nessuno. Ogni vostro pensiero è ben accetto, come ogni critica, ma sempre nel rispetto reciproco.

Grazie!

 

ULTIMI COMMENTI