Blog
Un blog creato da giulia_770.it il 15/01/2008

A R T E

.... e arte....

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: giulia_770.it
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 40
Prov: MI
 

ULTIME VISITE AL BLOG

marcoste_itmanu78_itlilla_1940ilaria_770samuele_bandipitagora63angela.lvstefano_75scBYE8catozzipoltroneambientesviluppomao5418tigromipaola.fiobilotto
 
 

GIULIA...

 Alcune foto sono reperite sul web, se l'autore le riconosce come sue, basta chiederlo e verranno rimosse al più presto...

Grazie! G/G


 

 

« Pensierosa!! :)))LA SPONTANEITA' È VITA »

"Così tanti, tutti insieme, è la prima volta in Italia"

Post n°7235 pubblicato il 08 Luglio 2019 da simona_780car

Milano, all'Ippodromo un mega murale dedicato a Leonardo disegnato da 500 writer

Milano, all'Ippodromo un mega murale dedicato a Leonardo disegnato da 500 writer

Milano, all'Ippodromo un mega murale dedicato a Leonardo disegnato da 500 writer

Un muro lungo cinque chilometri e alto due e mezzo, circa 12mila metri quadri di superficie ricoperti con le opere di Leonardo da Vinci. O meglio: con l'interpretazione delle sue opere fatta da un esercito di 500 writer. A Milano, sui muri dell'Ippodromo, va in scena Street Players, quinto appuntamento con la rassegna biennale promossa da Stradearts Urban Gallery. Tema di quest'anno, appunto, il genio vinciano, nel 500esimo anniversario della sua morte. A radunare i writer arrivati da tutto il mondo KayOne, alias di Matteo Mantovani, pioniere italiano dei graffiti classe '73. Che festeggia: "Così tanti, tutti insieme, è la prima volta in Italia". Oggi ultimo giorno per comporre il lungo quadro di strada tra viale Caprilli, via Ippodromo, via Diomede, tra uomini vitruviani rifatti con i Lego, il cavallo di bronzo riletto come un agglomerato di circuiti, un ritratto di Leonardo barba e cappello virato in azzurro, una Gioconda bicroma.

Da vedere!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

Chiedo a chiunque passi di qua di mantenere un tono basso, qui non si urla nè si offende nessuno. Ogni vostro pensiero è ben accetto, come ogni critica, ma sempre nel rispetto reciproco.

Grazie!

 

ULTIMI COMMENTI