Blog
Un blog creato da giulia_770.it il 15/01/2008

A R T E

.... e arte....

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: giulia_770.it
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 41
Prov: MI
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Cherryslsoldato45berni31stefano_75scmassimocoppasimona_780carakemi_1976angela.lvpietro_791.itnarconon_70manu78_itgiulia_770.itSaio4260deniselisa2
 
 

GIULIA...

 Alcune foto sono reperite sul web, se l'autore le riconosce come sue, basta chiederlo e verranno rimosse al più presto...

Grazie! G/G


 

 

« Cos'e'l'imbuto di Norimberga?Chapeau alla sua cultura... »

Test e tamponi: regna ancora il caos

Post n°7677 pubblicato il 22 Maggio 2020 da giulia_770.it

La Regione Lombardia da qualche giorno ha emanato una delibera per la realizzazione di test aziendali sierologici privati. Si tratta di procedure volontarie che la stessa Regione ha consigliato di effettuare, ad esempio, in ambiti aziendali.E’ stata anche fissata una tariffa di riferimento per l’acquisto dei tamponi pari a 62,89 euro. Il nodo sta nelle prescrizioni: la positività a test sierologico comporta la verifica della contagiosità mediante ricerca dell’RNA virale (tampone).Tradotto: se in una piccola azienda si effettuano test sierologici e due dipendenti risultano positivi a tali test, quindi hanno gli anticorpi al Covid-19, vuol dire che va indagato se quegli stessi anticorpi li abbiano sviluppati al momento o in passato.

Ecco perché bisogna poi effettuare un tampone, in attesa del quale il lavoratore va messo in quarantena preventiva. Già, ma per quanto? Secondo un’indagine  possono passare anche più di due settimane per avere un tampone che possa rivelare una positività o una negativa allo stato attuale.

(----)

Io mi pongo una domanda....mi piacerebbe avere una risposta che non avrò...ma almeno rendo pubblico ciò di cui son venuta a conoscenza.Tra la fine di settimana scorsa e oggi ho chiamato diversi laboratori privati per chiedere info sul test sierologico.....mi è stata data la stessa identica risposta da tutti....il sierologico costa circa 50 euro (parlo del prelievo del sangue non il test immediato sul dito)....se dovesse risultare positivo, mi farebbero subito il tampone, sempre a pagamento, circa 70 euro.Data la mancanza dei reagenti chiedo a tutti ....ma mi date anche il risultato del tampone? Dopo risatina la risposta "certo signora! Ma quindi, arrivo alla mia domanda...i tamponi/reagenti/ macchinari ci sono o no?

Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
sonodipassaggio il 22/05/20 alle 14:38 via WEB
La delibera della Regione Lombardia, invece che fare chiarezza, ha portato ulteriore confusione. Il caos su test sierologici e tamponi, il rischio di una lunga quarantena e il fatto di dover pagare di tasca propria stanno scoraggiando molte persone.
 
mimma_serena
mimma_serena il 22/05/20 alle 14:40 via WEB
Il decreto regionale del 12 maggio invita i cittadini che fanno test sierologici ad andare in isolamento fiduciario in seguito a test positvo, in pratica se si supera igg >12 per poi effettuare in breve tempo il tampone. Solo questo dirà se la persona è ammalata e quindi entrare in quarantena. Il problema è che ogni giorno regionale Lombardia emette decreti e pretende che vengano messi in atto. Sarebbe necessario usare poche parole ed essere più chiari e formare il personale che si trova davanti al cittadino.
 
simona_780car
simona_780car il 22/05/20 alle 14:46 via WEB
Beh! "I tamponi ci sono o non ci sono? Dove vengono processati? Quanti siamo in grado di farne? A chi? Con quale criterio? I test sierologici li abbiamo? Sono attendibili o no? Quali? Quanti siamo in grado di farne? A chi? Con quale criterio? E infine: chi li fa? Chi li paga? I privati? La Sanità Pubblica? Chi traccia i contagi? Chi identifica i contatti dei contagiati? Chi dispone l’isolamento dei contatti? Chi lo controlla? Dove l’isolamento viene fatto? Le notizie si accavallano confuse, contraddittorie, scoraggianti"
 
spotti_arte
spotti_arte il 22/05/20 alle 14:53 via WEB
Secondo me, facendoli pagare al privato è un modo per disincentivare il più possibile i cittadini (lombardi!) a fare il test, allo scopo di NON far sapere quante persone siano realmente rimaste infette a causa dei gravi errori commessi proprio dai vertici della Regione (PS di Alzano chiuso e riaperto dopo poche ore, zone rosse Nembro a Alzano mancate), probabilmente non le decine di migliaia "ufficiali" ma qualche centinaio di migliaia, e quindi di evitarne le gravi conseguenze (morali, politiche, e forse anche penali). Insomma, una furbata! Leggevo sul FQ che la Lombardia è penultima come tamponi effettuati a fronte di essere la prima come contagi, perchè allora opporsi così tenacemente all'esecuzione generalizzata dei test (sierologici e tampone); così facendo quanti altri "asintomatici" sono tuttora liberi di girare e infettare tutti? Tutto per coprire le responsabilità dei vertici della Regione? Secondo me è proprio così, non si spiegherebbe altrimenti, ma è solo una mia opinione personale..
 
spotti_arte
spotti_arte il 22/05/20 alle 14:54 via WEB
Ciao tesoeo ci sentiamo...
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Vincenzo il 22/05/20 alle 15:03 via WEB
Molte considerazioni condivisibili, molte domande che non riceveranno risposte, ma sull'utilità dei test sierologici dovrebbe avere qualche dubbio anche lei se s'informa meglio. Ai cittadini servono solo per una curiosità personale e nulla di più, perché non danno alcuna certezza, mentre alla sanità pubblica possono servire solo per dati statistici, che alla regione Lombardia farebbero molto scomodo scoprire che i contagiati sono la maggioranza della popolazione. Servono i tamponi per tutti gli usi pratici sia individuali che per la sicurezza sociale e li dovranno fare come in Veneto.
 
narconon_70
narconon_70 il 22/05/20 alle 15:25 via WEB
I test sierologici vengono proposti anche da laboratori privati e negozi online, essendo rapidi, facili da usare e a basso costo, ma al momento questi testi non presentano ancora sufficiente precisione per essere usati nella diagnostica. In altre parole, è inutile farsi fare un test se poi non siamo sufficientemente certi del risultato. Potremmo facilmente essere dei falsi positivi o dei falsi negativi, correndo inutili rischi in entrambi i casi. A breve avremo probabilmente dei test sierologici più affidabili. Nel frattempo, i test sierologici sono utilissimi per fare studi e statistiche. Ad esempio, molte regioni e progetti di studio stanno facendo test sierologici estesi per avere un’idea di quante persone in una popolazione sono già entrate in contatto con il virus. Sono comunque informazioni importanti per le strategie di lotta al virus.
 
gabriele1970_it
gabriele1970_it il 22/05/20 alle 15:28 via WEB
La realtà è che non lo sappiamo. Un test sierologico positivo indica semplicemente che l’organismo ha prodotto degli anticorpi contro il virus, ma non ci dice quanto questi siano efficaci e per quanto tempo. L’esperienza di virus simili al Sars-cov2 suggerisce che l’immunità possa essere efficace e di lunga durata. Ma in attesa degli studi che ci diano una risposta certa, al momento non possiamo escludere che una persona che ha sviluppato gli anticorpi non possa re-infettarsi in futuro. Oltre al fatto che, come detto, i test sierologici attuali non sono tecnicamente abbastanza affidabili. Per questi due motivi gli esperti, e anche l’OMS, al momento non raccomandano l’uso di questi test per certificare alcuna immunità. Quindi, niente “patenti” per gli immuni, almeno per ora.
 
angela.lv
angela.lv il 22/05/20 alle 15:33 via WEB
Caos, con i test sierologici (se dotati di alta sensibilità) si può sapere se un paziente ha in corso la malattia, cioè se è malato in quel momento.
 
lilla_1940
lilla_1940 il 22/05/20 alle 15:40 via WEB
È importante sottolineare che i test sierologici non sostituiscono il test (molecolare) fatto sul tampone, che dimostra la presenza o meno di materiale genetico virale, dando quindi la conferma dell'infezione in corso. Il Ministero della Salute, in caso di positività ai test sierologici, raccomanda di fare il test (molecolare) sul tampone.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Sara il 25/05/20 alle 20:08 via WEB
Sacrosanto Giulia.. se non possiamo monitorare l'effettiva diffusione del contagio con sierologici e tamponi continueremo ad andare a tentoni, tra misure di contenimento, DPI, chiusure e diffidenza tra cittadini della stessa comunità. E' assurdo che la regione più ricca d'Italia non riesca nemmeno a programmare ed eseguire ai suoi abitanti un test.
 
speedy.72
speedy.72 il 26/05/20 alle 14:40 via WEB
Per i test sierologici il Centro Medico S.Agostino li fa a 35 euro e se positivo fanno il tampone a € 80; di fatto se si riscontra il virus, si sta in quarantena e qualora non la rispetti e ti fermano per un controllo, vai nel penale (una volta fatto il tampone sei schedato)
 
 
giulia_770.it
giulia_770.it il 26/05/20 alle 21:01 via WEB
Grazie mi sono informata anche io da Lugano... attento eh siamo schedati dai scherzo... ciao!
 
   
speedy.72
speedy.72 il 27/05/20 alle 14:40 via WEB
non ci facciamo prendere shhhh :) ciao
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

Chiedo a chiunque passi di qua di mantenere un tono basso, qui non si urla nè si offende nessuno. Ogni vostro pensiero è ben accetto, come ogni critica, ma sempre nel rispetto reciproco.

Grazie!

 

ULTIMI COMMENTI

:))) Zia Teresa...
Inviato da: manu78_it
il 06/07/2020 alle 09:46
 
penso anche di sapere chi è l'insegnante di pugliese...
Inviato da: lange_it
il 04/07/2020 alle 21:56
 
:)) E fai bene a scappare!!!
Inviato da: manu78_it
il 03/07/2020 alle 12:11
 
Stefano ci facciamo un giro anche zona Greco... mi hanno...
Inviato da: manu78_it
il 03/07/2020 alle 12:10
 
Beh! Anche io capisco il dialetto né???
Inviato da: stefano_75sc
il 03/07/2020 alle 11:47