Blog
Un blog creato da giulia_770.it il 15/01/2008

A R T E

.... e arte....

 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

giulia_770.itmanu78_itcalatheopietro_791.itagnese_740mimma_serenamarino.elettropompeviola_salasimona_780carelis_772.itspeedy.72petrosinetMauroDeffemeroveo0
 
 

GIULIA...

 Alcune foto sono reperite sul web, se l'autore le riconosce come sue, basta chiederlo e verranno rimosse al più presto...

Grazie! G/G


 

 

« LA COLLEZIONE DI 26 OPER...Segreti dal Novecento »

Una sera d estate...

Post n°8003 pubblicato il 01 Dicembre 2022 da simona_780car

Potrebbe essere un contenuto artistico raffigurante 2 personeU

Una sera d’Estate, presso una casa in campagna, isolata e lontana dalle luci della città, destinate ad essere luoghi sempre più rumorosi, inquietanti.Nel buio di questa sera, si può immaginare nel silenzio assoluto, solo il frinire dei grilli.La veranda ha una forma geometrica, ombreggiata dall’oscurità della notte che avvolge come un mantello, una casa in stile american country, mentre una finestra tagliata a metà rivela una tenue fonte di calore, forse un lume riparato che, timidamente, non è inserito nel verdognolo ristagno di una luce fissa.Sul lato destro si vede un prato, come si capisce in un secondo momento, dopo aver puntato bene lo sguardo, poiché il buio è così penetrante da rendere la sottile striscia di terra illuminata quasi una nota stonata in un concerto armonico.Al centro della tela ci sono un ragazzo e una ragazza vestiti secondo la moda dei tardi anni Quaranta, poggiati sulla balaustra, lui con il braccio ripiegato sul petto e la bocca socchiusa e lei con le mani poggiate all’indietro, in una posa che sembra ricordare di un attento ascolto, anche se la mancanza di parole si percepisca al primo sguardo.Il silenzio di Hopper, da sempre il simbolo di una grande solitudine, come in questo caso, ferma un momento particolare, che raffigura l’eternità, oltre a un assoluto senso di vuoto davanti al profondo isolamento dei personaggi.L’angoscia dell’oscurità invade gli spazi fuori dalla veranda, il Mondo conosciuto si ferma proprio sul confine della casa, poi...il buio e la paura dell’ignoto e di una società che da lì a poco sarebbe cambiata per sempre...

Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Daniela il 01/12/22 alle 19:35 via WEB
Io invece percepisco altri pensieri e sensazioni dal dipinto. Due giovani che si godono il silenzio dopo una serata frenetica. La pace del luogo. Il buio non totale. Il profumo dell'erba....lei in una posizione rilassata, non percepisco tensione nel suo corpo.e anche la figura maschile non ha rigidità. Due persone possono anche condividere un silenzio....e stare bene. B forse unica nota stonata i visi che non hanno una espressione felice. Ma non è detto che non lo siano. Magari ci sono confidenze profonde che esigono riflessioni. Il bello di un quadro è che lascia spazio a tante riflessioni che sono più soggettive...Ciao!
 
mimma_serena
mimma_serena il 01/12/22 alle 19:38 via WEB
Finalmenteee!!! Si riprende col blog...ok...a me i quadri di Hopper trasmettono sempre una sottile malinconia. Vi percepisco solitudine anche quando sono presenti più protagonisti, il che me li fa sentire molto vicini.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

Chiedo a chiunque passi di qua di mantenere un tono basso, qui non si urla nè si offende nessuno. Ogni vostro pensiero è ben accetto, come ogni critica, ma sempre nel rispetto reciproco.

Grazie!

 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963