Creato da: contenadir il 06/01/2009
ciò che mi intriga

 

Area personale

 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

Ultime visite al Blog

gioia271965loretta.moimasero_di_vino2agan2Marcuss190unpodeaunpobefanamichiamopeppe2008navarromundobrasilvlaylaMasterAndCommanderleomax165Lady_JulietteKahirSky_EagleVaNigLiA_Muaaaa
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

FACEBOOK

 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

 

 
« parole.....PROFUMO D'ESTATE »

ARIA DI MARE

Post n°79 pubblicato il 02 Giugno 2011 da contenadir

AL MARE

Erano partiti comunque: la giornata non era delle  migliori, il cielo era coperto, il giorno prima era piovuto parecchio, e anche per quella giornata il meteo non prometteva affatto sole. Ma la voglia di andare era più forte di tutto. La meta era il mare, e una volta là, dopo il traffico e chilometri di code, il mare si era mostrato in tutta la sua forza: onde spumose,grigie, per via del cielo plumbeo. Si sedettero a pranzare , e  mentre aspettavano i piatti che avevano ordinato, il profumo del mare cominciò a sortire i suoi effetti. Lo sguardo che si scambiarono  illuminò il locale, come il  raggio di sole  che aveva bucato le nuvole. Lui affondò il viso tra i capelli di lei, e quasi magneticamente le loro labbra si sfiorarono, con un movimento che scaturiva da orbite invisibili e lentissime, ma inesorabili. Non era chiaro se fossero i sorrisi a generare quell'atmosfera, o il mix tra la salsedine e il profumo che saliva dai piatti che avevano davanti. Fronte contro fronte, naso contro naso, facevano scaturire sorrisi, piccole parole impercettibili al mondo, me dense e vibranti per loro Alla dine del pranzo anche la natura si era arresa: il sole era uscito, e il mare si era placidamente placato.

 

A casa, anche dopo la doccia , il loro corpi odorano ancora di quel'aria profumata che è rimasta imprigionata tra i capelli.  E ora i sorrisi, sulle labbra che si sfiorano, stanno raccontando un  altra storia di mare, di onde,  di sguardi, di movimenti sinuosi ....

contenadir

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog