IGNOTA VERITAS

MISTERI - ENIGMI - RIVELAZIONI

 
 

TAG

 

UN VANGELO SPIRITUALE

Gesù disse: "Colui che cerca, non smetta di cercare finchè non trova e quando troverà sarà commosso e quando sarà commosso contemplerà  e  regnerà  su  tutto"    Vangelo di Tommaso

  

 

LA PORTA ALCHEMICA

La Porta Alchemica, detta anche Porta Magica o Porta Ermetica o Porta dei Cieli, è un monumento edificato tra il 1655 e il 1680 da Massimiliano Palombara marchese di Pietraforte (1614-1680) nella sua residenza, villa Palombara, sita nella campagna orientale di Roma sul colle Esquilino. La villa che ora non esiste più, si trovava vicino piazza Vittorio, dove oggi è stata collocata la strana porta. La Porta Alchemica è l'unica sopravvissuta delle cinque porte di villa Palombara, sull'arco della porta perduta sul lato opposto vi era un iscrizione che permette di datarla al 1680, inoltre vi erano altre quattro iscrizioni perdute sui muri della palazzina all'interno della villa.

 

AFFRESCO CON CAVALIERI CROCIATI A CLERMONT

 

PASTORI IN ARCADIA DI N. POUSSIN.

 

L'ULTIMA CENA,DI LEONARDO DA VINCI

 
 

CHI E'?

 

MARIA MADDALENA, ATTRIBUITO A LEONARDO DA VINCI

 

SAN MICHELE ARCANGELO

 

MADONNA DEL PILERIO, COSENZA

 

LA DEA ISIDE CHE ALLATTA HORUS

 
Questo blog non è a scopo di lucro, le immagini e il contenuto degli articoli presenti, sono dei rispettivi proprietari.
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 21
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

 

« Maria MaddalenaI Miracoli 2° parte »

I Miracoli 1° parte

Post n°40 pubblicato il 07 Gennaio 2009 da AlessioFerrazzoli
 

Da sempre l’uomo è alla ricerca dell’evento straordinario capace di cambiare la sua vita e di alleviare le tante sofferenze che il genere umano deve affrontare durante l’esistenza. Nelle varie religioni i miracoli sono sempre presenti. Nell’ebraismo, nell’islamismo e nel cristianesimo i miracoli rappresentano il segno dell’onnipotenza di Dio. Ricordo un evento miracoloso che avvenne in India nel 1995, che sconvolse il mondo, le statue indù bevevano latte, era la prima volta che si verificava un fatto del genere. I fedeli erano stupefatti e offrivano latte ai loro dei. A me piace pensare che queste meraviglie inspiegabili siano opera dello stesso Dio. Un Dio di tutti e a cui tutti possano rivolgersi, un Dio né uomo e né donna ma entrambi, un Dio uguale per tutti e per il Quale tutti siano uguali. La religione cristiana reputa straordinari e miracolosi alcuni fatti riportati dai Vangeli canonici e attribuiti a Gesù, considerandoli segni della sua persona e testimonianza della Sua potenza divina. Prodigi e miracoli di Gesù sono raccontati anche nei Vangeli apocrifi,  per la maggior parte ritrovati nell’alto Egitto a Nag Hammadi nel 1945.  Originariamente il termine “apocrifo” significava nascosto, segreto, e solo successivamente con Ireneo e Tertulliano divenne un termine negativo, equivalente di “falso” o “falsificato”. Oggi questi scritti sono stati riabilitati dalla Chiesa cattolica e da molti anni gli scritti apocrifi sono oggetto di studio di numerosi esperti. Attualmente i vangeli e gli scritti apocrifi vengono considerati importanti documenti storici,  infatti offrono un panorama d’informazioni molto utili in uno studio così complesso.[1] L’attendibilità storica dei Vangeli canonici e degli scritti apocrifi rimane comunque un problema ancora aperto. Racconti di miracoli compiuti da Gesù si trovano anche nel Corano, anche se per gli islamici Gesù è considerato poco più di un profeta. Si presume che Gesù si sia proposto ai suoi apostoli e al popolo d’Israele come “figlio di Dio”, questa espressione era già conosciuta nella tradizione biblica ebraica e stava  ad indicare un particolare rapporto con Dio, (una relazione esclusiva) ma nel caso di Gesù è considerata come una reale filiazione divina. I miracoli rappresentano per i cristiani l’attestazione di Gesù come figlio di Dio e quindi i segni del suo essere divino. (Gv 2, 11-23 4,54) Un uomo che ai tempi di Gesù, dichiarava di essere l’incarnazione di Dio in terra  non era accettato dai Giudei: « Vi ho fatto vedere molte opere buone da parte del Padre mio; per quale di esse mi volete lapidare?» «Non ti lapidiamo per un’ opera buona, ma per la bestemmia e perché tu che sei uomo, ti fai Dio»,   « “Voi dite: Tu bestemmi, perché ho detto: Sono Figlio di Dio. Se non compio le opere del Padre mio, non credetemi; ma se le compio credete almeno alle opere, perché sappiate e conosciate che il Padre è in me e io nel Padre”» (Gv 10,32-38). Il fatto che Gesù si dichiarasse figlio di Dio fu uno dei motivi principali di  contrasto con i sacerdoti Giudei. In questa ottica è difficile spiegare la condanna alla crocifissione inflitta a  Gesù; infatti Giovanni nel suo Vangelo racconta che  gli argomenti utilizzati da Gesù non evidenziavano il carattere di  agitatore politico e quindi non erano sufficienti i motivi per una condanna a morte. (Gv 18, 28-29 19,6) In foto Cattedrale di Parma (particolare)



 [1] G. Barbaglio G. Bof S. Dianch Dizionario di Teologia  voce Gesù Cristo ed. San Paolo, Cinisello Balsamo 2002 pag. 671, 673

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ignotaveritas/trackback.php?msg=6254439

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
caranj
caranj il 07/01/09 alle 16:06 via WEB
ciao ogni tanto mi scrivi e poi oggi l'hai fatto per enigmi scusa ma quando io mi rapporto agli altri cerco almeno di rendermi comprensibile quindi ti sarei lieta se lo facessi se inizi un discorso è bene che tu lo porti a termine...ciao buona giornata angela
 
selia46
selia46 il 07/01/09 alle 17:26 via WEB
Ciao,intanto complimenti per la colonna sonora....e' semplicemente stuppenda!!!!!!! mi sa che lascio il tuo blog aperto per un po'. Non bisogna andare lontano nei luoghi o nel tempo per vedere i miracoli....io sono infermiera e proprio primo di Natale avevo ricoverato nel mio reparto un uomo giovane spacciato da un cancro devastante che ora STA BENE!!!!!! Un miracolo certo anche se a volte siamo noi stessi a fare i miracoli..... sono convinta che NOI decidiamo se ammalarci o no,se soffrire o vivere con gioia. Purtroppo sappiamo troppo poco delle nostre possibilita'. Io ho fatto degli studi e,facendo tesoro del poco che ho potuto apprendere, ho migliorato splendidamente la mia vita e quella delle persone che mi circondano. Un bacio Miriana
 
aldebaran2804
aldebaran2804 il 07/01/09 alle 20:36 via WEB
Grazie per essere passato nel mio blog. Non parlavo di odio o obbligazione, ma semplicemente una provocazione per tanti, volevo che si creasse un dibattito, ma nessuno ha mai commentato. Molte grazie della tua visita, spero tu venga più spesso a trovarmi. Volevo dirti che nei miei studi e libro alla mano nel vangelo di Tommaso, non ho la parola turbato, ma è la seguente: "Colui che cerca, non smetta di cercare finchè non trova e quando troverà si turberà. Quando sarà turbato, si meraviglierà e regnarà su tutte le cose." Vangelo di Tommaso
 
AlessioFerrazzoli
AlessioFerrazzoli il 07/01/09 alle 22:34 via WEB
Hai ragione aldebaran2804, le traduzioni spesso non concordano tra loro, i termini più usati sono: commosso, turbato, sconvolto; e ancora, si meraviglierà, si turberà o contemplerà. Questi termini comunque descrivono stati d'animo simili. I molti esperti che si occupano di tradurre i testi antichi, sono spesso in disaccordo tra loro. Io non sono un'esperto di lingue antiche e mi sono affidato alla lettura di due testi in particolare: "I Vangeli apocrifi" a cura di M. Craveri - Ed. Enaudi Torino 2005 (da dove ho preso la traduzione) e "Il quinto Vngelo" di M.Pincherle- Macro Edizioni Savona 2001. Il Vangelo di Tommaso è senza dubbio molto interessante e di grande spessore spirituale.
 
AlessioFerrazzoli
AlessioFerrazzoli il 08/01/09 alle 15:34 via WEB
Grazie, Selia46 le testimonianze sono importanti e la tua fa certamente sembrare il mondo più bello. I miracoli sono la speranza, un ponte verso il divino.Un saluto Alessio
 
lara382
lara382 il 09/01/09 alle 20:18 via WEB
PORCA PALETTA.. non ho molto tempo in questi giorni..ma il tuo blog mi interessa.... e appena daro il conocorso mi piacerebbe parlare delle verita....
 
 
ivanomessa
ivanomessa il 12/01/09 alle 20:35 via WEB
SCUSAMI DEL RITARDO TI FACCIO TANTI AUGURI DI UN ANNO NUOVO SCINTILLANTE . IVANO
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: AlessioFerrazzoli
Data di creazione: 25/11/2007
 

TORRE MAGDALA, RENNES-LE-CHÂTEAU

 
 

CHIESA DELLA MADDALENA, RENNES-LE-CHÂTEAU

 

CHIESA DELLA MADDALENA, RENNES-LE-CHÂTEAU.

Il demonio Asmodeo, sostiene l'acqua Santa
 

LABIRINTO, CATTEDRALE DI CHARTRES

 
 

SAN GALGANO, SIENA

L'abbazia di San Galgano, dalle marcate caratteristiche architettoniche gotico-cistercensi, fu costruita a partire dal 1218 e poco lontano dalla Rotonda. L'edificio è imponente e testimonia, così, la diffusione ed il grande seguito del culto di san Galgano. L'abbazia raggiunse, nel XIV secolo, una grande potenza, anche grazie alle immunità ed ai privilegi concessi da vari imperatori, tra i quali Federico II, ed alle munifiche donazioni ricevute; a ciò si aggiunse l'esenzione dalla decima da parte di papa Innocenzo III. La ricchezza raggiunta nel Cinquecento fu tale da scatenare una contesa tra la Repubblica di Siena ed il Papato, che portò nel 1506 ad un interdetto del papa Giulio II contro Siena, che resistette ordinando ai sacerdoti la celebrazione regolare di tutte le funzioni liturgiche.

 

CATTEDRALE DI SANTIAGO

 

CHIOSTRO, CATTEDRALE DI SANTIAGO DE COMPOSTELA

 

ABBAZIA DI CASAMARI

 

L' Abbazia di Casamari è uno dei più importanti monasteri italiani di architettura gotica cistercense. Fu costruita nel 1203 e consacrata nel 1217. Si trova nel territorio del comune di Veroli, in provincia di Frosinone.

 

CORO DELL'ABBAZIA DI CASAMARI

 
 

BASILICA DI COLLEMAGGIO, L'AQUILA.

 

INTERNO DELLA BASILICA DI COLLEMAGGIO,(AQ)

 

PIETRA DEI COSTRUTTORI, COLLEMAGGIO, (AQ)

 

SAN PIETRO AD ORATORIUM, CAPESTRANO, (AQ)

La chiesa di San Pietro ad Oratorium, si trova nel territorio di Capestrano, a sinistra del fiume Tirino, nella valle Tritana, fu fondata da Desiderio, ultimo re dei Longobardi verso la fine del 756 d. C. Il re Desiderio, donò all'abate di allora, Attone, molti beni e possedimenti perchè vi edificasse anche un monastero da dare ai monaci. La chiesa che oggi vediamo, è un rifacimento del 1100 come si legge dall'iscrizione sul portale. Nell' VIII secolo fu uno dei principali monasteri di tutto l'Abruzzo e godeva di particolari privilegi, rinconfermati successivamente anche da Carlo Magno nel 775 e da re Pipino, Ludovico, Lotario I e II. Pochi monasteri, furono così celebri, Papi, imperatori, re, cardinali, granduchi e in specialmodo i Medici di Firenze, lo resero celebre con la loro protezione e questo condizionò profondamente la vita delle popolazioni della valle Tritana.

 

SATOR, SAN PIETRO AD ORATORIUM, CAPESTRANO (AQ)

 

ARCHEOLOGIA E MISTERI

EGITTO 2007

 

ULTIME VISITE AL BLOG

lactranslunasmastros_lsfede.ale2005cristi700antoninodicolaill.mocatsergintgigici20ospite100Ri.emersakingianeecosiarch.antoniolombardotheSaint74m.ricc69
 

ULTIMI COMMENTI

Nadir certo che si possono fare ipotesi sul significato...
Inviato da: Ettore
il 02/10/2017 alle 02:47
 
P.S.: la traduzione da me prospetatta spiega anche perché...
Inviato da: Nadir
il 21/04/2017 alle 15:32
 
Salve, ROTAS non significa "le ruote" bensì...
Inviato da: Nadir
il 21/04/2017 alle 15:23
 
bello questo post. Buona giornata da Artecreo
Inviato da: sexydamilleeunanotte
il 10/09/2016 alle 11:12
 
Ciao mi chiamo luca e per lavoro cammino molto,un giorno...
Inviato da: luca
il 20/04/2016 alle 09:01
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom