Creato da ilbaggese il 05/08/2010
blog mega di milano ORARIO DI RICEVIMENTO... previo appuntamento telefonico (3402707829--3394523017-0287392826)

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

acronlusdifatto19acrilmilaneseilbaggeseacrilsanremeserioerepo2RIO4658ketti1dglsergiomerzario19Da_Beef_Eateramorino11fante.59moacer.250anima_on_lineElemento.Scostante
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Bamdo poesia, artisti e ...u.e. di crv-acr baggese »

la prossima semifinale dell'Oscar il 9 dic pv.

Post n°232 pubblicato il 03 Dicembre 2017 da ilbaggese
 

- Semifinale: riunione che si terrà SABATO 9 DICEMBRE A "LAMBRATE" in VIA VALLAZZE
A "LA DOLCE VITA"! NEI PRESSI DI PIAZZALE GOBETTI da GIOVANNA .. -h 12 riunione conviviale, poi Semifinale delle Poesie e delle arti (Partecipano diversi poeti e scrittori tra i quali Giovanna NASTA e Giovanni MASSARA).
Semifinale: riunione che si terrà il domenica 17-12-2017
h 10/12 al Circolo il TULIPANO in Piazza 5 Giornate-Via 22 , marzo/Via Calvi (2a sulla sx) Municipio 4.. e alle h 15/17.. Cascina Linterno in Via Fratelli Zoia 194. La cascina è raggiungibile con gli autobus ATM 67-63-78 e con la Metropolitana linea 1 fermata Bisceglie ...........
dove ci saranno esposizioni di arte e di cultura dell'Artista Scultore e Poeta Giovanni MASSARA, oltre che la recita di poesie, ESPOSIZIONE DI DISEGNI e RACCONTI.
.. in semifinale.

WWW.ACRACCADEMIA.IT
Infine! INVITO alla FINALE!!!!!!!!!!!!! il 12 gennaio 2018 h 16..alla Scuola Media Statale Cabrini in Via delle Forze Armate ang. via primaticcio di Milano Oscar NO AL BULLISMO 29a Edizione con Don Gino Rigoldi Presidente di Comunità Nuova e il Preside Vincenzo COSTABILE, coordinatori della GIURIA: BOSCO, COSCELLI, dell'Oscar, del S. Oscar e del Concorso Internazionale Contro il Bullismo (Preside e Cappellano del Beccaria)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ilbaggeserorepo/trackback.php?msg=13588098

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
acronlusdifatto19
acronlusdifatto19 il 04/12/17 alle 10:35 via WEB
Riceviamo da Gatti Presidente del Circolo Biagi e volentieri pubblichiamo l'Articolo Carlo Borghetti Consigliere Regionale uscente membro della Comm. SANITA'.. La Regione Lombardia sta per introdurre una vera rivoluzione nella gestione dei malati cronici. Il nuovo modello partirà entro fine anno, ma la cittadinanza non è ancora stata informata. Come funzionerà? Funzionerà o no? Che effetti avrà? Lo chiediamo a Carlo Borghetti, consigliere regionale, capogruppo PD in Commissione Sanità, che ha espresso, sia in Regione che in molti incontri pubblici, forti perplessità. Consigliere Borghetti, chi sarà interessato a questo nuovo sistema? «Il sistema potenzialmente può interessare una persona su tre, perché sono oltre 3 milioni i cittadini lombardi che soffrono almeno di una malattia cronica –cardiopatie, diabete, malattie respiratorie o neurologiche… –. Patologie che rappresentano oltre l’80% delle cause di decesso e impegnano quasi il 70% della spesa sanitaria». Come si dovranno comportare d’ora in poi i malati cronici secondo la Regione? «In pratica il paziente per tutto quello che riguarda la sua malattia cronica (e solo per quella) anziché rivolgersi al proprio medico di famiglia, potrà scegliere un “ente gestore”, (col quale dovrà firmare un Patto di Cura) che lo seguirà nella prescrizione di visite, esami e terapie, al posto del suo Medico. L’ente gestore si sceglie all’interno di una lista di enti gestori accreditati, che riceveranno dalla Regione un budget economico per ogni paziente che si prenderanno in carico, in base a un Piano Assistenziale Individuale, detto PAI, e potranno prendersi in carico fino a 200mila pazienti». Senza entrare in dettagli troppo tecnici, ci può dare un suo parere in merito? «In realtà i dettagli tecnici sono fondamentali (c’è ad esempio il problema di come possa essere costruito un Piano Assistenziale veramente individuale da parte di un gestore che si prende in carico ad esempio 50 o 60mila pazienti...), ma una delle questioni più importanti è che nel 70% dei casi si taglia fuori dalla cura della cronicità il Medico di famiglia –che già conosce il paziente- (infatti solo circa il 30% dei Medici è coinvolto nel nuovo sistema): questo è un problema, perché non si può ridurre l’assistenza al malato cronico a una sequela di esami e prestazioni senza curare la persona “intera”, come viene insegnato ai Medici. Se Medici diversi prescrivono medicine a uno stesso paziente, questi Medici devo sapere l’uno cosa fa l’altro, e le terapie devono essere coordinate, ad esempio. Tutti sanno che bisogna curare la “persona”, e non la “malattia”: con questo sistema invece il paziente sarà “diviso” tra la cura che riceverà dal proprio Medico per ciò che non riguarda la sua cronicità, e l’ente gestore per ciò che riguarda la sua malattia cronica». Le è sorto qualche particolare interrogativo nell’affrontare questa materia? «Gli interrogativi sono parecchi. Ad esempio, chi suggerirà ai pazienti a quale ente gestore rivolgersi? Come faranno i cittadini a decidere quale struttura scegliere? Gli enti gestori saranno in maggioranza privati: che selezioni sono state previste? E se un paziente avendo più di una patologia cronica volesse scegliere un ente gestore per una certa patologia, ma volesse restare col suo specialista attuale per un’altra patologia, è garantita questa possibilità? O deve abbandonare la struttura a cui si è sempre rivolto? Chi garantisce nel tempo il corretto aggiornamento e svolgimento del Piano Assistenziale se il paziente peggiora? Come fa un paziente, nel momento che ha un nuovo disturbo, a sapere se si deve rivolgere al proprio Medico di famiglia, o se deve andare dall’ente gestore che ha scelto per la sua cronicità? In base a quali elementi la Regione ha deciso che i Medici di famiglia non sono più adatti a curare i pazienti cronici? Non bastava ad esempio dare più supporto ai Medici di famiglia?» Secondo lei c’è il rischio di “ospedalizzare” ancora di più il sistema sanitario lombardo? «Sì. Ai sensi della riforma sanitaria lombarda –approvata nel 2015– dovevano essere costituiti per la cronicità i Presidi Ospedalieri Territoriali (Pot) e i Presidi Socio-Sanitari Territoriali (Presst): sono passati ormai oltre due anni e quella previsione è rimasta inattuata... ora, perché la Regione vuole partire con il nuovo sistema degli enti gestori –entro fine anno– se non ha ancora realizzato i Pot e Presst pubblici? C’è quindi il rischio concreto che i grandi enti gestori siano gli ospedali: ma non si dovevano potenziare i servizi sul territorio? Ancora: La Regione vuole consentire agli enti gestori di subappaltare prestazioni fino al 10% (e anche oltre) ad altri enti che non sono ancora stati inseriti a contratto nell’attuale sistema pubblico, e non se ne capisce il motivo». Ma quali sono di conseguenza i rischi reali per i pazienti e per la sanità regionale pubblica? «Noi vediamo soprattutto il rischio di una gestione delle prestazioni che metterà in competizione i gestori sulla base della loro capacità di attrarre i pazienti più remunerativi (magari risparmiando poi sulle prestazioni). Non siamo certo contrari ai cambiamenti, se sono migliorativi, e c’è anche bisogno di governare finalmente meglio la spesa sanitaria per i malati cronici in questa Regione, ma questa novità ci preoccupa, perché smonta un altro pezzo del servizio sanitario in Lombardia». C’è ancora un margine, temporale e politico, per discutere di questi aspetti con il presidente della Regione Lombardia? «Se la Regione riuscirà a coinvolgere i Medici di famiglia (di cui solo un terzo appunto ha aderito al sistema nella forma dei “cogestori”) e se alle suddette domande arriveranno risposte concrete e convincenti da Maroni, la rivoluzione -con adeguati correttivi- potrà avere delle chance di riuscita, altrimenti intravediamo un esito triste: il sistema sanitario pubblico lombardo perderà ulteriori pezzi. Noi siamo a favore di un servizio che cammini sulle due gambe di cui oggi è dotato, quella pubblica e quella privata, però rilanciando il pubblico, non sostituendolo ulteriormente col privato. Altrimenti la monetizzazione della cronicità metterà a serio rischio l’appropriatezza e l’efficacia delle prestazioni che verranno offerte ai pazienti». Milano, 22 novembre 2017 .. a cura di acr il baggese
(Rispondi)
acrilmilanese
acrilmilanese il 07/12/17 alle 20:10 via WEB
Contro la violenza alle donne &#10084;
(Rispondi)
acrilmilanese
acrilmilanese il 07/12/17 alle 20:12 via WEB
Contro ogni e qualsiasi violenza alle donne &#10084;
(Rispondi)
acrilmilanese
acrilmilanese il 11/12/17 alle 10:17 via WEB
Auguri da ANTE-PRIMA-DOPO che riceviamo e PUBBLICHIAMO! Ieri-l’altro ieri - Oggi - Domani-Dopodomani e futuro x l’Italia. Da.. Rio- a cura (GRATUITA) di sdm e di Crv-Acr www.acraccademia.it - info@acraccademia.it STAMANI Lunedi 11 dicembre 2017 Il dopo Como! Arrivano le prime risposte.. la sinistra e il centro, nonostante D’Alema in PROVE D’UNITA.. AVANTI! Intervista del Segretario ..” Risposte di Matteo Renzi, ..Como si riempiva di bandiere, dal Pd, alla Cgil all’Anpi. Di solito litigate. Vista da qui la sinistra sembra unita. … Avverto la forte responsabilità di non consegnare il Paese alla destra. Perché in Italia ha dimostrato che quando va bene è incapace, quando va male è pericolosa.. ..D’Alema ha combattuto Occhetto, Prodi, Veltroni, Fassino: che adesso combatta anche me è quasi rassicurante, si vede che non cambia mai… ..C’erano 22 milioni di occupati nel febbraio 2014, adesso ce ne sono 23 milioni. Un milione di persone in più, di cui il 61% a tempo indeterminato. Gente che dice grazie al Jobs act.” Intervista completa su: https://www.partitodemocratico.it/news/renzi-pd-vincere-elezioni/ Clamoroso “ieri l’altro” ·A proposito di S_ e di R_ - Semifinale: Voti (a disposizione..)! –Novembre dell’Arci-Olmi da Lombardi e DICEMBRE a "LAMBRATE" in VIA VALLAZZE- a "LA DOLCE VITA"! .. da GIOVANNA.. che si somma a quella dell’Arci-Olmi da Lombardi, poi Semifinale delle Poesie e delle arti! ..hanno Partecipato diversi poeti e scrittori tra i quali : Anna Maria LORENZ che viene ammessa alla Finale del 12 Gennaio 2018 la nuova Poetessa con la quale ci complimentiamo. Anna Maria LORENZ, che si aggiunge a : Laura PARDUCCI, Patrizia REDAELLI, Ernesto BORTONE, Giovanna NASTA, Domenico De DOMINICIS, Rocco SILVESTRI, Giuseppina MELIDONI e Teresa MONTALTO. http://www.acraccademia.it/novit%C3%A0%201%20Poesia%20il%20baggese.html Ricordi: .. FOTO.. film.. sono sul sito.. ho ristampato il libro LA FINESTRA e i RICORDI... lo trovate nelle migliori edicole di Baggio con lo sconto del 50 % x i residenti milanesi e baggesi in particolare all’EDICOLA di Via Nikolayevka ang. Forze Armate di fronte alla Viridiana! · http://www.acraccademia.it/STAFF.html Iniziamo dall’ultima “Europa”, poi come i gamberi, parliamo di risorse, etica e conoscenza. http://www.acraccademia.it/Acr%20Roma%20pag%201.html segue su www.acraccademia.it …. (3a puntata, segue al prossimo numero) http://www.acraccademia.it/novit%C3%A0%201%20Poesia%20il%20baggese.html Clamoroso “oggi e domani + dopodomani..” Grazie dei suggerimenti dalle lettrici e dei lettori, ma basta F. N. in italiano: BALLE!..meglio l'Informazione BUONA e i VALORI SINCERI · Semifinale: riunione che si terrà il domenica 17-12-2017 h 10/12 al Circolo il TULIPANO in Piazza 5 Giornate-Via 22 , marzo/Via Calvi (3a sulla sx) Municipio 4.. e alle h 15/17.. Cascina Linterno in Via Fratelli Zoia 194. La cascina è raggiungibile con gli autobus ATM 67-63-78 e con la Metropolitana linea 1 fermata Bisceglie ...dove ci saranno esposizioni di arte e di cultura dell'Artista Scultore e Poeta Giovanni MASSARA, oltre che la recita di poesie, ESPOSIZIONE DI DISEGNI e RACCONTI... http://filoeacrassociazionigemellate.blogspot.it/ … Prosegue..l’Oscar “No al bullismo” Con CRV-ACR-AICS di Ketti Concetta Bosco e Sergio Merzario giornalisti e.. VOLONTARI! Un saluto e un augurio.. proseguite ad inviarci il tutto e se siete d'accordo, noi di CRV-ACR-AICS le pubblichiamo! S. D. M. WWW.ACRACCADEMIA.IT Clamoroso “5-10 febbraio 2018” MILANO-SANREMO e Roma –: Claudio Baglioni è il Presentatore e direttore artistico di Sanremo -Capitano della squadra che animerà dal palco del Teatro Ariston. Alla 68/a edizione del Festival, in programma dal 6 al 10 febbraio 2018. I suoi partner nella conduzione saranno annunciati, come di consueto - si legge nella nota - nella conferenza stampa del prossimo gennaio a ridosso dell’inizio del 68° Ediz. Festival di Sremo. «Siamo onorati e felici che Baglioni abbia accettato il nostro invito - dichiara il direttore generale della Rai Mario Orfeo -. Con Claudio costruiremo un’edizione di Sanremo in cui le canzoni e le interpretazioni saranno assolute protagoniste del più grande evento dedicato alla musica italiana». Pare che il contratto riguardi solo un’edizione. Clamoroso “dopodomani” I N V I T O da Merzario e Bosco de il Sanremese - Baggese - Milanese- Civennese/Bellagino e AICS-CRV-ACR www.acraccademia.it ,, giurati di oscar "NO AL BULLISMO" di tel.. 3474917193-3394523017-3402707829uff . 0287392826 Fax. 0299980500 http://www.acraccademia.it/STAFF.html# Riproduzione consentita con riserva e… Autorizzata da http://www.acraccademia.it/STAFF.html http://accademiailmilanese.blogspot.it/ acr-onlus-onlusdifatto acr-onlus il milanese-baggese acr-onlusdifatto e sergio dario merzario
(Rispondi)
acronlusdifatto19
acronlusdifatto19 il 25/12/17 alle 10:18 via WEB
https://www.altroconsumo.it/info/contattaci
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.