Creato da lorenzo77dglo il 18/03/2009

AMORE E ANARCHIA

mai più galere

 

LA CASTRATINA

Post n°201 pubblicato il 31 Gennaio 2013 da lorenzo77dglo

Ognuno di moi è padrone di fare come crede riguardo l'andamento della propria casa.Ammiro chi tiene gli animali, sono anche loro esseri viventi e spesso sensibili e meritano tutte le attenzioni di chi decide di tenerli.

Quando si va in certe case e si vedono tronfi e bei gattoni o languide gattine tranquilli e sereni, spaparacchiati in quei morbidi divani, viene fatto di pensare a quanto gli viene a costare quella beatitudine. Loro non possono esprimersi, quindi non lo sapremo mai.

La padrona di casa dice che ha dovuto farli operare per renderli calmi, perchè non si agitino e non sporchino, ma anche per il bene dei gatti stessi, felici e appagati così.

A questo punto sorge spontanea una domanda: questa operazione, una castratina, può dare davvero la felicità? Cosa succederebbe se questo provvedimento fosse applicato agli esseri umani? sarebbe bello se ognuno di noi potesse scegliere di essere felice e quindi buono. Forse anche quelli che vogliono fare le guerre, in un momento di buonismo, potrebbero decidere di essere felici in pace. Ma del risultato dovremmo essere sicuri, e per esserlo ci vorrebbero degli esperimenti.

L'esempio lo potrebbe dare la padrona di casa facendosi fare lei, per prima, l'operazione.

 
 
 

C'E'...NEGLI ISTANTI DI MEMORIA

Post n°200 pubblicato il 28 Gennaio 2013 da lorenzo77dglo

 
 
 

RISPARMIARE SULLE TOPPE AL CULO

Post n°199 pubblicato il 24 Gennaio 2013 da lorenzo77dglo

I poveri non lo sanno, ma il tremendo buco del deficit europeo è di molto colpa loro!

Lo dice un rapporto delle banche più grosse di ogni paese, dove la spesa per le toppe al culo dei cittadini meno fortunati è arrivata oramai  alle stelle!

Da quando infatti il papa disse che i poveri non dovevano più andare coi pantaloni rotti perchè le chiappe di fuori non stavano bene, i governi cattolici prima e anche gli altri poi, decisero di pensarci loro e aprirono delle belle fabbriche di toppe al culo in Bangladesh, in Thailandia e in tanti altri posti dell'estremoriente, dove la manodopera dei bambini schiavi non costa quasi niente, in modo da far rientrare la spesa delle pezze al culo nei parametri di Maastricht.

Ma siccome la tranquillità economica e sociale a qualche rompicoglioni  non sta mai bene, ecco le solite infamatissime associazzioni umanitarie a lamentarsi e a dire che però anche quei bimbi del lontano oriente girano a culo nudo e le toppe al culo casomai servivano a loro!

E sai, non c'è stato verso! Avevi voglia di dirgli a quei fissati che il culo già nudo di quei poveri figlioli era tutto tempo risparmiato per i turisti sessuali del ricco occidente, che laggiù vanno con gli aerei pieni e con dollari pregiati! Macchè!  Non sentivan seghe, quelle associazzioni! Impuntate a dire che le toppe al culo servono a chi se le fa, e se l'Europa le voleva, se le doveva fabbricare a casa sua!

E così è stato, anche per non contrariare ancora il papa che intanto continuava a girare il mondo e lo diceva sempre. che vedere tutti quei bambini col culino di fuori non era per niente bello!

Ma, mettersi a fabbricare le toppe in Europa e vedere il buco dei debiti statali diventare una tana, è stato un lampo! Capirai, non facevi in tempo ad aumentare le tasse per comprare qualche nuovo missile a supporto di una nuova missione di pace o due carrarmati belli pesanti per schiacciare a modino qualche manifestante, e zac, ecco le toppe al culo rincarare ancora!

Che, un pò il continuo aumento della stoffa (avevano provato a farle di plastica, le toppe, ma poi il puzzo delle scurregge ci ristagnava troppo e quando la domenica quei disgraziati andavano davanti alle chiese con la mano tesa, i fedeli ci sputavano schifati), un pò gli operai che lo stipendio non gli basta mai, alla fine le toppe al culo son venute a costare di più che farli nuovi, i culi! Che quelli, oltretutto, agli operai glieli fai già coi licenziamenti in massa, e gratis per giunta! E se a questo poi aggiungi che con la mania del consumismo ormai uno stock di toppe al culo anche bello grosso non dura più di una settimana, ecco il disastro!

E allora le banche centrali sono state chiare: o qui i poveri si rimettono a fare i poveri com'è sempre stato dai tempi della Bibbia e ricominciano a girare con le chiappe di fuori, o sennò ci si mettono le mani!

 
 
 

LA DIETA DEL CAVERNICOLO

Post n°198 pubblicato il 21 Gennaio 2013 da lorenzo77dglo

Ormai la necessità di dimagrire è divenuta una guerra; e chi ha accumulato copiosi strati di grasso ad onta di tutte le diete in voga, non ha che da sperimentare l'ultima novità: la dieta del cavernicolo. La predicano i dietologi di una nuova scuola americana che si divide tra la medicina e l'antropologia. A sentire questi nuovi santoni pare che il nostro apparato digerente non sia molto cambiato negli ultimi diecimila anni, e che quindi l'evoluzione biologica non abbia tenuto il passo con quella tecnologica; per cui non siamo affatto preparati ad assimilare l'enorme quantità di grassi, latticini e carboidrati che ingeriamo ogni giorno.

La quadratura del problema, sempre a sentire quei dietologi, è tornare alle origini. Cioè cacciare, pescasre, raccogliere, proprio come facevano i nostri antidiluviani nonni, E proviamoci allora ad immaginare il menù che si potrebbe ricavare: tanta carne magra (lucertole, rane, cavallette, qualche cane inselvatichito e, sulle coste, gabbiani gonfi di spazzatura; la caccia non offre altro); poi tanto pesce (ovvero mercurio e metalli pesanti vari, altri scarichi industriali, rifiuti di ogni tipo sparsi nei mari, nei fiumi e nei laghi); ed infine frutta, verdura, tuberi, radici e bacche (cioè pesticidi, anticrittogamici, erbicidi e altri veleni assortiti). Ed eccoci pronti per l'ennesimo tentativo anticiccia.

Una cosa è sicura: la chiamano dieta del cavernicolo, ma perfino l'uomo del paleolitico preferirebbe affrontare l'orso delle caverne, piuttosto che nutrirsi con quella roba. 

 
 
 

SENSAZIONI....

Post n°197 pubblicato il 18 Gennaio 2013 da lorenzo77dglo

Un vecchio juke box e con 200 lire potevi selezionare tre canzoni...nelle nostre "forcate" a scuola selezionavamo tre volte questa....ricordi?

 
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

ULTIME VISITE AL BLOG

marimela2009cippimpactlorenzo77dglovogliolaluna5perla_conchigliaLisa20141mariateresa.savinorugiada_nel_mattinoricomincio.da.te0ciaksigira66traimieicolorimary.dark35mavaladglwherethechildrenplay
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom