Creato da: kallida il 25/03/2009
viaggiando si impara
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

je_est_un_autreleope4fiomerocassetta2natalydgl7giuseppepaola2001tuffituEteroclitobruno911kallidailike06EasyTouchtayuonWebcomeasurpa.ro.le
 

Tautogrammi

 

 

 
« Doglianze democraticheVergognità 3 »

ubbie

Post n°361 pubblicato il 25 Gennaio 2013 da kallida

 

Sento parlare impropriamente di passioni. Quando si parla di musica, di cucina, di artigianato inutile, cose di questo tipo. Ma subito mi viene in mente che le persone “appassionate” sono quasi sempre tranquille e moderate, con le loro passioni regolari e frequenti. Ora a una come me che è schiava delle fissazioni  osservare questi comportamenti mi rende titubante. Come è possibile che si coltivi la cosiddetta passione magari tre volte a settimana dalle sette alle otto, oppure una volta al mese quando si ha la domenica libera. Non puoi ordinare ed organizzare la pulsione che ti spinge ad imparare qualcosa o ad esperirla.  Io personalmente fatico non poco per tenere a bada le mie ossessioni. Non penso ad altro, quando sono nella trance dell’ubbia esiste solo quello, cioè la mia mente è come una chiesa romanica, con la pianta a croce, una bella navata centrale più ampia e le due laterali in cui c’è tutto il resto,perciò nella navata principale ho il chiodo fisso e nelle due laterali la mia mente continua a lavorare indisturbata in background diciamo.

Mi passa dopo che ho esaurito la curiosità, cioè mi addentro finché posso nelle cose che mi interessano fino a quando non sono più misteriose, e così mi passa la “passione”. Non è per niente la dinamica che ho notato negli “appassionati”, perciò o io non so che cosa siano davvero le passioni, visto che le ingurgito, oppure quegli altri non sono che robot programmati per non destare allarme tra gli umani. Non mi vengono altre ipotesi. D’altra parte la parola passione deriva dal greco pathos che di certo non vuol dire piacere, bensì  travaglio, sofferenza…

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/kallideazioni/trackback.php?msg=11871373

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
sciarconazzi
sciarconazzi il 25/01/13 alle 16:45 via WEB
La gente se la canta e se la suona e l'idea di avere una "Passione" suona bene e fa star bene...
(Rispondi)
 
 
kallida
kallida il 25/01/13 alle 16:50 via WEB
Ma tu che non sembri,ma invece appassionato lo sei, come la governi la pulsione musicale?
(Rispondi)
 
 
 
viburnorosso
viburnorosso il 25/01/13 alle 20:19 via WEB
semplice, suona!
(Rispondi)
 
 
 
 
sciarconazzi
sciarconazzi il 28/01/13 alle 19:40 via WEB
Ma da quando D.sa Viburnelli lei risponde in nome e per conto mio?
Confermo: suono.
E me la canto pure ma non metaforicamente.
(Rispondi) (Vedi gli altri 2 commenti )
 
 
 
 
kallida
kallida il 28/01/13 alle 19:47 via WEB
e le suoni anche?
(Rispondi)
 
 
 
 
sciarconazzi
sciarconazzi il 29/01/13 alle 19:51 via WEB
Sì, soprattutto agli spiritosi!
(Rispondi)
 
viburnorosso
viburnorosso il 25/01/13 alle 20:22 via WEB
Comunque mi sembra un sensato approccio compulsivo: se spolpando la passione te ne viene ancora voglia, segno che è duratura, altrimenti è transitoria, e perciò ... avanti un'altra.
Ma quindi mi stai dicendo che sta per finire la fase di cake-design? devi assolutamente trovare un sostituto, chessò, il decoupage, la pittura su vetro, il rollaggio di sushi sennò finisci col metadone!
(Rispondi)
 
 
kallida
kallida il 28/01/13 alle 15:32 via WEB
no macché, sono in piena fase acuta del cake design ahimè!
(Rispondi)
 
sofiaa7
sofiaa7 il 25/01/13 alle 20:32 via WEB
Interessante Kalli..io faccio la maglia mentre studio, cucino, se fosse possibile me la porterei a lavoro. Ma non mi pare il caso, ecco
(Rispondi)
 
 
kallida
kallida il 28/01/13 alle 15:34 via WEB
rilassa, perché no!?
(Rispondi)
 
ilike06
ilike06 il 25/01/13 alle 22:41 via WEB
Cara, a volte le passioni sono onerose, dispendiose, esose... in 2 parole: costano troppo.... pertanto sei costretto ad assecondarle a scadenze fisse ;) nel mio caso, canto anche sotto la doccia, anzi, studio anche sotto la doccia, ma le lezioni.... devo centellinarle... COSTANOOOOOOOO ;)
(Rispondi)
 
 
kallida
kallida il 28/01/13 alle 15:35 via WEB
certo, ma se tu potessi , anzi tu canti sempre, quindi sono solo le lezioni ad essere organizzate...
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.