Creato da: kallida il 25/03/2009
viaggiando si impara
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

je_est_un_autreleope4fiomerocassetta2natalydgl7giuseppepaola2001tuffituEteroclitobruno911kallidailike06EasyTouchtayuonWebcomeasurpa.ro.le
 

Tautogrammi

 

 

 
« free timefatina dei denti »

Espana

Post n°369 pubblicato il 19 Novembre 2013 da kallida

La questione delle lingue è questa:

trovandomi questa stagione passata a lavorare presso una reception di un albergo della mia città ho scoperto alcune cose. Una fra tutti: gli spagnoli non hanno la mia simpatia, almeno i turisti che vengono in Italia facendo gli "sboroni". E' comprensibile però, hanno assaporato la libertà solo da qualche decennio, hanno mantenuto un regime fascista fino al 1975. Comunque sia adesso sentono di essere i più cool d'Europa...e mi sta bene che lo facciano i francesi, ne hanno ben donde, ma certi parvenues che mi dicono "noi siamo di Barcellona..."  che cosa starebbe a significare?

La digressione ispanica, tuttavia mi ha portato alla consapevolezza che non parlo spagnolo, eppure è la lingua più parlata al mondo, dopo il cinese! (O qualcosa del genere, dipende dalle statistiche.)

Ora, considerando che con l'inglese ho una relazione speciale iniziata quando ero ragazzina, che il tedesco l'ho studiato all'università perché abitavo con una ragazza tedesca con la quale sono stata spesso in Germania, che il francese e lo spagnolo non li ho mai studiati che però sono stata da adolescente più volte in Francia, e ho pure lavorato come muratore (cioè era una cosa da chiesa, campi di lavoro etc...) non mi resta che apprendere il giapponese, andare in Spagna e sperare che gli spagnoli se ne vadano tutti in Argentina...

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/kallideazioni/trackback.php?msg=12515982

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
EasyTouch
EasyTouch il 19/11/13 alle 10:06 via WEB
da buona tradizionalista, insisto per il perfezionamento, non per l'estensione. Fottitene delle tendenze e approfondisci il tedesco. Poi vieni qua e me lo rinfreschi:D
(Rispondi)
 
 
sciarconazzi
sciarconazzi il 19/11/13 alle 10:16 via WEB
Ecco brava: facciamoci una bella "rinfrescatina" a tre!
Sofort!!!
(Rispondi)
 
 
 
EasyTouch
EasyTouch il 19/11/13 alle 10:21 via WEB
Ho sempre dei cavoli di dubbi su come si scriva "jetzt"
(Rispondi)
 
 
 
 
kallida
kallida il 19/11/13 alle 10:31 via WEB
Ora?
(Rispondi) (Vedi gli altri 3 commenti )
 
 
 
 
EasyTouch
EasyTouch il 19/11/13 alle 10:34 via WEB
Now
(Rispondi)
 
 
 
 
kallida
kallida il 19/11/13 alle 10:39 via WEB
Ahahah, perché sei così lontana???mannaggia
(Rispondi)
 
 
 
 
EasyTouch
EasyTouch il 19/11/13 alle 11:19 via WEB
sei nicht so tragisch:D
(Rispondi)
 
 
kallida
kallida il 19/11/13 alle 10:30 via WEB
E io lo sapevo che mi volevi crucca!
(Rispondi)
 
 
 
EasyTouch
EasyTouch il 19/11/13 alle 10:33 via WEB
una crucca mora è il massimo!
(Rispondi)
 
 
 
 
sciarconazzi
sciarconazzi il 22/11/13 alle 10:44 via WEB
Beh, ma pensare che tutte le crucche siano bionde è un luogo comune.
"Jetzt" è scritto giusto. Basta che ti ricordi che ci sono due "t" e non puoi sbagliare. Anche perché non penso che scriveresti:
- jettz
- jeztt
ne consegue che la "z" sta tra le due "t".
Io con voi due mi sentire molto "z" ;oD
(Rispondi) (Vedi gli altri 4 commenti )
 
 
 
 
EasyTouch
EasyTouch il 22/11/13 alle 19:08 via WEB
ahahahah che palle Sciarc, sempre a mettere i puntini sulle i...
(Rispondi)
 
 
 
 
sciarconazzi
sciarconazzi il 22/11/13 alle 23:16 via WEB
No: ho messo la "z" in mezzo alle "t"!
(ops, ho messo di nuovo i puntini sulle "i"!)
(Rispondi)
 
 
 
 
EasyTouch
EasyTouch il 26/11/13 alle 10:29 via WEB
sei troppo simpa!!
(Rispondi)
 
 
 
 
sciarconazzi
sciarconazzi il 26/11/13 alle 17:35 via WEB
bastevolmente (per chi mi sa apprezzare).
(Rispondi)
 
sciarconazzi
sciarconazzi il 19/11/13 alle 10:17 via WEB
- Noi siamo di Barcellona...
- Esticazzi?
- Anche loro.
La spocchia è diffusa e va repressa perché scompiglia l'armonia nell'universo.
Per lo spagnolo, ti consiglio di leggere il Tex: maldidos gringos!
(Rispondi)
 
 
kallida
kallida il 19/11/13 alle 10:30 via WEB
Appunto!prendo nota, chico
(Rispondi)
 
sofiaa7
sofiaa7 il 19/11/13 alle 15:41 via WEB
Kalli, se fossero messi in testa che daverodavero, lo spagnolo debba diventare la lingua europea! Cmq insegnanti de spagnolo un euro al kg! De giapponese, solo il vicino de casa mia! Se tedovesse servi' diccelo..che viè pure a domicilio!
(Rispondi)
 
 
kallida
kallida il 19/11/13 alle 21:34 via WEB
Interessante questa cosa del vicino nipponico. Mi é capitato molte volte ultimamente di avere che fare con il giapponese, perciò mi sembra naturale perseguire il fato, no?
(Rispondi)
 
viburnorosso
viburnorosso il 19/11/13 alle 15:55 via WEB
Inutile perdere tempo a studiare lo spagnolo (se mi sente la mia collega di scrivania mi mena, visto che lo insegna!), al massimo fatti un corso di intercomprensione di lingue romanze (tipo Eurom5), così con un colpo solo ti porti a casa anche francese e portoghese. Tiè!
In ogni caso la lingua più cool del momento da studiare è il cinese.
Scusa, ma al superalbergo a 8 stelle non hanno più bisogno di te? Che se lo sono comprato gli spagnoli?
(Rispondi)
 
 
kallida
kallida il 19/11/13 alle 21:37 via WEB
ihih...in albergo sono stata come il dieci di denari a sette e mezzo, la " matta"...che la usi per ogni evenienza e quasi mai sfori...
(Rispondi)
 
oltre.lo.specchio
oltre.lo.specchio il 19/11/13 alle 16:25 via WEB
ma dai Kallì, e che ce vò per lo spagnolo??basta che metti la S e il problema è risolto;))..il giapponese è la lingua per eccellenza, chè puoi anche dir e parolacce e non lo sa nessuno(magari poi becchi il vicino della Sofy e allora son cxxxioss spagnoli;)))hasta la vista chica:))
(Rispondi)
 
 
kallida
kallida il 19/11/13 alle 21:41 via WEB
Sembra perfino che non esistono le parolacce in giapponese, avendo gli ideogrammi magari per mandarti a quel paese disegnano l'Italia..
(Rispondi)
 
cassetta2
cassetta2 il 20/11/13 alle 08:50 via WEB
Tradurre testi in inuktitut, la lingua degli inuit, i nativi dell'Artide, è sempre stato un lavoro non indifferente. In questa lingua non esistevano i corrispondenti di pecora, cavallo o asino, ma ci sono 30 parole diverse per neve. Ma grazie ai programmi televisivi ed educativi trasmessi via satellite, gli inuit conoscono ora parole che un tempo erano loro sconosciute. La parola “pecora” viene ora resa col termine inuit “sheepi”, ma “asino” rimarrà “la cosa dalle grandi orecchie”.
(Rispondi)
 
 
kallida
kallida il 20/11/13 alle 09:44 via WEB
Credo che siano gli stessi che non hanno nel loro vocabolario la parola guerra...ma di certo servirebbe a vendere stoccafisso non credo altro, conoscere l'inuktitut...
(Rispondi)
 
giginosco
giginosco il 20/11/13 alle 16:11 via WEB
Ma guarda chi si rivede! (Mo' vorrei andare a capo, ma non mi ricordo più come si fa, cambio commento)
(Rispondi)
 
 
giginosco
giginosco il 20/11/13 alle 16:15 via WEB
Io volevo imparare il tedesco, venti anni fa, perché avevo una fidanzata crucca. Ho comprato le dispense della De Agostini ed ho imparato a dire che abitavo in Goethestrasse, mentre invece era Via Venezia. Bah, ste lingue, non servono a niente!
(Rispondi)
 
 
 
viburnorosso
viburnorosso il 21/11/13 alle 08:27 via WEB
Ma dai Gigi! anche io ho studiato tedesco per una settimana per lo stesso motivo. Avevo imparato a dire "Ich hasse Monica, ich bin schülerin", quando ci siamo lasciati mi ha scritto una lettera in cui mi diceva "Addio Monica!".
(Rispondi)
 
 
 
 
sciarconazzi
sciarconazzi il 22/11/13 alle 10:46 via WEB
(odiare Monica è conseguenza dell'essere studentessa - povera Monica, stava meglio quando non c'era la scuola obbligatoria!)
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.