Creato da: kallida il 25/03/2009
viaggiando si impara
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

luigi.cajanije_est_un_autreleope4fiomerocassetta2natalydgl7giuseppepaola2001tuffituEteroclitobruno911kallidailike06EasyTouchtayuonWebcomeasur
 

Tautogrammi

 

 

 

Suave...

Post n°349 pubblicato il 11 Dicembre 2012 da kallida

Testo Originale Latino

Libro 2, vv. 1-61 (De rerum Natura Lucrezio)

"Suave, mari magno turbantibus aequora ventis e terra magnum alterius spectare laborem; non quia vexari quemquamst iucunda voluptas, sed quibus ipse malis careas quia cernere suavest. suave etiam belli certamina magna tueri per campos instructa tua sine parte pericli; sed nihil dulcius est, bene quam munita tenere edita doctrina sapientum templa serena, despicere unde queas alios passimque videre errare atque viam palantis quaerere vitae, certare ingenio, contendere nobilitate, noctes atque dies niti praestante labore ad summas emergere opes rerumque potiri..."

TRADUZIONE

"È dolce, quando sul vasto mare i venti sconvolgono le acque, guardare dalla terra alla grande fatica altrui; non perché sia un dolce piacere il tormento di qualcuno, ma perché è dolce vedere da quali mali tu stesso sia privo. Dolce è anche contemplare i grandi scontri di guerra schierati nella pianura senza che tu prendi parte al pericolo. Ma nulla è più piacevole che star saldo sugli alti spazi sereni, ben fortificati dalla dottrina dei sapienti, da dove tu possa guardare dall’alto gli altri, e vederli errare qua e là e cercare smarriti la via della vita, gareggiare d'ingegno, rivaleggiare in nobiltà di sangue, e sforzarsi notte e giorno con instancabile attività per assurgere ad una grande ricchezza e impadronirsi del potere..."

 

Lucrezio è sempre stato il mio preferito, come i Depeche Mode, lo so che non c'è un paragone,ma se mi sforzo trovo molte cose in comune. In particolare questo brano (i cui versi sapevamo tutti a memoria leggendolo in metrica), lo citavo ogni volta che mi sentivo come ora: cioè sei in cima al promontorio e vedi il mare infuriato e tu, sei in salvo, sei al riparo. Questa sensazione è impagabile. E perchè mai dovrei sentirmi così? Perché sono saggia? Magari, ma non è per questo, è solo perché la mia caviglia si sta riprendendo e la battaglia infuria da qualche altra parte...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

visione distorta della vita...

Post n°348 pubblicato il 10 Dicembre 2012 da kallida

 

 

Hai vinto! Va bene, d'accordo, sei più forte! Vita, destino, fato, sfiga, come vuoi che ti chiami, mi hai vinta!

Ero riuscita a superare il raffreddore, la febbre, i dolori articolari, i reumatismi vari, ma ieri franando sulla mia stessa caviglia, ho capito che avrei ceduto le armi e che sarei rimasta a casa, distesa... con la borsa del ghiaccio su quella che una volta era una sottile ed esile caviglia da donna...

ahimè ...quant'è dura stare al mondo!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

issues della settimana

Post n°347 pubblicato il 06 Dicembre 2012 da kallida

 

 

  • Lotta al raffreddore: per ora siamo pari, non è riuscito a bloccarmi a casa,però da due giorni perdo fazzoletti umidi dalle tasche e quello che dovrebbe essere  un organo di senso, più che altro fa senso: è una protuberanza triangolare dagli angoli rossi e spellati che emette suoni improbabili, e poi il respiro si assomigli ai sussurri di “suspiria “. Rispetto però ai miei commilitoni che sono stati colpiti (marito e figlio),sono in trincea.

 

 

 

  • Accettazione dell’idea di addobbare la casa per Natale, lo richiede il principino

 

 

 

  • Scelta della posizione irrazionale ( di parte paterna)  o di quella razionale ( di mamma)  sulla descrizione dei servigi di Babbo Natale nella notte della vigilia. Le parti sono le seguenti: Babbo Natale è magico perciò si sdoppia e ogni bambino ne ha uno personale dedicato ; Babbo Natale è una multinazionale con miliardi di collaboratori in tutto il mondo che ,divisi per territorio, si occupano della proprie zone.

 

(Mi sento di avere fatto un passo avanti non distruggendo completamente l’idea stessa che esista il vecchio barbuto. D’altra parte il piccolo ha chiesto come fa a essere contemporaneamente in più luoghi, perciò dimostra già un’autocoscienza e secondo è pronto. Mio marito la pensa diversamente, così gliele abbiamo proposte entrambe e lui sceglierà, garantendo che nessuno di noi conosce la verità.)

 

  • Improvvisarsi infermiera: questo oggi ha avuto una preparazione di non poca soddisfazione. Marito bloccato a causa di forti dolori alla schiena, mogliettina pronta a iniettare liquidi medicinali attraverso siringa… Non lo avevo mai fatto, è stato bello usarlo una volta tanto come cavia. Pare però che la prova sia stata superata brillantemente, vedremo domattina…

 

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

zebra crossing

Post n°346 pubblicato il 29 Novembre 2012 da kallida

Quando sarebbe meglio evitare le galanterie...

Un gentilissimo autista di autoarticolato si ferma prima delle strisce pedonali per lasciare passare una giovane donna (vabe' giovane me lo appioppo io), un altro autista sopraggiunge alle sue spalle mostrando di non condividere il gesto. Qualche secondo di tentennamento in cui io non mi sposto nemmeno a cannonate, le macchine cominciano ad innervosirsi, il secondo autista passa, il primo si incazza e ops...

guaio

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

incluso

Post n°345 pubblicato il 27 Novembre 2012 da kallida

"Mamma, i bambini dietro il cancello mi hanno detto che sono una patata...anzi una patatina fritta..."

" E tu che cosa hai risposto?"

"Beep"

"Capito, e perché ti senti offeso?Hai messo in atto una rappresaglia decisamente sproporzionata"

"E' incluso" (intercalare del microgranulo per manifestare il suo dissenso sociale/politico, intendendo l'esatto contrario).

 

Perciò seguendo l'esempio di mio figlio, è incluso  che ,se qualcuno vi dice qualcosa mentre passate dalla strada, si possa rispondere semplicemente con un: "Maleducato!", bensì si richiede migliore e più profonda risposta all'evento...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

insistere

Post n°344 pubblicato il 21 Novembre 2012 da kallida

Insistere, etimologicamente, è formato dalla particella in + sistere che in latino significa fermarsi. Quindi fermarsi su un proposito per estensione.

Mi chiedevo perché odiassi tanto questa pratica dell'insistenza, sia subìta che manifestata. Il contrario di insistere non è desistere ma continuare. Il punto è questo, perché ci si deve fermare su qualcosa, o su qualcuno che non ne vuole sapere.

Per quel che riguarda le relazioni, il problema non si è mai verificato perché non potrei mai insistere su qualcuno che non apprezza. In generale mi avvicino a persone già favorevoli, sia uomini che donne, e qua è facile.

Nei discorsi non insisto mai perché se si è convinti fino alla morte della propria idea l'unico modo per cambiarla è la dimostrazione della verità non già l'insistenza.

Il problema si crea quando bisognerebbe insistere sui propri limiti, cioè superare gli ostacoli che non ti consentono di arrivare là dove vorresti. Ma qui la lotta è proprio intestina, nel senso che riguarda se stessi. La controversia fa appello da una parte alla necessità di perseverare e dall'altra alla convinzione dell'inefficacia dell'ostinazione, ma a pensarci bene pure questa (la convinzione che sia inutile insistere) è una forma di insistenza perciò mi frego con la logica...e a volte mi fermo....!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Familismo amorale*

Post n°343 pubblicato il 19 Novembre 2012 da kallida

«La questione morale non si esaurisce nel fatto che, essendoci dei ladri, dei corrotti, dei concussori in alte sfere della politica e dell’amministrazione, bisogna scovarli, bisogna denunciarli e bisogna metterli in galera. La questione morale, nell’Italia d’oggi, fa tutt’uno con l’occupazione dello stato da parte dei partiti governativi e delle loro correnti, fa tutt’uno con la guerra per bande, fa tutt’uno con la concezione della politica e con i metodi di governo di costoro, che vanno semplicemente abbandonati e superati. Ecco perché dico che la questione morale è il centro del problema italiano. Ecco perché gli altri partiti possono provare d’essere forze di serio rinnovamento soltanto se aggrediscono in pieno la questione morale andando alle sue cause politiche. [...] Quel che deve interessare veramente è la sorte del paese. Se si continua in questo modo, in Italia la democrazia rischia di restringersi, non di allargarsi e svilupparsi; rischia di soffocare in una palude». Enrico Berlinguer 1981

*familismo amorale

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Misteri internazionali

Post n°342 pubblicato il 12 Novembre 2012 da kallida

 

L'areoporto di Catania è chiuso per lavori di ristrutturazione della pista per un mese, dunque , si smistano i passeggeri sull'aeroporto militare della base americana di Sigonella... già mi vengono almeno dieci domande, ma sorvolo

I passeggeri, dopo avere passato i controlli all'aeroporto di Fontanarossa, vengono trasferiti a Sigonella tramite autobus di linea privata. E così tutti controllati ripongono il loro bagaglio a mano nei portabagagli dei pullman e si fanno quei 18 km che li separano dall'aeromobile.

Prima di partire da Fontanarossa sigillano i portelloni dei portabagagli, con dei nastri adesivi. Ma proprio sull'autobus dove viaggiavo hanno apposto i sigilli della gendarmeria vaticana. Ora, la prima ipotesi per spiegara la stranezza è che hanno racimolato scorte di magazzino, però forse...

A) C'era una suora detective del servizio segreto vaticano, in incognito, ma i sigilli l'avrebbero tradita.

B) Io sono diventata una suora detective in incognito, di quelle dormienti che si svegliano solo dopo avere ascoltato un codice.

C) C'era il futuro papa a bordo

D) I preti hanno fatto un golpe.

E)....

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Bab'e Leto

Post n°341 pubblicato il 06 Novembre 2012 da kallida

 

Bab'e Leto

E no eh...Non si può così!

Io devo fare le zippole, le frittelle, tutta roba che si mangia al freddo, e dobbiamo pure fare la festicciola con il novello la prossima settimana, ma come si fa a 29°??!!

Assaggerò un po' di autunno in Brianza e spero di riportarmi giù un po' di fresco...

GIOVANNI PASCOLINOVEMBRE

Gèmmea l'aria, il sole così chiaro
che tu ricerchi gli albicocchi in fiore,
e del prunalbo l'odorino amaro
senti nel cuore...

Ma secco è il pruno, e le stecchite piante
di nere trame segnano il sereno,
e vuoto il cielo, e cavo al piè sonante
sembra il terreno.

Silenzio, intorno: solo, alle ventate,
odi lontano, da giardini ed orti,
di foglie un cader fragile. È l'estate,
fredda, dei morti.

(da "Myricae", 1903)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ottimizzazioni...

Post n°340 pubblicato il 30 Ottobre 2012 da kallida

Da una settimana ci penso ogni giorno.

Certo si crea l'ora buca, certo si sta all'aria aperta, certo si sfrutta l'occasione e di certo si ottimizza...

Accidenti, non posso utilizzare quel verbo , quello lì, ottimizzare... Non lo so perché ,ma appena lo uso il mondo diventa facile, tutto mi sembra possibile e soprattutto economico, nel senso generale del termine...

Cacchio...morirò ottimizzando, lo so già...

Comunque il piccolo di famiglia ha deciso di fare soft atletica, in realtà lui sa che corre, e tanto gli basta. Pertanto ci sarà l'ora , due volte a settimana, in cui da brava mamma lo aspetterò in tribuna. Correrà al campo scuola, come familiarmente si intende qua il campo sportivo, e dunque io che faccio? Devo per forza ottimizzare! Correrò? Studierò? Socializzerò con le  altre mamme? Temo che per tenere fede all'area semantica del verbo, dovrò correre...

aiutatemi a trovare motivi per non farlo...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso