Creato da steppen.wolf il 01/01/2008

Gaia

Una maggiore consapevolezza delle conseguenze delle nostre azioni darà vita ad un nuovo impegno per impedire la distruzione della vita sulla terra.

 

 

« Fine del petrolio: come faremo ?La terra si desertifica. »

Benvenuti nell'Antropocene...

Post n°13 pubblicato il 22 Febbraio 2008 da steppen.wolf
 
Tag: scienza

La storia del pianeta terra è stata suddivisa dall’uomo in ere geologiche, i vari passaggi sono determinati da eventi geologici o ambientali, in 4.500 milioni di anni di storia ne sono successe di tutti i colori, l’uomo esiste da appena 0,1 milioni di anni ma con l’agricoltura e poi la tecnologia ha profondamente modificato il pianeta in un arco di tempo geologicamente parlando, brevissimo 0,0002 milioni di anni.

Così la scomparsa dei dinosauri e di molte altre specie, ad esempio, ha segnato la fine dell’era Mesozoica. Oggi ci troviamo nell’era Quaternaria ed in particolare nell’Olocene, durato 10.000 anni e caratterizzato da un clima stabile e mite.

Ma se si guarda bene cosa è successo negli ultimi secoli e negli ultimi millenni, secondo alcuni ricercatori ed in particolare quelli che appartengono alla Geological Society di Londra (Gran Bretagna), vi sono tutte le caratteristiche per dare inizio ad una nuova era.

La composizione dell’atmosfera è cambiata, molto specie si sono estinte con poche nuove comparse, gli oceani si sono fortemente acidificati così che stanno mutando i depositi minerali sui fondali. La temperatura è aumentata e così sta succedendo per il livello dei mari. L’uomo ha stravolto la struttura naturale del pianeta, costruendo città, deforestando e modificando il corso di fiumi e laghi. In altre parole il nostro pianeta è ben diverso rispetto a quello che vi era quando la popolazione era sotto il miliardo di persone.

L’idea che la grande diffusione dell’Homo Sapiens sulla Terra e la sua veloce industrializzazione hanno portato ad una forte trasformazione del pianeta tale da definire una nuova era geologica era già stata proposta dal Paul Crutzen, premio nobel per la chimica, già nel 2002. Che con le sue ricerche svolse un ruolo determinante per salvare la vita sulla terra dal buco dell’ozono.

Ora le ricerche e le testimonianze del profondo cambiamento che ha subito il pianeta gli danno totalmente ragione e dunque l’idea di dare vita all’Antropocene, così si chiamerebbe la nuova era, si sta diffondendo tra i geologi e i paleontologi.

L’International Geosphere-Biosphere Programme ha recentemente pubblicato un lavoro dove si dimostra che realmente la Terra si trova in una situazione del tutto nuova rispetto a pochi milioni di anni fa e che dunque non è possibile considerare questo periodo simile a quello più generale dell’Olocene, che ha caratterizzato quest’ultimo periodo della storia della Terra.

Oltre 42.000 geologi di tutto il mondo hanno dato il loro assenso per chiamare la nuova era Antropocene, ma forse non c’è neppure bisogno dell’autorevolezza di pareri scientifici per verificare quanto sia cambiato il pianeta rispetto al passato: basta guardarci attorno.

....continua sul prossimo post Wolf

fonti e approfondimenti ... Crutzen Paul  eco alfabeta, scienze TBenvenuti nell'antropocene ...

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 20
 

LETTURE CONSIGLIATE

La rivolta di Gaia di James lovelockIl bene comune della Terra di Vandana Shiva


I signori del clima. Come l'uomo sta alterando gli equilibri del pianeta 

I nuovi limiti dello sviluppo. La salute del pianeta nel terzo millennio
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Ro_Cmaurizi.brunelladragonissimo1rickyb2gianchi890AldoCarerababybadgi.mgiuliocrugliano32ritabotti1970ceithreninograg1f.chianura1980ladymiss00davidesolurghi
 

ULTIMI COMMENTI

buon compleanno
Inviato da: ninograg1
il 07/04/2013 alle 07:15
 
uno scenario da incubo...
Inviato da: rox.rg
il 24/07/2008 alle 15:37
 
Caro steppen,ciò che dici è molto vero,ma partiamo dal...
Inviato da: dragonshare
il 17/07/2008 alle 18:51
 
bentornato...ricorda che l'unica libertà che abbiamo è...
Inviato da: dragonshare
il 17/07/2008 alle 18:37
 
esatto le solite.. parole, parole, parole... c'é...
Inviato da: i_companeros
il 17/07/2008 alle 14:07
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom