Blog
Un blog creato da vocedimegaride il 09/11/2006

La voce di Megaride

foglio meridionalista

 
 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

FIRMA E DIVULGA LA PETIZIONE
 
www.petitiononline.com/2008navy/petition.html 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

"mamma" della MARINA MILITARE ITALIANA


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FAMIGLIE D'ITALIA

"ARGO" (dim.di LETARGO) il caporedattore de "LA VOCE DI MEGARIDE"/blog, coraggioso foglio indipendente, senza peli sulla lingua... ne' sullo stomaco!
ARGO

Il social family project di Umberto Napolitano
http://famiglieditalia.wordpress.com/

 

IL BLOG DI ANGELO JANNONE

LE NOSTRE VIDEO-NEWS

immagine
L'archivio delle video-news e delle interviste filmate per "La Voce di Megaride" è al link http://www.vocedimegaride.it/Fotoreportages.htm

********* 

 

SFIZIOSITA' IN RETE

 Il traduttore online dall'italiano al napoletano
http://www.napoletano.info/auto.asp

*********

Cliccando http://www.box404.net/nick/index.php?b  si procede ad una originalissima elaborazione del nickname ANCESTRALE di una url. "La Voce di Megaride" ha ottenuto una certificazione ancestrale  a dir poco sconcertante poichè perfettamente in linea con lo spirito della Sirena fondatrice di Napoli che, oggidì, non è più nostalgicamente avvezza alle melodie di un canto ma alla rivendicazione urlata della propria Dignità. "Furious Beauty", Bellezza Furiosa, è il senso animico de La Voce di Megaride, prorompente femminilità di una bellissima entità marina, non umana ma umanizzante, fiera e appassionata come quella divinità delle nostre origini, del nostro mondo sùdico  elementale; il nostro Deva progenitore, figlio della Verità e delle mille benedizioni del Cielo, che noi napoletani abbiamo offeso.
immagine

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

 

« Giornata della Memoria SudistaAsso 'e munnezza. SCOPA! »

'A solita Zazuela

Post n°574 pubblicato il 25 Gennaio 2008 da vocedimegaride
 

di Marina Salvadore

Zazuela, il più efficace ispanismo della lingua napoletana per descrivere la solita rappresentazione lirico-drammatica con appassionati recitativi alternati a balli caciareschi  della questione politica locale e nazionale. “ ‘A solita zazuela ” si affaccia al palcoscenico; siamo sicuri di non voler cambiare attori, ballerini e comparse? A quale infognato livello è giunta la nostra sopportazione… riuscirà l’amor proprio a far esplodere il bombolone dell’ignavia compressa? Parlo per noi, italiani-campani, meritevolmente definiti sùdici piuttostochè sudichi! La finiremo, una buona volta, con zazuela e pianto greco, con prefiche e vittimismi, con le vigliaccherie e le pulcinellate, con quel 72% di noialtri che, con una botta al cerchio ed una alla camorra, trasporta in trionfo le sedie gestatorie dei soliti Bassolino, Di Palma e Jervolino?

Possibile che 15 anni di merda e monnezza vi trovino ancora lì, indistruttibili, conniventi e contenti? UNICI RESPONSABILI del tracollo abominevole della nostra antica Civiltà, della nostra Economia che dal 1861 è stracciona e miserrima! Voi, tre quarti di indegna popolazione che non aspira a sentirsi POPOLO, che si ostina a mandare in Parlamento e nei serragli istituzionali locali i soliti cialtroni e papponi, a rappresentarla! Voi, che chiedete in cambio, senza dignità, il “POSTO al  posto del LAVORO”! Voi che non cambierete mai e che avete cambiato noi popolo civile, rendendoci il più triste e angosciato d’Italia, nonostante i vostri triccaballacche, scetavajasse e putipù. Anche il vostro folklore, il vostro chiasso che vuole essere seduttivo, fino a sfiorare la pornografia, è fatto di perfido sarcasmo e non più di “spirito”, quello dei nostri Padri che inventarono il Teatro, la Commedia, l’Opera: le Arti! Persino i tanto bistrattati Lazzari, descritti lerci, affamati e cenciosi, in due diverse epoche della nostra lontana Civiltà, si gloriarono di gesta eroiche nella difesa della Patria; voi, siete solo scaduti nella volgarità più infima, trascinandovi appresso quei brandelli d’orgoglio meridionale che ancora svettavano senza garrire, timidi ed afoni, nei cuori e negli occhi di tutti i “poveri cristi” migrantes della grande diaspora meridionale. Altrove, lontani da casa, i vostri fratelli di sangue accendevano luci di fiera identità, per il vostro comodo soggiorno in Patria mentre voialtri gli rubavate il pane, la Memoria e la Storia.

Ed a quei pochi di noi che sono riusciti rocambolecamente a tornare, in virtù d’eccesso di pucundria, rinunciando al decoro riguadagnato fuori dei confini, dopo decenni di dolore e lavoro, avete offerto l’onta peggiore: il pubblico ludibrio! Siamo alle solite, italiani-campani autoctoni, fieri della vostra masochistica monnezza: la Regione e la Nazione richiedono ancora il vostro consenso, la vostra complicità delittuosa. Decidete voi, cosa fare. Vi auguro che la follìa vi colga e che vi catapulti fuori dal vostro fatiscente piccolo mondo antico, per svegliarvi alla rivoluzione dei sensi e dell’anima, a rovesciare dai tronetti cacatori i vostri vicere’, ad accorgervi di quelle facce belle e pulite dei tanti giovani che sfilano in mesta processione, avviliti, tra i postriboli, defecatoi e discariche delle vostre morte città. Che il dio Ercole, distruttore delle impurità e della sporcizia morale e materiale, ripulisca virtualmente dalle vostre stalle mentali di Augia anche i vostri lordi “re degli Epei”.  Altrimenti, non ci sarà prefica o lamento che tenga, levantesi col puzzo ed i veleni dai bastioni di rumenta, ad evitarvi la nostra repulsione!
Muoia Sansone, con tutti i Filistei!

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/lavocedimegaride/trackback.php?msg=3979801

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 25/01/08 alle 18:31 via WEB
Sai Megaride, ho letto il tuo articolo con un nodo al cuore. Avevo sei anni quando per la prima volta mio padre mi portò a Napoli. Ricordo ancora quando mi disse: a questo popolo è stato donato metà del cielo! Ora sento solo un lamento, come di morte, salire al cielo. Mi viene in mente un passo dell'Apocalisse quando i Santi gridavano: Signore! fino a quando tutto questo? Ma finché ci sono persone che si indignano come te, per amore, forse c'è speranza. Eraclito disse che "bisogna spegnere la prepotenza più che un incendio"; è forse anche questo il caso di Napoli. Ti abbraccio. Blue.chips
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 26/01/08 alle 11:36 via WEB
Ma chi dobbiamo chiamare, in Campania, per liberarci di Bassolino… i marziani? Rifiuti: Campania, consiglio respinge sfiducia a Bassolino (ANSA) - NAPOLI, 25 GEN - Il Consiglio regionale della Campania ha respinto la mozione di sfiducia nei confronti del governatore Antonio Bassolino.La mozione era stata presentata dall’opposizione sull’emergenza rifiuti. Sulla mozione si sono registrati 29 no, 17 si’, 3 astenuti: i votanti sono stati 49 su 60. L’Udeur non ha partecipato, Italia dei Valori si e’ astenuta
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 26/01/08 alle 11:57 via WEB
Spazzatura da Napoli viene analizzata per vedere se ci sono sostanze velenose Bremerhaven (dpa) – La spazzatura portata a Bremerhaven proveniente da Napoli viene analizzata dall’ufficio per la difesa ambientale per vedere se ci sono sostanze velenose. È stato preso un campione, ha dichiarato un portavoce dell’ufficio per l’ambiente di Brema confermando dei bollettini stampa. I ca. 30 000 tonnellate di spazzatura, che per la mancanza di discariche, entro la fine di giugno verranno trasportate a Bremerhafen, sono rifiuti domestici. “La spazzatura è stata analizzata già dalle autorità italiane e dai responsabili dell’inceneritore” - ha sottolineato il portavoce - Si tratta di un’ulteriore misura di sicurezza.” Per lo smaltimento delle montagne di spazzatura di Napoli e dintorni, secondo le informazioni del "Süddeutschen Zeitung", vengono trasportati in Germania ogni giorno 1500 tonnellate di rifiuti. Ogni giorno viaggerebbero due treni pieni di rifiuti domestici dalla Campania alla volta di Cröbern presso Lipsia e Bremerhaven, ha scritto il giornale (martedì) citando un manager della società di trasporti italiana Ecolog. La società “Westsächsiche Entsorgungs- und Verwertungsgesellschaft” come anche la “Remondis AG”, secondo i dati di esperti del settore, guadagnano fino a 200 000 Euro al giorno con questi trasporti, ha riferito il giornale. L’anno scorso sono stati importati in totale ca. 18 milioni di tonnellate di spazzatura. Per le capacità disponibili nei 70 inceneritori tedeschi e i prezzi in diminuzione gli affari con la spazzatura sono in continua espansione. Sono in progetto ulteriori 80 impianti. © Welt apparso il 22.01.2008 um 15:04 Uhr Tizza Giuseppe Traduttore legale per il tedesco Am Gallberg 4 D - 40629 Düsseldorf
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 26/01/08 alle 14:23 via WEB
Brava Marina
Concordo al 1000 per 1000 con il tuo articolo.
Ben venga la tua denuncia, chiara e forte, che tu hai il dono di scrivere con quel tuo stile che tanto ammiro.
Forse....forse (speriamolo) i tuoi scritti serviranno a suscitare qualche crisi di coscienza in quel deprecato 72% di cui parli.
Speriamolo !

Ambro
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 26/01/08 alle 15:47 via WEB
Ambro carissimo, attento come un falco... per ora ho creduto di dare "mazzate 'a cecato" ai "nostri" (ringrazio il cielo di non essere un politico: per molto, molto meno la signoa Lonardo è "ai domiciliari")...tuttavia non posso esimermi dal "régnere 'e mazzate" pure i nostri fratellini del nord-Italy e della Germania. Quanto prima! Purtroppo, difetta la nostra storica intelligenza e originalità di pensiero, perchè NOI MERIDIONALI non riusciamo più a monetizzare le nostre sciagure, arricchendo - come sempre - "lo straniero"!......che vuo' fa', quando i nemici li teniamo in casa?
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 27/01/08 alle 18:46 via WEB
I nemici di Napoli sono i napoletani stessi che continuano a dare il voto a Bassolino, Jervolino e al verde Pecoraro. Finchè non riuscite a liberarvi di questa gente la città non uscirà dal degrado a cui l'hanno portata. Maria
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

PREMIO MASANIELLO 2009
Napoletani Protagonisti 
a Marina Salvadore

Motivazione: “Pregate Dio di trovarvi dove si vince, perché chi si trova dove si perde è imputato di infinite cose di cui è inculpabilissimo”… La storia nascosta, ignorata, adulterata, passata sotto silenzio. Quella storia, narrata con competenza, efficienza, la trovate su “La Voce di Megaride” di Marina Salvadore… Marina Salvadore: una voce contro, contro i deboli di pensiero, i mistificatori, i defecatori. Una voce contro l’assenza di valori, la decomposizione, la dissoluzione, la sudditanza, il servilismo. Una voce a favore della Napoli che vale.”…

 

PREMIO INARS CIOCIARIA 2006

immagine

A www.vocedimegaride.it è stato conferito il prestigioso riconoscimento INARS 2006:
a) per la Comunicazione in tema di meridionalismo, a Marina Salvadore;
b) per il documentario "Napoli Capitale" , a Mauro Caiano
immagine                                                   www.inarsciociaria.it 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

versione integrale

 

DEDICATO AGLI EMIGRANTI

 

NOMEN OMEN

E' dedicato agli amici del nostro foglio meridionalista questo video, tratto da QUARK - RAI 1, condotto da Piero ed Alberto Angela, che documenta le origini della Nostra Città ed il nome del nostro blog.

 

IL MEZZOGIORNO CHE DIFENDIAMO

immagine

vuoi effettuare un tour virtuale e di grande suggestione tra le numerose bellezze paesaggistiche, artistiche ed architettoniche di quel Mezzogiorno sempre più obliato dalle cronache del presente?
per le foto:
http://www.vocedimegaride.it/html/Articoli/Immagini.htm
per i video:
http://www.vocedimegaride.it/html/nostrivideo.htm

 

VISITA I NOSTRI SITI

 

I consigli di bellezza
di Afrodite

RITENZIONE IDRICA? - Nella pentola più grande di cui disponete, riempita d'acqua fredda, ponete due grosse cipolle spaccate in quattro ed un bel tralcio d'edera. Ponete sul fuoco e lasciate bollire per 20 minuti. Lasciate intiepidire e riversate l'acqua in un catino capiente per procedere - a piacere - ad un maniluvio o ad un pediluvio per circa 10 minuti. Chi è ipotesa provveda alla sera, prima di coricarsi, al "bagno"; chi soffre di ipertensione potrà trovare ulteriore beneficio nel sottoporsi alla cura, al mattino. E' un rimedio davvero efficace!


Il libro del mese:



 

 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963