Blog
Un blog creato da vocedimegaride il 09/11/2006

La voce di Megaride

foglio meridionalista

 
 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

FIRMA E DIVULGA LA PETIZIONE
 
www.petitiononline.com/2008navy/petition.html 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

"mamma" della MARINA MILITARE ITALIANA


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FAMIGLIE D'ITALIA

"ARGO" (dim.di LETARGO) il caporedattore de "LA VOCE DI MEGARIDE"/blog, coraggioso foglio indipendente, senza peli sulla lingua... ne' sullo stomaco!
ARGO

Il social family project di Umberto Napolitano
http://famiglieditalia.wordpress.com/

 

IL BLOG DI ANGELO JANNONE

LE NOSTRE VIDEO-NEWS

immagine
L'archivio delle video-news e delle interviste filmate per "La Voce di Megaride" è al link http://www.vocedimegaride.it/Fotoreportages.htm

********* 

 

SFIZIOSITA' IN RETE

 Il traduttore online dall'italiano al napoletano
http://www.napoletano.info/auto.asp

*********

Cliccando http://www.box404.net/nick/index.php?b  si procede ad una originalissima elaborazione del nickname ANCESTRALE di una url. "La Voce di Megaride" ha ottenuto una certificazione ancestrale  a dir poco sconcertante poichè perfettamente in linea con lo spirito della Sirena fondatrice di Napoli che, oggidì, non è più nostalgicamente avvezza alle melodie di un canto ma alla rivendicazione urlata della propria Dignità. "Furious Beauty", Bellezza Furiosa, è il senso animico de La Voce di Megaride, prorompente femminilità di una bellissima entità marina, non umana ma umanizzante, fiera e appassionata come quella divinità delle nostre origini, del nostro mondo sùdico  elementale; il nostro Deva progenitore, figlio della Verità e delle mille benedizioni del Cielo, che noi napoletani abbiamo offeso.
immagine

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

 

« Luoghi comuni del maestr...per la serie " Domiciliari " »

"Se questo è un Uomo"

Post n°781 pubblicato il 27 Agosto 2008 da vocedimegaride
 

« Voi che vivete sicuri / Nelle vostre tiepide case,/ voi che trovate tornando a sera/ Il cibo caldo e visi amici:/ Considerate se questo è un uomo / Che lavora nel fango / Che non conosce pace / Che lotta per mezzo pane / Che muore per un sì o per un no. / Considerate se questa è una donna, / Senza capelli e senza nome / Senza più forza di ricordare / Vuoti gli occhi e freddo il grembo / Come una rana d'inverno. / Meditate che questo è stato: / Vi comando queste parole. / Scolpitele nel vostro cuore / Stando in casa andando per via, / Coricandovi alzandovi; / Ripetetele ai vostri figli. / O vi si sfaccia la casa, / La malattia vi impedisca, / I vostri nati torcano il viso da voi.”

di Marina Salvadore
Parafrasando il titolo del romanzo autobiografico di Primo Levi, offerto alla consapevolezza dei giovani studenti della scuola italiana di ogni ordine e grado, vogliamo a questi giovani italiani offrire la possibilità di una più profonda meditazione sulle tecniche persecutorie che, tra una play-station ed un wipe, un concerto heavy metal ed una “canna” partecipano occultamente dell’evoluzione bastarda di un Popolo, di uno Stato che dicesi progressista e moderno… “di diritto!”…  e ch’è soggiogato, invece, dall’aura plumbea di un retaggio antico, quale solo una dittatura occulta riesce a suggerne linfa e vitalità… come un vampiro!
Il capro espiatorio Bruno Contrada, posto a regime di “domiciliari sbagliati”,  colpevole solo del fatto di non essere stato "bersaglio centrato"  dalla Mafia...  che ha combattuto per circa quarant’anni, è stato nuovamente ricoverato in ospedale... Ci siamo recati, oggi, al Varcaturo per incontrare in strada... come dei cospiratori,  come dei viandanti disperati, sulla via del rientro in Basilicata la dottoressa Agnesina Pozzi piombata come un fulmine al capezzale del Generale Bruno Contrada ed abbiamo ottenuto un significativo bollettino clinico… quale quello che pubblichiamo:

“Il Generale  Contrada ieri 25 agosto 2008 è stato condotto dai Carabinieri  presso l’Ospedale Santa Maria delle Grazie (la Schiana) di Pozzuoli per essere sottoposto ad indagini diagnostiche con relativo intervento mini-invasivo. Purtroppo è stato possibile effettuare solo una parte dell’indagine perché vi era il forte rischio di complicanze emorragiche. Per questo motivo, i sanitari  hanno deciso di rimandare la procedura  successivamente, dando al Generale un ragionevole tempo di recupero per poter affrontare il tutto con il minimo rischio, in quanto persiste il forte sospetto di una patologia neoplastica. A chi dovrà essere attribuita la responsabilità morale e giuridica di una persecuzione che in termini di psico neuro endocrino immunologia, ha tutta la sua ragion d’essere su Contrada, così come avvenne per Enzo Tortora ed altri non emersi alle pagine della cronaca? Penso anche alle vergognose insinuazioni in rete, ad opera di celebri sconosciuti, che vedrebbero in Contrada il prototipo del “malato immaginario”. Certi  ignobili individui non hanno avuto mai la fortuna di imbattersi nella sofferenza vera né di patirla su di loro direttamente o indirettamente, per esserne arricchiti nel corpo e nello spirito. Nascondono la loro nullità piangendo da coccodrilli e arricchendo altro che le loro coscienze; diciamolo apertamente: per arricchire le loro tasche a spese dello Stato Italiano e di noi contribuenti. Mi chiedo anche chi risarcirà “il pericolosissimo” Contrada per tutto il feroce ed ingiustificato accanimento anche ora che le sue forze sono ridotte al lumicino, ora che barcolla e rischia di cadere, com’è successo anche all’ingresso dell’Ospedale, ma che, davanti allo sguardo sgomento e preoccupato sia dei Carabinieri che del portantino, continua a rifiutare di essere trasportato su sedie o barelle o sostenuto a braccio. Agli avvoltoi ignobili che aspettano di lacerarne anche le carni voglio dire: Contrada  resiste contro ogni vostra miseranda aspettativa, con dignità, in piedi. Fiero e indomito checché ne pensino e dicano i suoi accusatori, i suoi detrattori, i suoi nemici e chi ha avuto l’onere storico di condannarlo. Mi hanno insultata per aver scelto di essere accanto a lui come medico, di essere altrettanto “collusa” e forse “ricattata” dallo stesso; mi hanno dileggiata per averne voluto prendere anche le difese da pseudo avvocato non autorizzato; infine mi hanno “oscurata”ed accusata di falsità, proprio quando producevo atti protocollati a testimonianza dei meriti di Contrada nella lotta alla mafia. Posso comunque certificare, per la tranquillità di questi signori, senza ombra di dubbio che, sebbene a forte rischio emorragico…le sue mani, esaminate attentamente…anche se non hanno le stimmate di un santo e non grondano sangue “.
Sì! anche noi crediamo fermamente che l’unico sangue possibile grondante dalle mani di Bruno Contrada sia sangue stillato da stimmate, tipico dei santi martiri… come la manna, dono dei sepolcri dei Santi... ma noi lo vogliamo VIVO BRUNO CONTRADA... perchè abbiamo SETE di CONOSCENZA!

(immagini  rubate da Umberto... che avrebbe potuto venderle e.. ce le ha regalate!)

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/lavocedimegaride/trackback.php?msg=5306514

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 27/08/08 alle 08:24 via WEB
Se non ricordo male già la scorsa primavera il dubbio di una malattia neoplastica allo stato iniziale era sorto? Come mai in tutto questo tempo nessuno ha fatto ulteriori accertamenti? I sanitari dell'Ospedale Militare che ne pensano? E la Dott.ssa Della Pietra? Non era lei la responsabile? Auguri a Bruno Io le mani gliele bacio con il cuore Maria
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 27/08/08 alle 15:05 via WEB
Più che "Se questo è un uomo" è il caso di dire: SE QUESTA E' GIUSTIZIA. Patty Ghera. Buona sera a tutti.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 27/08/08 alle 16:00 via WEB
Concordo con quanto espresso da Maria e da Patty.
Ma quando finira' questo ignobile teatrino, fatte di scorte, di autorizzazioni, di ambulanze, di perizie, di accertamenti ........
Quando finira' la tortura di questo Uomo Dignitoso ma sopratutto Malato, Anziano e Stanco ?
Giustizia, ma dove sei ?
Ambro
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 27/08/08 alle 18:28 via WEB
Cosa Dire, ho parlato con la Dottoressa Agnesina Pozzi ed ho potuto sentire tutto dalla sua voce. Sono incazzatissimo, per questo e perché una volta copiato il comunicato stampa dato da Agnesina, appena ho tentato di inserirlo sul sito è sparito ed è apparsa una scritta dove è scritto che il sito è bloccato per sicurezza e l’autore è sconosciuto. Siamo sotto tiro anche se tutto è fantascienza, incredibile. Ma tutta la vicenda di Bruno Contrada è incredibile, inaccettabile. Violenza allo stato puro. Questa non è giustizia, è assassinio. Mi chiedo e chiedo ai politici, quando si potrà discutere di una giustizia giusta e responsabile. Mimmo Di Renzo
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 28/08/08 alle 11:10 via WEB
Ho avuto il privilegio, in questo breve soggiorno napoletano, di visionare la documentazione PODEROSA che Contrada ha stilato di suo pugno in questi anni di martirio e di distruzione della tua integrità morale. E' una vera biblioteca fatta di decine e decine di volumi; ogni volume riguarda l'attenta contestazione degli addebiti a lui mossi, la demolizione sistematica "dell'attendibilità" dei testimoni contro di lui, la storia di un intero oscuro periodo a suo danno. Solo il Padreterno in persona potrebbe fare proprio e memorizzare tutto quel materiale per portarlo in discussione in un'aula di Tribunale o produrlo per la revisione del processo. Ho suggerito quindi all'Avvocato Lipera, che stimo moltissimo per la sua tenacia e professionalità, di fare come si fa in America. Istituire un vero e proprio collegio difensivo da lui presieduto/organizzato e supervisionato da qualche Magistrato, corredato non solo di numerosi avvocati giovani cui affidare lo studio pedissequo di uno o due fascicoli per impararli a menadito e su cui poi essere periodicamente interrogati in breefing periodici o riunioni di brain storming.., ma anche di uno storiografo che possa impostare ed inquadrare gli atti con il metodo appunto proprio di questo sapere. Solo così ci sarà una qualche speranza di riaprire il caso ed ottenere la revisione. Una sola o due persone per quanto preparate e volenterose NON POSSONO FARCELA, proprio per la mole impressionante di materiale! Non si offenda per l'amor di Dio, Lipera, bravissimo avvocato; non ho dubbi assolutamente sulla sua professionalità, bensì sulla sua onnipotenza. Chissà se i vari avvocati susseguitisi nella difesa di Contrada, oltre a citare Contrada sui loro budget elettorali..., abbiano saputo far tesoro di quei documenti, studiarli almeno, piuttosto che leggerli magari distrattamente e velocemente e rubacchiare qualche citazione da incorporare nei testi a difesa. Avrebbero dovuto avere il coraggio di sbattere la documentazione sul tavolo dei Giudici e dire loro: "cazzo, adesso facciamo almeno cento udienze su Contrada per discutere tutto questo materiale".. Proporrei intanto che il Collegio si istituisca proprio a Napoli. Proporrei al comitato pro Contrada, la ricerca di avvocati volontari che volessero, gratuitamente, entrare nella storia di questa INGIUSTIZIA feroce verso un uomo GIUSTO. Tutta la sua umanità è stata usata contro di lui, mi diceva sconfortata sua nipote Daniela. Lui una volta sgridò un poliziotto che puntava l'arma alla testa della donna di un mafioso; non voleva che la donne vensse spaventata in quel modo e perfino questo suo nobile gesto venne sato contro di lui. La storia INFAME aggradisce sempre i migliori e Contrada non è solo Eccellenza perchè di diritto gli spetta il titolo. Contrada è L'ECCELLENZA per antonomasia e lo Stato, il SUO Stato, invece di difenderlo gli ha cagato in faccia. ualcuno dovrà convivere per sempre con il lombrico che alberga in ciascun essere umano. Ciao a tutti, con Contrada PER SEMPRE Agnesina Pozzi
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 28/08/08 alle 11:14 via WEB
Bisognerebbe chiederlo a Violante il perche' la sua autostima paranoica ha costretta Bruno a divenire un capo espiatorio per tutti questi anni,bisognerebbe domandare ad ANDREOTTI che prima difende l'operato di Bruno insieme a Cossiga e a Parisi e poi se ne lavano le mani come fece Ponzio Pilato,povero Cristo,quanto ti ho voluto bene,generale,agli ordini oggi e sempre ...cazzo di un popolo puttaniere e bastardo..........................ciao! Marcantonio
 
kuskus0
kuskus0 il 30/08/08 alle 06:57 via WEB
da Agnesina Pozzi: scusate i refusi di stampa nel precedente scritto. A breve pubblicherò una mail bellissima inviatami da un avvocato del nord est...a mille chilometri Contrada ha suoi estimatori e studiosi del suo caso. Sto aspettando una mail di risposta dall'estensore della stessa. Vi abbraccio tutti, specialmente Marcantonio, che suppongo essere stato un dipendente di Contrada. Ciao Agnesina Pozzi
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

PREMIO MASANIELLO 2009
Napoletani Protagonisti 
a Marina Salvadore

Motivazione: “Pregate Dio di trovarvi dove si vince, perché chi si trova dove si perde è imputato di infinite cose di cui è inculpabilissimo”… La storia nascosta, ignorata, adulterata, passata sotto silenzio. Quella storia, narrata con competenza, efficienza, la trovate su “La Voce di Megaride” di Marina Salvadore… Marina Salvadore: una voce contro, contro i deboli di pensiero, i mistificatori, i defecatori. Una voce contro l’assenza di valori, la decomposizione, la dissoluzione, la sudditanza, il servilismo. Una voce a favore della Napoli che vale.”…

 

PREMIO INARS CIOCIARIA 2006

immagine

A www.vocedimegaride.it è stato conferito il prestigioso riconoscimento INARS 2006:
a) per la Comunicazione in tema di meridionalismo, a Marina Salvadore;
b) per il documentario "Napoli Capitale" , a Mauro Caiano
immagine                                                   www.inarsciociaria.it 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

versione integrale

 

DEDICATO AGLI EMIGRANTI

 

NOMEN OMEN

E' dedicato agli amici del nostro foglio meridionalista questo video, tratto da QUARK - RAI 1, condotto da Piero ed Alberto Angela, che documenta le origini della Nostra Città ed il nome del nostro blog.

 

IL MEZZOGIORNO CHE DIFENDIAMO

immagine

vuoi effettuare un tour virtuale e di grande suggestione tra le numerose bellezze paesaggistiche, artistiche ed architettoniche di quel Mezzogiorno sempre più obliato dalle cronache del presente?
per le foto:
http://www.vocedimegaride.it/html/Articoli/Immagini.htm
per i video:
http://www.vocedimegaride.it/html/nostrivideo.htm

 

VISITA I NOSTRI SITI

 

I consigli di bellezza
di Afrodite

RITENZIONE IDRICA? - Nella pentola più grande di cui disponete, riempita d'acqua fredda, ponete due grosse cipolle spaccate in quattro ed un bel tralcio d'edera. Ponete sul fuoco e lasciate bollire per 20 minuti. Lasciate intiepidire e riversate l'acqua in un catino capiente per procedere - a piacere - ad un maniluvio o ad un pediluvio per circa 10 minuti. Chi è ipotesa provveda alla sera, prima di coricarsi, al "bagno"; chi soffre di ipertensione potrà trovare ulteriore beneficio nel sottoporsi alla cura, al mattino. E' un rimedio davvero efficace!


Il libro del mese:



 

 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963