Creato da legs_68 il 03/11/2006

la nona onda

IO SONO ANTIFASCISTA

 

il profumo dei tigli

Post n°179 pubblicato il 13 Maggio 2009 da legs_68

è tornato così

all’improvviso

come gli amici cari

dopo lunghi giorni d’attesa

il pensiero si distrae

e và oltre

è proprio allora

in un dolce pomeriggio di sole

che bussa alla tua porta

è la promessa

persa nell’oblio.

allora è festa

con esso di nuovo

i rossi tramonti

e le notti senza luna

delle lucciole argentate

anch’esse tornate

chissà in quali misteriosi

luoghi per anni

intrattenute

 
 
 

senza titolo

Post n°178 pubblicato il 13 Maggio 2009 da legs_68

bianche pagine

bianche pagine

in attesa pretendono

bianche pagine tese a sorriso

si susseguono

schernendo il presente

di burla

 

 
 
 

senza titolo

Post n°177 pubblicato il 23 Aprile 2009 da legs_68

le nuvole l'inchiostro

il vento la penna

al cielo piace parlare di sè

 
 
 

senza titolo

Post n°176 pubblicato il 09 Aprile 2009 da legs_68

ranuncoli gialli popolano la primavera,

nell' incanto del loro

vibrare  sotto la pomeridiana brezza

li osservo

tesa a sentirne il profumo,

non vado oltre perchè il loro succo è veleno

al pari del tuo amore.

 
 
 

scritto sul corpo

Post n°175 pubblicato il 31 Marzo 2009 da legs_68

l'amore pretende l'espressione. non starà fermo, zitto, non sarà buono, schivo, visibile, non rimarrà muto, no. irromperà in canti di lode, la nota acuta che spezza il bicchiere e ne fa versare il liquido. non è un conservatore l'amore. è un cacciatore e del suo gioco noi siamo la preda. maledetto sia il suo gioco. come si può essere preda quando le regole cambiano continuamente?

da scritto sul corpo di jeanette winterson

 
 
 

ad un'amica

Post n°174 pubblicato il 28 Marzo 2009 da legs_68

attraverso il respiro

di  queste notti le distanze

si annullano

solo la luna così nascosta

sembra più lontana.

ad occhi chiusi

descrivo il tuo profumo

sa di vento e di pioggia,

di erba bagnata.

anche il cielo più nero

non sa rinunciare alle sue stelle

se in silenzio le ascolti

ti parlano di lei

raccontami di te

mi chiedi

delle mie paure che graffiano le ali

ed io vorrei solo camminare

raggiungere il mare

lì dove l’onda

infrange una promessa

insperata consolazione

lì dove la solitudine

si lascia trasportare

da carezze di salsedine

mentre ti parlo

rimani abbracciata nell’attesa

del suo arrivo

a me sembri un angelo

 

 
 
 

di karin boye

Post n°173 pubblicato il 11 Marzo 2009 da legs_68

ora è finita. ora mi sveglio.

ed è quieto e facile l'andare,

quando non c'è più niente da attendere

e niente  da sopportare.

oro rosso ieri, foglia secca oggi.

domani non ci sarà niente.

ma stelle ardono in silenzio come prima

stanotte, nello spazio intorno.

ora voglio regalare me stessa,

così non mi resterà alcuna briciola.

dite, stelle, volete ricevere

un'anima che non possiede tesori?

presso di voi è libertà senza difetto

lontana la pace dell'eternità.

non vide forse mai il cielo vuoto,

chi dette a voi il suo sogno e la sua lotta.

 

 
 
 

di Antonia Pozzi

Post n°172 pubblicato il 03 Marzo 2009 da legs_68

ti do' me stessa,

le mie notti insonni,

i lunghi sorsi

di cielo e stelle - bevuti

sulle montagne,

la brezza dei mari percorsi

verso albe remote.

ti do' me stessa,

il sole vergine dei miei mattini

su favolose rive

tra superstiti colonne

e ulivi e spighe.

ti do' me stessa,

i meriggi

sul ciglio delle cascate,

i tramonti

ai piedi delle statue, sulle colline,

fra tronchi di cipressi animati

di nidi -

e tu accogli la mia meraviglia

di creatura,

il mio tremito di stelo

vivo nel cerchio

degli orizzonti,

piegato al vento

limpido - della bellezza:

e tu lascia ch'io guardi questi occhi

che Dio ti ha dati,

così densi di cielo -

profondi come secoli di luce

inabissati al di là

delle vette -

poesia di Antonia Pozzi

 
 
 

senza titolo

Post n°171 pubblicato il 27 Febbraio 2009 da legs_68

rimango ancorata alla vita

come un’anemone al suo scoglio

e da lì filtro sentimenti ed emozioni

che la corrente fa passare attraverso i pori.

potrebbe sembrare che io non veda luce

la trasparenza delle mie acque

lascia passare inaspettati raggi

che a volte pare possano arrivare persino a scaldare.

ancorata a questa vita,

mentre le correnti fanno danzare attorno

un mondo che ho imparato

a disconoscere.

 

 

 

 
 
 

senza titolo

Post n°170 pubblicato il 09 Febbraio 2009 da legs_68

        Non si deve mai dubitare della persona che si ama.

-         ma potrebbe non dirti la verità.

-         Non importa. Basta che gliela dica tu.

-         Cosa intendi dire?

-         Tu non puoi giurare sulla sincerità di un altro, piccola, ma puoi giurare sulla tua.

-         Allora cosa dovrei dire?

-         Quando?

-         Quando sono innamorata?

-         Lo devi dire.

da: “il custode del faro” di Jeanette Winterson

 

 

 

 
 
 

senza titolo

Post n°169 pubblicato il 22 Gennaio 2009 da legs_68

tra terra e cielo

io sono nuda

cammino così

senza alcun

vergognoso pudore.

non si è, forse, nudi

quando si nasce?

è forse per vergogna

che il neonato piange

alla vista della luce?

no,

è perchè

tutti attorno

sono vestiti.

 

 
 
 

Post N° 168

Post n°168 pubblicato il 03 Gennaio 2009 da legs_68

perché tu non mi veda

in vita

di spinosa invisibile siepe mi circondo.

di rovi mi cingo,

in brina-scendo.

perché tu non mi senta

in notte

nella senile scienza

del riserbo mi cimento.

in mormorio-mi stringo,

di sussurri mi bendo.

perché tu troppo non fiorisca

in me-tra libri: tra boscaglie-

vivo-ti affondo.

di fantasie ti cingo

fantasma-ti sricordo.

Marina Cvetàeva

 
 
 

il tempo delle farfalle

Post n°167 pubblicato il 21 Novembre 2008 da legs_68

25 NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

 
 
 

Post N° 166

Post n°166 pubblicato il 04 Novembre 2008 da legs_68

sospiro nel tradimento di dense nuvole

chiudono il cielo

e fanno del sole un quadro lontano

tanto da dubitare d’averlo mai visto

 

eppure, io il sole lo ricordo bene

anche quando

nel rincorrerlo gli occhi

piegano le ciglia

se non fosse che io il sole

lo ricordo bene

potresti dire che non è mai esistito.

se non fosse che

mi piace guardare il pulviscolo

che viaggia nella stanza

guidato dal  raggio di luce

potrei forse dubitare e crederti

anche con le nuvole e questa noiosa pioggia

potrei rivelarti dove si trova il sole

ora, ad esempio, è in quell’attesa

perseverante e coraggiosa

che solo la speranza può concedere.

 

 

 

 
 
 

Post N° 165

Post n°165 pubblicato il 17 Settembre 2008 da legs_68

Armata, diritta e corazzata
avanzavo –
ma l’armatura era di paura colata
e di vergogna.

Voglio gettar la armi,
spada e scudo.
Quella dura ostilità
Era il mio gelo.

Ho visto i semi secchi
Germogliare infine.
Ho visto il verde chiaro
Svilupparsi.

Potente è la gracile vita
Più del ferro,
spinta dal cuore della terra
senza difesa.

La primavera albeggia nelle regioni invernali,
dove gelavo.
Voglio accogliere le forze della vita
disarmata.

 di Karin Boye

 
 
 

Post N° 164

Post n°164 pubblicato il 05 Settembre 2008 da legs_68

cos'altro ha da dirmi questo mare

dopo quarant'anni di onde

ora sussurranti, ora fragorose?

quali i suggerimenti ed in quale anfratto,

di questa costa d'infanzia,

vengono depositate le risposte?

la mia ricerca è in queste orme

che l'onda passando, cancella.

abbandonata nell'oblio delle correnti

incarno l'unico movimento

dove tutto resta uguale.

 
 
 

craco

Post n°163 pubblicato il 01 Agosto 2008 da legs_68

ho visitato la dimora del vento

tra gialli calanchi scoscesi ed aridi

crepe sui muri che come cani da guardia

tengon lontane intenzioni di vita

ante senza più regole

appese a finestre che ormai da tempo

non distinguono più il giorno dalla notte

il vento soggiorna, passa , schiaffeggia ed urla.

io cammino tra vicoli fantasmi

e mi pare quasi di sentire

le voci passate di allegre genti

che a poco a poco hanno ceduto la loro storia

ai ricordi del vento.

 
 
 

Post N° 162

Post n°162 pubblicato il 29 Luglio 2008 da legs_68

può capitare, in un pomeriggio d'estate di trovarsi, "per caso", ai piedi di un castello, e vivere suggestioni nuove che appaiono come esperienze passate, è stato così che in un pomeriggio di luglio ho conosciuto Isabella Morra. ho letto i versi scritti sui muri come una sorta di via crucis, le cui stazioni davano sorpresa, angoscia e diletto. le cui parole risultarono presagio.

ISABELLA MORRA (1520 - 1546)

 
 
 

Post N° 161

Post n°161 pubblicato il 07 Luglio 2008 da legs_68

che sorpresa, sarebbe,

un giorno ritrovarmi e scoprire

che tutto era rimasto lì

ed io non m'ero persa!

piuttosto, le stagioni

hanno atteso nel tempo fermo

che gli uccelli

arrivassero coi loro voli

e le api

ritrovassero le corolle di miele

il cielo ha atteso la neve

mentre l'onda

restava sospesa nel vento.

come avrei potuto perdermi

se il tutto

è sempre stato qui

ad attendere il mio

ritorno?

 
 
 

Post N° 160

Post n°160 pubblicato il 30 Giugno 2008 da legs_68

quando mi sveglio a casa di lei

e lei non c'è

vago per le stanze

e rivisito gli oggetti morti

li immagino a riprender vita

tra le sue mani

sotto il suo sguardo

al suono della sua voce.

 
 
 

BELLA CIAO

 
 

 

 

 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

verdepaludedueocchinuovimelissa2005_3vololowelenaapoPerturbabiIeUnMaestroUnSorrisoPerturbabilecoll.malpeloNarcysseMr_Greywolfshangri.lapatrizia.cicciarondinellablue
 

ULTIMI COMMENTI

ritengo sia fortuna respirare mio malgrado ...
Inviato da: Perturbabile
il 14/12/2015 alle 12:36
 
Buon compleanno auguri Patty
Inviato da: animedeserte
il 18/06/2014 alle 22:01
 
si mi piace…bella ciao pat un abbraccio tuttotondo
Inviato da: animedeserte
il 06/03/2014 alle 19:23
 
bella vero …:-(
Inviato da: animedeserte
il 29/11/2013 alle 17:50
 
belle entrambe :-)
Inviato da: animedeserte
il 18/11/2013 alle 22:26
 
 

FACEBOOK